Discussione:
La dura lotta contro i carbo!
(troppo vecchio per rispondere)
Sara2004
2004-07-05 20:16:47 UTC
Permalink
Salve a tutti,

vi lurko da un pò, da quando cioè - un mese ca. - sto cercando di cambiare
stile alimentare. L'idea
sarebbe quella di adattarsi a un'alimentazione low carb, sperando di
riuscire a tenere a bada gli
introiti di carboidrati senza penalizzare eccessivamente i grassi
(soprattutto quelli buoni, EVO in
primis). Sto cercando anche di tenere un diario....credetemi aiuta ;-) E
appunto noto che,
nonostante gli sforzi, la mia quota pro die di carboidrati è mediamente
sui 200 gr.! Alla faccia del
low!! O non mi accorgo di quanto magno o sti carbo sono in agguato
ovunque. O forse sbaglio i
conti, mi chiedo allora quanto ca..pperi ne mangiassi prima, di
carboidrati. Voi low-carbisti
definitivi come fate, come vi regolate? A sto punto sto pensando di
provare a sradicare del tutto
pasta-pane-riso, ma la vedo difficile, uff ;-( Un'altra cosa che non mi
spiego è questa: da un paio
di giorni, tra festeggiamenti dovuti a compleanni e altro, ho un pò
sgarrato (non gozzovigliato,
eppure...). E adesso sono GONFISSIMA. Forse dipende dal ciclo, ma mi
chiedo se invece non sia
questa (tentata) dieta low carb che mentre t'asciuga e ti fa stare bene
(questo l'ho visto e provato)
poi ti punisce quando l'abbandoni per un paio di giorni. Oddio, forse ho
solo in testa una gran
confusione (forse ho impostato male la dieta). E allora ho postato qui. Se
mi spiegate un pò mi
fate veramente un GRANDE favore. GRAZIE.

Sara
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Xlater
2004-07-05 21:24:12 UTC
Permalink
Post by Sara2004
Salve a tutti,
L'idea
sarebbe quella di adattarsi a un'alimentazione low carb, sperando di
riuscire a tenere a bada gli
introiti di carboidrati senza penalizzare eccessivamente i grassi
(soprattutto quelli buoni, EVO in
primis).
Sono "buoni" anche i grassi di origine animale. Da tenere sotto
controllo gli oli di semi. Da evitare come la peste i "grassi vegetali
parzialmente idrogenati" che sono un vero veleno per l'organismo.
Post by Sara2004
Sto cercando anche di tenere un diario....credetemi aiuta ;-) E
appunto noto che,
nonostante gli sforzi, la mia quota pro die di carboidrati è mediamente
sui 200 gr.!
Non mi sorprende.
Post by Sara2004
Alla faccia del
low!! O non mi accorgo di quanto magno o sti carbo sono in agguato
ovunque. O forse sbaglio i
conti, mi chiedo allora quanto ca..pperi ne mangiassi prima, di
carboidrati. Voi low-carbisti
definitivi come fate, come vi regolate? A sto punto sto pensando di
provare a sradicare del tutto
pasta-pane-riso, ma la vedo difficile
Temo proprio che, almeno per un periodo, dovresti proprio sradicare
totalmente pasta, pane, riso, cereali vari, farinacei, patate, ecc. E'
bene che la quasi totalità dei carboidrati provenga da frutta e verdura.
Una volta che ti sei abituata al regime non ti sarà difficile
considerare pasta ecc. come cibi da consumare "una tantum".
Post by Sara2004
, uff ;-( Un'altra cosa che non mi
spiego è questa: da un paio
di giorni, tra festeggiamenti dovuti a compleanni e altro, ho un pò
sgarrato (non gozzovigliato,
eppure...). E adesso sono GONFISSIMA. Forse dipende dal ciclo, ma mi
chiedo se invece non sia
questa (tentata) dieta low carb che mentre t'asciuga e ti fa stare bene
(questo l'ho visto e provato)
poi ti punisce quando l'abbandoni per un paio di giorni.
Quando si riprende a mangiare carbo ci si sente peggio. Ma solo perché
ci si era abituati a stare meglio. Chi si ingozza di carbo (salvo
particolare rara predisposizione genetica) sta male, ma non lo sa, e
crede che quella sia la normalità.

Comunque non è mai un grosso problema. Appena si riprende a mangiare con
la giusta quantità di carbo si ritorna subito nella condizione ideale.
Forse quando ci si rimette sui binari è addirittura preferibile stare
ancora più stretti coi carbo per qualche giorno, per tornare presto a
regime.
Post by Sara2004
Oddio, forse ho
solo in testa una gran
confusione (forse ho impostato male la dieta). E allora ho postato qui. Se
mi spiegate un pò mi
fate veramente un GRANDE favore. GRAZIE.
200 gr al giorno sodo davvero tanti per parlare di low-carb, a meno di
essere un'atleta che si allena a lungo ed intensamente.
Cerca di stare perlomeno sotto gli 80.


Xlater
Davide C
2004-07-05 21:47:22 UTC
Permalink
Post by Xlater
200 gr al giorno sodo davvero tanti per parlare di low-carb, a meno di
essere un'atleta che si allena a lungo ed intensamente.
Cerca di stare perlomeno sotto gli 80.
ciao...
domanda, io prendo carbo soprattutto da frutta e verdura (e latte...)
ma mangio anche a olazione 100gr di cereali e a pranzo in media 80 gr di
riso (bollito + olio EV)
ho provato a togliere il riso ma in palestra (mi alleno 4 volte a sett con i
pesi + 1 di scherma)
è una tragedia... le prestazioni cadono sotto i talloni...

eppure sono curioso alla morte di provare una lowcarb... le energie da dove
dovrei trarle?
dai grassi giusto? ma in che quantità? ad sempio la carne rossa, i formaggi
freschi sono fonti valide?
e poi, ricorrere a questi alimenti che impatto ha su colesterolo e
trigliceridi (ci ho messo 1 anno e pussa a mettere sotto controlli sti
fetentoni..)

volendo impostare una dieta low carb come si dovrebbe procedere? cambio
netto dall'oggi al domani?

scusa le domande ma ho il "terrore" di ingrassare :) (causa vita precedente
panzosa)


giusto per completare il mio "quadro":
maschio, 27 anni, 172 cm x 82kg (a gen2003 ero 102kg)
devo perdere ancora almeno ~10kg per considerarmi quasi ok.... (dovrei avere
una %fat del 20-22%)
ah .. non mangio pane, pasta, dolci, ne bevo alcolici o bevande tipo coca
cola

grazie

Dav
Xlater
2004-07-05 22:32:54 UTC
Permalink
Post by Davide C
Post by Xlater
200 gr al giorno sodo davvero tanti per parlare di low-carb, a meno di
essere un'atleta che si allena a lungo ed intensamente.
Cerca di stare perlomeno sotto gli 80.
ciao...
domanda, io prendo carbo soprattutto da frutta e verdura (e latte...)
ma mangio anche a olazione 100gr di cereali e a pranzo in media 80 gr di
riso (bollito + olio EV)
ho provato a togliere il riso ma in palestra (mi alleno 4 volte a sett con i
pesi + 1 di scherma)
è una tragedia... le prestazioni cadono sotto i talloni...
Con un'attività fisica così frequente la tua soglia "low carb" è
sicuramente più alta di quella di un sedentario. Questa è una premessa
importante.

Per quanto riguarda l'allenamento coi pesi, secondo me il punto centrale
non è quanto peso riesci ad alzare, ma il tipo di stimolo fisiologico
ormonale che il tuo corpo recepisce. Allenarsi in scarsità di glicogeno
potrebbe costituire uno stimolo anabolico molto potente anche se i kg
che alzi sono appena un po' di meno.
Per la scherma, non saprei. E' chiaro che se vai incontro ad una
competizione è bene avere i serbatoi di glicogeno pieni.
Post by Davide C
eppure sono curioso alla morte di provare una lowcarb... le energie da dove
dovrei trarle?
I muscoli recuperano i depositi di glicogeno anche in un regime low
carb. Magari più lentamente, magari senza super compensare, ma li
recuperano. L'energia, quando fai sport intenso, viene in massima parte
dal glicogeno muscolare.
Post by Davide C
dai grassi giusto? ma in che quantità? ad sempio la carne rossa, i formaggi
freschi sono fonti valide?
Certo. Anche i formaggi non freschi (sono solo più poveri d'acqua)
Post by Davide C
e poi, ricorrere a questi alimenti che impatto ha su colesterolo e
trigliceridi (ci ho messo 1 anno e pussa a mettere sotto controlli sti
fetentoni..)
L'impatto negativo sul colesterolo e sui trigliceridi ce l'hanno i
carboidrati. Nessuno è riuscito a dimostrare che una dieta low carb ha
un impatto negativo sulla lipidemia. E dire che sono 30 anni che ci
provano....
Post by Davide C
volendo impostare una dieta low carb come si dovrebbe procedere? cambio
netto dall'oggi al domani?
scusa le domande ma ho il "terrore" di ingrassare :) (causa vita precedente
panzosa)
maschio, 27 anni, 172 cm x 82kg (a gen2003 ero 102kg)
devo perdere ancora almeno ~10kg per considerarmi quasi ok.... (dovrei avere
una %fat del 20-22%)
ah .. non mangio pane, pasta, dolci, ne bevo alcolici o bevande tipo coca
cola
Beh, considerando che sei già in un thread positivo, io al tuo posto
proverei gradualmente a ridurre la quota di carbo, eliminando man mano i
cereali da colazione ed il riso, aumentando la verdura e la frutta e
reintroducendo qualche cibo finora evitato perché "troppo grasso". Dal
punto di vista nutrizionale hai tutto da guadagnare.

Vedi come risponde il tuo organismo (ma non subito, dagli tempo di
adattarsi al nuovo regime). Se non dovesse funzionare sei sempre in
tempo per tornare alle tue abitudini solite.


Xlater
Andrea Tibaldi
2004-07-06 06:44:42 UTC
Permalink
Post by Xlater
I muscoli recuperano i depositi di glicogeno anche in un regime low
carb. Magari più lentamente, magari senza super compensare, ma li
recuperano.
Si, magari in 3-4 giorni li recuperano... E durante quel tempo cosa fai, la
penichella? I muscoli reintegrano i carbo in modo ottimale entro le 4 ore
dall'allenamento, se non ricarichi entro quel tempo perdi in prestazione.

Andrea Tibaldi
www.cibo360.it

.
Post by Xlater
Post by Davide C
dai grassi giusto? ma in che quantità? ad sempio la carne rossa, i formaggi
freschi sono fonti valide?
Certo. Anche i formaggi non freschi (sono solo più poveri d'acqua)
Post by Davide C
e poi, ricorrere a questi alimenti che impatto ha su colesterolo e
trigliceridi (ci ho messo 1 anno e pussa a mettere sotto controlli sti
fetentoni..)
L'impatto negativo sul colesterolo e sui trigliceridi ce l'hanno i
carboidrati. Nessuno è riuscito a dimostrare che una dieta low carb ha
un impatto negativo sulla lipidemia. E dire che sono 30 anni che ci
provano....
Post by Davide C
volendo impostare una dieta low carb come si dovrebbe procedere? cambio
netto dall'oggi al domani?
scusa le domande ma ho il "terrore" di ingrassare :) (causa vita precedente
panzosa)
maschio, 27 anni, 172 cm x 82kg (a gen2003 ero 102kg)
devo perdere ancora almeno ~10kg per considerarmi quasi ok.... (dovrei avere
una %fat del 20-22%)
ah .. non mangio pane, pasta, dolci, ne bevo alcolici o bevande tipo coca
cola
Beh, considerando che sei già in un thread positivo, io al tuo posto
proverei gradualmente a ridurre la quota di carbo, eliminando man mano i
cereali da colazione ed il riso, aumentando la verdura e la frutta e
reintroducendo qualche cibo finora evitato perché "troppo grasso". Dal
punto di vista nutrizionale hai tutto da guadagnare.
Vedi come risponde il tuo organismo (ma non subito, dagli tempo di
adattarsi al nuovo regime). Se non dovesse funzionare sei sempre in
tempo per tornare alle tue abitudini solite.
Xlater
Xlater
2004-07-06 11:46:38 UTC
Permalink
Post by Andrea Tibaldi
Si, magari in 3-4 giorni li recuperano... E durante quel tempo cosa fai, la
penichella? I muscoli reintegrano i carbo in modo ottimale entro le 4 ore
dall'allenamento, se non ricarichi entro quel tempo perdi in prestazione.
Cosa intendi esattamente per "reintegro ottimale"?

