Discussione:
Mitigare la risposta insulinica con le fibre
(troppo vecchio per rispondere)
MARA
2004-02-25 06:24:09 UTC
Permalink
La risposta insulinica che fa tanto paura ai seguaci della zona e giu' di
li' si puo'facilmente tenere sotto controllo con il consumo di fibra,
assumendo cioe' ad ogni pasto verdure, ortaggi e quant'altro contenga fibra
alimentare.
La fibra,quindi, ha un importante ruolo nella prevenzione dell'obesita' e
delle malattie cardiovascolari, non e' necessario dunque fare la fame o
privarsi dei preziosi carboidrati, perche' la fibra permette un rilascio
LENTO degli stessi, e questo non lo dico io ma uno studio neanche tanto
nuovo, ma molto attuale nel suo contenuto.
Questo studio conclude dicendo che le diete ad alto contenuto di fibra
possono proteggere dall'obesita' e dalle malattie cardiovascolari.
--------------------------------------------------------------
Dietary Fiber, Weight Gain, and Cardiovascular Disease Risk Factors in Young
Adults
David S. Ludwig, MD, PhD; Mark A. Pereira, PhD; Candyce H. Kroenke, MPH;
Joan E. Hilner, MPH, RD; Linda Van Horn, PhD, RD; Martha L. Slattery, PhD,
RD; David R. Jacobs, Jr, PhD


JAMA. 1999;282:1539-1546.

Context Dietary composition may affect insulin secretion, and high insulin
levels, in turn, may increase the risk for cardiovascular disease (CVD).

Objective To examine the role of fiber consumption and its association with
insulin levels, weight gain, and other CVD risk factors compared with other
major dietary components.

Design and Setting The Coronary Artery Risk Development in Young Adults
(CARDIA) Study, a multicenter population-based cohort study of the change in
CVD risk factors over 10 years (1985-1986 to 1995-1996) in Birmingham, Ala;
Chicago, Ill; Minneapolis, Minn; and Oakland, Calif.

Participants A total of 2909 healthy black and white adults, 18 to 30 years
of age at enrollment.

Main Outcome Measures Body weight, insulin levels, and other CVD risk
factors at year 10, adjusted for baseline values.

Results After adjustment for potential confounding factors, dietary fiber
showed linear associations from lowest to highest quintiles of intake with
the following: body weight (whites: 174.8-166.7 lb [78.3-75.0 kg], P<.001;
blacks: 185.6-177.6 lb [83.5-79.9 kg], P = .001), waist-to-hip ratio
(whites: 0.813-0.801, P = .004; blacks: 0.809-0.799, P = .05), fasting
insulin adjusted for body mass index (whites: 77.8-72.2 pmol/L [11.2-10.4
µU/mL], P = .007;blacks: 92.4-82.6 pmol/L [13.3-11.9 µU/mL], P = .01) and
2-hour postglucose insulin adjusted for body mass index (whites: 261.1-234.7
pmol/L [37.6-33.8 µU/mL], P = .03; blacks: 370.2-259.7 pmol/L [53.3-37.4
µU/mL], P<.001). Fiber was also associated with blood pressure and levels of
triglyceride, high-density lipoprotein cholesterol, low-density lipoprotein
cholesterol, and fibrinogen; these associations were substantially
attenuated by adjustment for fasting insulin level. In comparison with
fiber, intake of fat, carbohydrate, and protein had inconsistent or weak
associations with all CVD risk factors.

Conclusions Fiber consumption predicted insulin levels, weight gain, and
other CVD risk factors more strongly than did total or saturated fat
consumption. High-fiber diets may protect against obesity and CVD by
lowering insulin levels.


Author Affiliations: Division of Endocrinology, Department of Medicine,
Children's Hospital, Boston, Mass (Drs Ludwig and Pereira); Division of
Epidemiology, School of Public Health, University of Minnesota, Minneapolis
(Drs Pereira and Jacobs); CARDIA Coordinating Center, University of Alabama
at Birmingham (Ms Hilner); Department of Preventive Medicine, Northwestern
University Medical School, Chicago, Ill (Dr Van Horn); and University of
Utah Medical School, Salt Lake City (Dr Slattery).





--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Teopas
2004-02-25 08:22:45 UTC
Permalink
Post by MARA
La risposta insulinica che fa tanto paura ai seguaci della zona e giu' di
li' si puo'facilmente tenere sotto controllo con il consumo di fibra,
assumendo cioe' ad ogni pasto verdure, ortaggi e quant'altro contenga fibra
alimentare.
porco cane... esattamente quello che si fa nella zona...
ciao
teopas
MARA
2004-02-25 09:41:07 UTC
Permalink
Post by Teopas
Post by MARA
La risposta insulinica che fa tanto paura ai seguaci della zona e giu' di
li' si puo'facilmente tenere sotto controllo con il consumo di fibra,
assumendo cioe' ad ogni pasto verdure, ortaggi e quant'altro contenga
fibra
Post by MARA
alimentare.
porco cane... esattamente quello che si fa nella zona...
ciao
teopas
Si, ma il consumo di verdura non e' prerogativa della zona, e' comune in
molte altre diete, anche quelle che non limitano eccessivamente i carbo.

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Massimo B.
2004-02-26 09:09:35 UTC
Permalink
Post by MARA
Si, ma il consumo di verdura non e' prerogativa della zona, e' comune in
molte altre diete, anche quelle che non limitano eccessivamente i carbo.
La limitazione è automatica. Elimina quelle porcherie di cereali e derivati,
strafogati letteralmente di verdura e ortaggi, e poi sappimi dire a quanti
carbo giornalieri arrivi. Ti concedo anche tre "porzioni" di frutta! [:-)]

Ciao!!!

Massimo

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Teopas
2004-02-26 11:13:10 UTC
Permalink
Post by Massimo B.
Post by MARA
Si, ma il consumo di verdura non e' prerogativa della zona, e' comune in
molte altre diete, anche quelle che non limitano eccessivamente i carbo.
La limitazione è automatica. Elimina quelle porcherie di cereali e derivati,
strafogati letteralmente di verdura e ortaggi, e poi sappimi dire a quanti
carbo giornalieri arrivi. Ti concedo anche tre "porzioni" di frutta! [:-)]
ormai, a furia di stare attento ai carbo, mi risulta molto difficile
superare i 130 gr (tolte le fibre)! ovviamente, è una conseguenza del fatto
di aver imparato a sostituire gli alimenti densi in carbo con quelli mooolto
meno carichi... ma tant'è:-) il minestrone 2/3 volte a settimana nn me lo
leva nessuno, l' insalata 2 volte al giorno tutti i giorni, zuppe/altri tipi
di minestroni vari nell' arco della settimana e alla mattina dopo l'
allenamento ci metto pure un po' di pane super integrale fatto in casa con
un po' di marmellata fatta in casa... però mi devo sentire dire che in zona
mangi pochi carbo... mah... sarà...

ciao
teopas

p.s. ah, dimenticavo i 2/3 frutti al giorno in inverno e parecchi di + d'
estate:-)
a-ri-ciao:-)
MARA
2004-02-26 13:05:18 UTC
Permalink
Post by Massimo B.
La limitazione è automatica. Elimina quelle porcherie di cereali e derivati,
strafogati letteralmente di verdura e ortaggi, e poi sappimi dire a quanti
carbo giornalieri arrivi. Ti concedo anche tre "porzioni" di frutta! [:-)]
Non me le devi concedere, me le concedo gia' da sola! E comunque frutta e
verdura se non l'hai capito sono al primo posto nella mia dieta.Solo che non
demonizzo altri cibi.

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Xlater
2004-02-25 22:17:32 UTC
Permalink
Post by MARA
La risposta insulinica che fa tanto paura ai seguaci della zona e giu' di
li' si puo'facilmente tenere sotto controllo con il consumo di fibra,
assumendo cioe' ad ogni pasto verdure, ortaggi e quant'altro contenga fibra
alimentare.
La fibra,quindi, ha un importante ruolo nella prevenzione dell'obesita' e
delle malattie cardiovascolari, non e' necessario dunque fare la fame o
privarsi dei preziosi carboidrati, perche' la fibra permette un rilascio
LENTO degli stessi, e questo non lo dico io ma uno studio neanche tanto
nuovo, ma molto attuale nel suo contenuto.
Questo studio conclude dicendo che le diete ad alto contenuto di fibra
possono proteggere dall'obesita' e dalle malattie cardiovascolari.
Mara sono davvero felice. Finalmente ti stai convincendo dell'importanza
del ruolo dei carboidrati e dell'insulina sull'insorgere dell'obesità.
E' un passaggio davvero importante. Pensa che nemmeno un paio di
giorni fa c'era una tizia che sosteneva che fosse solo una questione
di CALORIE. Che stupidaggine, vero? Si sa che le fibre non cambiano
il contenuto di calorie della dieta.

Invece le fibre aiutano perché rallentano l'assorbimento di
carboidrati, e quindi l'insulina ecc. ecc.
Questi sono i discorsi che mi piace sentire!

Adesso possiamo andare avanti su questa strada. Possiamo fare una
classifica di tutti i cibi contenenti carboidrati sulla base del
rapporto fibre/carboidrati. Più i cibi sono in alto in classifica,
più abbiamo carboidrati "consigliabili".

Vediamo come si piazzano i cereali. :-)


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
steve
2004-02-26 12:44:30 UTC
Permalink
Le fibre devono essere quelle solubili altrimenti non vi e' un grosso
cambiamento nella risposta insulinica.

