Discussione:
low carb
(troppo vecchio per rispondere)
Xlater
2003-09-30 15:45:11 UTC
Permalink
Leggere attentamente il link: http://www.ccjm.org/pdffiles/Volek1102.pdf in
particolare le conclusioni.
CONCLUSIONS: There is
insufficient evidence to make recommendations for or against the use of
low-carbohydrate diets,
Scusa il francese, ma in parole povere dopo tutta questa sbrodolata
non hanno concluso un c*zzo! :-)

Vorrei sapere dove sonbo le "evidence to make raccomandation for"
una dieta high-carb. Perché non esistono studi che dimostrano che
una dieta high carb sia salutare. Eppure la consigliano a piene mani.
Ti sembra serio?
In yet another study, researchers who compile the National Weight Control
Registry analyzed the diets of 2,681 members who had maintained at least a
30-pound weight loss for a year or more. Because the Atkins diet has been
used for more than 30 years, the researchers reasoned that, if it worked,
its followers would be well represented. However, they found that fewer than
1% of these successful people had followed a diet with less than 24% or less
of their daily calories in the form of carbohydrates. The mean duration of
successful weight maintenance in this low-carbohydrate group was 19 months,
whereas the mean duration of dieters who consumed more than 24% of their
daily calories as carbohydrates was 36 months. Because so few Atkins dieters
were found in the Registry, the researchers concluded that the Atkins diet
may not create the favorable "metabolic advantage" claimed for it [7].
Una conclusione, concedimelo, un po' affrettata. Ci sono decine di
milioni di persone nel mondo che si mettono a dieta per cercare di
dimagrire. Quelli che si iscrivono al National Weight Control
Registry, sono un campione non significativo, in quanto sono auto-
selezionati. Di solito i lowcarber sono eretici nei confronti
di Santa Madre Chiesa Nutrtrizionismo Ufficiale, ed è comprensibile
che rifuggano da certe istituzioni come il registro nazionale del
controllo del peso. Inoltre quel 24% mi sembra arbitrario. Per me
possono rientrare nel low carb anche la zona (40% di carbo) o
altre ipocaloriche a carbo controllati che arrivano al 50%.
Resta il fatto che questo studio non ha una particolare
significatività scientifica.

Nel numero di Maggio 2002 della rivista Consumer Report (che è una
rivista "neutrale" ed abbastanza prestigiosa, non è
"La Low-carbania") fu lanciata indugine verso i lettori, per sapere
quanti di loro avessero perso almeno il 10% del loro peso corporeo
e l'avessero tenuto via per almeno un anno. Risposero in 8000, e
almeno la metà di questi avevano perso oltre 15kg.
Secondo quanto scrissero su quella rivista, la lezione numero uno
da apprendere da questi casi di successo è di "tenere a bada la tua
glicemia" e di farlo attraverso il controllo del consumo di carbo
in particolare di quelli raffinati come zuccheri ed amidacei (pane e
pasta).

Anche questo non è un risultato significativo, dal punto di vista
scientifico. Ma vale almeno quanto quello del registro nazionale.

Oppure uno può provare a gironzolare per la rete e vedere quante
testimonianze esistono di gente felice dei risultati per aver
seguito un regime low carb, e quanti testimonianze ci sono di
persone che ci sono risucite con il low-fat high-carb.
O quanti ci sono riusciti mangiando pane e pasta tutti i giorni come
consigli tu.


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Massimo B.
2003-09-30 15:58:00 UTC
Permalink
Un paio di studi interessanti, notare i toni diversi della "scienza
ufficiale" molto più possibilistica.
Mica tanto. La scienza ufficiale minimizza molto i risultati ottenuti dagli
approcci low-carb. Lo dimostra questa review, e lo dimostra anche
quell'altro articolo che avevi postato che si affrettava a minimizzare i
buoni risultati ottenuti da recenti studi. Gli stessi studi in questione
minimizzano l'importanza dei risultati ottenuti, che è il massimo, ma è un
atteggiamento comune quando i ricercatori si aspettano una cosa e ne trovano
un'altra.

Vediamo un po' il primo. E' molto recente (Maggio 2003), e riguarda uno
studio durato sei mesi.

N Engl J Med. 2003 May 22;348(21):2074-81.

A low-carbohydrate as compared with a low-fat diet in severe obesity.

Samaha FF, Iqbal N, Seshadri P, Chicano KL, Daily DA, McGrory J, Williams T,
Williams M, Gracely EJ, Stern L.

Philadelphia Veterans Affairs Medical Center, University of Pennsylvania
Medical Center, Philadelphia, USA. ***@med.va.gov

BACKGROUND: The effects of a carbohydrate-restricted diet on weight loss and
risk factors for atherosclerosis have been incompletely assessed. METHODS:
We randomly assigned 132 severely obese subjects (including 77 blacks and 23
women) with a mean body-mass index of 43 and a high prevalence of diabetes
(39 percent) or the metabolic syndrome (43 percent) to a
carbohydrate-restricted (low-carbohydrate) diet or a calorie- and
fat-restricted (low-fat) diet.

[Vengono confrontate due diete. Una ipocalorica low-fat, ed una semplice
low-carb, presumibilmente neppure ipocalorica.]

RESULTS: Seventy-nine subjects completed the six-month study. An analysis
including all subjects,

[Questa non è forse una procedura molto corretta, visto che nella
valutazione finale hanno messo nel mucchio anche i soggetti che hanno
abbandonato lo studio, utilizzando come valori di riferimento quelli
misurati nel momento dell'uscita dal gruppo di studio....come specificato
sotto]


with the last observation carried forward for those who dropped out, showed
that subjects on the low-carbohydrate diet lost more weight than those on
the low-fat diet (mean [+/-SD], -5.8+/-8.6 kg vs. -1.9+/-4.2 kg; P=0.002)

[I soggetti "low-carb" hanno perso MOLTO più peso rispetto a quelli low-fat.
Purtroppo non hanno fatto una valutazione della massa corporea come
quell'altro studio che avevo postato sulla dieta chetogenica isocalorica,
dove il grasso era diminuito ma era aumentata la massa magra. Difficile
spiegare questa differenza solo in termini di acqua, ed in più ricordo che
in questo studio la low-carb non è neppure ipocalorica]

and had greater decreases in triglyceride levels (mean, -20+/-43 percent vs.
-4+/-31 percent; P=0.001), irrespective of the use or nonuse of hypoglycemic
or lipid-lowering medications.

[Il gruppo low-carb ha avuto un più marcato abbassamento dei trigliceridi
ematici. Dato non condizionato dall'uso o meno di farmaci specifici.
Ribadisco ancora che probabilmente il regime low-carb non era neppure
ipocalorico]

Insulin sensitivity, measured only in subjects without diabetes, also
improved more among subjects on the low-carbohydrate diet (6+/-9 percent vs.
-3+/-8 percent, P=0.01).

[Il gruppo low-carb ha avuto un migliore incremento della sensibilità
all'insulina, rispetto al low-cal/low-fat]

The amount of weight lost (P<0.001) and assignment to the low-carbohydrate
diet (P=0.01) were independent predictors of improvement in triglyceride
levels and insulin sensitivity.

[....]

