Discussione:
La mia storia : da 94Kg a 82 Kg
(troppo vecchio per rispondere)
BiruBiru
2008-08-03 14:24:27 UTC
Permalink
Vorrei raccontarvi la mia storia, per mè questione di vanto:

Circa un anno fà pesavo 94 Kg per un altezza di 170cm e un età di 37 anni di
sesso maschile.
Fumavo 10 sigarette al giorno e non mi curavo di ciò che mangiavo e bevevo .
Cercavo di sopperire facendo jogging almeno 2 volte alla settimana perchè
ciò mi faceva sentir meglio.
Un bel giorno mi hanno misurato la pressione arteriosa trovandola
eccessivamente oltre i limiti (170/100) tanto che il dottore mi guardava
come se fossi ad un passo dall'infarto ! Gli esami del sangue davano valori
estremamente alti di trigliceridi e colesterolo.
Soffrivo di asma , allergia quasi perenne ai pollini e mi veniva un pò di
affanno a salire le scale , ritengo oggi che fossi estremamente più
irritabile.
Hanno iniziato a curarmi con un farmaco per far scendere la pressione ma da
solo ho capito che era ora di cambiare.
Spaventato , non ho più fumato nemmeno una sigaretta , e ho cambiato la mia
alimentazione che prima era a base di pasta , pane , ricchi condimenti ,
salumi , formaggi , vino e tutto quello che di prelibato e gustoso si può
trovare in un supermercato.
Ho iniziato a comperare frutta e verdura in enorme quantità , legumi in
scatola , tonno senz'olio , riso , preparati vegetali a base di soia , carne
in scatola e a guardare la quantità di calorie del prodotto che acquistavo ,
niente vino o birra naturalmente.
L'esperimento è stato interessante perchè mi ha fatto scoprire nuovi gusti
anche perchè ho ELIMINATO completamente il sale.
La gente non sà quanto il sale contribuisca al peso corporeo perchè esso
trattiene l'acqua nell'organismo !
Dopo una settimana di frutta e verdura bollita avevo perso già 2 Kg ,
riuscivo a saziarmi perchè mangiavo enormi quantità di questa roba
mantenendo lo stomaco in esercizio : un grosso contributo alla perdita delle
calorie corporee è determinato dal funzionamento dello stomaco , chi non
mangia credendo di riuscire a dimagrire commette un grosso errore !
A distanza di un'anno sono riuscito a perdere 12 Kg e oggi mi sento
un'altro: non ho più affanno a fare le scale , non ho più crisi asmatiche nè
allergiche e quando vado a comperarmi un vestito riesco a calzarlo
perfettamente. La pressione arteriosa è rientrata nei limiti insieme a
trigliceridi e colesterolo.
Continuo a fare attività fisica : bicicletta o corsa almeno un paio di volte
alla settimana.
Non rimpiango affatto le mie antiche tradizioni alimentari perchè non mi
alzo più dal tavolo con la cosiddetta "mappazza" come accadeva prima.
Eccovi un esempio di come sono partito:
Colazione : una fetta di pane toscano (senza sale) con miele o marmellata
caffè con aspartame una o due mele.
Pranzo : Patate bollite con bistecca di soia , due mele , 1 banana , gelato
alla soia
Cena : riso in bianco con tonno in scatola (senz'olio) , spinaci bolliti , 2
pere , mezzo melone giallo

Basterà entrare nell'ordine delle idee che l'essere umano si è evoluto per
milioni di anni nelle foreste e nelle savane e che non aveva le
disponibilità alimentari che abbiamo oggi nei supermercati. E' evidente che
la gente sia in sovrappeso ! per procurarsi grassi , proteine , carboidrati
sali minerali in quantità industriali basta salire in macchina e riempire il
carrello della spesa senza nessuna fatica.
L'obesita non è una malattia ma il risultato dell'abbondanza (per fortuna)
che ci circonda.
goulu
2008-08-03 15:40:04 UTC
Permalink
non usi mai il sale?
e l'olio per condire?
non è un po' troppa restrittiva?
Enrico C
2008-08-04 15:12:37 UTC
Permalink
Post by goulu
non usi mai il sale?
E' solo questione di abitudine, della saliera si può fare
tranquillamente a meno IMHO e non è affatto un sacrificio, anzi ci si
guadagna ad assaporare il vero gusto degli alimenti. In ogni caso,
diversi dei cibi che ha nominato vengono salati al momento della
produzione (per es. tonno in scatola, legumi in scatoli...), oltre al
sodio naturalmente presente negli alimenti, quindi alla fine del sale
finisce per mangiarlo. Evitando di usare la saliera semplicemente
evita il sale in eccesso, che invece abbonda nell'alimentazione media
della popolazione.
Frankie NiBBle ®
2008-08-03 16:41:15 UTC
Permalink
domenica 03/08/2008 alle 16.24.27, BiruBiru scrisse su
Post by BiruBiru
La gente non sà quanto il sale contribuisca al peso corporeo perchè esso
trattiene l'acqua nell'organismo !
Uh?
Che una dieta povera di sale sia un toccasana siamo d'accordo, ma che
l' ennacielle contribuisca in modo significativo all'aumento di peso
per la ragione che dici mi suona nuova. Mi informerò.
Post by BiruBiru
riuscivo a saziarmi perchè mangiavo enormi quantità di questa roba
mantenendo lo stomaco in esercizio : un grosso contributo alla perdita delle
calorie corporee è determinato dal funzionamento dello stomaco
Ma dai :-) LOL !
E ci spiegheresti questa correlazione fra lavoro dello stomaco e
perdita di calorie? (Hint. Lo stomaco non è un muscolo)
Post by BiruBiru
chi non mangia credendo di riuscire a dimagrire commette un grosso errore !
Mi spiace davvero intaccare le tue solide certezza, ma chi non mangia
stai pur sicuro che dimagrisce . <- punto
CHe sia sbagliatissimo stare senza mangiare, che non sia la via giusta
per perdere peso, che sia oltremodo dannoso e pericoloso stare senza
alimentarsi siamo d'accordo, ma dimagrire si dimagrisce. Altrochè.
Post by BiruBiru
Continuo a fare attività fisica : bicicletta o corsa almeno un paio di volte
alla settimana.
Bene. Benissimo. Se la fai almeno tre volte è ancora meglio. Senza
strafare.
Mah! Non mi pare una gran che, francamente.
Mancano le quantità, ma personalmente la vedo bella zuccherosa. Le
proteine parrebbero scarse e mancano diversi nutrienti fondamentali.