Pertnato cibi ad alto contenuto di fibre solubili ma a parita di
carboidrati

(esempio orzo vs. grano) hanno valori considerevolmente diversi.



Ma esiste un'altro modo (sperimentato) per ridurre la risposta
insulinica ad un dato alimento: ingenire quell'alimento prediponendosi
ad un ambiente acido.

In pratica se mangio 100 gr di pane (circa 50gr, di carbo) ho un IG di
100 (scala riferita al pane bianco).

Se mangio lo stesso quantitativo ma accompagneto da dell'aceto di vino
(o comunque unasalsa a base di aceto) ottengo un IG di 60.

Se volete posso citare lo studio al rigurdo

Saluti
Stefano
Sculler
2004-02-26 21:02:56 UTC
Permalink
Post by steve
Ma esiste un'altro modo (sperimentato) per ridurre la risposta
insulinica ad un dato alimento: ingenire quell'alimento prediponendosi
ad un ambiente acido.
In pratica se mangio 100 gr di pane (circa 50gr, di carbo) ho un IG di
100 (scala riferita al pane bianco).
Se mangio lo stesso quantitativo ma accompagneto da dell'aceto di vino
(o comunque unasalsa a base di aceto) ottengo un IG di 60.
Abbastanza interessante, non lo sapevo. Peccato però che non sia così facile
assumere degli alimenti piuttosto acidi in quantità tali da "rendere acido
l'ambiente" (almeno, suppongo che questa quantità non debba essere
infinitesima...). Insomma, se devo mangiarmi pane e aceto, oppure pane e
insalata condita con un sacco di aceto, preferisco tenermi l'alto IG oppure
non mangiare direttamente il pane...
Quali altre combinazioni "mangiabili" potrebbero dare lo stesso effetto?

Cmq non so se faccia bene acidificare "artificialmente" l'ambiente
digestivo. Qualcuno che se ne intende di più?
Post by steve
Se volete posso citare lo studio al rigurdo
Mah, già che ci sei...
--
Sculler, ICQ# 147722075
"Ove c'è molta luce, l'ombra è più cupa"
"Le cose che amiamo, ci modellano"
Wolfgang Goethe
steve
2004-02-27 12:08:09 UTC
Permalink
Post by Sculler
Abbastanza interessante, non lo sapevo. Peccato però che non sia così facile
assumere degli alimenti piuttosto acidi in quantità tali da "rendere acido
l'ambiente" (almeno, suppongo che questa quantità non debba essere
infinitesima...). Insomma, se devo mangiarmi pane e aceto, oppure pane e
insalata condita con un sacco di aceto, preferisco tenermi l'alto IG oppure
non mangiare direttamente il pane...
Quali altre combinazioni "mangiabili" potrebbero dare lo stesso effetto?
Cmq non so se faccia bene acidificare "artificialmente" l'ambiente
digestivo. Qualcuno che se ne intende di più?
Avete presente le quantita' di aceto che la gente (a cui piace
l'aceto...ovviamente) usa per condire insalate etc...?

Bene le stesse quantita'!

Infatti lo studio prendeva in esame un quantitativo ragionevole.

Inoltre cio' predispone al "second meal effect" vale a dire la
risposta insulinica del pasto successivo anche se con carbo ad alto
indice glicemico
viene notevolmente migliorata con carbo elevati in fibre solubili.

Il meccanismo per cui il "winegar" migliori la risposta insulinica
potrebbe
comunque essere indipendente dal suo contenuto acido.....per esempio
l'aceto di mele viene da tempo usato per migliorare la resintesi del
glicogeno.


Ciao
MARA
2004-02-27 14:19:42 UTC
Permalink
Post by steve
Il meccanismo per cui il "winegar" migliori la risposta insulinica
potrebbe
comunque essere indipendente dal suo contenuto acido.....per esempio
l'aceto di mele viene da tempo usato per migliorare la resintesi del
glicogeno.
Questa qui dell'aceto me la raccontava mia nonna.(non ironico)

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Tsubo
2004-02-26 21:26:18 UTC
Permalink
Post by steve
Ma esiste un'altro modo (sperimentato) per ridurre la risposta
insulinica ad un dato alimento: ingenire quell'alimento prediponendosi
ad un ambiente acido.
Ma scusa, non basterebbe l'ambiente acido dello stomaco? Siamo a pH 2,
se non meno.



Tsubo
frick
2004-02-26 22:09:45 UTC
Permalink
Post by Tsubo
Post by steve
Ma esiste un'altro modo (sperimentato) per ridurre la risposta
insulinica ad un dato alimento: ingenire quell'alimento prediponendosi
ad un ambiente acido.
Ma scusa, non basterebbe l'ambiente acido dello stomaco? Siamo a pH 2,
se non meno.
e` l'effetto sui tempi di svuotamento gastrico, e tra l'altro sarebbe
da tirare fuori un discorso simile nel thread sull'assorbimento lento
(xche' un feedback c'e`, vedi modello dei lehman, pero` preferisco di
gran lunga il caxxeggio e invito l'uccellaccio nero a cercar qualcosa
sull'heloderma che sti discorsi stan diventando noiosi e serve un po'
di svago ;)
MARA
2004-02-26 13:14:39 UTC
Permalink
Post by Xlater
Mara sono davvero felice. Finalmente ti stai convincendo dell'importanza
del ruolo dei carboidrati e dell'insulina sull'insorgere dell'obesità.
Ma ci fai o ci sei???
Hai capito che i carbo sono essenziali e che il modo migliore per assumerli
e' quello integrale?
Certo che se arrivi al punto di mettermi in bocca cose che non ho detto, sei
veramente messo in un angolo. Mi dispiace, ma mi aspettavo una battuta
superiore a questa.
Post by Xlater
Invece le fibre aiutano perché rallentano l'assorbimento di
carboidrati, e quindi l'insulina ecc. ecc.
Questi sono i discorsi che mi piace sentire!
Ma io non ho mai negato che al mondo esista il problema "indice glicemico",
pero' se uno non ha il diabete, ti posso assicurare che un pasto normale e'
sopportabilissimo. Anzi ti diro' che alcuni diabetici che io conosco(tipo
2), non hanno eliminato i cereali dalla dieta, anche se li hanno limitati.Su
consiglio del medico, non del fai da te, naturalmente.
Post by Xlater
Adesso possiamo andare avanti su questa strada.
Ok, tu sulla tua ed io sulla mia.





--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Gianni Petrucci
2004-02-27 14:54:29 UTC
Permalink
Post by MARA
Post by Xlater
Mara sono davvero felice. Finalmente ti stai convincendo dell'importanza
del ruolo dei carboidrati e dell'insulina sull'insorgere dell'obesità.
Ma ci fai o ci sei???
Hai capito che i carbo sono essenziali e che il modo migliore per assumerli
e' quello integrale?
Certo che se arrivi al punto di mettermi in bocca cose che non ho detto, sei
veramente messo in un angolo. Mi dispiace, ma mi aspettavo una battuta
superiore a questa.
Peccato, ci eravamo illusi che finalmente qualche barlume di
comprensione stava facendo capolino nel tuo cervello di maestrina,
assolutamente alieno alle conoscenze matematiche, statistiche e, più
in generale, scientifiche, nonchè privo di capacità di analisi/sintesi
di dati scientifici.

Ci eravamo sbagliati.

Ciao!
******
MARA
2004-02-27 15:06:21 UTC
Permalink
Post by Gianni Petrucci
Peccato, ci eravamo illusi che finalmente qualche barlume di
comprensione stava facendo capolino nel tuo cervello di maestrina,
Dicesi maestrina, insegnante di scuola elementare.Neanche questo sai,
figurati il resto!
Post by Gianni Petrucci
assolutamente alieno alle conoscenze matematiche, statistiche e, più
in generale, scientifiche, nonchè privo di capacità di analisi/sintesi
di dati scientifici.
Tu invece saresti un esperto di materie scientifiche?
MEGA ROTFL!!!!
Ma se non sei capace di altro che far scarpetta nel piatto di Xlater...fammi
il piacere, cerca di splendere di luce propria.
Post by Gianni Petrucci
Ci eravamo sbagliati.
Io invece no!

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
GP
2004-02-27 21:51:20 UTC
Permalink
Post by MARA
Tu invece saresti un esperto di materie scientifiche?
MEGA ROTFL!!!!
Ma se non sei capace di altro che far scarpetta nel piatto di
Xlater...fammi
Post by MARA
il piacere, cerca di splendere di luce propria.
Io non considero "attività scientifica" la mia "curiosità" per la nutrizione
e non ho alcun interesse a splendere in nessun senso!
Questa tua proiezione la dice lunga sullo spirito con cui ti esibisci in
questo forum, facendo, tra l'altro, le figure che fai.

Purtroppo non ho tempo per approfondire in questo settore come fa l'ottimo
xlater,
mi limito ad acquisire informazioni e ad osservare il modo in cui i
ricercatori di questo settore
elaborano le loro teorie e, ogni tanto, a proporre qualche spunto.

La mia competenza scientifica si manifesta in altri settori ed è attestata
qui
http://www.dima.unipa.it/~petrucci/curriculum.htm
e qui
http://www.dima.unipa.it/~petrucci/pubblica.htm

Mi sembra evidente che sono una persona che fa ricerca scientifica per
professione
e non una maestrina esibizionista su un forum.

Naturalmente non ho competenze tecniche in campo nutrizionale, ma le basi
della mia attività mi consentono di avere
una idea delle metodologie sperimentali, delle tecniche di elaborazione dei
risultati sperimentali,
del grado di congruenza tra la tesi, i risultati che vengono mostrati e la
metodologia utilizzata.