CONCLUSIONS: Severely obese subjects with a high prevalence of diabetes or
the metabolic syndrome lost more weight during six months on a
carbohydrate-restricted diet than on a calorie- and fat-restricted diet,
with a relative improvement in insulin sensitivity and triglyceride levels,
even after adjustment for the amount of weight lost.

[Fin qui tutto bene. Direi che lo studio potrebbe essere considerato un
successo del low-carb sul low-fat. Invece...]

This finding should be interpreted with caution, given the small magnitude
of overall and between-group differences in weight loss in these markedly
obese subjects and the short duration of the study.

[Minimizza spudoratamente la bontà dei risultati, specie riguardo alla
differenza di peso perduto, e senza neppure insinuare il dubbio che se il
regime low-carb fosse stato ipocalorico anch'esso i risultati sarebbero
stati, presumibilmente, migliori]

Future studies evaluating long-term cardiovascular outcomes are needed
before a carbohydrate-restricted diet can be endorsed.
Copyright 2003 Massachusetts Medical Society

No comment!!!

Il secondo studio, anch'esso molto recente (sempre Maggio 2003), è il
seguente, e riguarda il monitoraggio di 63 pazienti alcuni dei quali
sottoposti ad un regime low-carb per la durata di un anno.

N Engl J Med. 2003 May 22;348(21):2082-90.
A randomized trial of a low-carbohydrate diet for obesity.

Foster GD, Wyatt HR, Hill JO, McGuckin BG, Brill C, Mohammed BS, Szapary PO,
Rader DJ, Edman JS, Klein S.

University of Pennsylvania School of Medicine, Philadelphia, PA 19104-3309,
USA. ***@mail.med.upenn.edu

BACKGROUND: Despite the popularity of the low-carbohydrate, high-protein,
high-fat (Atkins) diet, no randomized, controlled trials have evaluated its
efficacy. METHODS: We conducted a one-year, multicenter, controlled trial
involving 63 obese men and women who were randomly assigned to either a
low-carbohydrate, high-protein, high-fat diet or a low-calorie,
high-carbohydrate, low-fat (conventional) diet.

[Notare che la low-carb non è di nuovo dichiaratamente ipocalorica]

Professional contact was minimal to replicate the approach used by most
dieters. RESULTS: Subjects on the low-carbohydrate diet had lost more weight
than subjects on the conventional diet at 3 months (mean [+/-SD], -6.8+/-5.0
vs. -2.7+/-3.7 percent of body weight; P=0.001) and 6 months (-7.0+/-6.5 vs.
-3.2+/-5.6 percent of body weight, P=0.02), but the difference at 12 months
was not significant (-4.4+/-6.7 vs. -2.5+/-6.3 percent of body weight,
P=0.26).

[Ribadisco che non hanno misurato la massa grassa, altrimenti avrebbero
rivelato risultati di ben altra importanza]

After three months, no significant differences were found between the groups
in total or low-density lipoprotein cholesterol concentrations.

[questo è importante, perchè l'LDL ed il Colesterolo totale sono rimasti
invariati nei due gruppi, ma...]

The increase in high-density lipoprotein cholesterol concentrations and the
decrease in triglyceride concentrations were greater among subjects on the
low-carbohydrate diet than among those on the conventional diet throughout
most of the study.

[LA DIETA LOW-CARB HA PROVOCATO UN PIU' MARCATO ABBASSAMENTO DEI
TRIGLICERIDI ED UN MIGLIOR INNALZAMENTO DELL'HDL, DI FATTO MODIFICANDO MOLTO
POSITIVAMENTE I DUE FATTORI CHE DETERMINANO LA PERCENTUALE DEL RISCHIO
CARDIACO. E visto che in ambedue i gruppi il colesterolo totale e l'LDL sono
rimasti inalterati si può affermare che nel gruppo low-carb è diminuito
maggiormente il rischio cardiaco rispetto all'altro gruppo]

Both diets significantly decreased diastolic blood pressure and the insulin
response to an oral glucose load.

[Ambedue le diete hanno migliorato parametri importanti quali pressione
sanguigna e sensibilità all'insulina. MA RICORDO ANCORA UNA VOLTA che solo
la dieta hi-carb era ipocalorica]

CONCLUSIONS: The low-carbohydrate diet produced a greater weight loss
(absolute difference, approximately 4 percent) than did the conventional
diet for the first six months, but the differences were not significant at
one year. The low-carbohydrate diet was associated with a greater
improvement in some risk factors for coronary heart disease. Adherence was
poor and attrition was high in both groups. Longer and larger studies are
required to determine the long-term safety and efficacy of low-carbohydrate,
high-protein, high-fat diets. Copyright 2003 Massachusetts Medical Society

Dico solo: Ben vengano i prossimi "Longer and Larger studies". Nel frattempo
gli attacchi atti a screditare l'importanza dei risultati ottenuti si
spreca!
Leggere attentamente il link: http://www.ccjm.org/pdffiles/Volek1102.pdf
in
particolare le conclusioni.
Among the published studies, participant weight loss while
using low-carbohydrate diets was principally associated with decreased
caloric intake and increased diet duration but not with reduced
carbohydrate
content.
Che è in pieno contrasto con i due studi precedenti!!! Quando la finiranno
di prenderci in giro, di raccontarci che si perde solo acqua, che si perde
muscolatura, ecc.ecc. quando le diete chetogene sono diventate famose tra i
bodybuilders proprio per l'azione di risparmio sulla muscolatura e la
maggior percentuale di grasso persa rispetto alla massa magra?

Sono abbastanza vecchio da ricordarmi qualche trasmissione "scientifica"
degli anni '80 in cui si screditavano gli steroidi dicendo che non
funzionavano, che non vi erano studi che dimostrassero la loro efficacia, e
che l'aumento di muscolatura era solo acqua e la forza non aumentava.

Grazie poi che la gente più informata, oltre che lo sportivo che con gli
steroidi migliorava eccome la massa muscolare e la prestazione atletica,
hanno perso fiducia nella classe medica.

Qualche anno fa la "tiritera" si è ripetuta con la creatina, con Garattini
che è arrivato a dichiarare che non vi erano studi che ne provassero
l'efficacia quando già ve n'erano centinaia.

Poi a Superquark Piero Angela dice: "e adesso parliamo di doping", e Carlo
Cannella incomincia a parlare dell'inutilità di Aminoacidi Ramificati e
Proteine in Polvere. Ma questa è scienza?!?!?

Scusate lo sfogo! [:-)]

Ciao!!!

