Discussione:
Olio di mais, oliva o soia ?
(troppo vecchio per rispondere)
Marco Giusti
2007-10-24 01:40:13 UTC
Permalink
Ho letto che alcuni acidi grassi (gli omega), indispensabili all' alimentazione
umana, vengono anche venduti come integratori alimentari per chi fa palestra, e
non costano neanche poco, per esempio l

queste sono compresse di acido arachidonico
http://www.bulknutrition.com/?products_id=2260


Ho poi fatto una ricerchina ed ho visto che, effettivamente l'acido arachidonico
e' essenziale e che, negli umani viene in parte sintetizzato dall' acido
linoleico.

Gli oli piu' ricchi di acido linoleico sono quelli di girasole, di soia e di
mais; quest' ultimo, poi e' uno dei pochi a contenere anche acido arachidonico,
altrimenti presente solo nelle carni.

Il mio dubbio e'questo:

Da anni ci viene raccomandato di consumare olio di oliva, salutare per il forte
contenuto di acido oleico. L' olio di oliva pero' manca di acido linoleico,
essenziale, a differenza dell' oleico.

L'olio di soia, che contiene una buona quantita' di acido oleico e molto acido
linoleico non potrebbe essere un valido sostituto ?

Vorrei inoltre un parere sull' olio di mais, di cui non sento parlare un gran
bene, anche se, come detto sopra contiene molto acido linoleico e anche un 5% di
arachidonico.

Ho anche letto, qua e la' che l' acido arachidonico e' un componente del
meccanismo alla base dei processi infiammatori, non e' che assumendolo come
integratore o con gli oli si vada incontro a dei problemi ?

ciao a tutti
SolomonKane
2007-10-24 08:53:09 UTC
Permalink
Post by Marco Giusti
L'olio di soia, che contiene una buona quantita' di acido oleico e molto acido
linoleico non potrebbe essere un valido sostituto ?
Vorrei inoltre un parere sull' olio di mais, di cui non sento parlare un gran
bene, anche se, come detto sopra contiene molto acido linoleico e anche un 5% di
arachidonico.
Lascia stare gli oli di semi. Vengono quasi sempre estratti con solventi
chimici e poi riempiti di conservanti e di antiossidanti. E tra l'altro non
sanno di niente. Per condire vai di olio d'oliva (spremuto a freddo) e i
semi mangiateli direttamente!
--
SolomonKane
http://athanorr.splinder.com/
Federico Degni Carando
2007-10-24 14:26:41 UTC
Permalink
Post by SolomonKane
Lascia stare gli oli di semi. Vengono quasi sempre estratti con solventi
chimici e poi riempiti di conservanti e di antiossidanti. E tra l'altro non
sanno di niente. Per condire vai di olio d'oliva (spremuto a freddo) e i
semi mangiateli direttamente!
ma l'OLIO CARLI (che per me e' buonissimo) e' premuto a freddo?
SolomonKane
2007-10-24 19:37:26 UTC
Permalink
Post by Federico Degni Carando
Post by SolomonKane
Lascia stare gli oli di semi. Vengono quasi sempre estratti con solventi
chimici e poi riempiti di conservanti e di antiossidanti. E tra l'altro
non sanno di niente. Per condire vai di olio d'oliva (spremuto a freddo)
e i semi mangiateli direttamente!
ma l'OLIO CARLI (che per me e' buonissimo) e' premuto a freddo?
A giudicare da quello che dicono nel sito, sì.
<<Tra gli oli di oliva è definito "vergine" ogni olio che non sia stato
sottoposto ad altro procedimento estrattivo che quello rigorosamente
fisico-meccanico, senza impiego di solventi o di altre manipolazioni
chimiche>>.
http://www.carli.com/OlioCarli/ita/qual/qual3.htm
--
SolomonKane
http://athanorr.splinder.com/
Lem Novantotto
2007-10-24 08:54:03 UTC
Permalink
Post by Marco Giusti
queste sono compresse di acido arachidonico
http://www.bulknutrition.com/?products_id=2260
Arachidonico? A meno di esigenze mediche molto particolari, direi di
stare proprio alla larga da un'"integrazione" così!