Quando Xlater cerca di farti capire che le conclusioni di un lavoro sono
discutibili o non conclusive,
mentre quelle di un altro appaiono più congruenti con una certa tesi lo fa
sulla base delle sue conoscenze matematiche
e scientifiche di ingegnere informatico.

Tu continuamente non capisci il senso di ciò che ti viene detto e ribatti
fischi a fiaschi
al punto che anche un non low carbista o zonista come frick non ti sopporta
più...

Comunque, continua a fare colore!

Ciao
Gianni
MARA
2004-02-27 22:14:45 UTC
Permalink
Post by GP
Io non considero "attività scientifica" la mia "curiosità" per la nutrizione
Perfetto, neanch'io! Allora perche' pretendi che io abbia competenze di tipo
scientifico?
Non nascondo che quando voglio approfondire qualcosa, un libro di biochimica
lo apro, ma non per questo mi ritengo un'esperta di materie scientifiche.



ti esibisci in
Post by GP
questo forum,
Azz, io mi esibisco! Ma se state qui per pubblicizzare i vostri siti! Non
farmi parlare.




--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
MARA
2004-02-27 22:58:33 UTC
Permalink
Post by GP
Quando Xlater cerca di farti capire che le conclusioni di un lavoro sono
discutibili o non conclusive,
mentre quelle di un altro appaiono più congruenti con una certa tesi lo fa
sulla base delle sue conoscenze matematiche
e scientifiche di ingegnere informatico.
Guarda che non stai parlando con l'ultima cretina del pianeta, e ti ricordo
che non occorre avere conoscenze matematiche per capire se uno studio e'
conclusivo.
La verita' e' che neanche i vostri studi sono conclusivi, e questo e'
facilmente dimostrabile!
Qui qualcuno vuol avere per forza ragione, non importa quale sia la verita'.
In realta', visto che mi costringi a dire cio' che penso, avete un po' tutti
un'aria da frustrati, quando contestate i medici e cio' che dicono.
Si chiama complesso di inferiorita'.Io invece non ho questi problemi, forse
perche' mi sento molto realizzata oltre che in continua evoluzione.
Post by GP
Tu continuamente non capisci il senso di ciò che ti viene detto e ribatti
fischi a fiaschi
Ma se non capite neanche chi siete!
Post by GP
al punto che anche un non low carbista o zonista come frick non ti sopporta
più...
Senti, Frick e' un vecchio troll, pensa per te, sei capace???
Post by GP
Comunque, continua a fare colore!
Aspe', e non mi hai vista! Tie'!

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
GP
2004-02-28 10:27:14 UTC
Permalink
Post by MARA
Post by GP
Quando Xlater cerca di farti capire che le conclusioni di un lavoro sono
discutibili o non conclusive,
mentre quelle di un altro appaiono più congruenti con una certa tesi lo fa
sulla base delle sue conoscenze matematiche
e scientifiche di ingegnere informatico.
Guarda che non stai parlando con l'ultima cretina del pianeta,
ok , questo te lo concedo, in un pianeta in cui vivono Bondi, Schifani
ecc...o si elegge berluskazzi...
Post by MARA
In realta', visto che mi costringi a dire cio' che penso,
faresti bene a dire sempre ciò che pensi
Post by MARA
avete un po' tutti
un'aria da frustrati, quando contestate i medici e cio' che dicono.
Si chiama complesso di inferiorita'.Io invece non ho questi problemi, forse
perche' mi sento molto realizzata oltre che in continua evoluzione.
Questa è buonissima. Figurati che ho scritto alcuni lavori collaborando con
i medici,
di cui uno su un modo automatico di effettuare la foratura chirurgica per
l'impianto di protesi dentarie
e ti assicuro che se c'è qualcuno tra medici e ingegneri che ha il complesso
di inferiorità nei confronti dell'altro
non sono certo gli ingegneri.
Le pubblicazioni che faccio con loro, nel mio settore, sono considerate di
serie b.
In alcune collaborazioni non voglio neppure mettere la firma e una
pubblicazione non l'ho mai inserita nel mio curriculum.
Diciamo che collaboro per divertimento e per farmi curare gratis...
Post by MARA
e ti ricordo
che non occorre avere conoscenze matematiche per capire se uno studio e'
conclusivo.
però per capire se i fattori in gioco sono sotto controllo dal punto di
vista statistico, la congruità del campione etc.. si.
In passato ho suggerito ad un prof. di psicologia un modo per elaborare dei
dati sperimentali che aveva raccolto
in modo da eliminare un fattore spurio ed evidenziare il fenomeno che voleva
studiare (l'influenza dello stato d'animo sulla percezione del tempo).
Beh, non ha capito quello che gli ho detto ed ha tramestato vanamente con i
dati ricorrendo a manipolazioni poco scientifiche e meno efficaci
dell'operazione lecita che gli suggerivo...
Oppure, ho sentito dire a Giuliano Ferrara con grande prosopopea che il
fatto che il fumo fa male
non è dimostrato scientificamente perchè risulta SOLO da considerazioni
statistiche.
E il bello che il ministro della sanità non è stato in grado di ribattere a
tono,
anche se tratteneva a stento le risate
Si, in certe condizioni, un fatto statisticamente rilevante non costituisce
una dimostrazione scientifica
ma in altre condizioni..... che minchia capisce di statistica quel panzone!
Certo se io voglio dimostrare che il vegetarianesimo fa bene e faccio il
confronto tra un campione eterogeneo di onnivori
e uno selezionato di vegetariani (i mormoni o chi caspita erano) non
dimostro una sega. Se qualcuno usa un simile studio con la
pretesa di dimostrare qualcosa e non viene ridicolizzato allora mi
insospettisco fortemente
Ma se faccio il confronto tra un campione STERMINATO ed ETEROGENEO di
fumatori e un altrettanto STERMINATO ed ETEROGENEO campione di non
fumatori e scopro che l'incidenza dei tumori è 8-10 volte
maggiore...beh....se il dato è questo e il ministro non massacra Ferrara
prendendolo per panzone koglione
mi insospettisco pure...
Post by MARA
La verita' e' che neanche i vostri studi sono conclusivi, e questo e'
facilmente dimostrabile!
infatti la gente ti dice una cosa e tu ne capisci un'altra, ma tu non ti
rendi conto neanche di questo.
Se affermi che low carb fanno CERTAMENTE male, cosa che hai fatto molte
volte,
e ti viene mostrato che questo non si può evincere da nessuna pubblicazione
cambi rotta e affermi che non ci sono pubblicazioni che ne affermano la
salubrità per 30 anni
per cui non si devono seguire.
Se ti si fa osservare che non esistono studi di 30 anni su nessuna dieta
dovresti dedurre che non si può
seguire alcuna dieta, ma non lo fai...
Post by MARA
Qui qualcuno vuol avere per forza ragione, non importa quale sia la verita'.
vuole avere ragione affermando cosa?
le cose che tu dici che vogliono affermare certamente no, quelle te le
inventi tu.
Post by MARA
Post by GP
Tu continuamente non capisci il senso di ciò che ti viene detto e ribatti
fischi a fiaschi
Ma se non capite neanche chi siete!
:-)))

si, non abbiamo personalità e le mettiamo in gioco qui sul forum :-))
frustaci che godiamo!

Questo è colore!!!!
Ciao
Gianni
MARA
2004-02-28 14:26:21 UTC
Permalink
Post by GP
Post by MARA
In realta', visto che mi costringi a dire cio' che penso,
faresti bene a dire sempre ciò che pensi
Non sempre si puo'.
Post by GP
Questa è buonissima. Figurati che ho scritto alcuni lavori collaborando con
i medici,
Buon per te!
Post by GP
di cui uno su un modo automatico di effettuare la foratura chirurgica per
l'impianto di protesi dentarie
e ti assicuro che se c'è qualcuno tra medici e ingegneri che ha il complesso
di inferiorità nei confronti dell'altro
non sono certo gli ingegneri.
Dai, non dire cavolate! E poi, non voglio sminuire nessuno, ogni laurea e'
un ottimo risultato, ma non facciamo paragoni che non reggono, sii gentile,
altrimenti non sei credibile.
Post by GP
ho sentito dire a Giuliano Ferrara con grande prosopopea che il
fatto che il fumo fa male
non è dimostrato scientificamente perchè risulta SOLO da considerazioni
statistiche.
Ah, Porco Ferr...ehm...
Post by GP
E il bello che il ministro della sanità non è stato in grado di ribattere a
tono,
anche se tratteneva a stento le risate
Si, in certe condizioni, un fatto statisticamente rilevante non costituisce
una dimostrazione scientifica
Questo e' un rifewrimento a quello studio epidemiologico che ho postato? Se
e' cosi', sappi che lo so da me, pero' anche quelli vanno considerati
Post by GP
ma in altre condizioni..... che minchia capisce di statistica quel panzone!
Comunque non si puo' essere competenti di qualsiasi cosa, e se tu mi vieni a
dire:guarda, tu non capisci niente di materie scientifiche, io non mi
offendo,in quanto non e' stato quello il mio corso di studi.
Mentre c'e' qualcuno qui, che pur non avendo questo tipo di competenze, si
arroga il diritto di cambiare le regole, di andare controcorrente, di fare
casino, ma non nel senso positivo del termine, bensi' capovolgendo tutto
cio' che la medicina dice sulle funzioni dell'organismo.
E se io riportassi dei dati di gente che fa la dieta iperproteica ed ha
avuto valori UREA alterati mi si risponde che ho le traveggole, o che
invento, o ad andare bene che e' un caso particolare. Eddai!
Post by GP
Ma se faccio il confronto tra un campione STERMINATO ed ETEROGENEO di
fumatori e un altrettanto STERMINATO ed ETEROGENEO campione di non
fumatori e scopro che l'incidenza dei tumori è 8-10 volte
maggiore...beh...
Allora stai a guardare la prossima volta che posto uno studio con queste
caratteristiche , e vedrai che non andra' bene in ogni caso...
Post by GP
infatti la gente ti dice una cosa e tu ne capisci un'altra,
Questo lo pensi tu!
E le tutte le volte che si fa finta di fraintendermi giusto per darmi
addosso dove le mettiamo?
Post by GP
le cose che tu dici che vogliono affermare certamente no, quelle te le
inventi tu.
Qui si vuol far credere che la low carb sia la panacea, cosa che non e',
tranne in caso di diabete.
E comunque hai letto anche tu la dieta di X. Con quale coraggio dici ad un
italiano di mangiare cosi'? Lo sai che una dieta per essere seguita deve
essere realistica, altrimenti la si lascia dopo una settimana?
Post by GP
Post by MARA
Ma se non capite neanche chi siete!
:-)))
si, non abbiamo personalità e le mettiamo in gioco qui sul forum :-))
Allora piantala di dire che sono esibizionista!
E poi toglimi una curiosita':