Massimo



--------------------------------
Inviato via http://usenet.libero.it
Lorenzo®
2003-09-30 18:50:31 UTC
Permalink
"Massimo B." <***@freemail.it> ha scritto nel
messaggio


CUT
Post by Massimo B.
N Engl J Med. 2003 May 22;348(21):2074-81.
A low-carbohydrate as compared with a low-fat diet in severe obesity.
Samaha FF, Iqbal N, Seshadri P, Chicano KL, Daily DA, McGrory J, Williams T,
Williams M, Gracely EJ, Stern L.
Philadelphia Veterans Affairs Medical Center, University of Pennsylvania
BACKGROUND: The effects of a carbohydrate-restricted diet on weight loss and
We randomly assigned 132 severely obese subjects (including 77 blacks and 23
women) with a mean body-mass index of 43 and a high prevalence of diabetes
(39 percent) or the metabolic syndrome (43 percent) to a
carbohydrate-restricted (low-carbohydrate) diet or a calorie- and
fat-restricted (low-fat) diet.
[Vengono confrontate due diete. Una ipocalorica low-fat, ed una semplice
low-carb, presumibilmente neppure ipocalorica.]
Perchè presumi che siano caloricamente diverse?
Sarebbe una grande cazzata, non verrebbe pubblicato come articolo.
Post by Massimo B.
RESULTS: Seventy-nine subjects completed the six-month study. An analysis
including all subjects,
[Questa non è forse una procedura molto corretta, visto che nella
valutazione finale hanno messo nel mucchio anche i soggetti che hanno
abbandonato lo studio, utilizzando come valori di riferimento quelli
misurati nel momento dell'uscita dal gruppo di studio....come specificato
sotto]
Perchè non vanno inseriti gli abbandoni? Negli studi sono importantissimi
per validare delle terapie.
Post by Massimo B.
with the last observation carried forward for those who dropped out, showed
that subjects on the low-carbohydrate diet lost more weight than those on
the low-fat diet (mean [+/-SD], -5.8+/-8.6 kg vs. -1.9+/-4.2 kg; P=0.002)
[I soggetti "low-carb" hanno perso MOLTO più peso rispetto a quelli low-fat.
Purtroppo non hanno fatto una valutazione della massa corporea come
quell'altro studio che avevo postato sulla dieta chetogenica isocalorica,
dove il grasso era diminuito ma era aumentata la massa magra. Difficile
spiegare questa differenza solo in termini di acqua, ed in più ricordo che
in questo studio la low-carb non è neppure ipocalorica]
Come dici tu è acqua, non solo ma gran parte soprattutto nella prima
settimana.
Post by Massimo B.
and had greater decreases in triglyceride levels (mean, -20+/-43 percent vs.
-4+/-31 percent; P=0.001), irrespective of the use or nonuse of hypoglycemic
or lipid-lowering medications.
[Il gruppo low-carb ha avuto un più marcato abbassamento dei trigliceridi
ematici. Dato non condizionato dall'uso o meno di farmaci specifici.
Ribadisco ancora che probabilmente il regime low-carb non era neppure
ipocalorico]
Insulin sensitivity, measured only in subjects without diabetes, also
improved more among subjects on the low-carbohydrate diet (6+/-9 percent vs.
-3+/-8 percent, P=0.01).
[Il gruppo low-carb ha avuto un migliore incremento della sensibilità
all'insulina, rispetto al low-cal/low-fat]
The amount of weight lost (P<0.001) and assignment to the low-carbohydrate
diet (P=0.01) were independent predictors of improvement in triglyceride
levels and insulin sensitivity.
[....]
E un analisi statistica per verificare che lo studio non ha dimostrato
cazzate.
Post by Massimo B.
CONCLUSIONS: Severely obese subjects with a high prevalence of diabetes or
the metabolic syndrome lost more weight during six months on a
carbohydrate-restricted diet than on a calorie- and fat-restricted diet,
with a relative improvement in insulin sensitivity and triglyceride levels,
even after adjustment for the amount of weight lost.
[Fin qui tutto bene. Direi che lo studio potrebbe essere considerato un
successo del low-carb sul low-fat. Invece...]
This finding should be interpreted with caution, given the small magnitude
of overall and between-group differences in weight loss in these markedly
obese subjects and the short duration of the study.
[Minimizza spudoratamente la bontà dei risultati, specie riguardo alla
differenza di peso perduto, e senza neppure insinuare il dubbio che se il
regime low-carb fosse stato ipocalorico anch'esso i risultati sarebbero
stati, presumibilmente, migliori]
Future studies evaluating long-term cardiovascular outcomes are needed
before a carbohydrate-restricted diet can be endorsed.
Copyright 2003 Massachusetts Medical Society
No comment!!!
La cautela è d'obbligo, soprattutto a lungo termine.
Ma soprattutto bisognerebbe leggere l'articolo in full text, ma o si paga o
si deve andare in una biblioteca universitaria.
Post by Massimo B.
BACKGROUND: Despite the popularity of the low-carbohydrate, high-protein,
high-fat (Atkins) diet, no randomized, controlled trials have evaluated its
efficacy. METHODS: We conducted a one-year, multicenter, controlled trial
involving 63 obese men and women who were randomly assigned to either a
low-carbohydrate, high-protein, high-fat diet or a low-calorie,
high-carbohydrate, low-fat (conventional) diet.
[Notare che la low-carb non è di nuovo dichiaratamente ipocalorica]
Professional contact was minimal to replicate the approach used by most
dieters. RESULTS: Subjects on the low-carbohydrate diet had lost more weight
than subjects on the conventional diet at 3 months (mean
[+/-SD], -6.8+/-5.0
Post by Massimo B.
vs. -2.7+/-3.7 percent of body weight; P=0.001) and 6 months (-7.0+/-6.5 vs.
-3.2+/-5.6 percent of body weight, P=0.02), but the difference at 12 months
was not significant (-4.4+/-6.7 vs. -2.5+/-6.3 percent of body weight,
P=0.26).
[Ribadisco che non hanno misurato la massa grassa, altrimenti avrebbero
rivelato risultati di ben altra importanza]
Ma perchè pensi che scienziati indipendenti, che hanno tanta voglia di
emergere con novità, che dimostrano qualche cosa sulle low carb, siano degli
idioti e che abbiano paura di "pestare i piedi" allo strapotere del lato
oscuro della "forza mediterranea"? :-))
Post by Massimo B.
After three months, no significant differences were found between the groups
in total or low-density lipoprotein cholesterol concentrations.
[questo è importante, perchè l'LDL ed il Colesterolo totale sono rimasti
invariati nei due gruppi, ma...]
The increase in high-density lipoprotein cholesterol concentrations and the
decrease in triglyceride concentrations were greater among subjects on the
low-carbohydrate diet than among those on the conventional diet throughout
most of the study.
[LA DIETA LOW-CARB HA PROVOCATO UN PIU' MARCATO ABBASSAMENTO DEI
TRIGLICERIDI ED UN MIGLIOR INNALZAMENTO DELL'HDL, DI FATTO MODIFICANDO MOLTO
POSITIVAMENTE I DUE FATTORI CHE DETERMINANO LA PERCENTUALE DEL RISCHIO
CARDIACO. E visto che in ambedue i gruppi il colesterolo totale e l'LDL sono
rimasti inalterati si può affermare che nel gruppo low-carb è diminuito
maggiormente il rischio cardiaco rispetto all'altro gruppo]
In un digiuno si abbasano i trigliceridi, con attività fisica si alzano gli
hdl, sono tante le diete che abbassano gli ldl, pensa che con gli omega3
soli si alzano gli hdl...
Post by Massimo B.
Both diets significantly decreased diastolic blood pressure and the insulin
response to an oral glucose load.
[Ambedue le diete hanno migliorato parametri importanti quali pressione
sanguigna e sensibilità all'insulina. MA RICORDO ANCORA UNA VOLTA che solo
la dieta hi-carb era ipocalorica]
CONCLUSIONS: The low-carbohydrate diet produced a greater weight loss
(absolute difference, approximately 4 percent) than did the conventional
diet for the first six months, but the differences were not significant at
one year. The low-carbohydrate diet was associated with a greater
improvement in some risk factors for coronary heart disease. Adherence was
poor and attrition was high in both groups. Longer and larger studies are
required to determine the long-term safety and efficacy of
low-carbohydrate,
Post by Massimo B.
high-protein, high-fat diets. Copyright 2003 Massachusetts Medical Society
Dico solo: Ben vengano i prossimi "Longer and Larger studies". Nel frattempo
gli attacchi atti a screditare l'importanza dei risultati ottenuti si
spreca!
Quale idiota di ricercatore al mondo concluderebbbe, sputtanandosi
immediatamente, che nel mio studio ho dimostrato con inoppugnabile certezza
che le low carb fanno SOLO e sempre del bene.
Nel lungo termine potrebbero essere: cancerogene?, nefrotossiche?,
cardiolesive?, inefficaci? ecc ecc ecc

CHI HA LA CERTEZZA DEL CONTRARIO?

