Discussione:
bambini, alimentazione e salute
(troppo vecchio per rispondere)
2006-11-28 13:06:57 UTC
Permalink
Sto cominciando a preoccuparmi seriamente dell'alimentazione di uno di
miei figli, e chiedo consiglio ai nutrizionisti del gruppo.

HA cinque anni e mezzo, ha sempre mangiato veramente poco, in tutti i
sensi (tranne quando lo allattavo, era un vero ingordo allora...) ma è
sempre stato benissimo di salute.

Quantifico il poco:

Adesso per esempio, beve una tazza di latte zuccherato con il cacao la
mattina, se ci riesco butta giù con gran lamenti un biscotto. A pranzo
si accontenterebbe di una mela (a scuola è abitudine dare prima la
frutta), ma cerchiamo di fargli mangiare mezza porzione o di pasta o di
secondo. Mangia passato di verdura con la pastina dentro, pasta o
riso,carne e/o pesce... almeno è vario.
Il problema è che un "piatto" salato esclude qualsiasi altra cosa, e le
porzioni sono estremamente ridotte all'osso (quattro bocconi di carne di
media dimensione, metà di un lato di una sogliola, 40 grammi di pasta
quando va bene, insomma, di norma mangia la metà di un piatto del
fratello di due anni).
Se gli chiedo cosa vuole mangiare e lo sollecito a scegliersi da solo i
asuoi piatti preferiti, mi risponde di scegliere io, non esprime alcuna
preferenza.

Ha alcune grandi golosità che sono la mela, a volte con lo zucchero
sopra (se non mangia altro cerco di dargliene anche tre al giorno, ma ne
zucchero una sola), il cioccolato fondente e il latte, per il quale mi
chiede sempre la sera di cenare solo con il latte e basta, e ottiene
comunque un mio usuale rifiuto.
Non mangia caramelle o cioccolato kinder perché non gli piacciono (dice
che sono troppo dolci), ogni tanto ci prova con patatine, gelati,
merendine etc se le fa comprare ma dopo due bocconi le lascia da parte.
Ultimamente ha cominciato a rifiutare anche i succhi di frutta.
Il mio medico qualche mese fa ha cominciato a notare anche lui la cosa,
anche nei suoi controlli dai quattro ai cinque anni ha perso un chilo
(adesso è 18,5/19 chili per 1.12 cm). Mi dice,prima di indagare, di
verificare cosa e come mangia.
Ma negli utlimi due mesi è stato spesso male, ha le occhiaie sotto gli
occhi ed è spesso stanco.
Sto cercando di curare la sua alimentazione, ma è una lotta: ieri
abbiamo fatto una torta al cioccolato assieme, con farina integrale
zucchero di canna uova latte e cioccolato, ci ha messo le palline
colorate sopra ed era entusiasta. Ne ha mangiato un morso, ha detto che
era fantastica e buonissima, ma oggi è ancora quasi intera... (mancano
le fette che mi sono mangiata io... ehm ehm...).

Le mie domande:
Il fatto che non mangi dolci o scemate mi ha sempre tranquillizzato, e
così anche il fatto che tutto sommato stesse bene rispetto ai suoi
coetanei. Da cosa posso capire se l'alimentazione è veramente troppo
ridotta, o se invece sono io da occidentale ipernutrita a farmi problemi
che non ha?

Se -pur di fargli ingurgitare qualcosa- io integro quello che mangia con
latte (mezzo litro al dì, parzialmente scremato)e mela (tre), potrebbe
essere al contrario un ostacolo al farlo mangiare correttamente?

Il rifiuto del dolce, eccetto le mele con lo zucchero, non è un pò strano?


Grazie nuovamente a tutti,
cecilia
Lorenzo®
2006-11-28 13:08:58 UTC
Permalink
"c�" <***@quintadicopertina.net> ha scritto nel messaggio news:***@mid.individual.net...

Il pediatra cosa dice?
--
Ciao
Lorenzo

http://www.ildietista.it
2006-11-28 13:17:42 UTC
Permalink
Post by Lorenzo®
Il pediatra cosa dice?
- Di "contare" quello che mangia quotidianamente (è facendo questo che
mi sono preoccupata...) in modo da verificare che non mi sfugga una
merendina rubata al compagno di classe prima della cena saltata...
- Di procedere a analisi del sangue e eventuali indagini.

Ma: non si esprime sull'inappetenza,
e in più io comunque lo ho in casa e cerco sistemi di nutrirlo
correttamente e di stimolargli la voglia di mangiare, ma non so se così
facendo al contrario lo spingo ad una futura obesità... E una volta che
conto gli alimenti non conosco il fabbisogno calorico di un bambino di
cinque anni (è anche per questo che seguo il newsgroup... intanto
ragiono sul mio)
cecilia
Lorenzo®
2006-11-28 13:38:21 UTC
Permalink
"cè" <***@quintadicopertina.net> ha scritto nel messaggio


CUT

Alla luce di quello che dici, continua a rilevare per una settimana
cosa e in che quantità mangia tuo figlio, poi comunicalo al pediatra.

Per valutare se è sufficiente spesso si tiene d'occhio la crescita,
se tuo figlio è malnutrito la crescita rallenta, anche se penso
che dovresti rimanere serena su questo aspetto che è limite.

Meglio molto meglio non spingerlo troppo ad assumere oltre le sue richieste,
tu gli stai proponendo carne e pesce pasta e frutta e fai
bene ad essere varia, magari metti un pò di formaggio grana
da qualche parte (minestra o pasta), se lo accetta magari ogni tanto
un uovo in alternativa alla carne.

Mantieni fermi i pasti proteici (carne, pesce, uova, formaggio e latte),
fagli assumere nei pasti da condire olio extra di oliva e
a volte olio di semi di girasole (non esagerare).