Come si esibisce una persona che non posta siti, non posta foto, difende il
proprio anonimato, non ha nemmeno un indirizzo raggiungibile, tranne che per
un paio di moderatori?
MISTERO!


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Xlater
2004-03-01 14:51:13 UTC
Permalink
Post by MARA
E comunque hai letto anche tu la dieta di X. Con quale coraggio dici ad un
italiano di mangiare cosi'? Lo sai che una dieta per essere seguita deve
essere realistica, altrimenti la si lascia dopo una settimana?
Seguo questo regime da quasi due anni senza alcun problema e sono
italiano almeno quanto chiunque altro italiano. Non ci vuole nessuno
sforzo particolare a seguire un regime come il mio.
A meno che non si dia per scontato che un italiano non possa fare a
meno del suo piatto di pasta e della sua ciriola tutti i giorni.

Comunque è abbastanza interessante che la tua principale osservazione
critica sta nel "non essere realistica".


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
MARA
2004-02-26 13:40:11 UTC
Permalink
Il 25 Feb 2004, 23:17, "Xlater" <***@hotmail.com> ha scritto:
Possiamo fare una
Post by Xlater
classifica di tutti i cibi contenenti carboidrati
Xlater, non e' da te non replicare!
Adesso pero' non mi rispondere come Massimo, e cioe' che non avevi visto il
post, che non ci crede nessuno.


--------------------------------------------------------------

JAMA. 2003 Apr 9;289(14):1837-50. Related Articles, Links


Comment in:
ACP J Club. 2003 Nov-Dec;139(3):70.
JAMA. 2003 Apr 9;289(14):1767-8, 1773.
JAMA. 2003 Apr 9;289(14):1853-5.

Efficacy and safety of low-carbohydrate diets: a systematic review.

Bravata DM, Sanders L, Huang J, Krumholz HM, Olkin I, Gardner CD, Bravata
DM.

Center for Primary Care and Outcomes Research, Stanford University School of
Medicine, Stanford, Calif 94305-6019, USA. ***@healthpolicy.stanford.edu

CONTEXT: Low-carbohydrate diets have been popularized without detailed
evidence of their efficacy or safety. The literature has no clear consensus
as to what amount of carbohydrates per day constitutes a low-carbohydrate
diet. OBJECTIVE: To evaluate changes in weight, serum lipids, fasting serum
glucose, and fasting serum insulin levels, and blood pressure among adults
using low-carbohydrate diets in the outpatient setting. DATA SOURCES: We
performed MEDLINE and bibliographic searches for English-language studies
published between January 1, 1966, and February 15, 2003, with key words
such as low carbohydrate, ketogenic, and diet. STUDY SELECTION: We included
articles describing adult, outpatient recipients of low-carbohydrate diets
of 4 days or more in duration and 500 kcal/d or more, and which reported
both carbohydrate content and total calories consumed. Literature searches
identified 2609 potentially relevant articles of low-carbohydrate diets. We
included 107 articles describing 94 dietary interventions reporting data for
3268 participants; 663 participants received diets of 60 g/d or less of
carbohydrates--of whom only 71 received 20 g/d or less of carbohydrates.
Study variables (eg, number of participants, design of dietary evaluation),
participant variables (eg, age, sex, baseline weight, fasting serum glucose
level), diet variables (eg, carbohydrate content, caloric content, duration)
were abstracted from each study. DATA EXTRACTION: Two authors independently
reviewed articles meeting inclusion criteria and abstracted data onto
pretested abstraction forms. DATA SYNTHESIS: The included studies were
highly heterogeneous with respect to design, carbohydrate content (range,
0-901 g/d), total caloric content (range, 525-4629 kcal/d), diet duration
(range, 4-365 days), and participant characteristics (eg, baseline weight
range, 57-217 kg). No study evaluated diets of 60 g/d or less of
carbohydrates in participants with a mean age older than 53.1 years. Only 5
studies (nonrandomized and no comparison groups) evaluated these diets for
more than 90 days. Among obese patients, weight loss was associated with
longer diet duration (P =.002), restriction of calorie intake (P =.03), but
not with reduced carbohydrate content (P =.90). Low-carbohydrate diets had
no significant adverse effect on serum lipid, fasting serum glucose, and
fasting serum insulin levels, or blood pressure. CONCLUSIONS: There is
insufficient evidence to make recommendations for or against the use of
low-carbohydrate diets, particularly among participants older than age 50
years, for use longer than 90 days, or for diets of 20 g/d or less of
carbohydrates. Among the published studies, participant weight loss while
using low-carbohydrate diets was principally associated with decreased
caloric intake and increased diet duration but not with reduced carbohydrate
content.



--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Xlater
2004-02-26 16:17:17 UTC
Permalink
Post by Xlater
Possiamo fare una
Post by Xlater
classifica di tutti i cibi contenenti carboidrati
Xlater, non e' da te non replicare!
JAMA. 2003 Apr 9;289(14):1853-5.
Efficacy and safety of low-carbohydrate diets: a systematic review.
Cosa c'è bisogno di replicare?
Di questo meta-studio della Bravata (et.al.) se ne è già parlato
sul newsgroup.

Dice che in tutti gli studi che questa tizia è riuscita a scovare non
viene fuori nessuna ragione per fare raccomandazioni contro le
diete low-carb.

Poi dice che chi segue una dieta low-carb tipicamente riduce anche
l'apporto calorico. Interessante, no? Mangi "quanto ti pare" di grassi
e proteine e alla fine hai assunto meno calorie. Pensa a quelli che
invece devono pesare tutto, limitare tutto, fare i conticini...
e morire di fame!!

Poi vorrebbe sostenere che il peso perso è associato esclusivamente
alla riduzione calorica. Tuttavia ci sono "studi di intervento"
in cui le persone in low-carb dimagrivano di più delle persone che
seguivano una dieta high carb con 300 calorie al giorno in meno.
Faccio riferimento ad uno studio di cui io stesso diedi notizia
al newsgroup, con un post del 14/10/2003


http://groups.google.it/groups?q=g:thl1788133194d&dq=&hl=it&lr=&ie=UTF-8&oe=UTF-8&selm=62f6078c7a8f9ae6ab5d411345dcc9dd.23319%40mygate.mailgate.org
Post by Xlater
mi sembra di aver piu' volte detto che non e' in dubbio il potere
dimagrante delle low carb, ma la loro innocuita'.
Bene. Te lo dice anche Dana Bravata. Da tutti gli studi non emerge
nulla che giustifichi raccomandazioni contro le diete low-carb.

Se mi permetti una citazione da Massimo B.

"Beh, se non altro ammetti che funzionano meglio per dimagrire, adesso.
Di
questo passo tra un paio di mesi farai colazione con uova, pancetta, ed
una
pinta d'olio....per auto, ovviamente! [:-P]"


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
MARA
2004-02-26 17:42:00 UTC
Permalink
"Xlater", facendo finta di essere ubriaco,con un occhio chiuso e l'altro
aperto ;|
Post by Xlater
Cosa c'è bisogno di replicare?
Dice che in tutti gli studi che questa tizia è riuscita a scovare non
viene fuori nessuna ragione per fare raccomandazioni contro le
diete low-carb.
No X, traduci tutto please:dice che non ci sono prove sufficienti PRO O
CONTRO le low carb, ossia non c'e' neanche motivo di raccomandarle.
Specie per gente con piu' di 50 anni e per piu' di 90 GIORNI!!!
Ed in modo particolare quelle con 20g di carbo pro die.
E' questa la sicurezza sulle low carb che traspare dagli studi in rete
nientemeno che dal 1966 ed il 2003!!!!!

Come fai, dico come fai a fare spallucce, sei in malafede!
Post by Xlater
Poi dice che chi segue una dieta low-carb tipicamente riduce anche
l'apporto calorico.
NO, dice che il motivo per cui i partecipanti sono dimagriti e' UNICAMENTE
DOVUTO al fatto che le low carb erano in realta' delle diete IPOCALORICHE,
cioe' quello che ho sempre detto e diro'io, fino a che una persona VERAMENTE
COMPETENTE mi dara' le prove che cio' non e' vero.