Mi spieghi perchè prendi il caffè con l'aspartame se poi ti pappi
nell'ordine: miele o marmellata, 4 (!) mele, un gelato di soia, una
banana e mezzo melone?
Post by BiruBiru
Basterà entrare nell'ordine delle idee che l'essere umano si è evoluto per
milioni di anni nelle foreste e nelle savane e che non aveva le
disponibilità alimentari che abbiamo oggi nei supermercati.
Evabbè.
Non ci sono più le mezze stagioni signora mia. Si stava meglio quando
si stava peggio. Piove governo ladro.
Post by BiruBiru
E' evidente che la gente sia in sovrappeso ! per procurarsi grassi ,
proteine , carboidrati sali minerali in quantità industriali basta salire in
macchina e riempire il carrello della spesa senza nessuna fatica.
Seeee. Ti volevo ieri con me all'Ipermercato a far spesa con mia
moglie.
Altro che "nessuna fatica". Sgrunt. Un carrello maxi size da
trascinare, colmo, per kilometri e kilometri, la fila alla cassa,
riempi le borse, carica in macchina.
Snort. Un turno all'altoforno era meno faticoso.
Post by BiruBiru
L'obesita non è una malattia ma il risultato dell'abbondanza (per fortuna)
che ci circonda.
Dipende. Talvolta.
--
Frankie NiBBle
"Anche le vene possono essere interessate
da aterosclerosi ( vedi flebite venosa )" - Mister X su it.salute -
Crononauta
2008-08-03 16:51:14 UTC
Permalink
Post by BiruBiru
Colazione : una fetta di pane toscano (senza sale) con miele o marmellata
caffè con aspartame
Scusa eh ma sarà quel cucchiaino di zucchero a rovinarti il conto
calorico? Se hai proprio terrore della glicemia usa il fruttosio, ma
proprio quella merda dei dolcificanti no eh... :-/
--
Massimo Bacilieri AKA Crononauta
ICQ:4005815
Skype: crononauta <***@infinito.it>
Enrico C
2008-08-03 19:40:23 UTC
Permalink
Post by Crononauta
Scusa eh ma sarà quel cucchiaino di zucchero a rovinarti il conto
calorico?
Direi di sì, visto che sono calorie che non ti saziano, anzi
stimolano ulteriore fame di zucchero. Quindi, ben venga il taglio di
quell'apporto, anche se IMHO meglio farne a meno del tutto piuttosto
che rimpiazzare con dolcificanti che comunque lasciano l'abitudine al
gusto troppo dolce.
Crononauta
2008-08-03 22:26:11 UTC
Permalink
Post by Enrico C
Post by Crononauta
Scusa eh ma sarà quel cucchiaino di zucchero a rovinarti il conto
calorico?
Direi di sì, visto che sono calorie che non ti saziano, anzi
stimolano ulteriore fame di zucchero. Quindi, ben venga il taglio di
quell'apporto,
tagliare gli zuccheri con della monnezza non mi sembra una mossa molto
intelligente, specie dopo che ha detto che si mangia della gran
marmellata: a quel punto, il cucchiaino di zucchero è il meno.

Volesse fare le cose fatte bene, sostituirebbe la marmellata col miele,
e la merda dietetica con il fruttosio, che sono due cose che non
impattano sulla glicemia.