Massimo B?
Xlater?
Atkins?
...

lunga pausa di riflessione...
Post by Massimo B.
Among the published studies, participant weight loss while
using low-carbohydrate diets was principally associated with decreased
caloric intake and increased diet duration but not with reduced
carbohydrate
content.
Che è in pieno contrasto con i due studi precedenti!!! Quando la finiranno
di prenderci in giro, di raccontarci che si perde solo acqua,
Mangia un piatto di velenosissima pasta, pesati la sera, poi alla mattina
dopo il digiuno notturno.
Non pensi che in così breve termine siano i liquidi ad essere interessati?


che si perde
Post by Massimo B.
muscolatura, ecc.ecc.
Questa è una cazzata.

quando le diete chetogene sono diventate famose tra i
Post by Massimo B.
bodybuilders proprio per l'azione di risparmio sulla muscolatura e la
maggior percentuale di grasso persa rispetto alla massa magra?
Ah, parliamo di sportivi anabolici... altra cosa sono gli obesi.
Post by Massimo B.
Sono abbastanza vecchio da ricordarmi qualche trasmissione "scientifica"
degli anni '80 in cui si screditavano gli steroidi dicendo che non
funzionavano, che non vi erano studi che dimostrassero la loro efficacia, e
che l'aumento di muscolatura era solo acqua e la forza non aumentava.
Grazie poi che la gente più informata, oltre che lo sportivo che con gli
steroidi migliorava eccome la massa muscolare e la prestazione atletica,
hanno perso fiducia nella classe medica.
Qualche anno fa la "tiritera" si è ripetuta con la creatina, con Garattini
che è arrivato a dichiarare che non vi erano studi che ne provassero
l'efficacia quando già ve n'erano centinaia.
La cretina è utile nella prima fase dello sforzo, ma perchè assumerla con un
integratore quando ce n'è parecchia nella carne.
Post by Massimo B.
Poi a Superquark Piero Angela dice: "e adesso parliamo di doping", e Carlo
Cannella incomincia a parlare dell'inutilità di Aminoacidi Ramificati e
Proteine in Polvere. Ma questa è scienza?!?!?
Ha parlato per caso di agonisti che si allenano 6 ore al giorno?
Se non l'ha fatto sono daccordo con lui al 100%, a cosa vuoi che serva ad un
dilettante pseudopalestrato un integrazione di aa ramificati?
Che genere di messaggio ti saresti poi aspettato da un programma di
divulgazione generalista?
--
Ciao
Lorenzo R.

http://www.ildietista.it
Xlater
2003-09-30 22:41:14 UTC
Permalink
Post by Lorenzo®
Perchè presumi che siano caloricamente diverse?
Sarebbe una grande cazzata, non verrebbe pubblicato come articolo.
Lo si presume, perché se si vuole testare approcci alla Atkins o
simili, questi approcci non limitano il totale di calorie assunte.
Ha un senso, al limite, registare quante calorie mangino questi
soggetti quando la limitazione è ristretta ai soli carbo.
Post by Lorenzo®
Perchè non vanno inseriti gli abbandoni? Negli studi sono importantissimi
per validare delle terapie.
E' giusto inserire il numero di abbandoni, ma non prendere le misure
al momento dell'abbandono e mescolarle con quelle al termine dei
sei mesi.

Inoltre il tasso di abbandono non è significativo. Con la diete
low-carb le persone si ritrovano a mangiare cibi che nella concezione
comune, dopo anni di propaganda in tal senso, si ritiene "facciano
male". Se uno non è convinto dei principi della dieta che segue, può
ritrovarsi intimorito.
Post by Lorenzo®
Come dici tu è acqua, non solo ma gran parte soprattutto nella prima
settimana.
Infatti. E allora?
Post by Lorenzo®
La cautela è d'obbligo, soprattutto a lungo termine.
Ma perchè pensi che scienziati indipendenti, che hanno tanta voglia di
emergere con novità, che dimostrano qualche cosa sulle low carb, siano degli
idioti e che abbiano paura di "pestare i piedi" allo strapotere del lato
oscuro della "forza mediterranea"? :-))
Non è affatto così. Gli scienziati mainstream sono imbarazzatissimi
dall'eventualità di dover ammettere che quello che hanno raccomandato
per trent'anni sia errato, e peggio ancora che quello che hanno
demonizzato per trent'anni sia corretto.

Comunque la "mediterranea" non fa più paura a nessuno. Sta decisamente
uscendo di moda. Lo vedrai con le prossime piramidi USDA.
Post by Lorenzo®
In un digiuno si abbasano i trigliceridi
Infatti il digiuno è siuramente low-carb.
Post by Lorenzo®
, con attività fisica si alzano gli
hdl,
Infatti si bruciano zuccheri. Esattamente come se se ne mangiassero
meno.
Post by Lorenzo®
sono tante le diete che abbassano gli ldl, pensa che con gli omega3
soli si alzano gli hdl...
Secondo Sears, e non solo Sears, gli Omega 3 hanno questi effetti sui
lipidi grazie al benefico influsso sugli eicosanoidi. Lo stesso
benefico influsso delle diete low-carb.
Post by Lorenzo®
Quale idiota di ricercatore al mondo concluderebbbe, sputtanandosi
immediatamente, che nel mio studio ho dimostrato con inoppugnabile certezza
che le low carb fanno SOLO e sempre del bene.
Giusto. Purtroppo con le diete low fat high carb lo hanno fatto.
Ed effettivamente si sono ipersputtanati!
Post by Lorenzo®
Nel lungo termine potrebbero essere: cancerogene?, nefrotossiche?,
cardiolesive?, inefficaci? ecc ecc ecc
CHI HA LA CERTEZZA DEL CONTRARIO?
Nessuno ha la certezza di nulla. Quali certezze esistono?
Quale certezza hai tu che la "mediterranea" sia la dieta migliore
e più equilibrata? Non sarebbe ragionevole pensare che mangiare
pane e pasta tutti i giorni possa fare sfracelli del tuo metabolismo
degli zuccheri e sulla tua sensibilità all'insulina?