Interessante, no? Mangi "quanto ti pare" di grassi
Post by Xlater
e proteine e alla fine hai assunto meno calorie. Pensa a quelli che
invece devono pesare tutto, limitare tutto, fare i conticini...
e morire di fame!!
Ma va', stai girando le carte in tavola, ora e' tutta una questione di
bilancino. Ma chi li pesa piu' i cibi?
Io no di certo, "ho fatto l'occhio", come si suol dire.
Post by Xlater
Poi vorrebbe sostenere che il peso perso è associato esclusivamente
alla riduzione calorica. Tuttavia ci sono "studi di intervento"
in cui le persone in low-carb dimagrivano di più
No,in realta' la perdita di peso e' dovuta ad una perdita di acqua, non
tritiamo sempre gli stessi argomenti. Tanto e' vero che in quei casi viene
consigliato di bere quantita' enormi di acqua(cosa che pochi riescono a
fare)per non disidratarsi.
Post by Xlater
Post by Xlater
mi sembra di aver piu' volte detto che non e' in dubbio il potere
dimagrante delle low carb, ma la loro innocuita'.
Certo, o fai low carb o low di qualsiasi altra cosa, si dimagrisce lo
stesso, ma alungo termine ne' tu ne' nessun altro sa cosa succede, perche'
non ci sono studi abbastanza lunghi che rassicurano in tal senso.
Se neghi questo, sei proprio una faccia di bronzo.



tra un paio di mesi farai colazione con uova, pancetta, ed
Post by Xlater
una
pinta d'olio....per auto, ovviamente! [:-P]"
Tu invece, senza fare pronostici sui tempi, pranzerai con grano,carne e
frutta.=PP

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Xlater
2004-02-27 14:37:05 UTC
Permalink
Post by MARA
No X, traduci tutto please:dice che non ci sono prove sufficienti PRO O
CONTRO le low carb, ossia non c'e' neanche motivo di raccomandarle.
Specie per gente con piu' di 50 anni e per piu' di 90 GIORNI!!!
Aspetta. Qui c'è il trucco.
Dice che non ci sono studi di intervento i cui soggetti abbiano
età media maggiore di 54 anni con durata (dello studio) di più di
90 giorni.

Il fatto che non ci siano studi con quelle caratteristiche non
significa che esista ragione al mondo per pensare che quelle categorie
siano più a rischio di altre.

Inoltre non capisco con quale criterio tu prendi un metastudio che
candidamente dice che non si sbilancia per mettermelo sotto il naso
e dire "Beh, Xlater, perché non rispondi?"
Quello studio è una clava molto più per me nei tuoi confronti che
viceversa.
Post by MARA
Ed in modo particolare quelle con 20g di carbo pro die.
E' questa la sicurezza sulle low carb che traspare dagli studi in rete
nientemeno che dal 1966 ed il 2003!!!!!
Come fai, dico come fai a fare spallucce, sei in malafede!
Vedi, esiste una serie di premesse scientifiche, si ragionamenti, di
verifiche dirette, che hanno portato un sacco di persone alla
conclusione che i regimi alimentari a bassi carboidrati siano una
risposta ideale a tutta una serie di problemi. Queste persone sono
medici, ricercatori, studiosi, o anche semplici appassionati, ma
soprattutto persone che si sono trovate a risolvere un certo tipo
di problema in prima persona, hanno cercato di guardarsi intorno,
senza pregiudizi o idee preconcette, e si sono trovati a condividere
certi ragionamenti. Poi li hanno verificati "in vivo" su se stessi,
e hanno avuto la conferma che le premesse erano giuste e i
ragionamenti sensati. Ti sto parlando di un fenomeno mondiale che
si è diffuso capillarmente in tutto il mondo, anche grazie ad
internet.

Molto spesso medici e pazienti sono le stesse persone. Atkins ha
inventato la dieta Atkins perché con quell'approccio è riuscito a
dimagrire lui. Lo stessa cosa è successa con Banting, il primo
divulgatore della dieta low-carb del 1850. La stessa cosa con Agastone
l'inventore della dieta "South Beach" che va tanto negli USA.
Moltissimi tra i medici e dietologi che oggi suggeriscono la dieta
low carb ai propri pazienti sono essi stessi dimagriti con la low carb
quando non riuscivano a farlo con i metodi tradizionali che pure
avevano studiato e conoscevano a menadito.
Altri invece si sono convertiti perché disperatio dai pessimi risultati
ottenuti sui pazienti con l'approccio ortodosso.

Tutte queste persone (tanto i medici, quanto le normali persone in
cerca di un approccio alimentare) si sono trovate di fronte un altro
problema. Il fatto che la scienza della nutrizione ufficiale era
del tutto avversa, non tanto a quelle premesse e a quei ragionamenti,
quanto a quelle conclusioni. Ma avversa in un modo talmente diretto
che non era (e non è) possibile trovare un intesa, un punto di
incontro, un compromesso. O la dieta low-carb uccide, oppure l'intera
scienza dietetica si regge su un mucchio di cazzate.

Entrambi gli esiti sono duri da accettare. Contro il primo c'è la
clamorosa evidenza di milioni di persone che non solo con un approcci
low carb sono usciti dall'incubo dell'obesità, ma si sono trovati
a vivere in una situazione di maggior benessere, di maggiore energia,
suffragata da analisi e visite mediche.
Ma è anche difficile mandare giù, per una persona equilibrata e
di buon senso, il fatto che la scienza alimentare sia solo un cumulo
di fregnacce. Difficile, finché girando, cercando e scavando, non
viene fuori l'evidenza solare di come certi dogmi alimentari siano
nati, siano stati tenuti artificialmente in vita sulla spinta di
pressanti interessi economici, e sono stati ripetuti talmente tante
volte, dalle trasmissioni TV per le massaie, quanto dalle cattedre
universitarie, sulle riviste femminili quanto sulle pubblicazioni
scientifiche, che alla fine quasi tutti li hanno accettati come
verità.

Sulla strada di queste ricerche, prima di me, ci sono passati milioni
di altre persone, e milioni di altre ne passeranno. Ognuno poi
sulla base dei propri risultati e delle proprie ricerche, finisce
quasi per sentirsi investito della missione di far conoscere questo
approccio anche ad altri. Con la convinzione che non serve fare del
proselitismo, ma semplicemente far conoscere alla gente informazioni
che tipicamente non vengono date al tg2 delle 13. Che ognuno abbia
tutte le info, che ognuno si faccia un'idea per conto proprio e poi
decida.

Con tutte queste premesse, quale effetto vuoi che mi faccia un
meta studio di una tizia che si è messa a cercare studi e che alla
fine dice "quello che ho trovato non è conclusivo, in un senso o in un
altro". Mi fa piacere che si dica chiaro e tondo dopo tanta assurda
demonizzazione che non c'è nessuna prova contro le diete low-carb,
negli studi che sono stati fatti. Le prove a favore le conosco bene
già per conto mio.
Post by MARA
NO, dice che il motivo per cui i partecipanti sono dimagriti e' UNICAMENTE
DOVUTO al fatto che le low carb erano in realta' delle diete IPOCALORICHE,
cioe' quello che ho sempre detto e diro'io, fino a che una persona VERAMENTE
COMPETENTE mi dara' le prove che cio' non e' vero.
Questa cosa quel meta-studio non può dirla. Non può dirla nemmeno uno
studio diretto. Uno studio, se hai una minima idea di cosa sia la
scienza, non può che riportare i risultati delle misurazioni e le
condizioni sperimentali. Al massimo può ipotizzare un'interpretazione
dei dati, ma con molta prudenza. Questi soggetti erano così, hanno
mangiato così, e alla fine pesavano così. Il come e perchè è materia
molto delicata.

Ma tuttavia ci sono studi (e ormai dovresti saperli a memoria) che
mostrano che sottoponendo gruppi random di soggetti a diversi regimi
dietetici, a parità di calorie, con le diete low carb si perde più
adipe. Sono la dimostrazione lampante che non è solo una questione
di calorie, e che le calorie non sono tutte uguali.

Sul fatto che tu voglia una PERSONA veramente competente che te lo
venga a dire, cosa posso farci? E' l'ennesima manifestazione della tua
ricerca psicologica di persone dotate di autorità a cui affidarti.
Una persona normale, se vede una prova coi suoi occhi, non ha biosgno
della figura paterna che dia l'avallo affinché creda a quello che
veda. Tu evidentemente hai bisogno di questo tipo di persone e di
questo tipo di assicurazioni.
Post by MARA
Ma va', stai girando le carte in tavola, ora e' tutta una questione di
bilancino. Ma chi li pesa piu' i cibi?
Io no di certo, "ho fatto l'occhio", come si suol dire.
Il bilancino è un esempio. Tu ti fai il tuo piattino di 80gr di
spaghetti, ma te ne mangeresti volentieri il doppio. La tentazione
di buttarne una manciata in più nell'acqua che bolle ce l'hai.
Poi pensi a me e dici "Non voglio dargliela vinta!" e ti trattieni.

A me non succede mai. Io di quello che mangio ne mangio quanto mi va.
A volte devo forzarmi.
Post by MARA
No,in realta' la perdita di peso e' dovuta ad una perdita di acqua, non
tritiamo sempre gli stessi argomenti. Tanto e' vero che in quei casi viene
consigliato di bere quantita' enormi di acqua(cosa che pochi riescono a
fare)per non disidratarsi.
Sei tu che vai sempre a sbattere sugli stessi argomenti, anche quando
sai per prima che non si reggono in piedi e sei stata smentita su
tutti i fronti.
Post by MARA
Certo, o fai low carb o low di qualsiasi altra cosa, si dimagrisce lo
stesso, ma alungo termine ne' tu ne' nessun altro sa cosa succede, perche'
non ci sono studi abbastanza lunghi che rassicurano in tal senso.
Se neghi questo, sei proprio una faccia di bronzo.
Non esiste regime alimentare al mondo che sia stato studiato a lungo
termine. Dov'è la prova che il tuo regime alimentare a lungo termine
è innocuo?
La risposta è che non si possono fare studi sperimentali lunghi 30
anni.