Detto questo, IMHO il caffè andrebbe bevuto amaro, metterci un
dolcificante (quale esso sia) significa "ucciderne" il sapore.
--
Massimo Bacilieri AKA Crononauta
ICQ:4005815
Skype: crononauta <***@infinito.it>
Enrico C
2008-08-04 12:48:12 UTC
Permalink
Post by Crononauta
Post by Crononauta
Scusa eh ma sarà quel cucchiaino di zucchero a rovinarti il conto
calorico?
[...]
Post by Crononauta
tagliare gli zuccheri con della monnezza non mi sembra una mossa
molto intelligente, specie dopo che ha detto che si mangia della
gran marmellata: a quel punto, il cucchiaino di zucchero è il meno.
IMHO non è il meno, è il più ;)
Ovvero, la differenza è tra una colazione e un pranzo X, e un altro
con X + zucchero aggiunto al caffè o al tè. Tra colazione, pranzo e
pause bar, possono essere 100-150 calorie che aggiungi a tutto il
resto senza neanche accorgertene. Evitarlo, per chi ha problemi di
controllo del peso, mi pare sempre una buona idea. Ovviamente non
dico che sia sempre sufficiente, ma in certi casi potrebbe essere
proprio quello che "rovina il conto calorico" e fa ingrassare (o
impedisce di dimagrire) sul lungo periodo.
Nico
2008-08-04 08:09:59 UTC
Permalink
Post by BiruBiru
Continuo a fare attività fisica : bicicletta o corsa almeno un paio
di volte alla settimana.
Se sei in sovrappeso molto meglio la bici, con la corsa rischi di
rovinarti le articolazioni.
Almeno cerca di usare una scarpa adatta: informati da un ortopedico
(postura ed eventuale uso di plantari correttivi) e fatti consigliare da
un negozio specializzato molto competente.
--
Nico
"Haec immatura a me iam frustra leguntur oy"
Laura
2008-08-04 13:04:09 UTC
Permalink
Post by BiruBiru
Circa un anno fà pesavo 94 Kg per un altezza di 170cm e un età di 37 anni di
sesso maschile.
Complimenti per aver smesso di fumare e mangiare spazzatura, ed anche
per il calo di peso .. però ...
Post by BiruBiru
Colazione : una fetta di pane toscano (senza sale) con miele o marmellata
caffè con aspartame una o due mele.
Pranzo : Patate bollite con bistecca di soia , due mele , 1 banana , gelato
alla soia
Cena : riso in bianco con tonno in scatola (senz'olio) , spinaci bolliti , 2
pere , mezzo melone giallo
Che tristezza :-(((((((((((
Post by BiruBiru
Basterà entrare nell'ordine delle idee che l'essere umano si è evoluto per
milioni di anni nelle foreste e nelle savane e che non aveva le
disponibilità alimentari che abbiamo oggi nei supermercati.
E non aveva nemmeno le scatolette di tonno ... ed il gelato di soia ....
è da considerare anche che il tonno spesso contiene una quantità abbastanza
elevata di mercurio che non è proprio il max per la salute...
(è cosa nota che i pesci più grandi sono più mercurio contengono) quindi
mangiando ogni giorno x 365
gg all'anno di sera 1 scatoletta di tonno (sott'olio??? ) non credo sia la
scelta migliore .. e poi il tonno in scatola contiene anche MOLTO SALE !!!

Ciao
Laura
BiruBiru
2008-08-04 13:47:48 UTC
Permalink
Non vorrei aver fatto credere che da un anno non faccio che nutrirmi della
stessa roba .
Si hanno a disposizione un sacco di generi per esempio a colazione :
Miele , marmellate , Yogurt , frutta di ogni tipo
A pranzo e a cena
Riso , ceci , fagioli , piselli , crauti , cavoli , sedano , zucchini ,
patate ,carote , insalate insomma il banco della frutta e della verdura è
molto vasto.
Dessert e dolci solo a base di soia o di fruttosio e caffè con dolcificante
o fruttosio come volete.

Cosa non comprare invece :
Burro , sottaceti o sottolio , coca cola e bevande varie (solo acqua) ,
sughi preparati , cose precotte tipo rosticceria , evitare assolutamente i
soffritti di ogni tipo , pasta peggio se all'uovo , uova , formaggi tipo
grana e latticini come la mozzarella (spacciata alla pubblicità come un
toccasana della dieta) , salami e affettati ,pizze , pane e torte , biscotti
.
Attenzione massima al sale , mi sono trovato bene usando l'aceto
Ogni tanto va bene la carne fatta esclusivamente alla piastra e senza
condimenti

Mai mangiare roba fuori pasto quindi happy hour aperitivi spuntini cocktail
merendine e biscottini sono da lasciare dove stanno.
Ma poi mi sembra di dire cose scontate.
Nico
2008-08-05 09:52:26 UTC
Permalink
Post by BiruBiru
sottaceti
E perché i sottaceto no?
Io compro i cetriolini sottaceto regolarmente (non quelli -ini -ini,
però), quando ho appetito fuori pasto (fame non ne ho mai, appetito rare
volte capita) un cetriolo mi soddisfa e ha pochisime calorie.