Le merendine e i dolci non gli servono a nulla,
proponigli eventualmente miele o marmellata
a colazione o spuntino.

Importante, non far percepire a tuo figlio che sia un problema
l'alimentazione, fai tutto con disinvoltura, fallo mangiare quando mangiate
voi spegni il televisore quando mangia e non forzarlo.
--
Ciao
Lorenzo

http://www.ildietista.it
2006-11-28 14:09:02 UTC
Permalink
Post by Lorenzo®
Importante, non far percepire a tuo figlio che sia un problema
l'alimentazione, fai tutto con disinvoltura, fallo mangiare quando mangiate
voi spegni il televisore quando mangia e non forzarlo.
Grazie.
Anche lui poco fa mi ha dato un consiglio, di fare le paste con "una
cosa sola e non tante", schierandosi contro i sughi con le verdure e
formaggi, etc.
Errore poi credo sia la abitudine alla pasta al burro e non all'olio.
Vada per le mele e il latte...
Pare l'assaggiatore di corte: mette tutto alla bocca, ma non mangia nulla.

cecilia

PS
Se posso permettermi un PS OT per te, Lorenzo, hai un sito
interessantissimo e ricco di materiale ma è estremamente complesso da
consultare come grafica/impaginazione e come categorizzazione...
Lorenzo®
2006-11-28 14:35:15 UTC
Permalink
"cè" <***@quintadicopertina.net> ha scritto nel messaggio

--Grazie.
--Anche lui poco fa mi ha dato un consiglio, di fare le paste con "una
--cosa sola e non tante", schierandosi contro i sughi con le verdure e
--formaggi, etc.
--Errore poi credo sia la abitudine alla pasta al burro e non all'olio.
--Vada per le mele e il latte...
--Pare l'assaggiatore di corte: mette tutto alla bocca, ma non mangia nulla.

Prego.


--PS
--Se posso permettermi un PS OT per te, Lorenzo, hai un sito
--interessantissimo e ricco di materiale ma è estremamente complesso da
--consultare come grafica/impaginazione e come categorizzazione...

He he questo è un annoso problema, non ho mai tempo di rifarlo da capo
anche se sarebbe ora di metterci mano.
Ogni tanto verifico i link e li aggiorno ma al momento il tempo da
dedicargli
è sempre esiguo.
Prima o poi rifaccio tutto nuovo.
--
Ciao
Lorenzo

http://www.ildietista.it
G. Paolo
2006-11-28 18:21:03 UTC
Permalink
"c�" <***@quintadicopertina.net> ha scritto nel messaggio news:***@mid.individual.net...
Sto cominciando a preoccuparmi seriamente dell'alimentazione di uno di
miei figli, e chiedo consiglio ai nutrizionisti del gruppo.

HA cinque anni e mezzo, ha sempre mangiato veramente poco, in tutti i
sensi (tranne quando lo allattavo, era un vero ingordo allora...) ma è
sempre stato benissimo di salute.

Le mie domande:
Il fatto che non mangi dolci o scemate mi ha sempre tranquillizzato, e
così anche il fatto che tutto sommato stesse bene rispetto ai suoi
coetanei. Da cosa posso capire se l'alimentazione è veramente troppo
ridotta, o se invece sono io da occidentale ipernutrita a farmi problemi
che non ha?

Se -pur di fargli ingurgitare qualcosa- io integro quello che mangia con
latte (mezzo litro al dì, parzialmente scremato)e mela (tre), potrebbe
essere al contrario un ostacolo al farlo mangiare correttamente?

Il rifiuto del dolce, eccetto le mele con lo zucchero, non è un pò strano?


Grazie nuovamente a tutti,
cecilia


Vai nel ns Portale troverai molte ed utili info sul tema Alientazione per
stare sempre bene

http://www.mednat.org/alimentazione/alimentaz_base.htm

buona lettura
--
dr. G. Paolo Vanoli (I2VGP) - Consulente in Scienza della Nutrizione e
Medicine Biologico Naturali
www.mednat.org
2006-11-28 19:42:17 UTC
Permalink
Post by G. Paolo
Vai nel ns Portale troverai molte ed utili info sul tema Alientazione per
stare sempre bene
Data la disponibilità del dott. G. Paolo Mi permetto di postare alcuni
brani di cui mi è stata consigliata la lettura, con alcuni commenti,
note o domande per chi volesse approfondire:

inizio citazione:
Fin dalle origini dell'UOMO, la sua MENTE ha preparato un PROGRAMMA
di riconoscimento delle molecole UTILI (chiamate Molecole Originarie
MO) adatte alla sua migliore sopravvivenza, come quelle estratte dai
cibi CRUDI; con l'avvento del FUOCO l'uomo ha iniziato ad introdurre
nel suo organismo nuove molecole Non originarie (MNO) iniziando a
mandare in confusione la mente, il suo campo energetico informato ed
il suo SISTEMA IMMUNITARIO.
(END)

Normalmente avrei terminato qui. Ma ho deciso di non fermarmi alla prima
impressione...

(START)
Quindi cio' significa che: si deve mangiare per vivere e NON vivere
per mangiare !
(CUT)

Una piccola perla di saggezza. Dubito che qualcuno possa metterlo in
discussione, ma non mi da aiuti con il mio giovanotto in dimagrimento...
Ma dopo qualche frase fatta ecco entrare nello specifico, parlando del
(START) Regime Alimentare farmaco-dinamico, senza farmaci
Esso si svolge in tre fasi ben distinte:

1. Nella prima fase bisogna ottenere il miglioramento di ogni acidità
anomala di tutto il sistema digestivo. (...)
2. Stabilizzare la fase precedente allo scopo di mantenere nel tempo i
benefici ottenuti.
Inizio della Idro colon terapia per via orale e/o anale (...)
3. Ripristino graduale dell'alimentazione preferita (ma salubre)(...)END

Quindi ricomincio a mangiare le stesse cose di prima? In che senso
"salutari"??!! Mi dai qualche indicazione più precisa??!! (Salutare è n
link, poi ne palriamo...)