Allora si può ripiegare sul fronte epidemiologico. Esistono molte
popolazioni che seguono regimi low-carb abbastanza stretti e non
mostrano avere nessuna delle complicazioni che si ipotizzano.
Tra l'altro tutte le popolazioni aborigene di cacciatori/raccoglitori
seguono un regime low-carb, ed è anche l'alimentazione sulla quale
la specie umana, prima dell'invenzione dell'agricoltura (10.000 a.C.,
ma per i Cinesi; per noi indo-europei o ari si parla di 1000 a.C.), si
è evoluta e sviluppata.

Un milione e mezzo di anni in low carb mi sembra un periodo
ragionevolmente lungo per uno studio epidemiologico.
Post by MARA
Tu invece, senza fare pronostici sui tempi, pranzerai con grano,carne e
frutta.=PP
Se togli il grano e metti verdure ed insalata non c'è nessun bisogno
di aspettare!


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
MARA
2004-02-27 15:24:46 UTC
Permalink
Post by Xlater
Aspetta. Qui c'è il trucco.
Dice che non ci sono studi di intervento i cui soggetti abbiano
età media maggiore di 54 anni con durata (dello studio) di più di
90 giorni.
Certo, come vedi non inventa niente, cio' che non e' stato ancora provato,
non e' certo.
Post by Xlater
Il fatto che non ci siano studi con quelle caratteristiche non
significa che esista ragione al mondo per pensare che quelle categorie
siano più a rischio di altre.
No, ma c'e' ragione di pensare che la categoria di persone over 50 e' un po'
piu' a rischio e quindi si va cauti.
Post by Xlater
Inoltre non capisco con quale criterio tu prendi un metastudio che
candidamente dice che non si sbilancia per mettermelo sotto il naso
e dire "Beh, Xlater, perché non rispondi?"
Quello studio è una clava molto più per me nei tuoi confronti che
viceversa.
Non credo proprio, tant'e' vero che ti ha dato fastidio.
Post by Xlater
Vedi, esiste una serie di premesse scientifiche, si ragionamenti, di
verifiche dirette, che hanno portato un sacco di persone alla
conclusione che i regimi alimentari a bassi carboidrati siano una
risposta ideale a tutta una serie di problemi.
Ma Xlater, ma quando mai le premesse sono delle certezze!
Ma sai quante premesse si sono rivelate sbagliate nel corso degli anni? Ci
vuole tempo per queste cose.



Queste persone sono
Post by Xlater
medici, ricercatori, studiosi, o anche semplici appassionati, ma
soprattutto persone che si sono trovate a risolvere un certo tipo
di problema in prima persona
Certo, ed e' giusto che uno sparga la voce in caso di successo personale su
una dieta, pero' non e' detto che vada bene per tutti e per sempre.



Ti sto parlando di un fenomeno mondiale che
Post by Xlater
si è diffuso capillarmente in tutto il mondo, anche grazie ad
internet.
Guarda, io non vado dove va il gregge,le mode di massa non mi interessano.
Post by Xlater
Molto spesso medici e pazienti sono le stesse persone. Atkins ha
inventato la dieta Atkins perché con quell'approccio è riuscito a
dimagrire lui.
Si, lo conosci tu il mistero di Atkins! Come e' morto, perche' e' morto,ecc.




O la dieta low-carb uccide, oppure l'intera
Post by Xlater
scienza dietetica si regge su un mucchio di cazzate.
Ma va', le posizioni non sono cosi' rigide come vorresti far credere.
Post by Xlater
Ma tuttavia ci sono studi (e ormai dovresti saperli a memoria) che
mostrano che sottoponendo gruppi random di soggetti a diversi regimi
dietetici, a parità di calorie, con le diete low carb si perde più
adipe.
Si perde piu' acqua!
Post by Xlater
Sul fatto che tu voglia una PERSONA veramente competente che te lo
venga a dire, cosa posso farci?> Una persona normale, se vede una prova
coi suoi occhi...


Gli studi che trovo per me sono delle prove, e non e' un fatto soggettivo.
Fai male a basarti su premesse, dovresti sapere benissimo che oggi nasce uno
studio che dice x, domani ne nasce un altro che dice y.
Ci vuole tempo per sapere la verita'!
--------------
"La scienza procede a passi, non a salti"
Macaulay

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Xlater
2004-02-27 16:36:10 UTC
Permalink
Post by MARA
Certo, come vedi non inventa niente, cio' che non e' stato ancora provato,
non e' certo.
Il problema è che c'è molto poco di provato e molto poco di certo.
Nel frattempo cosa facciamo? Smettiamo di mangiare?
Post by MARA
Non credo proprio, tant'e' vero che ti ha dato fastidio.
Non mi ha dato particolare fastidio. Mi sottopongono continuamente
cose molto peggiori. Un'assoluzione per mancanza di prove non si
butta mai via.
Post by MARA
Ma Xlater, ma quando mai le premesse sono delle certezze!
Ma sai quante premesse si sono rivelate sbagliate nel corso degli anni? Ci
vuole tempo per queste cose.
E nel frattempo cosa mangiamo? E sulla base di quali certezze?
Post by MARA
Certo, ed e' giusto che uno sparga la voce in caso di successo personale su
una dieta, pero' non e' detto che vada bene per tutti e per sempre.
E' qualcosa di più complesso del classico tam tam e della dieta
della fotocopia. La gente ha condiviso i propri dubbi, le proprie
scoperte, i risultati delle proprie ricerche. Si è creata una base
di conoscenze comuni e di esperienze comuni.

Mi bastano due clic di mouse e sono in grado di sapere tutti i
commenti della comunità low carb sullo studio della Bravata che mi
hai sottoposto. E lo stesso per centinaia di migliaia di altri
studi.
Post by MARA
Guarda, io non vado dove va il gregge,le mode di massa non mi interessano.
Sei stata molto superficiale, in senso culturale, con questa frase.
Nessuno è obbligato a seguire le mode e i greggi. Ma se vivi su
questo pianeta, e hai un minimo di interesse a capire come funzionano
le cose sul pianeta in cui vivi, non puoi ignorare i fenomeni di massa,
provare ad analizzarne le cause, ciò che li innesca, ciò che ne
determina il successo. E' un normale interesse culturale.
Post by MARA
Si, lo conosci tu il mistero di Atkins! Come e' morto, perche' e' morto,ecc.
Se mi scendi al livello di Calimero, poi...
Post by MARA
Post by Xlater
O la dieta low-carb uccide, oppure l'intera
scienza dietetica si regge su un mucchio di cazzate.
Ma va', le posizioni non sono cosi' rigide come vorresti far credere.
Invece purtroppo è così. Stanno diventando matti per trovare una
formula che riconosca le ultime evidenze senza sputtanare del tutto
quello che hanno sostenuto per trenta anni. Mi fanno anche un po'
di tenerezza, sai?
Post by MARA
Post by Xlater
Ma tuttavia ci sono studi (e ormai dovresti saperli a memoria) che
mostrano che sottoponendo gruppi random di soggetti a diversi regimi
dietetici, a parità di calorie, con le diete low carb si perde più
adipe.
Si perde piu' acqua!
Mi dispiace per te, ma in quegli studi viene misurata la composizione
corporea. Quando dico che si perde più adipe, voglio dire proprio
adipe.
Post by MARA
Gli studi che trovo per me sono delle prove, e non e' un fatto soggettivo.
Fai male a basarti su premesse, dovresti sapere benissimo che oggi nasce uno
studio che dice x, domani ne nasce un altro che dice y.
Ci vuole tempo per sapere la verita'!
--------------
"La scienza procede a passi, non a salti"
Macaulay
Negativo!! La scienza procede a salti! I progressi si fanno a forza
di rivoluzioni copernicane e di salti di paradigma. Tutte le scienze
umane procedono a cicli di "solve et coagula", di brevi momenti in cui
tutte le certezze vanno in crisi, e lunghi periodi in cui tutto si
ricostruisce.
La scienza dietetica è sull'orlo di una fase "solve". Altro che
piccolo passi.

Chi è questo Macaulay? Mai sentito...


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
frick
2004-02-27 19:26:06 UTC
Permalink
Post by Xlater
Post by MARA
Guarda, io non vado dove va il gregge,le mode di massa non mi interessano.
hi-hooo hi-hooo io non vadooo con le pecoreee hi-hooo ;Pp
Post by Xlater
Chi è questo Macaulay? Mai sentito...
storico e filosofo empirista d'inizio '800, famoso per un
saggio su bacon e la fiducia nel metodo induttivo che non
si accordava con uno stile alquanto romanzesco
Gianni Petrucci
2004-02-27 15:10:20 UTC
Permalink
Post by MARA
No X, traduci tutto please:dice che non ci sono prove sufficienti PRO O
CONTRO le low carb, ossia non c'e' neanche motivo di raccomandarle.
Specie per gente con piu' di 50 anni e per piu' di 90 GIORNI!!!
Ed in modo particolare quelle con 20g di carbo pro die.
E' questa la sicurezza sulle low carb che traspare dagli studi in rete
nientemeno che dal 1966 ed il 2003!!!!!
Come fai, dico come fai a fare spallucce, sei in malafede!
Ok, ci provo pure io:
Ci dici su quale regime alimentare esistono studi della durata di 30
anni che ne dimostrano l'innocuità?