Quali certezze sai contrapporre a questa tanto sbandierata mancanza
di certezze?
Post by Lorenzo®
Mangia un piatto di velenosissima pasta, pesati la sera, poi alla mattina
dopo il digiuno notturno.
Non pensi che in così breve termine siano i liquidi ad essere interessati?
Non far finta di non capire. Quando una persona perde il 10% del suo
peso corporeo dopo sei mesi di dieta low carb, come si fa ad avere il
coraggio di venire a dire che si perde solo acqua, o quasi solo acqua?

Eppure è quello che fa quel reazionario del tuo amico Stephen Barrett,
quando non è occupato a difendersi in tribunale dalle cause di
truffa che gli vengono denunciate...


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Lorenzo®
2003-10-01 14:51:25 UTC
Permalink
Post by Xlater
Post by Lorenzo®
Perchè non vanno inseriti gli abbandoni? Negli studi sono
importantissimi
Post by Xlater
Post by Lorenzo®
per validare delle terapie.
E' giusto inserire il numero di abbandoni, ma non prendere le misure
al momento dell'abbandono e mescolarle con quelle al termine dei
sei mesi.
Inoltre il tasso di abbandono non è significativo. Con la diete
low-carb le persone si ritrovano a mangiare cibi che nella concezione
comune, dopo anni di propaganda in tal senso, si ritiene "facciano
male". Se uno non è convinto dei principi della dieta che segue, può
ritrovarsi intimorito.
Se era un semplice cieco, non sapevano assolutamente che regime stessero
seguendo.
Post by Xlater
Post by Lorenzo®
Come dici tu è acqua, non solo ma gran parte soprattutto nella prima
settimana.
Infatti. E allora?
Anche in un semplice digiuno è così, non per questo è bene digiunare.
Post by Xlater
Post by Lorenzo®
La cautela è d'obbligo, soprattutto a lungo termine.
Ma perchè pensi che scienziati indipendenti, che hanno tanta voglia di
emergere con novità, che dimostrano qualche cosa sulle low carb, siano degli
idioti e che abbiano paura di "pestare i piedi" allo strapotere del lato
oscuro della "forza mediterranea"? :-))
Non è affatto così. Gli scienziati mainstream sono imbarazzatissimi
dall'eventualità di dover ammettere che quello che hanno raccomandato
per trent'anni sia errato, e peggio ancora che quello che hanno
demonizzato per trent'anni sia corretto.
E una tua ipotesi, o mantieni contatti? :-)
Post by Xlater
Comunque la "mediterranea" non fa più paura a nessuno. Sta decisamente
uscendo di moda. Lo vedrai con le prossime piramidi USDA.
Ma allora deciditi, prima non cambierà mai nulla poi cambia qualcosa.
E li i mainstream non ci sono?
Post by Xlater
Post by Lorenzo®
In un digiuno si abbasano i trigliceridi
Infatti il digiuno è siuramente low-carb.
E low tutto...
Post by Xlater
Post by Lorenzo®
, con attività fisica si alzano gli
hdl,
Infatti si bruciano zuccheri. Esattamente come se se ne mangiassero
meno.
Post by Lorenzo®
sono tante le diete che abbassano gli ldl, pensa che con gli omega3
soli si alzano gli hdl...
Secondo Sears, e non solo Sears, gli Omega 3 hanno questi effetti sui
lipidi grazie al benefico influsso sugli eicosanoidi. Lo stesso
benefico influsso delle diete low-carb.
Degli omega 3 non è un ipotesi di Sears ma una realtà scoperta da anni e da
altri.
Sulla modulazione del dolore e sulla fluidità del sangue.
Post by Xlater
Post by Lorenzo®
Quale idiota di ricercatore al mondo concluderebbbe, sputtanandosi
immediatamente, che nel mio studio ho dimostrato con inoppugnabile certezza
che le low carb fanno SOLO e sempre del bene.
Giusto. Purtroppo con le diete low fat high carb lo hanno fatto.
Ed effettivamente si sono ipersputtanati!
?
Post by Xlater
Post by Lorenzo®
Nel lungo termine potrebbero essere: cancerogene?, nefrotossiche?,
cardiolesive?, inefficaci? ecc ecc ecc
CHI HA LA CERTEZZA DEL CONTRARIO?
Nessuno ha la certezza di nulla. Quali certezze esistono?
Quale certezza hai tu che la "mediterranea" sia la dieta migliore
e più equilibrata? Non sarebbe ragionevole pensare che mangiare
pane e pasta tutti i giorni possa fare sfracelli del tuo metabolismo
degli zuccheri e sulla tua sensibilità all'insulina?
La certezza? Non esiste, ma sulle cose sperimentali meno che mai!
Per quanto riguarda la mediterranea, la seguono milioni di persone.
Post by Xlater
Quali certezze sai contrapporre a questa tanto sbandierata mancanza
di certezze?
50 anni di studi, milioni di persone in Italia che hanno portato la vita
media sopra quella mondiale?
La dieta non centra nulla????
Ricordati 1/3 di tutti i tumori 1/2 di tutte le malattie cardiache è
alimentazione.
Nell'ordine seconda e prima causa di morte in Italia.
Post by Xlater
Post by Lorenzo®
Mangia un piatto di velenosissima pasta, pesati la sera, poi alla mattina
dopo il digiuno notturno.
Non pensi che in così breve termine siano i liquidi ad essere interessati?
Non far finta di non capire. Quando una persona perde il 10% del suo
peso corporeo dopo sei mesi di dieta low carb, come si fa ad avere il
coraggio di venire a dire che si perde solo acqua, o quasi solo acqua?
L'acqua è legata alla massa muscolare.
Se vuoi ti faccio perdere 10Kg di acqua con un digiuno modificato in un paio
di mesi.
Bisogna capire cos'è che viene attaccato, come Massimo ha ben capito da
anni.
Post by Xlater
Eppure è quello che fa quel reazionario del tuo amico Stephen Barrett,
quando non è occupato a difendersi in tribunale dalle cause di
truffa che gli vengono denunciate...
Fammi il piacere, vatti a vedere chi è Barret con Goggle.
Ha lottato per anni contro sette, maghi, pseudoscienzati e porcherie varie.
Inoltre non ha detto low carb = morte certa ha semplicemente detto che
l'amico Atkins DEVE pubblicare i risultati a lungo termine, altrimenti è ne
più ne meno di un Di Bella Statunitense.
--
Ciao
Lorenzo R.

http://www.ildietista.it
Xlater
2003-10-01 15:53:02 UTC
Permalink
Post by Lorenzo®
Se era un semplice cieco, non sapevano assolutamente che regime stessero
seguendo.
Non si può fare un "cieco" con l'alimentazione.
Ognuno si accorge di quello che sta mangiando. Mica puoi mascherare
le bistecche da fagioli.
Post by Lorenzo®
Anche in un semplice digiuno è così, non per questo è bene digiunare.
A parte che esistono molti che sostengono che il digiuno abbia
effetti terapeutici. Comunque se non per questo è bene digiunare,
posso risponderti "non per questo è male digiunare".
Post by Lorenzo®
Post by Xlater
Non è affatto così. Gli scienziati mainstream sono imbarazzatissimi
dall'eventualità di dover ammettere che quello che hanno raccomandato
per trent'anni sia errato, e peggio ancora che quello che hanno
demonizzato per trent'anni sia corretto.
E una tua ipotesi, o mantieni contatti? :-)
Non è difficile capirlo. In ogni settore della cultura umana
esiste chi è per principio contrario a ciò che è nuovo, a ciò
che mette in dubbio le sacre verità. E' un atteggiamento mentale,
prima che culturale. Ogni settore ha i suoi Stephen Barrett.
Post by Lorenzo®
Ma allora deciditi, prima non cambierà mai nulla poi cambia qualcosa.
E li i mainstream non ci sono?
Cambierà tutto ma con grande lentezza e grande inerzia. L'avevi
detto tu stesso. Ma io non posso aspettare cinque dieci o venti
anni che loro vincano i propri pregiudizi. Io voglio stare bene
subito.
Post by Lorenzo®
Post by Xlater
Infatti il digiuno è siuramente low-carb.
E low tutto...
Sì ma quello che avviene a livello metabolico è molto simile
a quello che avviene nelle fasi "di induzione" delle diete lowcarb.
Non a caso, le prime diete low carb che sono state studiate sono
state introdotte come forme "modificate" di digiuno.

