Discussione:
Riso che dà meno stitichezza?
(troppo vecchio per rispondere)
a
2010-04-13 14:07:45 UTC
Permalink
ciao

quale è la varietà di riso che dà meno stitichezza?

per assurdo, se proprio tutti i riso dànno inevitabilmente
stitichezza, un rimedio può essere il condirlo con un tenore di grassi
molto alto (che renderebbe la corsa al bagno praticamente inevitabile,
e si mangia anche in modo più gustoso)?
Mario_M
2010-04-13 17:10:42 UTC
Permalink
Post by a
ciao
quale è la varietà di riso che dà meno stitichezza?
per assurdo, se proprio tutti i riso dànno inevitabilmente
stitichezza, un rimedio può essere il condirlo con un tenore di grassi
molto alto (che renderebbe la corsa al bagno praticamente inevitabile,
e si mangia anche in modo più gustoso)?
"Riso che dà la stitichezza" mi suona un pò stravagante.
Comuqnue, io mangio solo riso integrale con condimenti vegetali.
La cottura è più lunga ma non scarti le parti proteiche, ricche di
sali minerali e inoltre contenendo più fibra, agevola "il transito".
j***@gmail.com
2018-12-09 23:52:41 UTC
Permalink
Ottieni il tuo prestito in sicurezza in meno di 24 ore.

Saluti a tutti!
Hai bisogno di un prestito molto serio e molto urgente?
Contattare il Sig. Kevain GARELLI al suo indirizzo all'indirizzo
WhatsApp: +33756825640
Email: ***@gmail.com

Oliver_Kahn
2010-04-14 10:33:53 UTC
Permalink
ciao quale è la varietà di riso che dà meno stitichezza?
per assurdo, se proprio tutti i riso dànno inevitabilmente
stitichezza, un rimedio può essere il condirlo con un tenore di grassi
molto alto (che renderebbe la corsa al bagno praticamente inevitabile,
e si mangia anche in modo più gustoso)?
Sì, il riso è il più efficace antidiarroico naturale, lo sanno le vecchie
dei villaggi indiani ma anche il medico della ASL. Basta dire che l'acqua
di riso si dà ai lattanti con diarrea al posto di acqua e sale.
Il riso bianco è addirittura costipante e a mio avviso andrebbe
letteralmente vietato, anche per le complicazioni che la stitichezza
apporta (dai diverticoli al tumore al colon-retto). Non per caso gli
epidemiologi collegano alti consumi di riso a maggior rischio di cancro.
Inoltre l'amido del riso, per la sua speciale (unica) conformazione è
totalmente e rapidamente trasformato in glucosio, quindi richiede una
massiccia secrezione di insulina, ed è quindi collegato a maggior rischio
di diabete, malattie cardiovascolari e sovrappeso. Ha un indice glicemico
superiore allo stesso zucchero!
E'un pessimo cereale. E va mangiato di tanto in tanto. Non certo ogni
giorno. E accompagnato semmai da legumi, verdura e frutta in abbondanza.
Perfino nella sua forma migliore, quella integrale, è mediocre. Inoltre
ha troppo amido e poche proteine )è il cereale più ricco delle prime e
più povero delle seconde, basta dire: e oggi la scienza vuole che si
riduano i carboidrati). Molto meglio tutti gli altri cereali (grano,
orzo, avena, saraceno ecc).
Solo la patata, per pessima qualità dell'amido e nutrizionale, lo
eguaglia in difetti. Infatti, entrambi sono stati ritenuti non solo non
protettivi, ma anzi facilitatori dei rischi metabolici.
A me piacciono entrambi, ma bisogna inchinarsi all'evidenza scientifica.
Purtroppo ho letto centinaia di studi al riguardo...:-(
Mi sono adeguato: le patate le mangio una volta al mese, il riso 1 a
settimana, sempre integrale of course. ll riso bianco, ni dispiace di
usare questi toni, ma a questo punto è il minimo che si possa dire, è un
vero "veleno" metabolico.
Per evitare flame e commenti: le alternative? Paste asciutte, meglio se
integrali, pane integrale, torte rustiche di farina integrale, i chicchi
di tutti i cereali integrali (cotti e preparati come il riso: avena,
orzo, grano saraceno, farro, segale, miglio ecc. Anche come fiocchi
(chicco pestato). I fiocchi di avena si possono ammollare crudi nei
liquidi (brodo, latte ecc) e sono squisiti. Infine i chicchi integrali si
possono germogliare (io consiglio però solo il frumento, per la sua
tenerezza e dolcezza: può essere consumato crudo in insalata o antipasto.
jinn
2010-04-14 10:52:21 UTC
Permalink
Post by Oliver_Kahn
orzo, grano saraceno, farro, segale, miglio ecc.
con orzo perlato o farro decorticato si possono preparare zuppe molto simili
al risotto. Inoltre a differenza del riso, il farro ha proprietà lassative.
Crononauta
2010-04-14 10:53:20 UTC
Permalink
Post by Oliver_Kahn
settimana, sempre integrale of course. ll riso bianco, ni dispiace di
usare questi toni, ma a questo punto è il minimo che si possa dire, è un
vero "veleno" metabolico.
Mi sembra una posizione decisamente eccessiva, anche perché qualcosa non
mi torna: finché i Giapponesi mangiavano riso bianco mattino mezzogiorno
e sera (e non è un modo di dire: la loro colazione tradizionale è basata
su pesce e riso, e una volta in un onsen m'è "toccata"), restavano una
fra le popolazioni più longeve e con meno problemi da questo punto di vista.