Fai spallucce? sei in malafede!
Post by MARA
Post by Xlater
Poi dice che chi segue una dieta low-carb tipicamente riduce anche
l'apporto calorico.
NO, dice che il motivo per cui i partecipanti sono dimagriti e' UNICAMENTE
DOVUTO al fatto che le low carb erano in realta' delle diete IPOCALORICHE,
cioe' quello che ho sempre detto e diro'io, fino a che una persona VERAMENTE
COMPETENTE mi dara' le prove che cio' non e' vero.
Tu credi veramente che, ad esempio,
mangiare 2000 kcal al giorno di solo zucchero o
mangiare proteine, carboidrati e grassi in proporzioni anche 15-55-30
(tiè)
ottiene lo stesso effetto in termini di accumulo o perdita di grasso?

Inoltre: assumere un regime alimentare ipocalorico è un fatto
estremamente benefico (è dimostrato scientificamente). Il fatto che
seguendo una low carb questo risulti più facile non ti sembra un
ENORME vantaggio?
Post by MARA
Post by Xlater
Poi vorrebbe sostenere che il peso perso è associato esclusivamente
alla riduzione calorica. Tuttavia ci sono "studi di intervento"
in cui le persone in low-carb dimagrivano di più
No,in realta' la perdita di peso e' dovuta ad una perdita di acqua, non
tritiamo sempre gli stessi argomenti. Tanto e' vero che in quei casi viene
consigliato di bere quantita' enormi di acqua(cosa che pochi riescono a
fare)per non disidratarsi.
ah! quegli studi li hai fatti tu e hai misurato che era perdita
d'acqua!

Te lo chiedo nuovamente: tu credi veramente che, ad esempio,
mangiare 2000 kcal al giorno di solo zucchero o
mangiare proteine, carboidrati e grassi in proporzioni anche 15-55-30
(tiè)
ottiene lo stesso effetto in termini di accumulo o perdita di grasso?

Vediamo come ti arrampichi sui consueti specchi...

Ciao
Gianni
MARA
2004-03-01 15:21:59 UTC
Permalink
Post by Gianni Petrucci
Tu credi veramente che, ad esempio,
mangiare 2000 kcal al giorno di solo zucchero o
mangiare proteine, carboidrati e grassi in proporzioni anche 15-55-30
(tiè)
ottiene lo stesso effetto in termini di accumulo o perdita di grasso?
Ma perche' hai bisogno di riportare esempi assurdi che non ho mai
sostenuto???
Mai detto, e ti rispondo che non e' la stessa cosa, in quanto il corpo ha
bisogno di TUTTI i micro e macro nutrienti.


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Massimo B.
2004-03-01 10:55:47 UTC
Permalink
Post by MARA
Adesso pero' non mi rispondere come Massimo, e cioe' che non avevi visto il
post, che non ci crede nessuno.
Ti fa comodo a te non crederlo perchè illuderti che possa essere rimasto
spiazzato da una tua risposta migliora la tua autostima ed alimenta in te la
speranza di migliorare l'immagine che ti sei fatta all'interno di questo NG.

Mi dispiace, ma ti serve ben altro che il tentativo di farmi passare come un
contapalle!

Ciao!!!

Massimo

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
MARA
2004-03-01 14:55:45 UTC
Permalink
Post by Massimo B.
Ti fa comodo a te non crederlo perchè illuderti che possa essere rimasto
spiazzato da una tua risposta migliora la tua autostima
Ma questa e' una TUA presunzione. Infatti la mia autostima e' gia'alta e non
dipende da luoghi che, scusami se ho bisogno di sottolinearlo, sono
marginali nella mia vita.
Pero' forse se lo hai detto sei tu quello ha in dubbio la propria autostima.




ed alimenta in te la
Post by Massimo B.
speranza di migliorare l'immagine che ti sei fatta all'interno di questo NG.
Ah ah ah,=D questa si che e' bella!!!
Io non ho bisogno di IMMAGINE, siete voi che avete questo problema, avendo
postato dei siti.
Pero' anche qui devo sottolineare che se ne hai parlato, e' proprio a te che
interessa questo aspetto dell'immagine.
Poi quando uno dice la verita' non ha bisogno di preoccuparsi, ripeto, voi
siete CHIARAMENTE in malafede e se non vi copriste tra voi, non avreste
neanche un cane a difendere le posizioni.




--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Massimo B.
2004-03-01 15:50:33 UTC
Permalink
Post by MARA
Post by Massimo B.
Ti fa comodo a te non crederlo perchè illuderti che possa essere rimasto
spiazzato da una tua risposta migliora la tua autostima
Ma questa e' una TUA presunzione.
Infatti la mia autostima e' gia'alta e non
dipende da luoghi che, scusami se ho bisogno di sottolinearlo, sono
marginali nella mia vita.
Sono contento per te, ma non lo si direbbe dai toni che spesso utilizzi nei
tuoi post. Prova a leggere la risposta che hai dato a Xlater come se fosse
scritta da un'altra persona, e poi dimmi se si può pensare che sia una
persona equilibrata che discute in maniera distaccata come imporrebbe una
discussione in un ambito marginale della propria vita. Se t'incazzi sul
serio per qualcosa che ti sta a cuore nella vita reale cosa fai, abbracci
l'interlocutore e ti fai esplodere?
Post by MARA
Pero' forse se lo hai detto sei tu quello ha in dubbio la
propria autostima.
Solitamente in questo periodo accade frequentemente dopo essermi alzato da
tavola al ristorante! [:-)]
Post by MARA
Io non ho bisogno di IMMAGINE, siete voi che avete questo problema, avendo
postato dei siti.
Scusa ma questa non l'ho capita.
Post by MARA
Poi quando uno dice la verita' non ha bisogno di preoccuparsi, ripeto, voi
siete CHIARAMENTE in malafede e se non vi copriste tra voi, non avreste
neanche un cane a difendere le posizioni.
Com'era quella storia della presunzione? [:-)]

Ciao!!!

Massimo



--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
MARA
2004-03-01 22:17:11 UTC
Permalink
Post by Massimo B.
Sono contento per te, ma non lo si direbbe dai toni che spesso utilizzi nei
tuoi post.
Ne sono masochisticamente consapevole.



Prova a leggere la risposta che hai dato a Xlater


Vabbe' Xlater mi manda in bestia.


e poi dimmi se si può pensare che sia una
Post by Massimo B.
persona equilibrata che discute in maniera distaccata come imporrebbe una
discussione in un ambito marginale della propria vita.
Eh, ma e' un argomento appassionante!
Post by Massimo B.
Post by MARA
Pero' forse se lo hai detto sei tu quello ha in dubbio la
propria autostima.
Solitamente in questo periodo accade frequentemente dopo essermi alzato da
tavola al ristorante! [:-)]
Eh, lo sospettavo da tempo...
Post by Massimo B.
Post by MARA
Io non ho bisogno di IMMAGINE, siete voi che avete questo problema, avendo
postato dei siti.
Scusa ma questa non l'ho capita.
Lo so, se qualcuno doveva capire, ha capito.


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/

MARA
2004-03-01 15:11:39 UTC
Permalink
Post by Massimo B.
Ti fa comodo a te
Si dice:1)Ti fa comodo.
OPPURE 2)Fa comodo a te.

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
enrico
2004-02-26 17:40:48 UTC
Permalink
Post by Xlater
Post by MARA
La risposta insulinica che fa tanto paura ai seguaci della zona e giu' di
li' si puo'facilmente tenere sotto controllo con il consumo di fibra,
assumendo cioe' ad ogni pasto verdure, ortaggi e quant'altro contenga fibra
alimentare.
La fibra,quindi, ha un importante ruolo nella prevenzione dell'obesita' e
delle malattie cardiovascolari, non e' necessario dunque fare la fame o
privarsi dei preziosi carboidrati, perche' la fibra permette un rilascio
LENTO degli stessi, e questo non lo dico io ma uno studio neanche tanto
nuovo, ma molto attuale nel suo contenuto.
Questo studio conclude dicendo che le diete ad alto contenuto di fibra
possono proteggere dall'obesita' e dalle malattie cardiovascolari.
Mara sono davvero felice. Finalmente ti stai convincendo dell'importanza
del ruolo dei carboidrati e dell'insulina sull'insorgere dell'obesità.
E' un passaggio davvero importante. Pensa che nemmeno un paio di
giorni fa c'era una tizia che sosteneva che fosse solo una questione
di CALORIE. Che stupidaggine, vero? Si sa che le fibre non cambiano
il contenuto di calorie della dieta.
Invece le fibre aiutano perché rallentano l'assorbimento di
carboidrati, e quindi l'insulina ecc. ecc.
Questi sono i discorsi che mi piace sentire!
Adesso possiamo andare avanti su questa strada. Possiamo fare una
classifica di tutti i cibi contenenti carboidrati sulla base del
rapporto fibre/carboidrati. Più i cibi sono in alto in classifica,
più abbiamo carboidrati "consigliabili".
Vediamo come si piazzano i cereali. :-)
Xlater
certo che vi state facendo un sacco di problemi.
mangia questo , non mangiare quello , ma non sapete che il nostro
organismo ha bisogno di tutti gli alimenti naturali per poter vivere.
il segreto sta tutto nell'intestino.
se l'intestino funziona , tutto quello che è utile viene assimilato ,e
il resto viene espulso.ma per essere assimilato ,
dobbiamo avere la nostra flora intestinale a posto , altrimenti il
cibo non viene demolito,
e le tossine se ne vanno in giro per il nostro corpo.
quanti di voi sanno dell'importanza della flora intestinale?
quanti di voi sanno che la flora intestinale ha bisogno di cibo x
vivere?
lo star bene è come il segreto di pulcinella , aprite gli occhi.
io ho trovato una soluzione che mi fa stare benissimo , mangio di
tutto ,
ho 52 anni ,arrivo a sera che non sono stanco ,grazie ad un frutto
ancora naturale, che mi va a completare quello che manca
nell'alimentazione moderna .
con vitamine , calcio , ferro ,aminoacidi e fibre ecc.
a voi
Sculler
2004-02-26 20:57:04 UTC
Permalink
Post by enrico
lo star bene è come il segreto di pulcinella , aprite gli occhi.
io ho trovato una soluzione che mi fa stare benissimo , mangio di
tutto ,
ho 52 anni ,arrivo a sera che non sono stanco ,grazie ad un frutto
ancora naturale, che mi va a completare quello che manca
nell'alimentazione moderna .
con vitamine , calcio , ferro ,aminoacidi e fibre ecc.
a voi
Dicci, dicci! Qual'è questo frutto?!?!
Alcune frasi tipo "ho trovato la soluzione", "mangio di tutto", "completare
quello che manca nell'alimentazione moderna" sono un po' sospettose e mi
inducono a pensare di conoscerlo questo frutto... Un po' come quando il
professore si accorge che il tema è un copiaticcio da un testo che lui
conosce ormai bene, perché tutti lo copiano pari pari senza nemmeno sapere
quello che dice...
Però tu hai usato il termine "frutto", che mi è nuovo. Quindi potrei pure
sbagliarmi... Pertanto rendici partecipi del tuo segreto, su, è questo il
bello dei NG!