Questo perché il corpo percepisce il suo stato di "fed" o "fasting"
non in funzione delle calorie ingerite, ma in funzione del
glucosio ematico e del glicogeno epatico.
Post by Lorenzo®
Degli omega 3 non è un ipotesi di Sears ma una realtà scoperta da anni e da
altri.
Sulla modulazione del dolore e sulla fluidità del sangue.
Bene. Immagino che tu sappia anche che gli omega 3 migliorano la
sensibilità all'insulina. Sarà un caso ma si torna a sbattere sempre
lì...
Post by Lorenzo®
Post by Xlater
Giusto. Purtroppo con le diete low fat high carb lo hanno fatto.
Ed effettivamente si sono ipersputtanati!
?
Intendo dire che hanno propagandato per trent'anni il dogma "low fat"
"high carb", ed ora si sono resi conto dei danni che hanno fatto.
Post by Lorenzo®
Post by Xlater
Nessuno ha la certezza di nulla. Quali certezze esistono?
Quale certezza hai tu che la "mediterranea" sia la dieta migliore
e più equilibrata? Non sarebbe ragionevole pensare che mangiare
pane e pasta tutti i giorni possa fare sfracelli del tuo metabolismo
degli zuccheri e sulla tua sensibilità all'insulina?
La certezza? Non esiste, ma sulle cose sperimentali meno che mai!
Per quanto riguarda la mediterranea, la seguono milioni di persone.
Anche le low carb le seguono milioni di persone.
Vogliamo provare a vedere chi sta meglio, come dimagrimento, come
lipidemia, come insulinemia a digiuno?
Post by Lorenzo®
50 anni di studi, milioni di persone in Italia che hanno portato la vita
media sopra quella mondiale?
La dieta non centra nulla????
Ricordati 1/3 di tutti i tumori 1/2 di tutte le malattie cardiache è
alimentazione.
Nell'ordine seconda e prima causa di morte in Italia.
Dove sono questi studi?
E a quale dieta si riferiscono?

Io sento dire (dai dietologi istituizionali mainstream) che in Italia
non si mangia bene, che bisogna educare all'alimentazione sana, che
l'italiano mangia in media 800 calorie di troppo al giorno.
Sirchia vuole che i ristoranti servano le mezze porzioni.

Poi arrivi tu e dici che tutti dovrebbero mangiare come gli italiani.
Chi ha ragione? Chi ha torto?
Quanti italiani tu credi che seguano quella che tu chiami la
"mediterranea"?
Post by Lorenzo®
L'acqua è legata alla massa muscolare.
Se vuoi ti faccio perdere 10Kg di acqua con un digiuno modificato in un paio
di mesi.
Bisogna capire cos'è che viene attaccato, come Massimo ha ben capito da
anni.
Mi sembra una sparata. Grossa.

L'acqua legata al glicogeno muscolare è intorno ai 2.5 kg.
Da dove uscirebbero gli altri 7.5, ammesso che tu riesca a farmi
restare con i muscoli vuoti di glicogeno indefinitivamente?

Una persona che perde 10kg di acqua se ne va al creatore. Gli
equilibri idrici nel corpo umano devono restare stabili.

Invece dovresti venire a spiegarmi come ho fatto a perdere 14 kg
di acqua e glicogeno, ed avere 40 cm di bicipite, seguendo una
dieta low carb.

Quella dell'acqua è una stupidaggine. COn le diete low carb si perde
adipe, se ne perde tanto e se ne perde più facilmente che con
qualsiasi altro approccio. Ed è anche facilmente spiegabile.
Quando il glucosio scarseggia l'organismo si ottimizza per bruciare
al meglio i grassi, e se ne bruciano quantità industriali.
Post by Lorenzo®
Fammi il piacere, vatti a vedere chi è Barret con Goggle.
Ha lottato per anni contro sette, maghi, pseudoscienzati e porcherie varie.
Ha lottato contro tutto quello che si opponeva alla "scienza
ufficiale". Spesso a ragione, non lo metto in dubbio. Ma spesso
il suo misoneismo lo ha portato a grosse figuracce. La "scienza
ufficiale" non è qualcosa di statico ed inamovibile. I progressi
arrivano sempre sulla base di qualcuno capace di uscire dagli schemi
e di mettere in dubbio le verità precostituite. I progressi nella
scienza non li fanno i Barrett, ma sempre qualcuno di quelli che
all'inizio viene attaccato dai Barrett di turno.

Servono anche i Barrett a questo mondo, per carità. Ma il loro destino
è quello di prendere qualche cantonata. Questa è una di quelle volte.
Post by Lorenzo®
Inoltre non ha detto low carb = morte certa ha semplicemente detto che
l'amico Atkins DEVE pubblicare i risultati a lungo termine, altrimenti è ne
più ne meno di un Di Bella Statunitense.
Purtroppo per Barrett (e per te) sulla stessa linea di Atkins, qualche
metro più in qua o qualche metro più in là, cominciano ad essere
davvero in molti. L'atteggiamento della stessa "scienza ufficiale"
nei confronti delle diete "low carb" è cambiato in maniera
impressionante negli ultimi due o tre anni.

Oggi lo stato delle raccomandazioni ufficiali è "non abbiamo prove
che sia pericolosa, ma nemmeno del fatto che a lungo termine non lo
sia. Aspettiamo ulteriori studi", ed è quello che dicono molti
articoli che tu stesso hai riportato. Ma se invece di vedere la
"fotografia" del momento, vedi la tendenza in atto negli ultimi
anni, capisci meglio come le cose stiano evolvendo.