Quando il reintegro della scorta di glicogeno è compiuto al 100%
cosa cambia se è avvenuto in 4 ore, in 8 ore, in 12 ore o in 24 ore.
Se uno nel frattempo non ha una gara, che problema c'è?

Mica si deve stare immobili a letto a dormire se i muscoli non sono
pieni di glicogeno al 100%.


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Andrea Tibaldi
2004-07-06 13:58:28 UTC
Permalink
Post by Xlater
Post by Andrea Tibaldi
Si, magari in 3-4 giorni li recuperano... E durante quel tempo cosa fai, la
penichella? I muscoli reintegrano i carbo in modo ottimale entro le 4 ore
dall'allenamento, se non ricarichi entro quel tempo perdi in
prestazione.
Post by Xlater
Cosa intendi esattamente per "reintegro ottimale"?
Completo.
Post by Xlater
Quando il reintegro della scorta di glicogeno è compiuto al 100%
cosa cambia se è avvenuto in 4 ore, in 8 ore, in 12 ore o in 24 ore.
Se uno nel frattempo non ha una gara, che problema c'è?
Cambia eccome. Il muscolo prima reintegra le energie, poi supercompensa. Se
non reintegri le energie, la supercompensazione ne risente e in definitiva,
l'allenamento ne risente.

Andrea Tibaldi
www.cibo360.it
Post by Xlater
Mica si deve stare immobili a letto a dormire se i muscoli non sono
pieni di glicogeno al 100%.
Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
rusca_64
2004-07-06 14:45:08 UTC
Permalink
" > > Quando il reintegro della scorta di glicogeno è compiuto al 100%
Post by Andrea Tibaldi
Post by Xlater
cosa cambia se è avvenuto in 4 ore, in 8 ore, in 12 ore o in 24 ore.
Se uno nel frattempo non ha una gara, che problema c'è?
Cambia eccome. Il muscolo prima reintegra le energie, poi supercompensa. Se
non reintegri le energie, la supercompensazione ne risente e in definitiva,
l'allenamento ne risente.
anche a me risulta sia molto importante reintegrare piuttosto velocemente
le energie , soprattutto ( ma non ne sono sicuro ) per accellelare
l'anabolismo
muscolare ed evitare quindi il suo catabolismo

u grazie a chi è in grado di approfondire , smentire queste cose
ciao
rusca
New Xlater
2004-07-06 18:29:09 UTC
Permalink
Post by Andrea Tibaldi
Post by Xlater
Cosa intendi esattamente per "reintegro ottimale"?
Completo.
Quindi stai dicendo che se non si reintegra tutto entro quattro
ore dall'allenamento il muscolo è impossibilitato a reintegrare
le scorte al 100%?

Non l'avevo mai sentita.
Post by Andrea Tibaldi
Post by Xlater
Quando il reintegro della scorta di glicogeno è compiuto al 100%
cosa cambia se è avvenuto in 4 ore, in 8 ore, in 12 ore o in 24 ore.
Se uno nel frattempo non ha una gara, che problema c'è?
Cambia eccome. Il muscolo prima reintegra le energie, poi supercompensa. Se
non reintegri le energie, la supercompensazione ne risente e in definitiva,
l'allenamento ne risente.
Se parli di supercompensazione in termini di glicogeno, non sono
così sicuro che le prestazioni ne risentano così drammaticamente.
Un muscolo lavora benissimo anche se non è strapieno.

Quanto alla supercompensazione in termini di resintesi dei tessuti,
si tratta di una leggenda. Non esiste nessuna ragione al mondo,
in termini di biochimica, per cui in un muscolo non pieno al 100% di
glicogeno debba essere inibita la sintesi proteica.


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Silver
2004-07-07 19:29:48 UTC
Permalink
Post by New Xlater
Quanto alla supercompensazione in termini di resintesi dei tessuti,
si tratta di una leggenda. Non esiste nessuna ragione al mondo,
in termini di biochimica, per cui in un muscolo non pieno al 100% di
glicogeno debba essere inibita la sintesi proteica.
Mi intrometto perchè forse ho inteso male questa frase.
tu dici che un muscolo non pieno al 100% possa avere sintesi proteica e
quindi ingrossarsi? Dunque essendo il muscolo quasi mai pieno in regime
ipocalorico, una dieta iperprotica e ipocalorica è idonea anche per l'utente
medio della palestra(ossia coloro che non vogliono ingrassare come bovini
d'inverno per poi dimagrire in primavera)?
Xlater
2004-07-12 16:14:23 UTC
Permalink
Post by Silver
Mi intrometto perchè forse ho inteso male questa frase.
tu dici che un muscolo non pieno al 100% possa avere sintesi proteica e
quindi ingrossarsi?
Non mi risulta che esistano ragioni per cui sia necessario che il
muscolo sia pieno al 100% di glicogeno perché avvenga la sintesi
proteica.
Post by Silver
Dunque essendo il muscolo quasi mai pieno in regime
ipocalorico, una dieta iperprotica e ipocalorica è idonea anche per l'utente
medio della palestra(ossia coloro che non vogliono ingrassare come bovini
d'inverno per poi dimagrire in primavera)?
Non so quale possa essere l'approccio migliore per chi ha obiettivi
di tipo agonistico, e quindi di una massa muscolare maggiore di quella
fisiologicamente desiderabile.

Però sono convinto che una dieta che tenga entro i giusti limiti
l'apporto di carboidrati possa essere una soluzione ottimale per
"l'utente medio della palestra", sia perché è buona cosa rimanere
sostanzialmente asciutti per tutto l'anno, sia perché un apporto
limitato di carboidrati ha un effetto positivo sull'equilibrio
ormonale complessivo, ottimizzando le risposte all'allenamento e
facilitando quindi anche lo sviluppo.

Una dieta ricca di grassi e povera di zuccheri aumenta la presenza
di testosterone "attivo" in circolo, mentre una dieta povera di
grassi e ricca di zuccheri provoca l'esatto contrario.


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Silver
2004-07-12 19:03:51 UTC
Permalink
Post by Xlater
Non mi risulta che esistano ragioni per cui sia necessario che il
muscolo sia pieno al 100% di glicogeno perché avvenga la sintesi
proteica.
Questo significa che non hai trovato prove contrarie giusto? Allora possiamo
riassumere: "La sintesi proteica è ottimizzata col muscolo pieno di
glicogeno, ma è comunque presente, anche se in percentuali non
determinabili, a muscolo non pieno".
Post by Xlater
Non so quale possa essere l'approccio migliore per chi ha obiettivi
di tipo agonistico, e quindi di una massa muscolare maggiore di quella
fisiologicamente desiderabile.
Però sono convinto che una dieta che tenga entro i giusti limiti
l'apporto di carboidrati possa essere una soluzione ottimale per
"l'utente medio della palestra", sia perché è buona cosa rimanere
sostanzialmente asciutti per tutto l'anno, sia perché un apporto
limitato di carboidrati ha un effetto positivo sull'equilibrio
ormonale complessivo, ottimizzando le risposte all'allenamento e
facilitando quindi anche lo sviluppo.
Io la vedo così invece, sia se sei 180 cm per 100 kg con obbiettivo 105 kg
sia se invece sei 180 per 65 kg con obbiettivo 75kg: utente medio e BBer
hanno in comune che vanno in palestra per mettere su massa più velocemente
possibile....come si fa questo? favorendo la sintesi proteica, cioè avendo
il muscolo sempre pieno di glicogeno, quindi con una dieta con abbastanza
carbo. Il problema è che l'"abbastanza" è impossibile da determinare, quindi
si finisce con gli eccessi tipici del periodo di massa dei BBer.
La differenza dei due modelli è che l'utente medio una volta raggiunti i
suoi 75kg si ferma e può passare a una dieta con moderato apporto di carbo,
mentre il BBer continuerà il regime dietetico(aggiunto magari a
qualcos'altro) per perseguire i suoi fini.

Per quanto possa importare sono d'accordo che è meglio non subire continue
variazioni importanti di peso come i BBer, ma avere un trend stabile
(dimagrimento, ingrosssamento, mantenimento) nel lungo periodo; non per
niente è ciò che tento di far io.
Andrea Tibaldi
2004-07-08 13:58:12 UTC
Permalink
Post by New Xlater
Quanto alla supercompensazione in termini di resintesi dei tessuti,
si tratta di una leggenda. Non esiste nessuna ragione al mondo,
in termini di biochimica, per cui in un muscolo non pieno al 100% di
glicogeno debba essere inibita la sintesi proteica.
Supponiamo che quello che tu dici sia vero. Allora qualunque persona
potrebbe andare in palestra, fare allenamento di potenza mentre segue una
dieta ipocalorica, acquistando muscoli e perdendo grasso contemporaneamente.
Vallo a dire su ISP e vedi cosa ti rispondono.

La cosa che a te non torna è una delle basi dell'allenamento... Tra questa e
quella che un muscolo in deplezione di glicogeno non è meno turgido, non so
qual'è la peggiore che hai detto...

Andrea Tibaldi
www.cibo360.it
AlessandrO
2004-07-08 15:33:21 UTC
Permalink
Post by Andrea Tibaldi
Supponiamo che quello che tu dici sia vero. Allora qualunque persona
potrebbe andare in palestra, fare allenamento di potenza mentre segue
una dieta ipocalorica, acquistando muscoli e perdendo grasso
contemporaneamente. Vallo a dire su ISP e vedi cosa ti rispondono.
scusa, ma detta così non significa nulla.
mettere muscolo e perdere grasso contemporaneamente non è possibile per
nessuno, qualsiasi sia la dieta, tranne che per i veri principianti e
(forse) per chi fa uso di sostanze dopanti.
io trovo sensato (son disponibile a leggere studi) che se il muscolo è ben
saturo di glicogeno la sua sintesi sarà sicuramente migliore. penso però che
il punto nodale sia: di quanto? io non lo so. di una frazione rilevante?
ceteris paribus, la sintesi va a 1/3 (e sarebbe rilevante) o va al 95% (e
allora chi se ne frega se non sono bello carico di glicogeno)? ci sono
evidenze scientifiche in proposito? parliamone
Post by Andrea Tibaldi
La cosa che a te non torna è una delle basi dell'allenamento... Tra
questa e quella che un muscolo in deplezione di glicogeno non è meno
turgido, non so qual'è la peggiore che hai detto...
per far "apparire" il muscolo in bella vista ci sono diversi sistemi, più o
meno efficaci, alcuni anche pericolosi. ma questo non cambia la reale
consistenza del tessuto muscolare. "apparirà" più grosso, perchè pieno di
glicogeno o meno, ma non per questo è diverso da quando è scarico. qui si
parla di apparenza. xlater intendeva questo e si era già spiegato, mi pare,
su isp.
Andrea Tibaldi
2004-07-10 08:40:33 UTC
Permalink
Post by AlessandrO
ci sono
evidenze scientifiche in proposito? parliamone
Sinceramente poco mi importa. Io non mi alimento con il bilancino per essere
al 100% (e nono credo nemmeno che sia utile). Ho una filosofia generale ben
precisa che mi dice che devo reintegrare tutti i carbo spesi. Per me essere
scarico di glicogeno per più di qualche ora significa solo una cosa: che
sono a dieta. Se sono in regime normocalorico i miei muscoli, in linea di
massima, sono pieni. All'80, al 90, al 100, che ne so? Un conto è la teoria
e un conto è la pratica. Se scoprissi che reintegrando all'80% ho una
sintesi proteica ottimale, risponderei che è assurdo pensare di calcolare un
reintegro con una percentuale di precisione di +- 10% e quindi si parla di
tante belle cose ma in pratica si parla di cose irrealizzabili, o meglio
inutili dal mio punto di vista. Io mangio per piacere, entro alcuni limiti
che mi consentono di essere efficiente fisicamente (prima di tutto: magro).
Se dovessi controllare la mia alimentazione in modo superigoroso perderei
troppo dal punto di vista del piacere e questo non lo tollero.