Ovviamente i cetrioli sottaceto non piaciono a tutti, ma non ci sono
solo quelli. :)
--
Nico
"Haec immatura a me iam frustra leguntur oy"
not1xor1 (Alessandro)
2008-08-05 04:22:26 UTC
Permalink
Post by BiruBiru
L'esperimento è stato interessante perchè mi ha fatto scoprire nuovi gusti
anche perchè ho ELIMINATO completamente il sale.
i nuovi gusti li hai scoperti perché hai smesso di fumare
Post by BiruBiru
La gente non sà quanto il sale contribuisca al peso corporeo perchè esso
trattiene l'acqua nell'organismo !
il sale è ininfluente sul peso corporeo, va bene limitarlo, ma eliminarlo
completamente è dannoso
Post by BiruBiru
Colazione : una fetta di pane toscano (senza sale) con miele o marmellata
caffè con aspartame una o due mele.
il caffè va bene, ma un cucchiaino di zucchero non ti uccide, per il resto
meglio almeno mezzo litro di latte o yogurt naturale totalmente scremati, con
un po' di pane integrale o fiocchi (non le porcherie commerciali additivate di
schifezze di ogni tipo), 1-2 noci o qualche mandorla e un frutto...
Post by BiruBiru
Pranzo : Patate bollite con bistecca di soia , due mele , 1 banana , gelato
alla soia
troppa soia fa male... un po' di carne magra ogni tanto non ti uccide, meglio
ancora del pesce e poi perché le patate? Un po' di pasta con salsa di pomodoro
e un po' di parmigiano credi che ti faccia ingrassare di più? Il pomodoro fa
bene (licopeni)...
Post by BiruBiru
Cena : riso in bianco con tonno in scatola (senz'olio) , spinaci bolliti , 2
pere , mezzo melone giallo
meglio cereali integrali (riso, pane, ecc) e una cena più leggera con verdure
varie bollite e condite con olio extravergine crudo
cavoli, cavolfiori, carote, pomodori, peperoni, lattughe, cicoria, cipolle,
aglio ecc... fanno tutte molto bene perché limitarsi agli spinaci?
Credi di poter diventare braccio di ferro?
Poi perché non consumare un uovo anche 2-3 volte la settimana?

inoltre ti consiglio di limitare il tonno e di mangiare invece alici, sardine
e acciughe, meglio durante il pranzo (i pesci grandi come il tonno concentrano
le sostanze tossiche che si trovano purtroppo in grandi quantità nel mare, dal
metil mercurio ai policloruri bifenili)

la tua dieta è monotona e sbilanciata e alla lunga può danneggiarti la salute
non meno di quella che seguivi precedentemente
Post by BiruBiru
Basterà entrare nell'ordine delle idee che l'essere umano si è evoluto per
milioni di anni nelle foreste e nelle savane e che non aveva le
disponibilità alimentari che abbiamo oggi nei supermercati. E' evidente che
non si tratta solo di disponibilità (che non tutti hanno), ma anche di qualità
per non parlare poi del fatto che in un giorno si consumavano più calorie per
attività fisica di quante oggi se ne consumano in una settimana se non in un
mese...
--
bye
main(){printf("%u\n",!(!1|1));}
Enrico C
2008-08-05 09:52:02 UTC
Permalink
Post by not1xor1 (Alessandro)
il sale è ininfluente sul peso corporeo, va bene limitarlo, ma
eliminarlo completamente è dannoso
Riporto di seguito dalle Linee Guida dell'Istituto Nazionale per la
Nutrizione:

"non è necessaria l'aggiunta di sale ai cibi, in quanto già il sodio
contenuto in natura negli alimenti è sufficiente a coprire le
necessità dell'organismo. Solo in condizioni di sudorazione estrema e
prolungata i fabbisogni di sodio possono aumentare. Ogni giorno
l'adulto italiano ingerisce in media circa 10 g di sale (cioè 4 g di
sodio), quindi molto più (quasi dieci volte) di quello
fisiologicamente necessario."
goulu
2008-08-05 20:46:23 UTC
Permalink
Post by Enrico C
Post by not1xor1 (Alessandro)
il sale è ininfluente sul peso corporeo, va bene limitarlo, ma
eliminarlo completamente è dannoso
Riporto di seguito dalle Linee Guida dell'Istituto Nazionale per la
"non è necessaria l'aggiunta di sale ai cibi, in quanto già il sodio
contenuto in natura negli alimenti è sufficiente a coprire le
necessità dell'organismo. Solo in condizioni di sudorazione estrema e
prolungata i fabbisogni di sodio possono aumentare. Ogni giorno
l'adulto italiano ingerisce in media circa 10 g di sale (cioè 4 g di
sodio), quindi molto più (quasi dieci volte) di quello
fisiologicamente necessario."
a parte il fatto che fa un caldo atroce e c'è gente che come me lavora
all'aperto, possiamo anche dire che cmq è inutile farsi delle seghe mentali
e magari cercare di soddisfare anche il palato. quindi, come in ogni cosa,
il giusto sta nel mezzo: usiamo il sale senza esagerare. non è difficile,
dai!
Enrico C
2008-08-06 09:17:29 UTC
Permalink
è inutile farsi delle seghe mentali e magari cercare di soddisfare
anche il palato.
Scusa, ma chi si fa delle seghe mentali? Rispondevo a un'osservazione
sulla presunta "pericolosità" della scelta dell'OP, pericolosità che
invece non sussiste, AFAIK. Anzi, il suo comportamento pare ottimale
secondo le linee guida.