START
inalmente negli USA, la maggioranza dei medici e degli operatori
della salute ormai credono che
vi e’ una chiara associazione fra una dieta ad alto contenuto di
frutta e vegetali ed un basso rischio di malattie croniche.
END

Altra perla di saggezza ed ovvietà...

START
Mangiare poco = migliora la Salute ed allontana la vecchiaia
Dieta ipocalorica rallenta invecchiamento cardiovascolare
CUT

Mhhhh... io nel post chiedevo proprio quanto è "tanto" il "poco"... e
chissà se il mio "tanto" è "poco"...

Segue un'altra ovvia battaglia contro Il Glutammato monosodico...

e un'altra simpatica affermazione:

START
" SPIRITO e SALUTE = Mente sana in Corpo Sano
PERDONARE e NON TENERE RANCORE, FA BENE alla SALUTE"
END

Eh... con tipi come te in giro...

START
Raccolta firme contro leggi inique (UE) per eliminare gli
integratori naturali Piu' VEGETALI e controllo degli zuccheri nel
sangue, per una buona SALUTE
END

Non sei l'unico a dirlo...

Si si, ma io volevo dei consigli pratici sull'alimentazione... Li trovo
nel link "SALUTARE" indicato prima, e trovo alcune cose francamente mai
sentite, ma in linea di massima mi pare la solita "fuffa" data con
l'usale assolutismo e senza indicazioni di come si sia arrivati a trarre
qeste conclusioni:

START
La prima regola da non dimenticare mai, è che i cibi crudi sono amici
delle buone digestioni e quindi della Salute Perfetta(...)
Carne: Fin dall’antichità si sapeva che è meglio consumare la carne
proveniente da animali di piccole dimensioni, animali da cortile o
piccoli volatili, piuttosto che la carne di animali grandi e grossi tipo
i bovini (...)
Pesce: consumare preferibilmente quelli che rimangono piccoli ed a
forma di pesce e non i molluschi (...)
Latte e derivati: il latte vaccino o latte di mucca non è
assolutamente adatto all’alimentazione umana, malgrado venga considerato
come un alimento completo, se diamo del latte pastorizzato ai vitelli,
essi muoiono, se lo diamo ai topi, essi non si riproducono più.(...)
Nel caso di utilizzo di formaggi, assumere un cucchiaino di miele; il
formaggio sara' meno indigesto.(...)


Ah, dimenticavo: trovata varie volte una piramide alimentare (la solita,
nostra conosciuta) scansita da un qualche libro e inserita in pessima
qualità.

Dove stanno le novità??!!


cecilia
Lorenzo®
2006-11-29 14:32:01 UTC
Permalink
"cè" <***@quintadicopertina.net> ha scritto nel messaggio

--Data la disponibilità del dott. G. Paolo Mi permetto di postare alcuni
--brani di cui mi è stata consigliata la lettura, con alcuni commenti,
--note o domande per chi volesse approfondire:


Meglio non approfondire, il Vanoli è famoso in rete...

prova achiedergli dove si è laureato, o cerca vecchi post suoi.
--
Ciao
Lorenzo

http://www.ildietista.it
raffaella150
2006-11-29 14:38:02 UTC
Permalink
lascialo perdere...e' solo un'esca per trote...

ti opziono un'alternativa che ti fara' male ma nn scartarla a
priori....
ovviamente spero di sbagliarmi alla grande ma hai scritto che e' sempre
stanco che ha le occhiaie che pure il medico si e' accorto di
qlcs....quindi nn sembrerebbe solo qualcosa legato al cibo in se'....

quanto pesi Ce'?
calcolando le cattiverie che dicono i bambini come ti definirebbero?
sovrappeso? cicciona? grassona?
te lo dico xke il rifiuto del cibo (piu del solito) potrebbe anche
derivare dal fatto che gruppi di maleducatissimi compagni di classe
prendano in giro TE davanti a lui....e lui per nn sentirsi scartato x
reazione abbia ridotto il cibo...x non diventare cm te...
se fosse cosi ovviamente nn te lo direbbe mai xke ti ama e sei sua
madre, ma potrebbe essere una reazione....
si lo so e' una cosa che puo essere assurda ma se ci sta un cattivo
puro al mondo e' un bambino che prende in giro un'altro piu'
debole.....
prova a fargli raccontare le sue giornate x filo e x segno
giocando....e poni molta attenzione su quello che ti dice....puo
capitare un periodo di inappetenza soprattutto in un bimbo che nn e'
mai stato un mangione ma non per troppo tempo, specie se dimagrisce e
nn cresce (visto che il tuo figlioletto e' normopeso).....
tentar nn nuoce...al massimo vi fa conoscere ancora di piu...
Lorenzo®
2006-11-29 15:02:31 UTC
Permalink
"raffaella150" <***@hotmail.com> ha scritto nel messaggio

-pesi Ce'?
-calcolando le cattiverie che dicono i bambini come ti definirebbero?
-sovrappeso? cicciona? grassona?
-te lo dico xke il rifiuto del cibo (piu del solito) potrebbe anche

Perdonami ma mi sembra troppo spinta come ipotesi...
--
Ciao
Lorenzo

http://www.ildietista.it
raffaella150
2006-11-29 15:21:46 UTC
Permalink
Lorenzo®
2006-11-30 15:33:51 UTC
Permalink
Post by Lorenzo®
-pesi Ce'?
-calcolando le cattiverie che dicono i bambini come ti definirebbero?
-sovrappeso? cicciona? grassona?
-te lo dico xke il rifiuto del cibo (piu del solito) potrebbe anche
Perdonami ma mi sembra troppo spinta come ipotesi...
---si lo so...ma se risulta che nn e' cosi, meglio no?