Quando parlo con Xlater parlo con uno che ha una filosofia completamente
diversa dalla mia, ma non solo sotto l'aspetto nutrizionale, quindi è
abbastanza inutile discutere, io ho sempre ragione lui pure. Io credo che
bisogna fare attività fisica intensamente, il che cozza decisamente con la
filosofia low-carb e questo è dimostrato da tutti quelli (mi sembra
purtroppo pochi) che qui praticano una attività fisica intensa. Credo che i
low-carber veri e convinti che postano qui non sanno nemmeno cosa voglia
dire farsi un'ora di attività fisica al limite delle proprie possibilità,
con il cuore che viaggia dai 160 in su. Si ricrederebbero sull'utilità dei
carbo in una sana alimentazione...
Insomma la filosofia low carb, a mio parere, è un modo per rimanere magri e
sedentari e nell'ottica di un fisico forte e sano è una strategia che
ritengo perdente. Cioè non si deve essere solo magri ma forti e magri.

Andrea Tibaldi
www.cibo360.it


Andrea Tibaldi
www.cibo360.it
Post by AlessandrO
Post by Andrea Tibaldi
La cosa che a te non torna è una delle basi dell'allenamento... Tra
questa e quella che un muscolo in deplezione di glicogeno non è meno
turgido, non so qual'è la peggiore che hai detto...
per far "apparire" il muscolo in bella vista ci sono diversi sistemi, più o
meno efficaci, alcuni anche pericolosi. ma questo non cambia la reale
consistenza del tessuto muscolare. "apparirà" più grosso, perchè pieno di
glicogeno o meno, ma non per questo è diverso da quando è scarico. qui si
parla di apparenza. xlater intendeva questo e si era già spiegato, mi pare,
su isp.
Andrea Tibaldi
2004-07-10 18:58:29 UTC
Permalink
Post by AlessandrO
ci sono
evidenze scientifiche in proposito? parliamone
Sinceramente poco mi importa. Io non mi alimento con il bilancino per essere
al 100% (e nono credo nemmeno che sia utile). Ho una filosofia generale ben
precisa che mi dice che devo reintegrare tutti i carbo spesi. Per me essere
scarico di glicogeno per più di qualche ora significa solo una cosa: che
sono a dieta. Se sono in regime normocalorico i miei muscoli, in linea di
massima, sono pieni. All'80, al 90, al 100, che ne so? Un conto è la teoria
e un conto è la pratica. Se scoprissi che reintegrando all'80% ho una
sintesi proteica ottimale, risponderei che è assurdo pensare di calcolare un
reintegro con una percentuale di precisione di +- 10% e quindi si parla di
tante belle cose ma in pratica si parla di cose irrealizzabili, o meglio
inutili dal mio punto di vista. Io mangio per piacere, entro alcuni limiti
che mi consentono di essere efficiente fisicamente (prima di tutto: magro).
Se dovessi controllare la mia alimentazione in modo superigoroso perderei
troppo dal punto di vista del piacere e questo non lo tollero.

Quando parlo con Xlater parlo con uno che ha una filosofia completamente
diversa dalla mia, ma non solo sotto l'aspetto nutrizionale, quindi è
abbastanza inutile discutere, io ho sempre ragione lui pure. Io credo che
bisogna fare attività fisica intensamente, il che cozza decisamente con la
filosofia low-carb e questo è dimostrato da tutti quelli (mi sembra
purtroppo pochi) che qui praticano una attività fisica intensa. Credo che i
low-carber veri e convinti che postano qui non sanno nemmeno cosa voglia
dire farsi un'ora di attività fisica al limite delle proprie possibilità,
con il cuore che viaggia dai 160 in su. Si ricrederebbero sull'utilità dei
carbo in una sana alimentazione...
Insomma la filosofia low carb, a mio parere, è un modo per rimanere magri e
sedentari e nell'ottica di un fisico forte e sano è una strategia che
ritengo perdente. Cioè non si deve essere solo magri ma forti e magri.

Andrea Tibaldi
www.cibo360.it


Andrea Tibaldi
www.cibo360.it
Post by AlessandrO
Post by Andrea Tibaldi
La cosa che a te non torna è una delle basi dell'allenamento... Tra
questa e quella che un muscolo in deplezione di glicogeno non è meno
turgido, non so qual'è la peggiore che hai detto...
per far "apparire" il muscolo in bella vista ci sono diversi sistemi, più o
meno efficaci, alcuni anche pericolosi. ma questo non cambia la reale
consistenza del tessuto muscolare. "apparirà" più grosso, perchè pieno di
glicogeno o meno, ma non per questo è diverso da quando è scarico. qui si
parla di apparenza. xlater intendeva questo e si era già spiegato, mi pare,
su isp.
AlessandrO
2004-07-12 21:46:22 UTC
Permalink
Post by Andrea Tibaldi
Sinceramente poco mi importa. Io non mi alimento con il bilancino per
essere al 100% (e nono credo nemmeno che sia utile). Ho una filosofia
generale ben precisa che mi dice che devo reintegrare tutti i carbo
spesi. Per me essere scarico di glicogeno per più di qualche ora
significa solo una cosa: che sono a dieta.
questo implica che se sono a dieta posso non farlo, right?
Post by Andrea Tibaldi
All'80, al 90, al 100, che ne so? Un conto è la teoria e un conto è
la pratica. Se scoprissi che reintegrando all'80% ho una sintesi
proteica ottimale, risponderei che è assurdo pensare di calcolare un
reintegro con una percentuale di precisione di +- 10% e quindi si
parla di tante belle cose ma in pratica si parla di cose
irrealizzabili, o meglio inutili dal mio punto di vista.
concordo che non ha senso mettersi a fare conticini di tale precisione.
tuttavia, all'inizio potrebbe essere "educativo" sapere il proprio
fabbisogno di macronutrienti.
Post by Andrea Tibaldi
ragione lui pure. Io credo che bisogna fare attività fisica
intensamente, il che cozza decisamente con la filosofia low-carb e
questo è dimostrato da tutti quelli (mi sembra purtroppo pochi) che
qui praticano una attività fisica intensa. Credo che i low-carber
veri e convinti che postano qui non sanno nemmeno cosa voglia dire
farsi un'ora di attività fisica al limite delle proprie possibilità,
con il cuore che viaggia dai 160 in su. Si ricrederebbero
sull'utilità dei carbo in una sana alimentazione...
io non credo.
attualmente seguo un approccio dietetico low carb per perdere peso, e
mantengo alta la mia attività fisica, sia come intensità che come quantità.
ma quando ero un pischellino facevo 5-6 ore a giocare a calcio, correvo
sempre come un dannato, e mi scofanavo anche 4 etti di pasta sia a pranzo
che a cena. ed ero magro lo stesso.
se partiamo dal presupposto di fare intensa e duratura attività fisica, i
carbo sono l'ottimale per farla con il miglior risultato e recupero.
tuttavia, c'è da dire che se in generale siamo tutti più obesi, oltre che
per la cattiva alimentazione, è perchè un sacco di gente non fa un cazzo...
Post by Andrea Tibaldi
Insomma la filosofia low carb, a mio parere, è un modo per rimanere
magri e sedentari e nell'ottica di un fisico forte e sano è una
strategia che ritengo perdente. Cioè non si deve essere solo magri ma
forti e magri.
se parli di zero-carb potrei anche acconsentire.
dipende sempre da quanto si intende con low-carb. quanto "low"?
se si intende di recuperare le scorte di quanto consumato, come dici tu,
siamo ben sotto il famoso 60% consigliato...
Andrea Tibaldi
2004-07-13 06:36:26 UTC
Permalink
Post by AlessandrO
Post by Andrea Tibaldi
Sinceramente poco mi importa. Io non mi alimento con il bilancino per
essere al 100% (e nono credo nemmeno che sia utile). Ho una filosofia
generale ben precisa che mi dice che devo reintegrare tutti i carbo
spesi. Per me essere scarico di glicogeno per più di qualche ora
significa solo una cosa: che sono a dieta.
questo implica che se sono a dieta posso non farlo, right?
Non necessariamente. Dipende da quanto in fretta vuoi dimagrire.
Post by AlessandrO
concordo che non ha senso mettersi a fare conticini di tale precisione.
tuttavia, all'inizio potrebbe essere "educativo" sapere il proprio
fabbisogno di macronutrienti.
Certamente.
Post by AlessandrO
io non credo.
attualmente seguo un approccio dietetico low carb per perdere peso, e
mantengo alta la mia attività fisica, sia come intensità che come quantità.
ma quando ero un pischellino facevo 5-6 ore a giocare a calcio, correvo
sempre come un dannato, e mi scofanavo anche 4 etti di pasta sia a pranzo
che a cena. ed ero magro lo stesso.
Un conto è "mantenere alta", un conto è "mantenere ottimale". Se sono
scarico di carbo vado la metà, ma faccio fatica lo stesso.
Post by AlessandrO
Post by Andrea Tibaldi
Insomma la filosofia low carb, a mio parere, è un modo per rimanere
magri e sedentari e nell'ottica di un fisico forte e sano è una
strategia che ritengo perdente. Cioè non si deve essere solo magri ma
forti e magri.
se parli di zero-carb potrei anche acconsentire.
dipende sempre da quanto si intende con low-carb. quanto "low"?
Per me "low" è "meno di quanti in realtà te ne servono. Se poi inziamo a
dire che tutto è opinabile, allora la low carb è una grande cavolata. Che
razza di modello alimentare è quello in cui non si sa nemmeno quanti
carboidrati devi mangiare ogni giorno?
Post by AlessandrO
se si intende di recuperare le scorte di quanto consumato, come dici tu,
siamo ben sotto il famoso 60% consigliato...
Siamo sul 50%. E' sotto, ma non così tanto...