Se poi ciò non incontra il tuo gusto, pazienza, de gustibus...
l'importante è che vada bene all'OP, visto che si metteva in
discussione il *suo* comportamento.

Anche sul "gusto", comunque, ci sarebbe da dire: ciò che si considera
il "giusto salato" varia da individuo a individuo e anche lo stesso
individuo può cambiare gusto nel corso della vita, abituando
gradualmente il palato a meno sale (e meno zucchero), senza che ciò
sia affatto un sacrificio, anzi... può essere la riscoperta dei veri
sapori dei cibi e delle bevande.
quindi, come in ogni cosa, il giusto sta nel mezzo: usiamo il sale
senza esagerare.
E' proprio quello che ha fatto l'OP, a quanto capisco, evitando l'uso
della saliera, ma continuando a usare alcuni cibi salati, oltre al
sodio naturalmente presente negli alimenti.
non è difficile, dai!
Invece pare proprio difficile, visto che partiamo da un consumo medio
dieci volte superiore al fabbisogno, visto che moltissimi prodotti
del supermercato sono già salati all'origine, visto che al
ristorante, al bar o dovunque i piatti già sono salati, e vista anche
la mentalità comune, che emerge anche in questo thread, che pare
considerare normale il consumo moltiplicato per dieci e criticabile o
addirittura "pericoloso" il comportamento di chi lo riduce.
Enrico C
2008-08-06 11:15:45 UTC
Permalink
Post by Enrico C
l'importante è che vada bene all'OP, visto che si metteva in
discussione il suo comportamento.
Il quale, tra parentesi, ci ha detto di soffrire di ipertensione,
quindi mi pare che abbia anche un motivo specifico per guardare con
diffidenza la saliera.
Post by Enrico C
visto che moltissimi prodotti
del supermercato sono già salati all'origine,
E non solo al super, nelle scatolette e negli alimenti industriali,
ma anche al mercato e nei negozi più tradizionali. Pensa al pane e
formaggio, o alle olive, o alla bresaola, o al baccalà, alle
salsicce... ecc. ecc.