Non è come pensavi...

--lmeno in caso ci si e' tolti un problema che era anche piu grave...
--cmq nn e' una novita' la depressione infantile....

Vedi tu stai facendo ipotesi diagnosi e terapia senza vederli ne sapere
molto di loro, il tuo intento è chiaro ma non è detto sia benefico.
Mi spiego, c'è un medico specialista che vede migliaia di bambini e
mamme, lui è il confidente dei problemi del bambino e mamma.

Partiamo da un concetto che l'istinto materno è perfetto di per sè
poi un pediatra che ascolti la soluzione, e con lui valutare che messaggi
mandare al bambino e che tipo di dialogo fare.

Sarò arretrato ma sono cresciuti milioni di bambini sanissimi
e intelligenti da mamme che ne caricano meno la psiche di problematiche
degli adulti, il bambino è LOGICO non ragiona con i nostri schemi.

Quando per sempio le mamme si lamentavano dei bambini grassotteli
perchè mangiavano merendine, io gli chiedevo: chi le compra?

Mai il bambino...

Il bambino ragiona così: mamma compra le merendine
mamma allora vuole che le mangi...

Troppo spesso deroghiamo l'affetto o le attenzioni al cibo o alla
televisione,
con il risultato di crescere adulti anafettivi, o esageriamo dall'altro lato
e crescono insicuri...

Non è facile crescere un figlio, ne far capire ad una mamma che non
deve assilarlo troppo...
--
Ciao
Lorenzo

http://www.ildietista.it
2006-11-30 21:37:23 UTC
Permalink
Post by Lorenzo®
Vedi tu stai facendo ipotesi diagnosi e terapia senza vederli ne sapere
molto di loro, il tuo intento è chiaro ma non è detto sia benefico.
Mi spiego, c'è un medico specialista che vede migliaia di bambini e
mamme, lui è il confidente dei problemi del bambino e mamma.
No riguardo all'alimentazione il pediatra è lo specchio della nostra
società. Non ha tempo per controllare anche quella o dare indicazioni o
buoni consigli... Tranne, raramente, la primissima infanzia o lo
svezzamento.

Ritorniamo al vecchio discorso della "cultura alimentare", da inserire
nei programmi scolastici, fa proporre agli adulti anche non genitori.
Lurkando i newsgroup americani di dietologia ci si rende conto di cosa
vuol dire e quali costi ha l'obesità che sta alla base ed è
caratteristica della società stessa.
Personalmente, mi sto chiarendo le idee frequentando questo newsgroup,
che vuol dire, senza insultare nessuno, saperne proprio poco per
accontentarsi di una prima infarinatura di "pareri" e "opinioni", come
quella che potete darmi!! ;-)

il bambino è LOGICO non ragiona con i nostri schemi.

Bella, questa è una frase su cui riflettere. Probabilmente loro sono più
logici, ma noi siamo più razionali...
Post by Lorenzo®
Quando per sempio le mamme si lamentavano dei bambini grassotteli
perchè mangiavano merendine, io gli chiedevo: chi le compra?
Sai che sia al nido che alla materna (pubbliche) vengono date per merenda?
Post by Lorenzo®
Il bambino ragiona così: mamma compra le merendine
mamma allora vuole che le mangi...
Mhh.... La televisione, i compagni, gli amici, al campetto, al parco
giochi... Piffero, se gli dai la mela e ti opponi alle patatine e lo
tieni d'occhio lo assilli, se lo lasci libero gli permetti
automaticamente di mangiare schifezze... E' dura trovare la via di mezzo
che non ne faccia un diverso ma gli faccia capire l'importanza di ciò
che ingurgita... di nuovo... senza fargli pensare che il cibo possa
essere il male...
Post by Lorenzo®
Troppo spesso deroghiamo l'affetto o le attenzioni al cibo o alla
televisione,
con il risultato di crescere adulti anafettivi, o esageriamo dall'altro lato
e crescono insicuri...
Acc... qui sei caduto un pò nella retorica!! ;-)) Cosa vuoi che ti dica,
da madre (e figlia) ti posso dire che credo che i figli siano sempre
più intelligenti dei loro genitori. Alla fin fine non abbiamo niente da
insegnargli, da spiegarli, o di che convincerli. Non ci resta che
abbracciarli e spupazzarceli un pò, sperando che l'affetto basti.(ed
ecco che ci cado io nella retorica...)

cecilia
Lorenzo®
2006-12-01 16:20:43 UTC
Permalink
"cè" <***@quintadicopertina.net> ha scritto nel messaggio

--Personalmente, mi sto chiarendo le idee frequentando questo newsgroup,
--che vuol dire, senza insultare nessuno, saperne proprio poco per
--accontentarsi di una prima infarinatura di "pareri" e "opinioni", come
--quella che potete darmi!! ;-)

Non ho capito, cosa vuoi dire?


-- il bambino è LOGICO non ragiona con i nostri schemi.


--Bella, questa è una frase su cui riflettere. Probabilmente loro sono più
--logici, ma noi siamo più razionali...

Noi razionali? Ma quando mia...
Ti pare razionale una persona che acquista merendine e poi
sgrida il bambino perchè le mangia?

Lascia stare che di mamme razionali ne vedo molto poche...
Post by Lorenzo®
Quando per sempio le mamme si lamentavano dei bambini grassotteli
perchè mangiavano merendine, io gli chiedevo: chi le compra?
--Sai che sia al nido che alla materna (pubbliche) vengono date per merenda?

Criminali!
Post by Lorenzo®
Il bambino ragiona così: mamma compra le merendine
mamma allora vuole che le mangi...
--Mhh.... La televisione, i compagni, gli amici, al campetto, al parco
--giochi... Piffero, se gli dai la mela e ti opponi alle patatine e lo
--tieni d'occhio lo assilli, se lo lasci libero gli permetti
--automaticamente di mangiare schifezze... E' dura trovare la via di mezzo
--che non ne faccia un diverso ma gli faccia capire l'importanza di ciò
--che ingurgita... di nuovo... senza fargli pensare che il cibo possa
--essere il male...