Andrea Tibaldi
www.cibo360.it
AlessandrO
2004-07-13 07:34:36 UTC
Permalink
Post by Andrea Tibaldi
Per me "low" è "meno di quanti in realtà te ne servono.
ok, prendiamo questa definizione, mi sta bene
Post by Andrea Tibaldi
Se poi
inziamo a dire che tutto è opinabile, allora la low carb è una grande
cavolata. Che razza di modello alimentare è quello in cui non si sa
nemmeno quanti carboidrati devi mangiare ogni giorno?
mi sembra così facile risponderti, che credo che manchi qualche
presupposto...
anche i modelli alimentari attuali non hanno scritto niente di fisso, tutto
è opinabile.
se sono alto tot, peso tot, in base all'attività fisica ho un determinato
fabbisogno di proteine, ad esempio.
se sono uguale ma sedentario, ovviamente il fabbisogno è diverso.
sono sicuro intendessi "a parità di condizioni".
ma allora è banale: il mio fabbisogno di carbo è commisurato all'attività
fisica svolta ed al consumo "a riposo". facile.
Post by Andrea Tibaldi
Post by AlessandrO
se si intende di recuperare le scorte di quanto consumato, come dici
tu, siamo ben sotto il famoso 60% consigliato...
Siamo sul 50%. E' sotto, ma non così tanto...
faccio due conti, eh.
una persona sedentaria di 75kg con un fabbisogno di mantenimento di circa
2000cal, secondo le tabelline in voga, consuma 5 gr di glicogeno all'ora
come sedentario, se ricordo bene quanto riportato in un altro post da non
ricordo chi.
allora costui necessita di 120gr di carbo, sono quelli che consuma. se
consuma di più, ne magna di più. ma sono 500 calorie... il 25%...
se vogliamo considerare invece che siano il 50%, secondo le note percentuali
costui dovrebbe seguire una dieta da lager da poco oltre 1000 cal... per
mantenimento...
se ci mettiamo invece un'ora di corsa, allora ci siamo quasi... consuma
circa altre 500cal, a leggere le tabelline delle attività. ma il suo
fabbisogno non sarebbe più di 2000cal... e ci sarebbe da vedere quante
persone corrono un'ora al giorno...
Andrea Tibaldi
2004-07-15 15:32:16 UTC
Permalink
Post by AlessandrO
una persona sedentaria di 75kg con un fabbisogno di mantenimento di circa
2000cal, secondo le tabelline in voga, consuma 5 gr di glicogeno
all'ora...

Secondo i testi di fisiologia universitari un uomo di 70 kg, completamente a
riposo, comsuma 180 g di glucosio. Metti che consumi altre 400 kcal (se è
sedentario), e metti che di queste calorie il 20% siano carbo, sono altri 20
g di carbo, fanno 200. E senza attività fisica. Sono il 40% in una dieta da
2000 kcal. E' il minimo indispensabile, per un ipersedentario. Checché ne
dicano le tabelline in voga...

Andrea Tibaldi
www.cibo360.it
AlessandrO
2004-07-15 15:58:18 UTC
Permalink
Post by Andrea Tibaldi
Secondo i testi di fisiologia universitari un uomo di 70 kg,
completamente a riposo, comsuma 180 g di glucosio.Metti che consumi
altre 400 kcal (se è sedentario), e metti che di queste calorie il
20% siano carbo, sono altri 20 g di carbo, fanno 200.
un attimo
a) hai un link da qualche parte, plz? mi pare tanto una discrepanza del 50%
tra quel che dici tu e quel che dice xlater, sui 5 gr di glicogeno all'ora
b) se consuma 180gr di glucosio in quanto sedentario non ne puoi aggiungere
altri... o il testo che hai tu parla di 180gr come fabbisogno minimo vitale?
che testo è, giusto per curiosità?
Post by Andrea Tibaldi
attività fisica. Sono il 40% in una dieta da 2000 kcal. E' il minimo
indispensabile, per un ipersedentario. Checché ne dicano le tabelline
in voga...
le tabelline in voga le ho citate per la dieta da 2000kcal.
del resto, se dici che 2000kcal sono il minimo indispensabile, aumentandole
a livello più consoni, cala la % di carbo, visto che abbiamo determinato il
fabbisogno in grammi.
AlessandrO
2004-07-15 16:10:16 UTC
Permalink
Post by AlessandrO
a) hai un link da qualche parte, plz? mi pare tanto una discrepanza
del 50% tra quel che dici tu e quel che dice xlater, sui 5 gr di
glicogeno all'ora
questo l'ho trovato, grazie lo stesso
Xlater
2004-07-12 16:28:43 UTC
Permalink
Post by Andrea Tibaldi
Supponiamo che quello che tu dici sia vero. Allora qualunque persona
potrebbe andare in palestra, fare allenamento di potenza mentre segue una
dieta ipocalorica, acquistando muscoli e perdendo grasso contemporaneamente.
Vallo a dire su ISP e vedi cosa ti rispondono.
Ipocalorica? Chi ha parlato di calorie? Le calorie non esistono.

Acquistare muscoli e perdere grasso contemporaneamente in linea
generale è possibile. Non esiste ragione al mondo per escluderlo.
Si può discutere se una cosa del genere può aspettarsela un culturista
di 120 kg con il 4% di grasso addosso. Ma è un altro discorso.
Si può discutere se è preferibile distinguere le due fasi piuttosto
che affrontarle contemporaneamente, ma è un altro discorso.

Prendi un 40enne sedentario sovrappeso e lo spingi a fare 30 minuti di
corsa al giorno e 60 minuti di pesi tre volte la settimane,
lasciandolo libero di mangiare come vuole. Dopo due mesi lo misuriamo.
Io dico che ha aumentato la massa muscolare e diminuito il grasso.
Tu scommetteresti di no?
Post by Andrea Tibaldi
La cosa che a te non torna è una delle basi dell'allenamento...
Anche la terra al centro dell'universo era la base dell'astronomia.
Ma se non ci sono ragioni per sostenerlo...
Post by Andrea Tibaldi
Tra questa e
quella che un muscolo in deplezione di glicogeno non è meno turgido, non so
qual'è la peggiore che hai detto...
Vai fuori di una palestra. Aspetta qualcuno che si è allenato di
brutto e vai a dare una "tastata" al bicipite. Ecco, quello è un
muscolo realtivamente svuotato di glicogeno.

Poi fai cinquanta metri e vai nella vicina trattoria. Prendi uno
cha ha cenato a pizza, spaghetti, cocacola e tiramisù, e dai una
tastata al bicipite. Ecco, quello è un muscolo sicuramente pieno
di glicogeno.

Se tu sei sicuro che il primo sia meno turgido del secondo, ti lascio
nelle tue convinzioni. Io continuo a pensare che il "tono muscolare"
nell'accezione scientifica del termine, non ha niente a che vedere
con la quantità di glicogeno presente nel muscolo.

Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Davide C
2004-07-12 21:26:30 UTC
Permalink
Post by Xlater
Prendi un 40enne sedentario sovrappeso e lo spingi a fare 30 minuti di
corsa al giorno e 60 minuti di pesi tre volte la settimane,
lasciandolo libero di mangiare come vuole. Dopo due mesi lo misuriamo.
Io dico che ha aumentato la massa muscolare e diminuito il grasso.
Tu scommetteresti di no?
beh però hai preso un caso di eccesso.... come il BBer al 4% anche "ciccio"
è un estremo :)
cmq concordo con te, ma dipende molto dal livello dell'utente in
questione...
io continuo a dimagrire e ad aumentare la massa magra, è + di un anno che
sono in ipocalorica
certo è che non sto ottimizzando l'aumento di massa magra...
e IMHO è di ottimizzazione che di parla quando si dice che non puoi fare
massa in ipocalorica
Post by Xlater
Vai fuori di una palestra. Aspetta qualcuno che si è allenato di
brutto e vai a dare una "tastata" al bicipite. Ecco, quello è un
muscolo realtivamente svuotato di glicogeno.
eh eh ok.... ma è pieno di sangue no? è il classico effetto di pompaggio....
quello che si intendeva era riguardo a muscoli a riposo....
Post by Xlater
Se tu sei sicuro che il primo sia meno turgido del secondo, ti lascio
nelle tue convinzioni. Io continuo a pensare che il "tono muscolare"
nell'accezione scientifica del termine, non ha niente a che vedere
con la quantità di glicogeno presente nel muscolo.
e da cosa dioende?
io non sono un esperto... ma mi sto documentando è se non erro (correggimi
eh :)...)
il volume e la turgidità sono dati dalle "dimensioni" delle fibre
muscscolari, ergo da quanto sono "gonfie"
le cellule che le compongono... e dato che nelle cellule viene stoccato il
glicogeno... questo in qualche modo
influenzerà il livello di "turgidità" del muscolo.. o no?

davide
AlessandrO
2004-07-12 21:38:49 UTC
Permalink
Post by Davide C
Post by Xlater
Se tu sei sicuro che il primo sia meno turgido del secondo, ti lascio
nelle tue convinzioni. Io continuo a pensare che il "tono muscolare"
nell'accezione scientifica del termine, non ha niente a che vedere
con la quantità di glicogeno presente nel muscolo.
e da cosa dioende?
io non sono un esperto... ma mi sto documentando è se non erro
(correggimi eh :)...)
il volume e la turgidità sono dati dalle "dimensioni" delle fibre
muscscolari, ergo da quanto sono "gonfie"
le cellule che le compongono... e dato che nelle cellule viene
stoccato il glicogeno... questo in qualche modo
influenzerà il livello di "turgidità" del muscolo.. o no?
"turgidità" e "tono muscolare" non sono sinonimi
ti faccio un esempio del cazzo: peso 90 kili. ora vado di là e bevo 5 litri
di acqua.
mo ne peso 95.
cambia il mio status di "magro", sono ingrassato?
_imho_ no, come per il glicogeno. il muscolo è quello, che sia più gonfio,
turgido, "tonico", a causa dell'acqua e del glicogeno non è essenziale. la
quantità di fibra muscolare è quella.
il problema è che "tono muscolare" ha un significato comune che potrebbe
essere diverso da quello reale.
preferisco quindi parlare di "fibra" quando mi riferisco alla reale
consistenza del muscolo, non artefatta da carichi di glicogeno.
Xlater
2004-07-16 14:44:58 UTC
Permalink
Post by Davide C
beh però hai preso un caso di eccesso.... come il BBer al 4% anche "ciccio"
è un estremo :)
cmq concordo con te, ma dipende molto dal livello dell'utente in
questione...
Ho preso un caso di eccesso per dimostrare che è possibile.
Post by Davide C
io continuo a dimagrire e ad aumentare la massa magra, è + di un anno che
sono in ipocalorica
certo è che non sto ottimizzando l'aumento di massa magra...
e IMHO è di ottimizzazione che di parla quando si dice che non puoi fare
massa in ipocalorica
Certamente.
Post by Davide C
e da cosa dioende?
io non sono un esperto... ma mi sto documentando è se non erro (correggimi
eh :)...)
il volume e la turgidità sono dati dalle "dimensioni" delle fibre
muscscolari, ergo da quanto sono "gonfie"
le cellule che le compongono... e dato che nelle cellule viene stoccato il
glicogeno... questo in qualche modo
influenzerà il livello di "turgidità" del muscolo.. o no?
Il turgore dipende in prima misura dallo stato di contrazione.
Se contrai il bicipite si indurisce. Se non lo contrai può essere
più o meno duro, in funzione della contrazione involontaria o "tono",
un muscolo allenato è più tonico di un muscolo che non lo è.
Non esiste ragione al mondo per cui un muscolo perda tono in funzione
del glicogeno.

E' vero che il glicogeno attira acqua ed un muscolo pieno di glicogeno
è tipicamente più voluminoso di un muscolo che non lo è. Anche la
sensazione soggettiva ne risente perché il muscolo più pieno e
più grosso "tira" di più sulla pelle. Ma non per questo è più "duro"
(anzi è pieno d'acqua!).