Il sale aggiunta a tavola, ribadisco, è solo una parte del sale
complessivo, forse neanche la principale.
Abolire la saliera non vuol dire affatto rinunciare completamente al
sale, ma solo ridurre *un po'* il consumo! Anzi, direi a BiruBiru di
fare più attenzione ai vari prodotti che consuma già fin troppo
ricchi di sale, e se possibile sostituire i prodotti conservati con
equivalenti prodotti freschi, generalmente più buoni e salutari... e
anche meno salati. :)
not1xor1 (Alessandro)
2008-08-06 03:55:40 UTC
Permalink
Post by Enrico C
"non è necessaria l'aggiunta di sale ai cibi, in quanto già il sodio
contenuto in natura negli alimenti è sufficiente a coprire le
necessità dell'organismo. Solo in condizioni di sudorazione estrema e
prolungata i fabbisogni di sodio possono aumentare. Ogni giorno
visto che fa jogging un paio di volte la settimana...
--
bye
main(){printf("%u\n",!(!1|1));}
Enrico C
2008-08-06 09:17:29 UTC
Permalink
Post by not1xor1 (Alessandro)
visto che fa jogging un paio di volte la settimana...
Direi che partendo da un'assunzione media, quella che i più
considerano "normale", *dieci* volte superiore al fabbisogno reale,
ci sono ampissimi margini di riduzione senza rischiare alcuna carenza.
E' molto più facile sbagliare in eccesso che in difetto.
Vero, lui fa jogging, ma ha anche dichiarato di consumare
abitualmente prodotti aggiunti di sale all'origine, quindi non è
neanche vero che ha abolito il sale del tutto, oltre al sodio già
contenuto naturalmente negli alimenti. Ha semplicemente abolito la
saliera in cucina, ma è solo una parte del sodio che assumiamo.
not1xor1 (Alessandro)
2008-08-07 03:43:08 UTC
Permalink
Post by Enrico C
Direi che partendo da un'assunzione media, quella che i più
considerano "normale", *dieci* volte superiore al fabbisogno reale,
ci sono ampissimi margini di riduzione senza rischiare alcuna carenza.
E' molto più facile sbagliare in eccesso che in difetto.
Vero, lui fa jogging, ma ha anche dichiarato di consumare
abitualmente prodotti aggiunti di sale all'origine, quindi non è
neanche vero che ha abolito il sale del tutto, oltre al sodio già
contenuto naturalmente negli alimenti. Ha semplicemente abolito la
saliera in cucina, ma è solo una parte del sodio che assumiamo.
però il sale è anche additivato di iodio... spero che mangi pesce in abbondanza...
--
bye
main(){printf("%u\n",!(!1|1));}
Enrico C
2008-08-07 12:31:17 UTC
Permalink
Post by not1xor1 (Alessandro)
però il sale è anche additivato di iodio...
Buon punto. In effetti ti darei ragione e ammetto che è un buon
argomento per lasciare almeno un pizzico di sale (iodato,
eventualmente iposodico) a tavola. A quanto capisco questo vale
specialmente per i bambini, e per le donne in gravidanza e che
allattano, per le quali il fabbisogno è maggiore, ma anche per la
popolazione generale il fabbisogno non viene facilmente raggiunto
nell'alimentazione, anche dati i bassi consumi di pesce.
Al tempo stesso però limitarei gli alimenti salati all'origine, dove
di sale ce n'è fin troppo ma non so quanto sia usato il sale iodato
al posto di quello normale (in teoria i produttori potrebbero
sostituirlo, la legge lo consente, ma quanti lo fanno?).
Però non mi pare un motivo per consumare più sale del necessario,
ovvero ne basta comunque molto meno di quello di quello consumato di
solito. "Poco ma iodato" potrebbe essere un buon compromesso :)
Lo iodio, poi, puoi trovarlo anche altrove. In primis nel pesce, ma
anche, in misura variabile, in altri alimenti animali e in alcuni
vegetali secondo il terreno di coltura, anche se forse insufficienti
da soli.
I vegetariani, a quanto ne so, usano alcune alghe marine molto ricche
di iodio, di cui quindi basterebbero pochi grammi... ma non ne so di
più, non ho mai provato.
Inoltre lo iodio può essere assunto attraverso integratori, oppure lo
si può trovare aggiunto ad altri alimenti diversi dal sale, ma
quest'ultimo aspetto dipende più che altro dalle decisioni delle
autorità sanitarie circa quali alimenti devono essere fortificati con
iodio e quali no.
Leggo che alcuni panificatori aggiungerebbero iodio nell'impasto, e
che in alcuni Paesi (Germania, Svizzera, Nuova Zelanda e presto anche
Australia) ciò è addirittura obbligatorio per legge.
http://www.canberratimes.com.au/news/local/news/general/iodine-to-be-added-to-bread-again/785140.aspx
"... health authorities wanted to add iodine to a range of products,
including biscuits and cereals as well as breads. But dietitians
objected to the plan on the grounds that it would encourage
consumption of foods that were high in fat and salt.

As a result it was decided to limit iodine fortification to bread but
use a heavier concentration than would otherwise have been the case.
For those who do not eat bread or only eat organic or natural breads
then the use of supplements will be recommended."
Post by not1xor1 (Alessandro)
spero che mangi pesce in abbondanza...
Un motivo in più per consumare pesce. :)

Da quanto capisco, è anche bene non esagerare con le cotture: lo
iodio ha un'alta volatilità, con le alte temperature... se ne vola
via! Per lo stesso motivo, il sale iodato andrebbe usato a crudo. C'è
poi da dire che in qualche raro caso l'uso generalizzato dello iodio
nel sale può persino far male.

Vedi http://italiasalute.leonardo.it/news2pag.asp?ID=5713
<<[...]
Per bambini e adolescenti usare poco sale ma iodato.
Nei condimenti a crudo di bambini e adolescenti, dove si usa il sale
fino è consigliabile usare il sale iodato, per evitare carenze di
iodio. "È bene precisare che si tratta di un suggerimento di
profilassi, non terapeutico - spiega il prof. Pontecorvi -. Il sale
iodato andrebbe somministrato ai soggetti in fase evolutiva perché
contrasta lo sviluppo di tutte le malattie derivanti da carenza
iodica, prima fra tutte il gozzo tiroideo. È pur vero che l'uso di
sale iodato in maniera generalizzata da parte dell'intera popolazione
potrebbe portare a qualche raro caso di ipertiroidismo. È importante
sottolineare il consumo a crudo di sale iodato perché lo iodio ha
un'alta volatilità e, pertanto, evapora con la cottura"
[...]>>

Enrico C
2008-08-06 11:30:28 UTC
Permalink
Post by not1xor1 (Alessandro)
il sale è ininfluente sul peso corporeo,
Anche di questo non sarei così sicuro.

Leggo ad esempio di una ricerca inglese secondo cui un'alimentazione
ricca in sale potrebbe essere tra le cause che favoriscono il grande
consumo di bevande zuccherate tra i bambini, e quindi tra i fattori
che contribuiscono all'epidemia di obesità infantile.


http://news.bbc.co.uk/1/hi/health/7254589.stm

Thursday, 21 February 2008, 00:59 GMT

Salt 'could fuel child obesity'
Overweight youngster
Bad diet is fuelling obesity
Salt-rich diets could be the key to why some children battle with
obesity, University of London researchers say.