In generale, comincia col vedere il filone:
http://groups.google.com/group/it.sport.palestra/browse_frm/thread/d9a96cf7f6ff6318/8c97cadfe1cfe0d3?tvc=1#8c97cadfe1cfe0d3

XPost: it.salute.alimentazione,it.sport.palestra
F/up: it.salute.alimentazione
--
Bye, Lem
Ceterum censeo ISLAM esse delendum
__________________________________
Combatti l'AIDS col tuo computer: http://fightaidsathome.scripps.edu/
Francesco Mineo
2007-10-24 11:50:19 UTC
Permalink
Post by Marco Giusti
Ho poi fatto una ricerchina ed ho visto che, effettivamente l'acido
arachidonico e' essenziale e che, negli umani viene in parte sintetizzato
dall' acido linoleico.
[CUT]

L'acido arachidonico non è assolutamente un "acido grasso essenziale",
l'acido grasso essenziale è appunto il suo precursore l'acido grasso
"linoleico" detto anche Omega 6. Questo lo trovi abbondantemente nel
pesce, senza bisogno di comprare integratori (inutili nel 99,9% dei
casi, ma utili nel 100% dei casi ad alleggerire il portafogli), e
stando attento all'alimentazione.
Post by Marco Giusti
Ho anche letto, qua e la' che l' acido arachidonico e' un componente del
meccanismo alla base dei processi infiammatori, non e' che assumendolo come
integratore o con gli oli si vada incontro a dei problemi ?
L'acido arachidonico è già abbondante nell'organismo, ergo per cui
quello che introduci, se non hai carenze (e avresti dei sintomi) non fa
altro che andare a far compagnia alle riserve di grassi. L'arachidonico
si forma dai fosfolipidi di membrana e tramite gli enzimi lipossigenasi
e cliclo ossigenasi forma leucotrieni (per mezzo del primo),
prostaglandine e trombassani (del secondo). Le prostaglandine sono i
maggiori responsabili dell'infiammazione (sono dei vasodilatatori), ed
è sull'inibizione di essi che, ad esempio, agisce l'acido
acetilsalicilico (aspirina), funzionando appunto come
antiinfiammatorio/antidolorifico.
--
Studentello di Psicologia specializzando in Psicologia spicciola
Contatti: ***@gmail.com (valida anche per MSN)
Brani: http://www.myspace.com/theoneiricnight
Enrico C
2007-10-24 14:19:01 UTC
Permalink
Post by Francesco Mineo
L'acido arachidonico non è assolutamente un "acido grasso essenziale",
Lo è per i gatti! Miao! :P

--
Francesco Mineo
2007-10-24 21:41:18 UTC
Permalink
Post by Enrico C
Post by Francesco Mineo
L'acido arachidonico non è assolutamente un "acido grasso essenziale",
Lo è per i gatti! Miao! :P
Dai Enrì, non ti ci mettere pure tu, sono ritornato dopo mesi e in 2
giorni ho letto le peggiori minchiate (ma chi l'ha messo tra l'altro il
crosspost?), è così che si tratta un vecchio utente del forum che manca
da più di 2 mesi?

Cmq al mio gatto l'integratore non glielo compro e non mangia mai
pesce... che stia per morire?
--
Studentello di Ingegneria Aerospaziale
Contatti: ***@gmail.com (valida anche per MSN)
Brani: http://www.myspace.com/theoneiricnight
pongo
2007-10-24 11:57:18 UTC
Permalink
Marco Giusti ha scritto:

[CUT]

L'olio di oliva, cosi' come i vari oli di semi d'altronde, e' ottimo A
CRUDO. Per cuocere non e' particolarmente indicato, in quanto poco
stabile alle alte temperature.

Gli oli di semi vari (arachidi, mais, etc...) sono validi se ottenuti da
spremitura a freddo; tutti i vari Cuore, Friol, etc... sono ricavati
tramite processi chimici che li stabilizzano, permettondone la
conservazione fuori dal frigorifero (normalmente irrancidirebbero nel
giro di una settimana), ma li ''pastrocciano'' (termine tecnico tipico
dei chimici di alto livello) in vario modo, cosa che non e' mai buona.