Non capisco, io critico le mamme che si lamentano del bambino
grassottelo perchè LORO comprano le merendine e LORO
le danno ai figli, parlo di bambini di 7 anni già grassi adulti obesi.
Post by Lorenzo®
Troppo spesso deroghiamo l'affetto o le attenzioni al cibo o alla
televisione,
con il risultato di crescere adulti anafettivi, o esageriamo dall'altro lato
e crescono insicuri...
--Acc... qui sei caduto un pò nella retorica!! ;-)) Cosa vuoi che ti dica,
--da madre (e figlia) ti posso dire che credo che i figli siano sempre
--più intelligenti dei loro genitori. Alla fin fine non abbiamo niente da
--insegnargli, da spiegarli, o di che convincerli. Non ci resta che
--abbracciarli e spupazzarceli un pò, sperando che l'affetto basti.(ed
--ecco che ci cado io nella retorica...)

purtroppo è realtà...

I figli sono molto concentrati e gli adulti distratti dai rapporti
con loro.
--
Ciao
Lorenzo

http://www.ildietista.it
2006-12-04 13:11:05 UTC
Permalink
Post by Lorenzo®
--Personalmente, mi sto chiarendo le idee frequentando questo newsgroup,
--che vuol dire, senza insultare nessuno, saperne proprio poco per
--accontentarsi di una prima infarinatura di "pareri" e "opinioni", come
--quella che potete darmi!! ;-)
Non ho capito, cosa vuoi dire?
No, niente di filosofico, scusa, solo che sono un'ignorante in materia e
solo frequentando il newsgroup scopro più cose sull'alimentazione di
quante ne abbia imparate crescendo, a scuola, in famiglia... Capisci che
questi discorsi si fanno qui, ma "fuori" addirittura la scuola ti dà le
merendine, e il bambino paffutello e rotondetto è sinonimo di salute...
Post by Lorenzo®
-- il bambino è LOGICO non ragiona con i nostri schemi.
--Bella, questa è una frase su cui riflettere. Probabilmente loro sono più
--logici, ma noi siamo più razionali...
Noi razionali? Ma quando mia...
Ti pare razionale una persona che acquista merendine e poi
sgrida il bambino perchè le mangia?
Lascia stare che di mamme razionali ne vedo molto poche...
Ok, ma conteggiare carboidrati grassi e zuccheri ci pensiamo noi, mica
loro... Un minimo di controllo sull'alimentazione dei bambini/ragazzi ci
vuole. Che poi le madri non siano un modello di cultura e conoscenze
alimentari, sono la prima a dirlo...
Post by Lorenzo®
Post by Lorenzo®
Quando per sempio le mamme si lamentavano dei bambini grassotteli
perchè mangiavano merendine, io gli chiedevo: chi le compra?
Ok ma scusa, io vedo la mia bella piramide alimentare, e penso a una
merendina, crostatina, yogo brioss... e penso che ci siano uova, latte,
zucchero, farina...magari marmellata con la frutta... Posso anche
pensare di comprarne una scatola, dargliene una al giorno la mattina e
basta, considerato il fatto che magari stai attento che a pranzo e cena
introducano anche altri alimenti (pesce, carne, verdura, frutta...).
Cado nella trappola e il figlio in questione finisce per mangiarsene
cinque di seguito (e questo è quello che facevo io a diec'anni...).
Post by Lorenzo®
--Sai che sia al nido che alla materna (pubbliche) vengono date per merenda?
Criminali!
Cominciamo da loro che una base di cultura alimentare dovrebbero averla,
e magari poi è più facile parlare anche con le mamme...
Post by Lorenzo®
Post by Lorenzo®
Il bambino ragiona così: mamma compra le merendine
mamma allora vuole che le mangi...
--Mhh.... La televisione, i compagni, gli amici, al campetto, al parco
--giochi... Piffero, se gli dai la mela e ti opponi alle patatine e lo
--tieni d'occhio lo assilli, se lo lasci libero gli permetti
--automaticamente di mangiare schifezze... E' dura trovare la via di mezzo
--che non ne faccia un diverso ma gli faccia capire l'importanza di ciò
--che ingurgita... di nuovo... senza fargli pensare che il cibo possa
--essere il male...
Non capisco, io critico le mamme che si lamentano del bambino
grassottelo perchè LORO comprano le merendine e LORO
le danno ai figli, parlo di bambini di 7 anni già grassi adulti obesi.
Non sto cercando di difenderle, ti assicuro, ma ciò è emblematico del
fatto che loro in primis di alimentaizone non capiscono niente.
Se io penso a mia suocera, cresciuta in una situazione di estrema
povertà negli anni cinquanta, e la vedo che cerca di dare ai suoi nipoti
tutto quello che lei non ha avuto, e sono giocattoli (immancabilmente
cineserie che vanno in pezzi al primo utilizzo) e tutto quel cibo e
quelle golosità che effettivamente lei non si poteva permettere, capisco
anche come mai mi rompe le scatole quotidianamente per il mio bambino di
cinque anni e 18/19 chili e non batte ciglio, anzi ammira il cuginetto
che alla stessa età ne pesava 30.

Quello che sto cercando di dirti è che, da madre, non hai un sostegno
dal punto di vista alimentare, poiché il pediatra non è un
nutrizionista. Non solo risentiamo del rapporto con il cibo dei nostri
padri, che lo reputavano "un lusso" se non uno status simbol, ma i
messaggi che leggi in giro dicono tutti che alla fin fine l'importante
per crescere è mangiare e basta. E tutti gli alunni di quasi tutte le
scuole elementari o medie hanno nella cartella la merendina da mangiare
alle dieci, se non addirittura il pacchetto di patatine.