Credo che definirlo un "veleno metabolico" sia decisamente eccessivo,
allora gli hamburger di MacDonald's cosa sono?! Crimini contro
l'umanità? :-O

Solo negli ultimi anni, con l'occidentalizzazione dell'alimentazione, in
Giappone hanno introdotto una serie di porcherie (a partire dagli stessi
"Maccu Donarudo", come chiamano loro i MacDonald's) il cui effetto è
immediatamente evidente girando per strada: non troverai praticamente
mai un giapponese ultracinquantenne grasso (lottatori di sumo a parte,
sia chiaro!), che conserva le vecchie abitudini alimentari della
tradizione, ma tra gli adolescenti puoi vederne circa 1 su 3 con
sovrappesi più o meno marcati.

Che poi ci possano essere carboidrati complessi e amidi di qualità
migliore, non lo discuto, ma non sarei neanche così drastico.
--
Massimo Bacilieri AKA Crononauta
Oliver_Kahn
2010-04-14 13:04:27 UTC
Permalink
Oliver_Kahn
2010-04-15 09:00:44 UTC
Permalink
Senza contare i danni cardio-vascolari. Proprio oggi Le Scienze pubblica la
sintesi di uno studio sui danni del mangiare troppi cibi ricchi di
carboidrati ad alto indice glicemico (pasta raffinata, riso bianco, pane
bianco, patate, zucchero, dolci ecc):
http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/articolo/1342879
s***@hotmail.it
2018-05-12 12:28:18 UTC
Permalink
Post by Crononauta
Post by Crononauta
Post by Oliver_Kahn
settimana, sempre integrale of course. ll riso bianco, ni dispiace di
usare questi toni, ma a questo punto è il minimo che si possa dire, è
un
Post by Crononauta
Post by Oliver_Kahn
vero "veleno" metabolico.
Mi sembra una posizione decisamente eccessiva, anche perché qualcosa non
mi torna: finché i Giapponesi mangiavano riso bianco mattino mezzogiorno
e sera (e non è un modo di dire: la loro colazione tradizionale è basata
su pesce e riso, e una volta in un onsen m'è "toccata"), restavano una
fra le popolazioni più longeve e con meno problemi da questo punto di
vista.
Post by Crononauta
Credo che definirlo un "veleno metabolico" sia decisamente eccessivo,
allora gli hamburger di MacDonald's cosa sono?! Crimini contro
l'umanità? :-O
Solo negli ultimi anni, con l'occidentalizzazione dell'alimentazione, in
Giappone hanno introdotto una serie di porcherie (a partire dagli stessi
"Maccu Donarudo", come chiamano loro i MacDonald's) il cui effetto è
immediatamente evidente girando per strada: non troverai praticamente
mai un giapponese ultracinquantenne grasso (lottatori di sumo a parte,
sia chiaro!), che conserva le vecchie abitudini alimentari della
tradizione, ma tra gli adolescenti puoi vederne circa 1 su 3 con
sovrappesi più o meno marcati.
Che poi ci possano essere carboidrati complessi e amidi di qualità
migliore, non lo discuto, ma non sarei neanche così drastico.
Quello che ho detto l'ho appreso dagli studi biologici: forse non sai che
tutti gli orientali mangiavano riso integrale e solo i problemi di
immagazzinaggio dall'800 hanno imposto il riso bianco. E da allora sono
cominciati i problemi. In Oriente imperversano molto più che da noi il
diabete, per dirne una, e i tumori allo stomaco e al fegato (primi nel
Mondo). E soffrono di stitichezza, a meno che non mangino molti legumi. Gli