Quindi A CRUDO usa l'olio di oliva e gli oli di semi di zucca/lino che
trovi nei negozi specializzati. Per cuocere meglio sarebbe non usare
proprio grassi, ma se proprio devi usa grassi animali (burro, strutto)
che non si sciupano durante la cottura.
--
Pongo
Il mio blog http://buttero.netsons.org
Le FAQ di it.sport.palestra http://tinyurl.com/2ol7f5
Lem Novantotto
2007-10-24 13:05:02 UTC
Permalink
Post by pongo
Per cuocere meglio sarebbe non usare
proprio grassi, ma se proprio devi usa grassi animali (burro, strutto)
che non si sciupano durante la cottura.
Perdonami, ma questo è generalmente un errore. Un grasso soprattutto
monoinsaturo, come l'olio d'oliva, è più che sufficientemente stabile
alle alte temperature (specie se non lo si riutilizza: cosa che,
normalmente, in casa non si fa), ed ha l'*enorme* vantaggio
nutrizionale di essere, appunto, insaturo (mentre i grassi animali
sono saturi: per definizione più stabili in cottura, sì, ma saturi).

Invece gli olii di semi, che contengono molti più grassi polinsaturi,
per friggere non vanno affatto bene (tranne forse una o due
eccezioni, che hanno però altre controindicazioni), e non vanno *MAI*
riutilizzati.

Teniamo anche presente che, nella normale alimentazione dei non
vegani, e prima dei condimenti, i grassi che abbondano sono quelli
saturi: già ce n'è troppi, se li usiamo pure per condire...

Insomma, io direi: per friggere, e fino a 180°-200°, meglio se usiamo
l'olio d'oliva. Invece nel forno ad alte temperature, cioè tra i 200°
e i 250°, usiamo, sempre con molta moderazione, burro e strutto.

XPost: it.salute.alimentazione,it.sport.palestra
F/up: it.salute.alimentazione
--
Bye, Lem
Ceterum censeo ISLAM esse delendum
__________________________________
Combatti l'AIDS col tuo computer: http://fightaidsathome.scripps.edu/
pongo
2007-10-24 13:30:39 UTC
Permalink
Post by Lem Novantotto
Insomma, io direi: per friggere, e fino a 180°-200°, meglio se usiamo
l'olio d'oliva. Invece nel forno ad alte temperature, cioè tra i 200°
e i 250°, usiamo, sempre con molta moderazione, burro e strutto.
Il punto di fumo e' la MASSIMA temperatura che il grasso raggiunge prima
di iniziare a bruciare ed a decomporsi creando residui tossici per il
nostro organismo (per l'olio di oliva 210 gradi). Prima di quello, molto
prima di quello, c'e' il punto in cui l'olio diventa scuro, piu'
viscoso, schiumoso...
--
Pongo
Il mio blog http://buttero.netsons.org
Le FAQ di it.sport.palestra http://tinyurl.com/2ol7f5
Jk
2007-10-24 14:21:29 UTC
Permalink
Post by pongo
Il punto di fumo e' la MASSIMA temperatura che il grasso raggiunge prima
di iniziare a bruciare ed a decomporsi creando residui tossici per il
nostro organismo (per l'olio di oliva 210 gradi). Prima di quello, molto
prima di quello, c'e' il punto in cui l'olio diventa scuro, piu'
viscoso, schiumoso...
è un problema dell' EVO.
legato ad idrossidi e acqua contenuta.
non si deve usare l' EVO a friggere.
Oh ragazzi: cos'è tutto sto parlare di cibi offlimits?
io sono in ipocalorica, cazzo!
ciao!
--
Sei nuovo? Prima guardati le FAQ:
http://www.wnc2.net/kb
Lem Novantotto
2007-10-24 16:25:28 UTC
Permalink
Post by Jk
non si deve usare l' EVO a friggere.
Fonte?
È assolutamente il migliore olio per friggere, invece.