Ciao Cecilia
Lorenzo®
2006-12-04 14:08:19 UTC
Permalink
Post by Lorenzo®
Noi razionali? Ma quando mia...
Ti pare razionale una persona che acquista merendine e poi
sgrida il bambino perchè le mangia?
Lascia stare che di mamme razionali ne vedo molto poche...
--Ok, ma conteggiare carboidrati grassi e zuccheri ci pensiamo noi, mica
--loro... Un minimo di controllo sull'alimentazione dei bambini/ragazzi ci
--vuole. Che poi le madri non siano un modello di cultura e conoscenze
--alimentari, sono la prima a dirlo...

Si certo
Post by Lorenzo®
Post by Lorenzo®
Quando per sempio le mamme si lamentavano dei bambini grassotteli
perchè mangiavano merendine, io gli chiedevo: chi le compra?
--Ok ma scusa, io vedo la mia bella piramide alimentare, e penso a una
--merendina, crostatina, yogo brioss... e penso che ci siano uova, latte,
--zucchero, farina...magari marmellata con la frutta... Posso anche
--pensare di comprarne una scatola, dargliene una al giorno la mattina e
--basta, considerato il fatto che magari stai attento che a pranzo e cena
--introducano anche altri alimenti (pesce, carne, verdura, frutta...).
--Cado nella trappola e il figlio in questione finisce per mangiarsene
--cinque di seguito (e questo è quello che facevo io a diec'anni...).

Corretto
Post by Lorenzo®
Post by Lorenzo®
Il bambino ragiona così: mamma compra le merendine
mamma allora vuole che le mangi...
--Mhh.... La televisione, i compagni, gli amici, al campetto, al parco
--giochi... Piffero, se gli dai la mela e ti opponi alle patatine e lo
--tieni d'occhio lo assilli, se lo lasci libero gli permetti
--automaticamente di mangiare schifezze... E' dura trovare la via di mezzo
--che non ne faccia un diverso ma gli faccia capire l'importanza di ciò
--che ingurgita... di nuovo... senza fargli pensare che il cibo possa
--essere il male...
Non capisco, io critico le mamme che si lamentano del bambino
grassottelo perchè LORO comprano le merendine e LORO
le danno ai figli, parlo di bambini di 7 anni già grassi adulti obesi.
-Non sto cercando di difenderle, ti assicuro, ma ciò è emblematico del
-fatto che loro in primis di alimentaizone non capiscono niente.
-Se io penso a mia suocera, cresciuta in una situazione di estrema
-povertà negli anni cinquanta, e la vedo che cerca di dare ai suoi nipoti
-tutto quello che lei non ha avuto, e sono giocattoli (immancabilmente
-cineserie che vanno in pezzi al primo utilizzo) e tutto quel cibo e
-quelle golosità che effettivamente lei non si poteva permettere, capisco
-anche come mai mi rompe le scatole quotidianamente per il mio bambino di
-cinque anni e 18/19 chili e non batte ciglio, anzi ammira il cuginetto
-che alla stessa età ne pesava 30.

Io penso che l'ignoranza sia una colpa, almeno oggi.



--Quello che sto cercando di dirti è che, da madre, non hai un sostegno
--dal punto di vista alimentare, poiché il pediatra non è un
--nutrizionista. Non solo risentiamo del rapporto con il cibo dei nostri
--padri, che lo reputavano "un lusso" se non uno status simbol, ma i
--messaggi che leggi in giro dicono tutti che alla fin fine l'importante
--per crescere è mangiare e basta. E tutti gli alunni di quasi tutte le
--scuole elementari o medie hanno nella cartella la merendina da mangiare
--alle dieci, se non addirittura il pacchetto di patatine.


Capisco perfettamente la situazione.
Sei sola contro il sistema marketing e il disimpegno delle altre
famiglie, è una battaglia dura ma ne vale la pena.
Continua così.
--
Ciao
Lorenzo

http://www.ildietista.it
Alessandro Morelli
2006-11-29 21:41:55 UTC
Permalink
Post by Lorenzo®
-pesi Ce'?
-calcolando le cattiverie che dicono i bambini come ti definirebbero?
-sovrappeso? cicciona? grassona?
-te lo dico xke il rifiuto del cibo (piu del solito) potrebbe anche
Perdonami ma mi sembra troppo spinta come ipotesi...
Non la escluderei a priori: la psicologia è importantissima nell'appetenza,
se non la cosa fondamentale: quante volte non hai avuto fame per via di
problemi personali?

Quoto e concordo con tutto ciò che ha scritto raffaella.
2006-11-29 19:05:25 UTC
Permalink
Post by raffaella150
lascialo perdere...e' solo un'esca per trote...
Lo so, ma è la seconda volta che si attacca a un mio post per inserire
link che non hanno a che fare con la quesitone... Ma forse è meglio che
non lo ascolti.
Post by raffaella150
ti opziono un'alternativa che ti fara' male ma nn scartarla a
priori....
Allora, è difficile che venga preso in giro per me anche perché
all'asilo lo porta e lo va prendere il papà... e io mi faccio vedere ben
poco... A parte gli scherzi, io non sono tanto "cicciona" esternamente,
peso 76 chili (meno un'altro!!) per 171, è vero, ma ho una corporatura
robusta, ho sempre fatto nuoto, arrampico e difficilmente indovinano il
mio peso. Ho una pancia davanti tipica delle gravidanze, e al massimo
gli chiedono se ho un'altro bambino dentro, perché sono squilibrata.