orientali hanno una mediocre alimentazione, e se non mangiassero poco e non
avessero i fitosteroli della soia e certe predisposizioni genetiche a
salvarli se la passerebbero molto male.
2 studi a caso tra mille del mio archivio, e non dei migliori (sorry, non
RISO BIANCO, PEPERONCINO E CIBO BOLLENTE FAVORISCONO CANCRO STOMACO
Diet and stomach cancer: a case-control study in South India.
Mathew, A; Gangadharan, P; Varghese, C; Nair, M K
European Journal of Cancer Prevention. 9(2):89-98, April 2000.
CEREALI RAFFINATI E RISCHIO CANCRO IN ITALIA
Refined-cereal intake and risk of selected cancers in Italy
Liliane Chatenoud, Carlo La Vecchia, Silvia Franceschi, Alessandra Tavani,
David R Jacobs, Jr, Maria T Parpinel, Maria Soler and Eva Negri - Istituto
di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, Milan, Italy; Istituto di
Statistica Medica e Biometria, Università degli Studi di Milano, Italy;
Servizio di Epidemiologia, Centro di Riferimento Oncologico, Aviano, Italy;
and Division of Epidemiology, School of Public Health, University of
Minnesota, Minneapolis. American Journal of Clinical Nutrition, Vol. 70,
No. 6, 1107-1110, December 1
IO DA PROFANO IN MATERIA NOTO SOLO CHE ALCUNE COSE DETTE SONO TOTALMENTE INCOERENTI...IN PRIMIS , se fosse vero che gli orientali avessero avuto seri problemi di salute per via del riso ad oggi nn sarebbero la popolazione piu' numerosa al mondo...anche perche' continuano a consumare riso e nn sono mai stati in via di estinzione ;)....SECONDO , la chimica degli alimenti e' molto complessa, non vanno presi gli elementi singolarmente e non bisogna generalizzare come se si stesse facendo un'esame di chimica...talvolta se assunto in modo sbagliato o semplicemente in contesti particolari oppure abbinato ad altri cibi anche il piu' salutare dei cibi provoca disturbi e patologie a lungo andare. CONCLUDENDO ... se esiste il nutrizionista ,le scienze degli alimenti e la chimica nutrizionale...un motivo ci sara'.Ad ogni modo mi chiedo se hai letto tutti quei libri che hai citato (ovviamente "tempo permettendo")oppure hai letto solo il titolo della bibbia e credi che sai gia' come gira il mondo???...sai quanti libri hanno un titolo simile a "IL NAZISMO E I SUOI BENEFICI" ?
Pier
2018-09-15 05:33:18 UTC
Permalink
Post by s***@hotmail.it
Post by Crononauta
Mondo). E soffrono di stitichezza, a meno che non mangino molti legumi. Gli
orientali hanno una mediocre alimentazione, e se non mangiassero poco e non
avessero i fitosteroli della soia e certe predisposizioni genetiche a
salvarli se la passerebbero molto male.
disturbi e patologie a lungo andare.
pleonastico e noto
il profitto ha fatto mettere di tutto perfino
nei gelati e nel dentifricio....

La chimica ha fatto sparire farfalle, vermi, rane, ecc
coi 194 tossici usati in agricoltura dal 3 % della
popolazione a danno del 97% che deve ingoiarla, a
iniziare dal latte con mucche costrette a fare 50 l/g
di latte contro 16 della media naturale.
Bayer, Monsanto , ecc, ci danno questo e poi la chemio
per guadagnare 2 volte come minimo.
E al tutto si aggiunga la saturazione di ogni tipo di
onde elettromagnetiche che fanno il resto

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Continua a leggere su narkive:
Loading...