In a study of data on 1,600 children, they found that children eating
a salty diet tended to drink more, including more fattening, sugary
soft drinks.

They reported in journal Hypertension that halving the average daily
salt intake of six grams a day could cut 250 calories a week from a
child's diet.

They called for further work by the food industry on reducing salt
content.


"This is evidence of another, hidden way in which eating too much
salt may harm the health of children"
Professor Graham McGregor
St George's University of London

One in five children in the UK is overweight and there are fears that
this will contribute to a rising trend in adult obesity, heart
disease and stroke in years to come.

Eating products high in salt tends to make people thirsty and it is
known that in adults, a salt-laden diet tends to increase the amount
of sugary soft drinks consumed.

First in children

This is the first study to see if the same effect was found in
children.

The team from St George's, University of London, looked at data from
the National Diet and Nutrition Survey, conducted in 1997.

They used a sample of 1,600 four to 18-year-olds who had all had
their salt and fluid intake measured precisely.

They found that children eating a lower-salt diet drank less fluid
and estimated that one gram of salt cut from a daily diet would
reduce fluid intake by 100 grams per day.

Approximately a quarter of those 100 grams would be sugary soft
drinks, they predicted.

The researchers estimated that if children cut their salt intake by
half - an average reduction of three grams a day - there would be a
decrease of approximately two sugar-sweetened soft drinks per week
per child.

That, in turn, would decrease each child's calorie intake by almost
250 calories per week.


When children regularly swill down salty foods with sugary,
calorie-laden soft drinks, it can mean double trouble for their
future heart health
British Heart Foundation

They urged parents to check the salt content of their children's
meals and manufacturers to find ways to reduce this content.

They said reductions in the salt content of 10% or 20% cannot be
detected by human salt taste receptors and do not cause any
"technological or safety problems".

Professor Graham McGregor, one of the paper's authors and the
chairman of Consensus Action on Salt and Health, said that while some
manufacturers had acted to reduce salt levels in bread and cereals -
the main sources of salt for children - there was still plenty left
for the industry to do.

"Unfortunately some food specifically targeted at children has to be
laced with salt otherwise it would be inedible, because it is made
from mechanically-recovered meat," he said.

"The salt levels in some of these products have been brought
virtually up to the level of sea water.

"This is evidence of another, hidden way in which eating too much
salt may harm the health of children and the industry needs to do a
lot more."

Label call

Dr Myron Weinberger, from the Indiana University Medical Center,
wrote that reductions in salt and soft drink consumption in children,
coupled with an increase in physical activity, could help reduce the
"scourge of cardiovascular disease" in western society.

A spokesman for the British Heart Foundation said that better food
labelling would help parents to choose healthier foods for their
families.

"When children regularly swill down salty foods with sugary,
calorie-laden soft drinks, it can mean double trouble for their
future heart health.

"This report is yet more proof that children must be supported to
make healthier food choices to avoid becoming obese or increasing
their blood pressure."
Laura
2008-08-06 13:18:32 UTC
Permalink
Post by Enrico C
Leggo ad esempio di una ricerca inglese secondo cui un'alimentazione
ricca in sale potrebbe essere tra le cause che favoriscono il grande
consumo di bevande zuccherate tra i bambini, e quindi tra i fattori
che contribuiscono all'epidemia di obesità infantile.
Accipicchia ...se si tratta di "epidemia" l'obesità è "contagiosa" ... devo
stare
attenta quando incontro la mia amica di 120 kg ... ed evitarla altrimenti
rischio grosso :-(