Nel senso che tu dici, penso potrebbe essere peggiore per un bambino il
fatto di sentir continuamente parlare in casa di diete, di controlli, di
cibo da non mangiare... E anche di venire redarguito per le merendine,
le patatine, etc.
Ha un padre vegetariano che tiene molto all'alimentazione e al fisico, e
quindi è ancor più spesso di me a verificare calorie in ingresso e
uscita, correre, pesarsi... (La crisi dei quarant'anni degli uomini è
veramente terribile!!) E questo potrebbe influire maggiormente.

Ma la questione è un'altra, nel senso che mio figlio ha sempre mangiato
pochissimo (a venti giorni di vita faceva una tirata dalle otto di sera
alle otto di mattina senza battere ciglio, per esempio), fosse per lui
si accontenterebbe di un pasto al giorno oltre al latte della colazione,
e di questo ne avevamo già parlato con il medico, stabilendo che se per
lui era "abbastanza" non lo avremmo stressato. Il problema è la
definizione di quell'"abbastanza", nel momento in cui non presenta segni
di denutrizione da terzo mondo, e va bene (se per questo nemmeno scarsa
voglia di giocare o poca energia), ma semplicemente, crescendo, va
sempre più sogggetto ai mali influenzali e si porta avanti
febbriciattole per mesi, non prende peso a lunghe distanze ed è
visibilmente più magro... E se adesso trascurassi qualcosa che negli
anni possa finire per peggiorare??!!

Grazie Cecilia
raffaella150
2006-11-29 19:18:26 UTC
Permalink
Post by cè
Ma la questione è un'altra, nel senso che mio figlio ha sempre mangiato
pochissimo (a venti giorni di vita faceva una tirata dalle otto di sera
alle otto di mattina senza battere ciglio, per esempio), fosse per lui
si accontenterebbe di un pasto al giorno oltre al latte della colazione,
e di questo ne avevamo già parlato con il medico, stabilendo che se per
lui era "abbastanza" non lo avremmo stressato. Il problema è la
definizione di quell'"abbastanza", nel momento in cui non presenta segni
di denutrizione da terzo mondo, e va bene (se per questo nemmeno scarsa
voglia di giocare o poca energia), ma semplicemente, crescendo, va
sempre più sogggetto ai mali influenzali e si porta avanti
febbriciattole per mesi, non prende peso a lunghe distanze ed è
visibilmente più magro... E se adesso trascurassi qualcosa che negli
anni possa finire per peggiorare??!!
il medico ha ragione a nn forzarlo...e nemmeno a tentarlo, nn sarebbe
corretto x la sua vita da adulto dopo...visto che comun que anche se
poco almeno ti mangia di tutto....se fosse stato anche una mushigua era
peggio no?
solo veglia su di lui cm stai facendo ora, imponiti ferma su certi cibi
che vanno tassativamente consumati e talvolta sto benedetto latte alla
sera faglielo, una volta a settimana nn uccide, insomma una volta carne
una volta pesce una volta uova e una o due volte latte (dolce o salato
poco importa)...eppoi sei di genova, IL RISO E LATTE è nella nostra
tradizione!!
Nicola Larosa
2006-11-29 22:20:26 UTC
Permalink
Post by raffaella150
solo veglia su di lui cm stai facendo ora, imponiti ferma su certi cibi
che vanno tassativamente consumati e talvolta sto benedetto latte alla
sera faglielo, una volta a settimana nn uccide,
Se l'alternativa è quello o niente, anche tutte le sere. Il latte è un
alimento completo.
--
Nicola Larosa - http://www.tekNico.net/

Just because computers were a liberating force in the past doesn't mean
they will be in the future. There is enormous political and economic
power behind the idea that you shouldn't truly own your computer or your
software, despite having paid for it. -- Bruce Schneier, May 2006
raffaella150
2006-11-29 20:58:28 UTC
Permalink
Post by cè
Allora, è difficile che venga preso in giro per me anche perché
all'asilo lo porta e lo va prendere il papà... e io mi faccio vedere ben
poco... A parte gli scherzi, io non sono tanto "cicciona" esternamente,
peso 76 chili (meno un'altro!!) per 171, è vero, ma ho una corporatura
robusta, ho sempre fatto nuoto, arrampico e difficilmente indovinano il
mio peso. Ho una pancia davanti tipica delle gravidanze, e al massimo
gli chiedono se ho un'altro bambino dentro, perché sono squilibrata.
scusa nn volevo offenderti...ma spesso le mamme si preoccupano tanto
del corpo e poco della mente che spesso sta molto peggio....era una (x
fortuna sbagliata) possibilità...comunque prova a indagare cosa
pensano i suoi amichetti e cosa ne pensa lui....sai sentire commenti
cattivi in generale su certe categorie di persone e sapere che dentro
ci posson entrare anche quelli che ami nn fa piacere....
la mente è tortuosa a tutte le età, in proporzione,,,,
2006-11-29 21:41:18 UTC
Permalink
Post by raffaella150
scusa nn volevo offenderti...ma spesso le mamme si preoccupano tanto
del corpo e poco della mente che spesso sta molto peggio....era una (x
fortuna sbagliata) possibilità...comunque prova a indagare cosa
pensano i suoi amichetti
figurati nessuna offesa... era una via nuova...
Comunque i suoi ocmpagni lo prendono più in giro perchè mangia mele e
non happy hippo... Ma lui dice che loro non capiscono niente



cecilia
Alessandro Morelli
2006-11-29 22:13:41 UTC
Permalink
Post by cè
figurati nessuna offesa... era una via nuova...
Comunque i suoi ocmpagni lo prendono più in giro perchè mangia mele e non
happy hippo... Ma lui dice che loro non capiscono niente
Anch'io odio gli happy Hyppo, sono troppo dolci ed immangiabili. E poi tuo
figlio ha ragione: non capiscono niente, se sapessero che quei 10g di happy
hippo hanno le stesse calorie di un etto e mezzo di filetto di rombo alla
griglia... ^__^
Nicola Larosa
2006-11-29 22:21:27 UTC
Permalink
Post by cè
Comunque i suoi ocmpagni lo prendono più in giro perchè mangia mele e
non happy hippo... Ma lui dice che loro non capiscono niente
Grande lui, e poveracci loro...
--
Nicola Larosa - http://www.tekNico.net/