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Lorenzo®
2003-10-01 14:51:23 UTC
Permalink
Post by Lorenzo®
Perchè presumi che siano caloricamente diverse?
Lo dice lo studio. Il confronto è tra una dieta low-carb ed una dieta
hi-carb ipocalorica. Non dice che è ipocalorica anche la prima.
Post by Lorenzo®
Sarebbe una grande cazzata, non verrebbe pubblicato come articolo.
E' per certi versi una cazzata, ma è stata pubblicata. Secondo me il
motivo
è che siccome la Atkins ha sempre divulgato il concetto di mangiare a
sazietà senza pensare alle calorie, hanno voluto verificare in pieno
questo
approccio non riducendo le calorie nel gruppo low-carb.
Probabilmente.
Post by Lorenzo®
Come dici tu è acqua, non solo ma gran parte soprattutto nella prima
settimana.
Ma se non ti preoccupi in uno studio di misurare la massa grassa per
confrontare i risultati in base a questo criterio, e utilizzi solo come
parametro di confronto il peso perduto, non puoi poi dire "ok..questi
hanno
perso molto più peso ma siccome la dieta è low-carb sarà più che altro
acqua, quindi in pratica hanno perso più o meno lo stesso peso degli
altri".
Questa è davvero una cazzata.
Non fare misurazioni di massa è una grossa cazzata, magari è uno studio
preliminare e poi approffondiranno con lo studio successivo.
Forse volevano studiare il drop out, o il peso grezzo.
Post by Lorenzo®
La cautela è d'obbligo, soprattutto a lungo termine.
Daccordo, ma la cautela è una cosa, la minimizzazione dei risultati è
un'altra. Il documento in PDF di cui hai allegato il link dimostra cautela
nel finale, ma distrugge su tutti i fronti le low-fat quando confrontate
con
le low-carb.
Hai visto che non sono di parte?
Comunque il problema è sempre lo stesso, dopo 30 anni di liw carb che
succede al fegato, ai reni, al cuore, ai vasi, al cervello??
Post by Lorenzo®
Ma perchè pensi che scienziati indipendenti, che hanno tanta voglia di
emergere con novità, che dimostrano qualche cosa sulle low carb, siano
degli
Post by Lorenzo®
idioti e che abbiano paura di "pestare i piedi" allo strapotere del lato
oscuro della "forza mediterranea"? :-))
Perchè la scienza cosiddetta "ufficiale", è tutta a favore dell'approccio
hi-carb/low-fat, ed i "low-carber" sono trattati come una massa di eretici
e
continuamente messi sotto accusa. E' quindi molto difficile emergere, se
ci
si mette contro chi detiene il potere.
Si ma se si ha ragione alla lunga si vince con i fatti.
Prova un po' tu a fare un colloquo per essere assunto in un ospedale, e a
presentarti con una marea di plichi contenenti studi su studi che
diostrano
come possibile terapia dietetica alternativa quella low-carb, e a
dichiararti aperamente favorevole a quel tipo di approccio alimentare.
Vedrai come ti assumono... [:-)]
Le low carb non sono neanche concepite in ospedale, li si seguono le linee
guida.
Se funzioneranno fra 20 anni ci saranno nuove linee guida con low carb.
In ogni caso ogni medico fa quello che gli pare, ci sono professori che
sparano diete da 300Kcal praticamente solo proteine, altro che low carb...
Post by Lorenzo®
In un digiuno si abbasano i trigliceridi, con attività fisica si alzano
gli
Post by Lorenzo®
hdl, sono tante le diete che abbassano gli ldl, pensa che con gli omega3
soli si alzano gli hdl...
E allora? Questi parametri, però, nel gruppo low-carb si sono modificati
in
maniera più favorevole. Sicuramente gli esami sono stati effettuati la
mattina a digiuno, e non si parla né di attività fisica né di
supplementazione di omega-3, quindi non sono da prendere in
considerazione.

In un digiuno modificato si riescono a migliorare le Hdl.
Post by Lorenzo®
Quale idiota di ricercatore al mondo concluderebbbe, sputtanandosi
immediatamente, che nel mio studio ho dimostrato con inoppugnabile
certezza
Post by Lorenzo®
che le low carb fanno SOLO e sempre del bene.
Nessuno ovviamente. Infatti ho scritto "ben vengano ulteriori studi", ma
un
conto è dire questo, un conto è minimizzare dichiaratamente i risultati
come
ha fatto il primo studio.
La minimizazzione ed i se i ma e i forse sono un obbligo, non ho mai letto
un articolo con alla fine l'inoppugnabile verita.
Diciamo che è una forma di "educazione" scientifica.
Prima di cambiare 50 anni di studi a favore poi...
Post by Lorenzo®
Nel lungo termine potrebbero essere: cancerogene?
Può essere, anche se deve esserci un meccanismo molto perverso che entra
in
funzione, visto che le diete "keto" hanno dimostrato di essere
potenzialmente anticancerogene a breve termine.
Potrebbe.
Post by Lorenzo®
nefrotossiche?,
cardiolesive?, inefficaci? ecc ecc ecc
vale lo stesso discorso. Come fanno ad essere cardiolesive se migliorano
drasticamente tutti quei parametri? Comunque ammetto che è necessaria una
serie di studi a lungo termine, ma mi chiedo perchè quelli sulle diete
hi-carb, che dimostrano a lungo termine di essere responsabili di una
serie
infinite di nefandezze, non vengono considerati.
Vedi adesso anche tu usi il condizionale .-)
Se intendi normocaloriche, non vedo nefandezze.
Io sono per le low carb a zero assoluto i carb semplici, ed a poco più i
raffinati.
A costo di essere ripetitivo fino alla nausea: Se uno studio "made in
italy", non unico nel suo genere, arriva a scrivere nelle conclusioni che
la
dieta mediterranea (intesa come dieta largamente seguita dagli italiani),
per la grande quantità di carboidrati raffinati che contiene (riferendosi
a
pane e pasta e non alle merendine) può essere favorevole allo sviluppo di
tumori quali il cancro al colon-retto e alla mammella, perchè non ci
dicono
aperamente di evitare questi cibi? La prossima piramide dell'USDA l'ha
piazzati proprio in cima...perchè non se ne tieno conto e si ha tutta
questa
prudenza solo nei confronti delle diete low-carb? Ammetti che c'è qualcosa
che non torna?
Se la USDA sta cambiando allora aspetta 5-10 anni e cambierà qualcosa anche
in europa.
Post by Lorenzo®
CHI HA LA CERTEZZA DEL CONTRARIO?
Massimo B?
Io decisamente si...ma se dico qualcosa poi MARA mi accusa di essere come
una modella sciocca, quindi... [:-)]
MARA, vivi e lascia vivere...
Post by Lorenzo®
Mangia un piatto di velenosissima pasta
Dopo l'allenamento con i pesi la pasta la mangio eccome. E' un naturale
integratore concentratissimo in zuccheri! [:-)]
Si mi ricordo che facevi cicli di ricarica, d'altronde senza la malefica
insulina il glucosio (glicogeno) nei muscoli non ci può andare.
Post by Lorenzo®
pesati la sera, poi alla mattina
dopo il digiuno notturno.
Non pensi che in così breve termine siano i liquidi ad essere interessati?
Vero, ma a lungo termine no, e nei confronti a lungo termine il low-carb
risulta sempre migliore nei termini di grasso perduto e di proteine
risparmiate durante una dieta ipocalorica.
Lungo termine è proprio quello che manca.
Post by Lorenzo®
quando le diete chetogene sono diventate famose tra i
Post by Massimo B.
bodybuilders proprio per l'azione di risparmio sulla muscolatura e la
maggior percentuale di grasso persa rispetto alla massa magra?
Ah, parliamo di sportivi anabolici... altra cosa sono gli obesi.
e' chiara anche su di loro l'azione di risparmio della massa magra, anche
se
è dimostrato che più si è magri più nel tentativo di perdere grasso si
tende
a bruciare muscolatura. Il fatto è che, però, del regime low-carb gli
obesi
beneficiano di altri fattori ben descritti nel "famoso" documento PDF di
cui
hai postato il link.
Post by Lorenzo®
La cretina è utile nella prima fase dello sforzo, ma perchè assumerla
con
un
Post by Lorenzo®
integratore quando ce n'è parecchia nella carne.
Per avere il dosaggio imposto dal ministero della sanità (2 gr), che è poi
quello riportato sull'etichetta del prodotto come dosaggio giornaliero
consigliato, dovresti mangiare 1kg di carne rossa al giorno....come
consiglia un certo Giovanni Cianti! [:-)]
Come imposto? Cos'è sta roba?
Poi mi riferisco all'uomo della strada.
I calciatori delle Juve nel processo antidoping si stanno sparando 6 gr die.
Se conti che chi fa il carico (peraltro inutile a lungo termine) arriva ad
assumerne 20-25 gr al giorno...
Pazzo.
Post by Lorenzo®
Post by Massimo B.
Poi a Superquark Piero Angela dice: "e adesso parliamo di doping", e
Carlo
Post by Lorenzo®
Post by Massimo B.
Cannella incomincia a parlare dell'inutilità di Aminoacidi Ramificati e
Proteine in Polvere. Ma questa è scienza?!?!?
Ha parlato per caso di agonisti che si allenano 6 ore al giorno?
Se non l'ha fatto sono daccordo con lui al 100%,
Purtroppo ha parlato di Agonisti che si allenano, non 6, ma 4 ore al
giorno
si, e per 6 giorni alla settimana, ovvero di Fioravanti...il nuotatore.
Dopo la pantomima sul doping costituito dalle proteine in polvere, Angela
ha
ricordato che in una precedente puntata Fioravanti ha dichiarato che il
suo
doping è la pasta, e Cannella ha puntualizzato: "Lui si che se ne
intende".
[:-)]
Pensa che c'è stata una mezza polemica sul doping dei nostri nuotatori alle
olimpiadi, ultimamente la pasta serve a ben poco.
Secondo te, Cannella poteva dire che il doping funziona, senza essere
linciato o beccarsi denunce?