XPost: it.sport.palestra,it.salute.alimentazione
--
Bye, Lem
Ceterum censeo ISLAM esse delendum
__________________________________
Combatti l'AIDS col tuo computer: http://fightaidsathome.scripps.edu/
Federico Degni Carando
2007-10-24 16:41:27 UTC
Permalink
Post by Lem Novantotto
Post by Jk
non si deve usare l' EVO a friggere.
Fonte?
È assolutamente il migliore olio per friggere, invece.
XPost: it.sport.palestra,it.salute.alimentazione
a me risulta pesante il fritto fatto con EVO. Mentre adoro l'OLYS
carapelli per friggere.
Lem Novantotto
2007-10-24 16:28:41 UTC
Permalink
Post by pongo
Prima di quello, molto
prima di quello, c'e' il punto in cui l'olio diventa scuro, piu'
viscoso, schiumoso...
Quando si frigge, si dovrebbe stare sui 180°. L'EVO li tollera
*benissimo*, per una frittura.

XPost: it.sport.palestra,it.salute.alimentazione
--
Bye, Lem
Ceterum censeo ISLAM esse delendum
__________________________________
Combatti l'AIDS col tuo computer: http://fightaidsathome.scripps.edu/
pongo
2007-10-25 13:55:31 UTC
Permalink
Post by Lem Novantotto
Post by pongo
Prima di quello, molto
prima di quello, c'e' il punto in cui l'olio diventa scuro, piu'
viscoso, schiumoso...
Quando si frigge, si dovrebbe stare sui 180°. L'EVO li tollera
*benissimo*, per una frittura.
Prendi due bicchierini d'olio, uno versalo in una padella, portalo a
temperatura da frittura, fallo raffreddare e rovescialo nuovamente nel
bicchierino d'origine. Poi assaggia da entrambi i recipienti, e dimmi se
sono uguali.
--
Pongo
Il mio blog http://buttero.netsons.org
Le FAQ di it.sport.palestra http://tinyurl.com/2ol7f5
Jk
2007-10-24 13:30:36 UTC
Permalink
Post by Lem Novantotto
Perdonami, ma questo è generalmente un errore. Un grasso soprattutto
monoinsaturo, come l'olio d'oliva, è più che sufficientemente stabile
alle alte temperature (specie se non lo si riutilizza: cosa che,
normalmente, in casa non si fa), ed ha l'*enorme* vantaggio
nutrizionale di essere, appunto, insaturo (mentre i grassi animali
sono saturi: per definizione più stabili in cottura, sì, ma saturi).
Invece gli olii di semi, che contengono molti più grassi polinsaturi,
per friggere non vanno affatto bene (tranne forse una o due
eccezioni, che hanno però altre controindicazioni), e non vanno *MAI*
riutilizzati.
Teniamo anche presente che, nella normale alimentazione dei non
vegani, e prima dei condimenti, i grassi che abbondano sono quelli
saturi: già ce n'è troppi, se li usiamo pure per condire...
Insomma, io direi: per friggere, e fino a 180°-200°, meglio se usiamo
l'olio d'oliva. Invece nel forno ad alte temperature, cioè tra i 200°
e i 250°, usiamo, sempre con molta moderazione, burro e strutto.
XPost: it.salute.alimentazione,it.sport.palestra
F/up: it.salute.alimentazione
quoto tutto e aggiungo una piccola precisazione: il burro è ottimo se è
chiarificato, normalmente il nostro burro è "pieno" d'acqua e questo crea
dei processi in frittura che trasformano in grassi-trans
ciao!
--
Sei nuovo? Prima guardati le FAQ:
http://www.wnc2.net/kb
Enrico C
2007-10-24 14:18:58 UTC
Permalink
Post by pongo
Quindi A CRUDO usa l'olio di oliva
Concordo sull'uso a crudo, non solo è più salubre ma se ne apprezza anche
meglio l'aroma, il profumo, che invece si perde nella cottura.
Preciserei però: olio EXTRA VERGINE di oliva :)


--
pongo
2007-10-25 13:56:42 UTC
Permalink
Post by Enrico C
Post by pongo
Quindi A CRUDO usa l'olio di oliva
Concordo sull'uso a crudo, non solo è più salubre ma se ne apprezza anche
meglio l'aroma, il profumo, che invece si perde nella cottura.
Preciserei però: olio EXTRA VERGINE di oliva :)
Giusta precisazione, chiedo venia. Purtroppo io sono di Firenze e l'olio
lo prendo direttamente al franto