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Sara
2004-07-07 22:48:51 UTC
Permalink
Post by Andrea Tibaldi
Cambia eccome. Il muscolo prima reintegra le energie, poi supercompensa. Se
non reintegri le energie, la supercompensazione ne risente e in definitiva,
l'allenamento ne risente.
La supercompensazione del glicogeno avviene quando le scorte sono
depauperate oltre il conseuto da intensa attività fisica a da almeno qualche
giorno di dieta a ridotto introito di carboidrati. In queste condizioni nei
muscoli, per sopperire alla mancanza di glucosio, viene sintetizzato un
oloenzima della glicogeno-sintetasi che richiede concentrazioni minori di
glucosio per sintetizzare il glicogeno.
A questo punto, quando c'è abbondanza di glucosio è possibile raggiungere
concentrazioni maggiori di glicogeno.
E' anche la ragione per cui, uno in low-carb, quando sgarra, si gonfia.

Svuotare semplicemente le riserve, se non dai al muscolo qualche giorno per
capire che il glucosio scarseggia, non serve a nulla.

Inoltre, se non devi andare a competere per una maratona, che ti importa di
supercompensare?

Sara
Davide C
2004-07-06 20:21:01 UTC
Permalink
Post by Xlater
Beh, considerando che sei già in un thread positivo, io al tuo posto
proverei gradualmente a ridurre la quota di carbo, eliminando man mano i
cereali da colazione ed il riso, aumentando la verdura e la frutta e
reintroducendo qualche cibo finora evitato perché "troppo grasso". Dal
punto di vista nutrizionale hai tutto da guadagnare.
domanda, con cosa faccio colazione se elimino i cereali?
come mai la frutta è da aumentare (non sono carbo)? è una questione di IG?
e per quanto riguarda il riso come mi regolo?
devo preferire il pesce alla carne come alimento?

volendo provare.. in quanto tempo dovrebbe avvenire lo shift metabolico?

grazie 1000
Dav
Xlater
2004-07-07 15:27:32 UTC
Permalink
Post by Davide C
domanda, con cosa faccio colazione se elimino i cereali?
Quello della colazione low-carb è uno degli scogli più difficili.

Ci sono alcune ragioni per cui la colazione può ospitare qualche
grammo di carbo in più rispetto agli altri pasti. Se uno ha spazio
per una ventina di grammi di carbo ci stanno dentro un paio di fette
di pan carrè (che non sono il massimo nutrizionalmente, ma a volte
bisogna venire a compromessi con la praticità).

Con due fette ti puoi fare un toast MOLTO ben imbottito di affettati
e formaggi, e questo ti risolve un paio di colazioni a settimana.
Se trovi del salmone affumicato a buon prezzo (io lo trovo a 15€ al kg)
puoi farti due fette tostate, ben imburrate con 50 gr di salmone
sopra. E hai risolto un altro paio di mattine. Per un altro paio di
mattine puoi inventarti qualcosa con un paio di uova. Infine puoi
tenerti la ricotta come soluzione per l'ultima.
Post by Davide C
come mai la frutta è da aumentare (non sono carbo)?
Se elimini altre fonti di carbo, viste che non vogliamo scendere
proprio a zero, è una buona occasione per mangiare più frutta.
Post by Davide C
è una questione di IG?
Trovo che l'IG sia un dato un po' troppo sopravvalutato. E'
preferibile, in linea di massima, che il glucosio passi lentamente
nel sangue, ma è un dettaglio del tutto marginale rispetto al dato
realmente importante, che è la quantità complessiva di carbo che
si assume.
Post by Davide C
e per quanto riguarda il riso come mi regolo?
Si parlava di tendere ad eliminarlo...
Post by Davide C
devo preferire il pesce alla carne come alimento?
No. E' buona norma variare. Ed è anche la cosa più piacevole. Mangiare
sempre carne e sempre pesce sarebbe un incubo per chiunque.
Alternare. Se hai il salmone affumicato per due mattine a settimana,
è un ottima idea calcolare un paio di pranzi ed un paio di cene in
modo che 6 giorni su 7 siano "coperti" da un po' di pesce. E'
economicamente insostenibile mangiare sempre pesce fresco (almeno
per un cittadino medio) quindi può andar bene talvolta andare sul
conservato e/o sul surgelato. Anche con la carne è bene variare sui
tipi. Se un giorno mangi pollame, il giorno dopo puoi mangiare la
bistecca e così via. Senza dimenticare che i formaggi e le uova sono
un'ottima alternativa come fonte proteica, anche essi da mettere
in ciclo settimanale.
Post by Davide C
volendo provare.. in quanto tempo dovrebbe avvenire lo shift metabolico?
I tempi sono dell'ordine di una settimana. Ma nel tuo caso non
dovrebbe essere nulla di eclatante: se hai perso 20 chili negli ultimi
due anni la tua capacità di metabolizzare i grassi deve essere
abbastanza efficiente. Non sei come il sedentario che ricomincia
pian piano a muoversi. Sei un atleta già rodato che cerca di
migliorare le proprie prestazioni di bruciagrassi. Quindi non mi
aspetterei un vero e proprio "switch".


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Davide C
2004-07-07 18:07:46 UTC
Permalink
Post by Xlater
Quello della colazione low-carb è uno degli scogli più difficili.
una colazione low carb potrebbe essere fatta di sola bresaola e latte?
devo stare "attento" ai carbo del latte?

in linea di massima mi dai una misura della quantità di carbo giornaliera?
Post by Xlater
Se elimini altre fonti di carbo, viste che non vogliamo scendere
proprio a zero, è una buona occasione per mangiare più frutta.
ok, frutti particolari da evitare/preferire?
io mangio soprattutto mele, banane, albicocche, prughe, fragole, melone
(dipende dalla stagione)
e come verdura insalata. pomodori, cetrioli...

è corretto evitare carbo nella 2° metà della giornata?
Post by Xlater
Si parlava di tendere ad eliminarlo...
ok oggi l'ho eliminato..
ho impostatto la giornata cosi:
colazione
latte (250ml) + cereali 60
pranzo
150gr tonno+2pomodori e insalata (molta)
1 mela, 1 albicocca

cena
carne rossa (150gr)
1 mozzarella

prima di coricarmi
150ml latte

cosa ne pensi?
Post by Xlater
No. E' buona norma variare. Ed è anche la cosa più piacevole.
perchè è importante variare? gusto e piacevolezza a parte chenon mi
interessano... :)
crostacei polpi e affini sono da evitare?

e come cottura? forno piastra e ollito... corretto?
Post by Xlater
I tempi sono dell'ordine di una settimana. Ma nel tuo caso non
vuol dire che dopo una settimana di assestamento dovrei aver compiuto il
salto senza
effetti indesiderati? quali potrebbero essere questi effetti nello
specifico?
Post by Xlater
se hai perso 20 chili negli ultimi due anni
nell'ultimo anno :).....
Post by Xlater
Quindi non mi
aspetterei un vero e proprio "switch".
dovrei fare degli esami del sangue per controllare che tutto sia in regola?
una dieta low-carb deve essere sospesa saltuariamente?
ha senso fare low-carb da lun a ven e poi fare il pieno di carbo nel week
end come si fa in metabolica?

dav
Xlater
2004-07-12 16:40:44 UTC
Permalink
Post by Xlater
Quello della colazione low-carb è uno degli scogli più difficili.
una colazione low carb potrebbe essere fatta di sola bresaola e latte?
devo stare "attento" ai carbo del latte?
Direi di sì. Nel senso che vanno tenuti in conto.
Post by Xlater
ok, frutti particolari da evitare/preferire?
io mangio soprattutto mele, banane, albicocche, prughe, fragole, melone
(dipende dalla stagione)
No. Io non sono uno di quelli che fanno dell'IG un feticcio. Ci sono
frutti più ricchiu di zucchero, altri meno. Vanno conteggiati nel
totale giornaliero.
Post by Xlater
e come verdura insalata. pomodori, cetrioli...
Tutto benissimo!
Post by Xlater
è corretto evitare carbo nella 2° metà della giornata?
E' corretto mangiarne un po' di più a colazione. Sul fatto della
seconda metà le motivazioni che ho letto non mi convincono granché.
Post by Xlater
ok oggi l'ho eliminato..
colazione
latte (250ml) + cereali 60
pranzo
150gr tonno+2pomodori e insalata (molta)
1 mela, 1 albicocca
cena
carne rossa (150gr)
1 mozzarella
prima di coricarmi
150ml latte
cosa ne pensi?
Mangerei qualcosa di più proteico al posto di quei 60 di cereali...
Ma non te ne fare un problema. Vedi come risponde il tuo organismo.
Post by Xlater
perchè è importante variare? gusto e piacevolezza a parte chenon mi
interessano... :)
Perché ogni alimento ha i sui pro e i suoi contro. Variando si colgono
tutti i "Pro" e si evita il pericolo di accumulare i "Contro".
E non è vero che gusto e piacevolezza non interessano. Devono
interessare.
Post by Xlater
crostacei polpi e affini sono da evitare?
Direi di no. Perchè mai? Sono ricchi di colesterolo? MEGLIO!
Post by Xlater
e come cottura? forno piastra e ollito... corretto?
Mmmm, sì. Cuocere semplice e poco in linea di massima è meglio.
Post by Xlater
vuol dire che dopo una settimana di assestamento dovrei aver compiuto il
salto senza
effetti indesiderati? quali potrebbero essere questi effetti nello
specifico?
Ci si sente un po' deboli...
Post by Xlater
dovrei fare degli esami del sangue per controllare che tutto sia in regola?
Esattamente come se non fossi a dieta. Controllarsi ogni tanto è
sempre una buoba idea.
Post by Xlater
una dieta low-carb deve essere sospesa saltuariamente?
Io la "sospendo" per due pasti a settimana.
Post by Xlater
ha senso fare low-carb da lun a ven e poi fare il pieno di carbo nel week
end come si fa in metabolica?
Sfatiamo una leggenda. Il "pieno" di carbo non vuol dire
necessariamente strafogarsi senza ritegno. E' proporzionale alla
rigidità della low-carb durante la settimana e/o all'intensità e
al volume dell'attività fisica svolta.

Nel mio caso, il mio "pieno di carbo", come ho scritto sopra, son
due "primi" nei pranzi di sabato e domenica.
Secondo me ha un senso.

Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Silver
2004-07-12 18:53:11 UTC
Permalink
Post by Xlater
Nel mio caso, il mio "pieno di carbo", come ho scritto sopra, son
due "primi" nei pranzi di sabato e domenica.
Secondo me ha un senso.
Nel senso che mangi 2 primi al pranzo di sabato e 2 a quello della domenica
o 1 primo a pranzo?
Se fosse la prima ipotesi non avrebbe più senso mangiarsi 1 primo e il resto
dei carbo suddividerlo meglio nella giornata?
Davide C
2004-07-12 21:31:41 UTC
Permalink
Post by Xlater
E' corretto mangiarne un po' di più a colazione. Sul fatto della
seconda metà le motivazioni che ho letto non mi convincono granché.
mah il discorso legato alla minor necessità di energia alla notte mi pareva
sensato....
Post by Xlater
Mangerei qualcosa di più proteico al posto di quei 60 di cereali...
Ma non te ne fare un problema. Vedi come risponde il tuo organismo.
direi che elimino i cereali e ci metto 30 gr di proteine... dovrebbero
essere suff
Post by Xlater
Perché ogni alimento ha i sui pro e i suoi contro. Variando si colgono
tutti i "Pro" e si evita il pericolo di accumulare i "Contro".
E non è vero che gusto e piacevolezza non interessano. Devono
interessare.
mah ok il discorso pro e contro.. per il resto beh.. :) del gusto proprio
non mi interessa
se fosse salutare vivrei di pillole e polveri :)

Dav
Andrea Tibaldi
2004-07-06 06:49:05 UTC
Permalink
Post by Davide C
Post by Xlater
200 gr al giorno sodo davvero tanti per parlare di low-carb, a meno di
essere un'atleta che si allena a lungo ed intensamente.
Cerca di stare perlomeno sotto gli 80.
ciao...
domanda, io prendo carbo soprattutto da frutta e verdura (e latte...)
ma mangio anche a olazione 100gr di cereali e a pranzo in media 80 gr di
riso (bollito + olio EV)
ho provato a togliere il riso ma in palestra (mi alleno 4 volte a sett con i
pesi + 1 di scherma)
è una tragedia... le prestazioni cadono sotto i talloni...
Devi considerare anche che il corpo si abitua ad andare a carboidrati,
quindi la quantità giusta non si determina solo dalle prestazioni, ma
bisogna calcolarla. Con l'attività che fai tu, 250 g al giorno ti dovrebbero
bastare (se ti alleni solo con i pesi). Calcola quanti ne assumi, e regolati
di conseguenza... Se scopri di assumerne 300 puoi diminuirli tranquillamente
di 50 g, per esempio mangiando solo 60 g di cereali a colazione e
introducendo una fonte proteica. Se ti manca l'energia forse il tuo corpo è
troppo carboidrato-dipendente, ha bisogno di una "disintossicazione"...

Considera anche che se devi dimagrire devi per forza allenarti in deficit di
energia.

Andrea Tibaldi
www.cibo360.it
Post by Davide C
eppure sono curioso alla morte di provare una lowcarb... le energie da dove
dovrei trarle?
dai grassi giusto? ma in che quantità? ad sempio la carne rossa, i formaggi
freschi sono fonti valide?
e poi, ricorrere a questi alimenti che impatto ha su colesterolo e
trigliceridi (ci ho messo 1 anno e pussa a mettere sotto controlli sti
fetentoni..)
volendo impostare una dieta low carb come si dovrebbe procedere? cambio
netto dall'oggi al domani?
scusa le domande ma ho il "terrore" di ingrassare :) (causa vita precedente
panzosa)
maschio, 27 anni, 172 cm x 82kg (a gen2003 ero 102kg)
devo perdere ancora almeno ~10kg per considerarmi quasi ok.... (dovrei avere
una %fat del 20-22%)
ah .. non mangio pane, pasta, dolci, ne bevo alcolici o bevande tipo coca
cola
grazie
Dav
Davide C
2004-07-06 20:13:20 UTC
Permalink
Post by Andrea Tibaldi
Devi considerare anche che il corpo si abitua ad andare a carboidrati,
quindi la quantità giusta non si determina solo dalle prestazioni, ma
bisogna calcolarla. Con l'attività che fai tu, 250 g al giorno ti dovrebbero
come li hai calcolati?
Post by Andrea Tibaldi
Considera anche che se devi dimagrire devi per forza allenarti in deficit di
energia.
eh lo so .. eh da gen2003 che sto in deficit di energia :)
Sculler
2004-07-06 07:03:50 UTC
Permalink
Post by Davide C
ho provato a togliere il riso ma in palestra (mi alleno 4 volte a sett con i
pesi + 1 di scherma)
è una tragedia... le prestazioni cadono sotto i talloni...
Non che io sia un esperto di low-carb, ma per far riacquistare al tuo
organismo la capacità di usare bene i grassi è probabile che sia necessario
per alcuni giorni sacrificare le prestazioni, mangiando una quantità molto
bassa di carboidrati, più bassa ancora di quella che, in seguito, potresti
assumere "a regime".

Se sei intenzionato a vedere come va e "sperimentare" prova a fare come dice
Xlater, poi riaumenti i carbo gradualmente magari cercando di prenderli un
po' più dalla frutta. Nel giro di poche settimane te lo accorgi se è una
dieta che fa per te, e in ogni caso non avrai compromesso niente.

Ciao
--
Sculler, ICQ# 147722075
"Ove c'è molta luce, l'ombra è più cupa"
"Le cose che amiamo, ci modellano"
Wolfgang Goethe
Mister Sandman
2004-07-06 15:32:30 UTC
Permalink
Post by Sculler
Non che io sia un esperto di low-carb, ma per far riacquistare al tuo
organismo la capacità di usare bene i grassi è probabile che sia necessario
per alcuni giorni sacrificare le prestazioni, mangiando una quantità molto
bassa di carboidrati, più bassa ancora di quella che, in seguito, potresti
assumere "a regime".
Io per esempio ci sto provando da un paio di settimane(dopo il periodo di 0
o quasi carbo di 12 giorni) . Durante la settimana ho una dieta da 1600kcal
e meno di 60gr di carbo, durante i weekend la mia alimentazione è da
3000kcal e 260gr di carbo.

Mi alleno 3 volte la settimana in palestra (a volte alterno con la corsa) ma
al momento in due settimane non è cambiato nulla
Post by Sculler
Se sei intenzionato a vedere come va e "sperimentare" prova a fare come dice
Xlater, poi riaumenti i carbo gradualmente magari cercando di prenderli un
po' più dalla frutta. Nel giro di poche settimane te lo accorgi se è una
dieta che fa per te, e in ogni caso non avrai compromesso niente.
Ciao
--
Sculler, ICQ# 147722075
Spero anch'io di verificare dei cambiamenti. Al momento il peso non mi si
schioda da 74 kg (per 174cm) credo di avere una %le di massa grassa compresa
tra il 15% ed il 17%. Come obiettivo mi piacerebbe arrivare al 12% ma non so
se resisterò per motlo.....

Mister Sandman

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Mister Sandman
2004-07-06 15:32:30 UTC
Permalink
Post by Sculler
Non che io sia un esperto di low-carb, ma per far riacquistare al tuo
organismo la capacità di usare bene i grassi è probabile che sia necessario
per alcuni giorni sacrificare le prestazioni, mangiando una quantità molto
bassa di carboidrati, più bassa ancora di quella che, in seguito, potresti
assumere "a regime".
Io per esempio ci sto provando da un paio di settimane(dopo il periodo di 0
o quasi carbo di 12 giorni) . Durante la settimana ho una dieta da 1600kcal
e meno di 60gr di carbo, durante i weekend la mia alimentazione è da
3000kcal e 260gr di carbo.

Mi alleno 3 volte la settimana in palestra (a volte alterno con la corsa) ma
al momento in due settimane non è cambiato nulla
Post by Sculler
Se sei intenzionato a vedere come va e "sperimentare" prova a fare come dice
Xlater, poi riaumenti i carbo gradualmente magari cercando di prenderli un
po' più dalla frutta. Nel giro di poche settimane te lo accorgi se è una
dieta che fa per te, e in ogni caso non avrai compromesso niente.
Ciao
--
Sculler, ICQ# 147722075
Spero anch'io di verificare dei cambiamenti. Al momento il peso non mi si
schioda da 74 kg (per 174cm) credo di avere una %le di massa grassa compresa
tra il 15% ed il 17%. Come obiettivo mi piacerebbe arrivare al 12% ma non so
se resisterò per motlo.....

Mister Sandman

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Andrea Tibaldi
2004-07-06 06:54:10 UTC
Permalink
Post by Sara2004
Salve a tutti,
nonostante gli sforzi, la mia quota pro die di carboidrati è mediamente
sui 200 gr.!
Con 200 g di carbo stai seguendo una dieta equilibrata, ovvero a mio parere
la quantità è giusta. Quindi prima mangiavi veramente male... Come vedi il
concetto di low carb è molto ambiguo: quello che per te è low carb per me è
perfetto, quello che per me è perfetto per Xlater è hi-carb... Io ti
consiglierei di continuare così, con un percorso di educazione alimentare
"equilibrato". Se tagli i carbo ulteriormente ti priveresti di alimenti che
ami e questo per me è semplicemente assurdo, significherebbe arrendersi al
fatto che "mangiare bene" significa sacrificare il gusto, e la cosa è
totalmente contraria alla mia filosofia.

Andrea Tibaldi
www.cibo360.it



Alla faccia del
Post by Sara2004
low!! O non mi accorgo di quanto magno o sti carbo sono in agguato
ovunque. O forse sbaglio i
conti, mi chiedo allora quanto ca..pperi ne mangiassi prima, di
carboidrati. Voi low-carbisti
definitivi come fate, come vi regolate? A sto punto sto pensando di
provare a sradicare del tutto
pasta-pane-riso, ma la vedo difficile, uff ;-( Un'altra cosa che non mi
spiego è questa: da un paio
di giorni, tra festeggiamenti dovuti a compleanni e altro, ho un pò
sgarrato (non gozzovigliato,
eppure...). E adesso sono GONFISSIMA. Forse dipende dal ciclo, ma mi
chiedo se invece non sia
questa (tentata) dieta low carb che mentre t'asciuga e ti fa stare bene
(questo l'ho visto e provato)
poi ti punisce quando l'abbandoni per un paio di giorni. Oddio, forse ho
solo in testa una gran
confusione (forse ho impostato male la dieta). E allora ho postato qui. Se
mi spiegate un pò mi
fate veramente un GRANDE favore. GRAZIE.
Sara
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
Xlater
2004-07-06 11:55:13 UTC
Permalink
Post by Andrea Tibaldi
Con 200 g di carbo stai seguendo una dieta equilibrata, ovvero a mio parere
la quantità è giusta. Quindi prima mangiavi veramente male... Come vedi il
concetto di low carb è molto ambiguo: quello che per te è low carb per me è
perfetto, quello che per me è perfetto per Xlater è hi-carb... Io ti
consiglierei di continuare così, con un percorso di educazione alimentare
"equilibrato".
Come è ambiguo il concetto di "low-carb" è altrettanto ambiguo
il concetto di "equilibrato". Se vuoi sostenere che il tuo approccio
è "equilibrato" (e, per corollario, tutti gli altri "squilibrati")
dovresti portare qualche argomento, e non limitarti a mettere
virgolette...
Post by Andrea Tibaldi
Se tagli i carbo ulteriormente ti priveresti di alimenti che
ami e questo per me è semplicemente assurdo, significherebbe arrendersi al
fatto che "mangiare bene" significa sacrificare il gusto, e la cosa è
totalmente contraria alla mia filosofia.
Filosofia condivisibile. Ma esiste anche un'educazione al gusto.
Se gli alimenti che una persona ama sono le patatine del fast food,
le merendine confezionate infarcite di cremine, le bibite zuccherate,
e così via, credo che se cerca il "mangiare sano", qualche compromesso
con il suo gusto debba trovarlo.

Il gusto è facilmente manipolabile ed ingannabile. E' facilissimo
abituarsi a mangiare schifezze. Non bisogna seguirlo ciecamente, ma
educarlo con pazienza verso i cibi che si sa essere migliori dal
punto di vista nutrizionale.

E si impara facilmente a rinunciare alla pasta-tutti-i-giorni.