Hai visto Report martedì?
--
Ciao
Lorenzo R.

http://www.ildietista.it
Enrico Quaglia
2003-09-30 20:10:21 UTC
Permalink
Per me possono rientrare nel low carb anche la
zona (40% di carbo) o altre ipocaloriche a carbo controllati
che arrivano al 50%.
Scusa??

Saluti,

Enrico Quaglia
Videoarts - Torino
Vice Campione Italiano Natural AINBB-FIF pesi massimi
*** Sito ufficiale di ISP http://web.tiscali.it/it.sport.palestra/ ***
Massimo B.
2003-10-01 06:33:04 UTC
Permalink
Un paio di studi interessanti, notare i toni diversi della "scienza
ufficiale" molto più possibilistica.
Leggere attentamente il link: http://www.ccjm.org/pdffiles/Volek1102.pdf
Lo avrà letto MARA?!?!? [:-D] Probabilmente dirà che è la solita propaganda
di regime...regime low-carb, ovviamente!!! [;-)]

Finalmente uno studio che mette in relazione il fatto che quando le diete
low-carb e hi-carb sono state messe a confronto le prime sono uscite
vincenti su tutti i fronti.

Ovviamente escludo da questo "su tutti i fronti" la prestazione atletica in
attività intense che si svolgono oltre la soglia del lattato, anche se è
possibile nei momenti opportuni rendere disponibili per l'esercizio buone
quantità di carbo anche seguendo una low-carb.

Piuttosto interessante, inoltre, il fatto che il confronto con le diete
hi-carb sia stato effettuato con quelle che lo studio chiama
"Very-Low-Carbohydrate diets", contenenti meno di 50 gr di carbo. La
"Metabolica"...in parole povere.

In particolare mi ha colpito una parte della review, ovvero quella
riguardante l'"Atherogenic lipoprotein phenotype" (ALP). Traduco
sommariamente per i più pigri.

"La disfunzione che non permette di eliminare le lipoproteine ricche di
trigliceridi nel periodo postprandiale, sta alla base delle anormalità
lipidiche della ALP: Incremento della produzione epatica di lipo proteine a
bassissima densità (VLDL), ridotte HDL, e predominanza di piccole particelle
di LDL. Approssimativamente il 25% degli adulti è afflitta da queste
anormalità lipidiche, che conducono ad un aumento del rischio
cardiovascolare in persone altrimenti sane.

Paradossalmente, una dieta ad alto tenore di carboidrati e a ridotto
contenuto lipidico, esacerba l'ALP se il paziente non perde una
considerevole quantità di peso o aumenta il suo livello di attività fisica.

Comunque, una dita a bassissimo contenuto di carboidrati migliora dutti gli
aspetti della ALP, riducendo i livelli di trigliceridi nel postprandiale e a
digiuno, aumentendo le HDL, incrementando le dimensioni delle LDL, e
riducendo l'insulina, INDIPENDENTEMENTE DAL PESO PERDUTO."

No comment...

Unica puntualizzazione a riguardo delle dimensioni delle particelle di LDL,
un'interessante distinzione di cui avevo letto anche in "Protein Power
Lifeplan". le LDL più grandi sono meno pericolose di quelle più piccole, e
quando si segue un regime low-carb anche se dagli esami dovesse risultare
che il valore delle LDL nel sangue non è cambiato, si è sicuramante
modificata la proporzione tra grandi e piccole a favore delle prime,
concorrendo ad una ulteriore riduzione del rischio cardiovascolare.

Ciao!!!

Massimo



--------------------------------
Inviato via http://usenet.libero.it
Lorenzo®
2003-10-01 14:51:24 UTC
Permalink
Post by Massimo B.
Leggere attentamente il link: http://www.ccjm.org/pdffiles/Volek1102.pdf
Lo avrà letto MARA?!?!? [:-D] Probabilmente dirà che è la solita propaganda
di regime...regime low-carb, ovviamente!!! [;-)]
Beh, io non credo di essere sostenitore delle low carb.
--
Ciao
Lorenzo R.

http://www.ildietista.it
Gianni Petrucci
2003-10-01 15:28:02 UTC
Permalink
Post by Massimo B.
Un paio di studi interessanti, notare i toni diversi della "scienza
ufficiale" molto più possibilistica.
Leggere attentamente il link: http://www.ccjm.org/pdffiles/Volek1102.pdf
Finalmente uno studio che mette in relazione il fatto che quando le diete
low-carb e hi-carb sono state messe a confronto le prime sono uscite
vincenti su tutti i fronti.
Lo avrà letto MARA?!?!? [:-D] Probabilmente dirà che è la solita propaganda
di regime...regime low-carb, ovviamente!!! [;-)]
MARA!! MARA!!

C'è tutto ciò che tu odi: persino il fatto che la chetosi non è
dannosa.

Leggilo, ti prego!

Poi criticalo!

Magari con parole tue, senza tirare fuori dal cassetto le pile di
articoli che provano l'opposto e che ci hai sempre nascosto!

E dicci pure qualcosa di velenoso sugli autori!
Dicci se sono vanitosi, non lavorano, hanno la panza o sono
deperiti...

Non ci deludere!

Ciao!
Gianni
Continua a leggere su narkive:
Loading...