Ciao
--
Sculler, ICQ# 147722075
"Ove c'è molta luce, l'ombra è più cupa"
"Le cose che amiamo, ci modellano"
Wolfgang Goethe
MARA
2004-02-27 14:22:46 UTC
Permalink
Post by Sculler
Post by enrico
lo star bene è come il segreto di pulcinella , aprite gli occhi.
io ho trovato una soluzione
Dicci, dicci! Qual'è questo frutto?!?!
Pertanto rendici partecipi del tuo segreto, su, è questo il
Post by Sculler
bello dei NG!
Quoto.

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Xlater
2004-02-27 15:42:28 UTC
Permalink
Post by enrico
ho 52 anni ,arrivo a sera che non sono stanco ,grazie ad un frutto
ancora naturale,
L'unico frutto dell'amor
E' la banaaaaana, è la banaaaaaaana...


Xlater

P.S. Il problema dell'alimentazione moderna è davvero "quello che
manca"? Non sarà piuttosto "quello che c'è di troppo"? Quello, amico
mio, non lo risolvi con il tuo frutto magico.
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
enrico
2004-02-28 16:02:44 UTC
Permalink
Post by Xlater
Post by enrico
ho 52 anni ,arrivo a sera che non sono stanco ,grazie ad un frutto
ancora naturale,
L'unico frutto dell'amor
E' la banaaaaana, è la banaaaaaaana...
Xlater
P.S. Il problema dell'alimentazione moderna è davvero "quello che
manca"? Non sarà piuttosto "quello che c'è di troppo"? Quello, amico
mio, non lo risolvi con il tuo frutto magico.
purtroppo è vero , nell'alimentazione moderna , manca quello che è
utile ,
ma c'è di troppo di quello nocivo.
è il nostro organismo che si deve difendere ,con le proprie armi.
le armi come ben sai sono le difese immunitarie , che purtroppo si
stanno sempre piu' indebolendo ,sia per colpa dell'alimentazione
scarsa di proprietà nutrizionali ,sia per colpa dei conservanti,dei
medicinali ecc.
da un paio d'anni sto studiando la funzione del nostro intestino , che
qualcuno ha definito il nostro secondo cervello ,ebbene ho scoperto
l'importanza della flora intestinale.
mi sono reso conto che molte persone ,non sanno la funzione che la
flora ha all'interno del nostro intestino , ma sopratutto non sa che
anche la flora intestinale, per essere efficente ha bisogno di cibarsi
e a sua volta moltiplicarsi.
perchè questo succeda , ha bisogno di una alimentazione ricca di fibre
,detta prebiotica ,in modo che i fermenti detti probiotici,possano
moltiplicarsi in modo ,come sapete esponenziale.
bene io che avevo problemi di digestione ,di stanchezza perchè il mio
lavoro mi porta ad essere in piedi più di 10 ore al giorno ,e un
inizio di emorroidi ,un giorno ho conosciuto un signore ,che con tutta
tranquillità , parlando del più
e del meno ,mi fece conoscere il frutto del baobab ,ricco di proprietà
nutrizionali ,e con un grosso effetto prebiotico.
io non ero mai entrato in una erboristeria ,ma dopo la descrizione
fatta, essendo un frutto ,tutto naturale ,cominciai ad assumerlo,dico
assumerlo perchè la polpa è in polvere ,disidratata dalla pianta
stessa,e da allora il mio stato di benessere è eccezzionale.
il mio intestino sta lavorando di un bene che non vi dico , e il tutto
si riflette su tutto il mio corpo .
provate ad informarvi anche voi ,poi ne riparleremo.

aspettando i vostri commenti sarcastici e di incredulità
un saluto da enrico
GP
2004-02-28 20:43:51 UTC
Permalink
Post by enrico
aspettando i vostri commenti sarcastici e di incredulità
un saluto da enrico
il primo commento che viene da fare riguarda la punteggiatura e la
grammatica.... da rivedere....

Comunque, lo voglio provare 'sto frutto del baobab,
al massimo l'erborista mi prende per deficiente...

Ciao!
Gianni
Xlater
2004-03-01 12:33:19 UTC
Permalink
Post by enrico
da un paio d'anni sto studiando la funzione del nostro intestino , che
qualcuno ha definito il nostro secondo cervello ,ebbene ho scoperto
l'importanza della flora intestinale.
mi sono reso conto che molte persone ,non sanno la funzione che la
flora ha all'interno del nostro intestino , ma sopratutto non sa che
anche la flora intestinale, per essere efficente ha bisogno di cibarsi
e a sua volta moltiplicarsi.
Non è esattamente così. I diversi ceppi batterici trovano il loro
equilibrio ottimale in certe condizioni. Se il cibo disponibile
dovesse crescere in maniera importante tale equilibrio non sarebbe
più rispettato, e alcuni ceppi proliferebbero a scapito di altri,
mandando l'equilibrio a pallino.

D'altra parte questi batteri si nutrono di zuccheri. Non c'è niente
di "magico" quando si parla della loro nutrizione.
Post by enrico
perchè questo succeda , ha bisogno di una alimentazione ricca di fibre
,detta prebiotica ,in modo che i fermenti detti probiotici,possano
moltiplicarsi in modo ,come sapete esponenziale.
Le fibre sono glucidi che non vengono scissi nello stomaco e quindi
si prestano ad essere cibo per la flora intestinale. E' la ragione per
cui i legumi producono gas intestinali. Anche qui non c'è niente di
magico.
Post by enrico
bene io che avevo problemi di digestione ,di stanchezza perchè il mio
lavoro mi porta ad essere in piedi più di 10 ore al giorno ,e un
inizio di emorroidi ,un giorno ho conosciuto un signore ,che con tutta
tranquillità , parlando del più
e del meno ,mi fece conoscere il frutto del baobab ,ricco di proprietà
nutrizionali ,e con un grosso effetto prebiotico.
io non ero mai entrato in una erboristeria ,ma dopo la descrizione
fatta, essendo un frutto ,tutto naturale ,cominciai ad assumerlo,dico
assumerlo perchè la polpa è in polvere ,disidratata dalla pianta
stessa,e da allora il mio stato di benessere è eccezzionale.
il mio intestino sta lavorando di un bene che non vi dico , e il tutto
si riflette su tutto il mio corpo .
provate ad informarvi anche voi ,poi ne riparleremo.
Quello che so è che il baobab è utilizzato ampiamente in alcuni
paesi africani per l'alimentazione. Sono paesi in cui la fame è
un problema serio. Esistono studi sulle proprietà nutritive dei
derivati di baobab, con molti risultati interessanti (anche omega 3)
ma nulla che giustifichi questo entusiasmo sull'attivita prebiotica.
Anzi: alcuni derivati del baobab hanno proprieta antimicrobiche,
al punto da essere usati per la disinfestazione.

C'è un'azienda veronese che si è messa in testa di fare un business
con la vendita in erboristeria di integratori naturali a base
di baobab.
L'idea non è male. La materia prima la si importa dal terzo mondo
a due lire, la lavorazione e semplice, e in giro c'è sempre un vasto
mercato di gente pronta a gettarsi (e a gettare soldi) sull'ultimo
grido di pilloletta magica.
Il sito è a questo indirizzo:

http://www.baobabfruitco.com

C'è tutta una raccolta di studi che sembrano dimostrare che i
derivati del baobab possono essere buoni integratori di vitamine
di sali minerali e di fibra (un po' come tutti i frutti). Non si
parla affatto di questi benefici miracolosi sulla flora intestinale.

L'impressione è che il nostro enrico stia cercando di utilizzare
ISA per fare un po' di propaganda a questi prodotti. Lo stile mi
sembra quello.
Post by enrico
aspettando i vostri commenti sarcastici e di incredulità
un saluto da enrico
Un saluto da Xlater

Cerco un po' d'africa in giardino
Tra l'oleandro e il baobab....
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Continua a leggere su narkive:
Loading...