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Sara2004
2004-07-06 12:54:00 UTC
Permalink
Post by Xlater
Come è ambiguo il concetto di "low-carb" è altrettanto ambiguo
il concetto di "equilibrato".
Beh, uno si da dei parametri e in base a quello si ricava la misura di
"equilibrato". Ovvio che i miei
parametri non saranno coincidenti coi tuoi, ma il discorso è quello.
Post by Xlater
Se vuoi sostenere che il tuo approccio
è "equilibrato" (e, per corollario, tutti gli altri "squilibrati")
dovresti portare qualche argomento, e non limitarti a mettere
virgolette...
Argomentare è giusto, però non saltare alla conclusione che per corollario
tutto ciò che non sia
per te (te generico) equilibrato sia per forza di cose squilibrato. Una
dieta per una persona
gravemente obesa è evidentemente squilibrata per una persona sana.
Post by Xlater
Post by Andrea Tibaldi
Se tagli i carbo ulteriormente ti priveresti di alimenti che
ami e questo per me è semplicemente assurdo, significherebbe arrendersi al
fatto che "mangiare bene" significa sacrificare il gusto, e la cosa è
totalmente contraria alla mia filosofia.
Filosofia condivisibile.
E come darvi torto? :-) Però no pain, no gain
Post by Xlater
Ma esiste anche un'educazione al gusto.
Concordo. E soprattutto esiste una diseducazione imperante al dis-gusto
;-) Potere mediatico
delle industrie e delle multinazionali dell'hamburger.
Post by Xlater
Se gli alimenti che una persona ama sono le patatine del fast food,
le merendine confezionate infarcite di cremine, le bibite zuccherate,
e così via, credo che se cerca il "mangiare sano", qualche compromesso
con il suo gusto debba trovarlo.
Concordo e ribadisco quanto sopra. Ma, se per caso ti fossi riferito a me,
non è certo quella la mia
fonte principale di toxicarbo ;-) Non dare per scontato che chi fatica,
come me, a ridurre
sensibilmente i carboidrati lo faccia perchè alle patatine e al cornetto
non sa rinunciare. No. Per
quanto mi riguarda il problema è essenzialmente pane e pasta. E per questo
SIGH, doppio SIGH,
SIGH all'ennesima. Non che per me sia un problema non mangiarli, ma cucino
da me solo la
sera...Purtroppo, adattare un regime alimentare alle propria vita è per
talune persone DIFFICILE.

Ciao,
Sara
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
rusca_64
2004-07-06 13:25:14 UTC
Permalink
. Per
Post by Sara2004
quanto mi riguarda il problema è essenzialmente pane e pasta. E per questo
SIGH, doppio SIGH,
SIGH all'ennesima. Non che per me sia un problema non mangiarli, ma cucino
da me solo la
sera...Purtroppo, adattare un regime alimentare alle propria vita è per
talune persone DIFFICILE.
Ciao,
Sara
ciao , io non sono un sostenitore dei regimi l.c. , ma cmq. ho optato per un
regime di carbo adatti a me ( appunto x restare nell'ambito del vario )
perchè molte delle teorie o presunte tali dei regimi l.c. li ho spermentati
su me stesso e ho ragione di credere che funzionino

prima me magnavo du etti de pasta x votta ed almeno tre micche alla sera
( e non avevo problemi )
per arrivare a quello che prendo ora ( no pasta e 1/2 pane integrale la
sera)
ho ridotto pian pianino prima le porzioni poi le frequenze infine entrambi.
Ho visto che il corpo reagisce molto bene.
Ora i miei carbo derivano da frutta - verdura e i mitticcci bastoncini di
crusca alla mattina.
E' vero che prendo circa 7-8 pezzi di frutta e mi faccio dei mastelli di
verdura ad occhio
credo di essere sui 200-250 gr / die....( ma faccio tantissima attività
fisica )
se si vuole si può
auguri
rusca
Sara2004
2004-07-06 13:33:50 UTC
Permalink
Post by rusca_64
ciao , io non sono un sostenitore dei regimi l.c. ,
Io lo sto sperimentando. Pur non essendo rigido come dovrebbe (a 80 gr. di
carbo...ci scenderò
mai?) vedo cmq che funziona. Niente abbiocco post-prandiale, lucidità
mentale (su una
mentecatta è gran cosa!), fisico molto più...non so descriverlo, ma
sensazione piacevolissima.
Post by rusca_64
ma cmq. ho optato per un
regime di carbo adatti a me ( appunto x restare nell'ambito del vario )
perchè molte delle teorie o presunte tali dei regimi l.c. li ho spermentati
su me stesso e ho ragione di credere che funzionino
Idem
Post by rusca_64
prima me magnavo du etti de pasta x votta ed almeno tre micche alla sera
( e non avevo problemi )
Oddio, mai arrivata a tanto. Il problema mio era la pasta e il pane in
quantità normali ma tutti i
gironi o quasi...E ancora resta un problema, ma stiamo lavorando per
almeno circorscriverlo ;-)
Post by rusca_64
per arrivare a quello che prendo ora ( no pasta e 1/2 pane integrale la
sera)
E' senz'altro very low-carb, non dico nelle quantità per forza, ma come
filosofia credo sia quella a
tutto tondo, no?
Post by rusca_64
ho ridotto pian pianino prima le porzioni poi le frequenze infine entrambi.
Come me adesso
Post by rusca_64
Ho visto che il corpo reagisce molto bene.
Confermo!
Post by rusca_64
Ora i miei carbo derivano da frutta - verdura e i mitticcci bastoncini di
crusca alla mattina.
I bastoncini per le fibre o perchè altrimenti non sai da dove prendere i
carbo? A me pare ci sia solo
l'imbarazzo della scelta ;-)
Post by rusca_64
E' vero che prendo circa 7-8 pezzi di frutta e mi faccio dei mastelli di
verdura ad occhio
credo di essere sui 200-250 gr / die....( ma faccio tantissima attività
fisica )
Prenderò a farla anch'io, per ora non saprei dove ritagliarmi lo spazio di
tempo per andare al parco
o in palestra...
Post by rusca_64
se si vuole si può
auguri
Ti ringrazio, fa piacere! ;-)

Sara
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Andrea Tibaldi
2004-07-06 14:12:21 UTC
Permalink
Post by Sara2004
Post by rusca_64
ciao , io non sono un sostenitore dei regimi l.c. ,
Io lo sto sperimentando. Pur non essendo rigido come dovrebbe (a 80 gr. di
carbo...ci scenderò
mai?) vedo cmq che funziona.
Un conto è passare da troppi carbo a giusti carbo. Un conto è passare da
troppi o giusti carbo a pochi carbo. Non vorrei che tu pensassi che meno
carbo mangi meglio stai perché non è vero. Se passi al troppo al giusto stai
meglio. Se scendi al troppo poco puoi stare uguale o peggio... I carboidrati
non sono il capro espiatorio, sembrano esserlo perché forse sono il problema
di eccesso più grande della nostra società. Ma aggiustati quelli altri
problemi restano: l'attività fisica in primis. I benefici di una attività
fisica intensa non te li da una dieta povera di carbo.ù
Ora che sei scesa a 200 g al giorno prova a raddoppiare gradualmente la tua
attività fisica: noterai miglioramenti sullo stato fisico e mentale almeno
paragonabile a quello avuto in seguito all'aggiustamento della dieta.

Andrea Tibaldi
www.cibo360.it
Post by Sara2004
Niente abbiocco post-prandiale, lucidità
mentale (su una
mentecatta è gran cosa!), fisico molto più...non so descriverlo, ma
sensazione piacevolissima.
Post by rusca_64
ma cmq. ho optato per un
regime di carbo adatti a me ( appunto x restare nell'ambito del vario )
perchè molte delle teorie o presunte tali dei regimi l.c. li ho spermentati
su me stesso e ho ragione di credere che funzionino
Idem
Post by rusca_64
prima me magnavo du etti de pasta x votta ed almeno tre micche alla sera
( e non avevo problemi )
Oddio, mai arrivata a tanto. Il problema mio era la pasta e il pane in
quantità normali ma tutti i
gironi o quasi...E ancora resta un problema, ma stiamo lavorando per
almeno circorscriverlo ;-)
Post by rusca_64
per arrivare a quello che prendo ora ( no pasta e 1/2 pane integrale la
sera)
E' senz'altro very low-carb, non dico nelle quantità per forza, ma come
filosofia credo sia quella a
tutto tondo, no?
Post by rusca_64
ho ridotto pian pianino prima le porzioni poi le frequenze infine entrambi.
Come me adesso
Post by rusca_64
Ho visto che il corpo reagisce molto bene.
Confermo!
Post by rusca_64
Ora i miei carbo derivano da frutta - verdura e i mitticcci bastoncini di
crusca alla mattina.
I bastoncini per le fibre o perchè altrimenti non sai da dove prendere i
carbo? A me pare ci sia solo
l'imbarazzo della scelta ;-)
Post by rusca_64
E' vero che prendo circa 7-8 pezzi di frutta e mi faccio dei mastelli di
verdura ad occhio
credo di essere sui 200-250 gr / die....( ma faccio tantissima attività
fisica )
Prenderò a farla anch'io, per ora non saprei dove ritagliarmi lo spazio di
tempo per andare al parco
o in palestra...
Post by rusca_64
se si vuole si può
auguri
Ti ringrazio, fa piacere! ;-)
Sara
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
rusca_64
2004-07-06 14:35:00 UTC
Permalink
Post by Sara2004
Post by rusca_64
Ora i miei carbo derivano da frutta - verdura e i mitticcci bastoncini di
crusca alla mattina.
I bastoncini per le fibre o perchè altrimenti non sai da dove prendere i
carbo? A me pare ci sia solo
l'imbarazzo della scelta ;-)
beh prendo i bastoncini xchè mi piacciono
xchè hanno tante fibre e xchè è (imho) sono un buon modo di
prendere carbo

cmq. ha perfettamente ragione A.T. , se fai attività fisica
e se ne fai tanta , di carbo non ne puoi fare a meno

io ai regimi l.c. ho dovuto rinunciare proprio
xchè non andavo !!!
credo poi di essere impreparato ai regimi l.c.
soprattutto il mio corpo è ripulsivo nei confronnti dei grassi !!!
pernsa che in 6 mesi mi erano tornate le maniglie,
ero ingrassato di circa 3 kg, esami del sangue non a posto...eccccc

ora ho tolto quasi completamente i grassi ( ne prendo davvero pochissimi)
ho aumentato i carbo ( come dicevo molta frutta e verdura )
e le cose sono tornate a posto nel giro di 2 mesi.....

ma appunto xchè non sono contrario ai l.c. ho cambiato le provenienze
dei carbo senza però rinunciarci e senza esagerare....diciamo medium carb
e le cose ora sono a postissimo
a breve farò gli esami , ma sono sicuro che anche quelli sarano a posto
in questo momento sto veramente bene , bello tirato e soprattutto ben
allenato
Post by Sara2004
Prenderò a farla anch'io, per ora non saprei dove ritagliarmi lo spazio di
tempo per andare al parco
o in palestra...
un consiglio....
la corsa ...vedila come una medicina ...
solo per un mese .....
poi diventerà un droga....non ne potrai fare a meno
è impossibile non innamorarsene ..troppo bello
io ho tantissimi impegni ( famgliari in primis...)
eppure non rinuncio , anzi ora d'estate mi alzo intorno alle
5-5,30 per assaporare il gusto fantastico delle prime luci
del fresco e del silenzio...sensazioni bellissime
Post by Sara2004
Ti ringrazio, fa piacere! ;-)
Sara
ciao
rusca
Mister Sandman
2004-07-06 15:16:12 UTC
Permalink
Post by rusca_64
ora d'estate mi alzo intorno alle
5-5,30 per assaporare il gusto fantastico delle prime luci
del fresco e del silenzio...sensazioni bellissime
ciao
rusca
Uè collega! Pure io faccio 'sta follia di alzarmi alle 5:00 per correre....
però non tutti i giorni ma tre volte la settimana. Devo pur recuperare sonno
da qualche parte....
E' vero: correre a quell'ora (poi io abito in collina) con l'aria frizzante
e l'alba davanti ai propri occhi è un toccasana per il corpo e per l'anima.