Ciao Laura
not1xor1 (Alessandro)
2008-08-07 03:43:10 UTC
Permalink
Post by Enrico C
Post by not1xor1 (Alessandro)
il sale è ininfluente sul peso corporeo,
Anche di questo non sarei così sicuro.
Leggo ad esempio di una ricerca inglese secondo cui un'alimentazione
ricca in sale potrebbe essere tra le cause che favoriscono il grande
consumo di bevande zuccherate tra i bambini, e quindi tra i fattori
che contribuiscono all'epidemia di obesità infantile.
ma questo è un effetto indiretto, quello che fa ingrassare è il saccarosio...
se i bambini bevessero solo acqua non ci sarebbe nessuna conseguenza
--
bye
main(){printf("%u\n",!(!1|1));}
Enrico C
2008-08-07 12:31:17 UTC
Permalink
[...]
Post by not1xor1 (Alessandro)
un'alimentazione ricca in sale potrebbe essere tra le cause che
favoriscono il grande consumo di bevande zuccherate tra i
[...]
Post by not1xor1 (Alessandro)
ma questo è un effetto indiretto, quello che fa ingrassare è il
saccarosio... se i bambini bevessero solo acqua non ci sarebbe
nessuna conseguenza
"Se"...
Se i bambini facessero più attività fisica anziché stare davanti al
televisore, forse non ci sarebbe nessuna conseguenza neanche per quel
saccarosio. ;)
fray74
2008-08-05 15:23:31 UTC
Permalink
Post by BiruBiru
Circa un anno fà pesavo 94 Kg per un altezza di 170cm e un età di 37 anni di
sesso maschile.
Fumavo 10 sigarette al giorno e non mi curavo di ciò che mangiavo e bevevo .
Cercavo di sopperire facendo jogging almeno 2 volte alla settimana perchè
ciò mi faceva sentir meglio.
Un bel giorno mi hanno misurato la pressione arteriosa trovandola
eccessivamente oltre i limiti (170/100) tanto che il dottore mi guardava
come se fossi ad un passo dall'infarto ! Gli esami del sangue davano valori
estremamente alti di trigliceridi e colesterolo.
Soffrivo di asma , allergia quasi perenne ai pollini e mi veniva un pò di
affanno a salire le scale , ritengo oggi che fossi estremamente più
irritabile.
Hanno iniziato a curarmi con un farmaco per far scendere la pressione ma da
solo ho capito che era ora di cambiare.
Spaventato , non ho più fumato nemmeno una sigaretta , e ho cambiato la mia
alimentazione che prima era a base di pasta , pane , ricchi condimenti ,
salumi , formaggi , vino e tutto quello che di prelibato e gustoso si può
trovare in un supermercato.
Ho iniziato a comperare frutta e verdura in enorme quantità , legumi in
scatola , tonno senz'olio , riso , preparati vegetali a base di soia , carne
in scatola e a guardare la quantità di calorie del prodotto che acquistavo ,
niente vino o birra naturalmente.
L'esperimento è stato interessante perchè mi ha fatto scoprire nuovi gusti
anche perchè ho ELIMINATO completamente il sale.
La gente non sà quanto il sale contribuisca al peso corporeo perchè esso
trattiene l'acqua nell'organismo !
Dopo una settimana di frutta e verdura bollita avevo perso già 2 Kg ,
riuscivo a saziarmi perchè mangiavo enormi quantità di questa roba
mantenendo lo stomaco in esercizio : un grosso contributo alla perdita delle
calorie corporee è determinato dal funzionamento dello stomaco , chi non
mangia credendo di riuscire a dimagrire commette un grosso errore !
A distanza di un'anno sono riuscito a perdere 12 Kg e oggi mi sento
un'altro: non ho più affanno a fare le scale , non ho più crisi asmatiche nè
allergiche e quando vado a comperarmi un vestito riesco a calzarlo
perfettamente. La pressione arteriosa è rientrata nei limiti insieme a
trigliceridi e colesterolo.
Continuo a fare attività fisica : bicicletta o corsa almeno un paio di volte
alla settimana.
Non rimpiango affatto le mie antiche tradizioni alimentari perchè non mi
alzo più dal tavolo con la cosiddetta "mappazza" come accadeva prima.
Colazione : una fetta di pane toscano (senza sale) con miele o marmellata
caffè con aspartame una o due mele.
Pranzo : Patate bollite con bistecca di soia , due mele , 1 banana , gelato
alla soia
Cena : riso in bianco con tonno in scatola (senz'olio) , spinaci bolliti , 2
pere , mezzo melone giallo
Basterà entrare nell'ordine delle idee che l'essere umano si è evoluto per
milioni di anni nelle foreste e nelle savane e che non aveva le
disponibilità alimentari che abbiamo oggi nei supermercati. E' evidente che
la gente sia in sovrappeso ! per procurarsi grassi , proteine , carboidrati
sali minerali in quantità industriali basta salire in macchina e riempire il
carrello della spesa senza nessuna fatica.
L'obesita non è una malattia ma il risultato dell'abbondanza (per fortuna)
che ci circonda.
nonostante tutto ha perso 12 kg; ma alla fine, segui una dieta bilanciata
non eccedi con i grassi mangi verdura credi che così starai benissimo, e non
sai che parecchia frutta e verdura è piena di pesticidi ed altre cavolerie,
ogni giorno si sente di cibi scaduti rimessi nel mercato, per nn parlare
della diossina presente nell'aria e quant'altro, cereali che arrivano da
chissà quale paesi, stoccati nelle navi in condizioni igeniche
indescrivibili : il cibo buono oggi è un lusso (se ancora si riesce a
trovare)
goulu
2008-08-05 20:47:48 UTC
Permalink
Post by fray74
nonostante tutto ha perso 12 kg; ma alla fine, segui una dieta bilanciata
non eccedi con i grassi mangi verdura credi che così starai benissimo, e
non sai che parecchia frutta e verdura è piena di pesticidi ed altre
cavolerie, ogni giorno si sente di cibi scaduti rimessi nel mercato, per
nn parlare della diossina presente nell'aria e quant'altro, cereali che
arrivano da chissà quale paesi, stoccati nelle navi in condizioni igeniche
indescrivibili : il cibo buono oggi è un lusso (se ancora si riesce a
trovare)
scusa, ma mi sfugge il passaggio in cui hai fornito una soluzione al
problema... :)
Continua a leggere su narkive:
Loading...