Mister Sandman


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
lora
2004-07-07 19:50:49 UTC
Permalink
Post by rusca_64
un consiglio....
la corsa ...vedila come una medicina ...
solo per un mese .....
poi diventerà un droga....non ne potrai fare a meno
è impossibile non innamorarsene ..troppo bello
io ho tantissimi impegni ( famgliari in primis...)
eppure non rinuncio , anzi ora d'estate mi alzo intorno alle
5-5,30 per assaporare il gusto fantastico delle prime luci
del fresco e del silenzio...sensazioni bellissime
Ciao rusca_64, ho una domanda: come si inizia questa attività?
Meglio fare dello stretching prima e dopo; iniziare con 2 min il primo
giorno; 5 min il secondo e aumentare di volta in volta, fino ad arrivare ai
40 min? La mia intenzione è quella di avvicinarmi alla corsa, ma fino ad ora
ho fatto una vita molto sedentaria e ho paura di sovraccaricare cuore,
muscoli, ecc. Vorrei "fare unpò di fiato" e avere una attività fisica
regolare che mi aiuti a tenermi in movimento, ma come tutti i dilettanti non
vorrei stra-fare per poi abbandonare subito, non trovando lo stimolo
giusto...e prendendo paura della fatica per lo sforzo fisico, che non sono
abituata a sostenere. ( penso che sia legittimo, no?)
Saluti lora
rusca_64
2004-07-08 12:28:05 UTC
Permalink
Post by lora
Post by rusca_64
un consiglio....
la corsa ...vedila come una medicina ...
solo per un mese .....
poi diventerà un droga....non ne potrai fare a meno
è impossibile non innamorarsene ..troppo bello
io ho tantissimi impegni ( famgliari in primis...)
eppure non rinuncio , anzi ora d'estate mi alzo intorno alle
5-5,30 per assaporare il gusto fantastico delle prime luci
del fresco e del silenzio...sensazioni bellissime
Ciao rusca_64, ho una domanda: come si inizia questa attività?
tre regole fondamentali
mai mollare = costanza ,
incrementare sempre ....anche di pochissimo = gradualità
porsi degli obiettivi = stimoli mentali
Post by lora
Meglio fare dello stretching prima e dopo; iniziare con 2 min il primo
giorno; 5 min il secondo e aumentare di volta in volta, fino ad arrivare ai
40 min?
l'allenamento è la modifica fisiologica del nostro corpo alle sollecitazioni
che gli imponiamo.
Quindi nulla è vietato.
Una cosa buona xchi non è abituato a correre è quello di iniziare facendo
due minuti di corsa e due minuti a piedi .
La prima volta possono bastare 20 minuti ....in pratica corri solo x 10
minuti.
Incrementi un minuto la corsa alla volta sino a quando arrivi a 40 -50
minuti.
A quel punto riduci la camminata sostituendola con la corsa.
Fino a quando arrivi a correre almeno per un ora.
Un consiglio , all'inizio non ascoltare il tuo corpo, questo ti dirà di
andare + forte e più a lungo,
non ascoltarlo, programmati le uscite in modo di non esagerare.
L'allenamento è l'insieme di due fasi , fase di carico e di scarico.
Quindi è importante dopo aver corso , riposare a sufficienza.
All'inizio fai magari una corsa ogni 5 gg, poi ogni 4 eccc
Non riprendere a correre se hai ancora dolori nelle gambe.
A che velocità ?
quella che ti permette di poter parlare senza spezzettare le parole,
altrimenti ti compri un cardio e scegli le soglie.
trovati un amica con le tue stesse intenzioni ed il gioco è fatto !!!
ti diverti , gossipi con l'amica , ti passa il tempo.......
( occhietti dei maschietti incollati .......anche questo dovrebbe essere
bello....:-))) )
Post by lora
La mia intenzione è quella di avvicinarmi alla corsa, ma fino ad ora
ho fatto una vita molto sedentaria e ho paura di sovraccaricare cuore,
muscoli, ecc.
esatto , non devi sovraccaricare nulla , guai !!!
guarda che sono sufficienti due mesi per vedere miglioramenti ....
se la tua intenzione è mantenerti in forma , non c'è cosa + bella della
corsa
anche io ero un sedentario a 20 anni .....
Post by lora
Vorrei "fare unpò di fiato" e avere una attività fisica
regolare che mi aiuti a tenermi in movimento, ma come tutti i dilettanti non
vorrei stra-fare per poi abbandonare subito, non trovando lo stimolo
giusto...e prendendo paura della fatica per lo sforzo fisico, che non sono
abituata a sostenere. ( penso che sia legittimo, no?)
Saluti lora
la corsa è anche uno stimolo mentale , devi importi degli obiettivi
dimagrire ,tenersi in forma arrivae a correre x 1 ora ,
va tutto bene ....in questo modo non ti senti appagata subito,
devi inanzitutto trovare bello il correre, trovati un bel posto,
un laghetto , un bel sentiero , correre in ambienti belli aiuta parecchio,

auguroni.....

p.s. ti aspetto alla prox maratona :-)))
rusca
Xlater
2004-07-06 18:35:45 UTC
Permalink
Post by Sara2004
Post by Xlater
Come è ambiguo il concetto di "low-carb" è altrettanto ambiguo
il concetto di "equilibrato".
Beh, uno si da dei parametri e in base a quello si ricava la misura di
"equilibrato". Ovvio che i miei
parametri non saranno coincidenti coi tuoi, ma il discorso è quello.
D'accordo, ma allora che senso ha usare quell'aggettivo come se fosse
un criterio assoluto quando è solo strettamente relativo a chi parla?
Post by Sara2004
Argomentare è giusto, però non saltare alla conclusione che per corollario
tutto ciò che non sia
per te (te generico) equilibrato sia per forza di cose squilibrato. Una
dieta per una persona
gravemente obesa è evidentemente squilibrata per una persona sana.
A maggior ragione! Non solo "equilibrato" dipende dalle idee di una
persona, ma anche dalla persona a cui lo applichi. Sono
d'accordissimo con te.

Stiamo velocemente giungendo alla conclusione che chi parla di dieta
"equilibrata" in senso generico sta dicendo cretinate. Io ci sto!
:-)
Post by Sara2004
Concordo. E soprattutto esiste una diseducazione imperante al dis-gusto
;-) Potere mediatico
delle industrie e delle multinazionali dell'hamburger.
C'è ben di peggio dell'hamburger in giro, Sara. A partire dal panino
di simil plastica e grassi trans che gli si mette intorno.
Post by Sara2004
Concordo e ribadisco quanto sopra. Ma, se per caso ti fossi riferito a me,
non è certo quella la mia
fonte principale di toxicarbo ;-) Non dare per scontato che chi fatica,
come me, a ridurre
sensibilmente i carboidrati lo faccia perchè alle patatine e al cornetto
non sa rinunciare. No. Per
quanto mi riguarda il problema è essenzialmente pane e pasta. E per questo
SIGH, doppio SIGH,
SIGH all'ennesima. Non che per me sia un problema non mangiarli, ma cucino
da me solo la
sera...Purtroppo, adattare un regime alimentare alle propria vita è per
talune persone DIFFICILE.
E' verissimo. Difficile, ma non impossibile. Ci vuole un po' di
estro e di creatività...


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Andrea Tibaldi
2004-07-08 13:54:41 UTC
Permalink
Post by Xlater
E' verissimo. Difficile, ma non impossibile. Ci vuole un po' di
estro e di creatività...
E anche un pochino di masochismo...

Andrea Tibaldi
www.cibo360.it
Vamoo
2004-08-05 22:32:03 UTC
Permalink
Post by Andrea Tibaldi
E anche un pochino di masochismo...
Già: è MOLTO meglio punirsi con regimi ipocalorici.

Andrea Tibaldi
2004-07-06 14:06:21 UTC
Permalink
Post by Xlater
Come è ambiguo il concetto di "low-carb" è altrettanto ambiguo
il concetto di "equilibrato". Se vuoi sostenere che il tuo approccio
è "equilibrato" (e, per corollario, tutti gli altri "squilibrati")
dovresti portare qualche argomento
Ancora? Perseverare è diabolico...
Post by Xlater
Post by Andrea Tibaldi
Se tagli i carbo ulteriormente ti priveresti di alimenti che
ami e questo per me è semplicemente assurdo, significherebbe arrendersi al
fatto che "mangiare bene" significa sacrificare il gusto, e la cosa è
totalmente contraria alla mia filosofia.
Filosofia condivisibile. Ma esiste anche un'educazione al gusto.
Ma va? Mi sembrava di averla inventata io l'educazione al gusto...
Post by Xlater
Se gli alimenti che una persona ama sono le patatine del fast food,
le merendine confezionate infarcite di cremine, le bibite zuccherate,
e così via, credo che se cerca il "mangiare sano", qualche compromesso
con il suo gusto debba trovarlo.
Un conto è passare da 400 g di carbo/die a 200. Un conto è passare da 400 a
50. Il primo caso è necessario, il secondo un'inutile castrazione.
Post by Xlater
Il gusto è facilmente manipolabile ed ingannabile.
Diciamo che è manipolabile e ingannabile.
Post by Xlater
E si impara facilmente a rinunciare alla pasta-tutti-i-giorni.
Che non è assolutamente sbagliato dal punto di vista nutrizionale. 70 g di
pasta-tutti-i-giorni non fanno male a nessuno.

Andrea Tibaldi
www.cibo360.it
Xlater
2004-07-07 15:03:06 UTC
Permalink
Post by Andrea Tibaldi
Ancora? Perseverare è diabolico...
Diabolico è rispondere "vatti a leggere tutto il mio sito".
Posso capire dare il riferimento ad una pagina.

In realtà non c'è una pagina in cui si spiega perché quello sarebbe
"l'equilibrio" e come lo si è trovato.
Post by Andrea Tibaldi
Post by Xlater
Filosofia condivisibile. Ma esiste anche un'educazione al gusto.
Ma va? Mi sembrava di averla inventata io l'educazione al gusto...
E' sempre un piacere trovare un inventore. Sono annichilito.
Post by Andrea Tibaldi
Un conto è passare da 400 g di carbo/die a 200. Un conto è passare da 400 a
50. Il primo caso è necessario, il secondo un'inutile castrazione.
Sono numeretti relativi. Se si fa una buona quantità di attività
fisica giornaliera, 200g al giorno sono una quantità accettabile.
Per un sedentario, magari già con qualche chilo in eccesso, sono
assolutamente troppi.
Post by Andrea Tibaldi
Che non è assolutamente sbagliato dal punto di vista nutrizionale. 70 g di
pasta-tutti-i-giorni non fanno male a nessuno.
Sono poche le cose nocive a tutte le dosi. Vorrei fare una statistica
di quante persone mangino dosi di 70 grammi.
Però esiste anche un discorso di opportunità alternative. Se ragioni
in termini di calorie, o anche solo di carboidrati (come troverei
più scientifico) esistono molti cibi che a parità di quantità sono
estremamente più ricchi di altre componenti nutrizionali importanti.
Se quei 50 grammi di zuccheri arrivassero da frutta e verdura
si migliorerebbe molto la qualità della nutrizione.

La pasta è fatta di calorie "vuote". Farina bianca e acqua. Quasi
come lo zucchero. Si dice che vanno preferiti i cibi con il più alto
contenuto relativo di micronutrienti. Che c'entra la pasta?


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Continua a leggere su narkive:
Loading...