Just because computers were a liberating force in the past doesn't mean
they will be in the future. There is enormous political and economic
power behind the idea that you shouldn't truly own your computer or your
software, despite having paid for it. -- Bruce Schneier, May 2006
raffaella150
2006-12-01 09:27:56 UTC
Permalink
Post by cè
Post by raffaella150
scusa nn volevo offenderti...ma spesso le mamme si preoccupano tanto
del corpo e poco della mente che spesso sta molto peggio....era una (x
fortuna sbagliata) possibilità...comunque prova a indagare cosa
pensano i suoi amichetti
figurati nessuna offesa... era una via nuova...
Comunque i suoi ocmpagni lo prendono più in giro perchè mangia mele e
non happy hippo... Ma lui dice che loro non capiscono niente
ha lo spirito del campione,,,,,fagli fare qualche sport dove puo
scatenare tutta questa forza di volonta'.
conosco campioni del mondo di danza che quando eran bambini andavan
controcorrente xke rifiutavano "tutto cio che la societa imponeva
loro", cioe andavan ad allenarsi QUANDO gli amici andavan al cinema,
STAVAN a dieta (cioe rifiutavano di strafogarsi x esser accettati dagli
altri) xke credevan nelle loro idee e nell loro sport, se ne sbattevano
QUANDO gli amici li pigliavan x i fondelli (infatti ORA gli amici son
dei pirla che nn han ottenuto nulla nella vita e loro posson dire di
aver avuto successo) ecc....
vd tu...
Alessandro Morelli
2006-11-29 22:11:20 UTC
Permalink
HA cinque anni e mezzo, ha sempre mangiato veramente poco, in tutti i sensi
(tranne quando lo allattavo, era un vero ingordo allora...) ma è sempre
stato benissimo di salute.
Adesso per esempio, beve una tazza di latte zuccherato con il cacao la
mattina, se ci riesco butta giù con gran lamenti un biscotto.
Guarda, sarebbe più problematico se mangiasse volentieri i biscotti e
rifiutasse il latte. Puoi proporgli tante cose, magari un giornoo portalo a
far la spesa con te con la scusa di prendergli un giocattolo e poi fallo
passare per gli scaffali dei cereali.
Senti da lui quali gli piacerebbe provare dentro al latte. Considerando che
li mangerà insieme alla sua bevanda preferita potrebbe essere un fattore
determinante!
A pranzo si accontenterebbe di una mela (a scuola è abitudine dare prima
la frutta), ma cerchiamo di fargli mangiare mezza porzione o di pasta o di
secondo. Mangia passato di verdura con la pastina dentro, pasta o
riso,carne e/o pesce... almeno è vario.
Molto bene, la mela gliela puoi dare tutte le volte che la vuole, non dà
alcun problema, è un frutto buonissimo. Col tempo, magari, fagli provare
vari frutti, ma non è un problema che mangi sempre una mela. Magari,
dagliela solo se mangia anche qualcos'altro!
Il problema è che un "piatto" salato esclude qualsiasi altra cosa, e le
porzioni sono estremamente ridotte all'osso (quattro bocconi di carne di
media dimensione, metà di un lato di una sogliola, 40 grammi di pasta
quando va bene, insomma, di norma mangia la metà di un piatto del fratello
di due anni).
Sì, in effetti è molto poco. Una denutrizione a quest'età potrebbe portare
dei problemi, ma la cosa dev'essere molto prolungata e probabilmente anche
più grave di così. Non è il caso di preoccuparsi troppo.
Siccome anche il latte gli piace molto, puoi sostituire il ps con l'intero
fresco (più nutriente, buono e ricco di vitamine e minerali) e darglielo
(col cioccolato, senza, coi cereali, con gli sciroppi; io vado matto per il
latte alla menta montato tipo in pasticceria... ^__^) senza tanti problemi
di quantità: ipotizzando anche solo un bicchiere in più di latte intero sia
a pranzo che a cena sarebbero già 250kcal in più, di cui 120 di grassi, 50
di proteine e 80 di zuccheri. Se ci aggiungi una mela o un altro frutto a
pasto, sono altre 150-200kcal al giorno, che per un ragazzino così piccolo
sono davvero molte.
Non devi preoccuparti della poca varietà: il latte è un signor alimento e
non dà controindicazioni. E se riuscissi a fargli mettere dentro qualche
cereale...
Se gli chiedo cosa vuole mangiare e lo sollecito a scegliersi da solo i
asuoi piatti preferiti, mi risponde di scegliere io, non esprime alcuna
preferenza.
Del resto, cosa pretendere da un bambino di 5 anni? Conosco persone che non
sanno cosa sia il cibo a parte pizza e pasta al pomodoro, non credo che
chiedendo ad un bambino così piccolo cosa voglia possa associare tanto un
desiderio ad un cibo: ne conosce pochi.
Ha alcune grandi golosità che sono la mela, a volte con lo zucchero sopra
(se non mangia altro cerco di dargliene anche tre al giorno, ma ne zucchero
una sola), il cioccolato fondente e il latte, per il quale mi chiede sempre
la sera di cenare solo con il latte e basta, e ottiene comunque un mio
usuale rifiuto.
Puoi prometterglielo DOPO un piattino di pasta o un secondo di carne o
pesce.
Non mangia caramelle o cioccolato kinder perché non gli piacciono (dice che
sono troppo dolci), ogni tanto ci prova con patatine, gelati, merendine etc
se le fa comprare ma dopo due bocconi le lascia da parte.
Fidati, meglio così. Non abituarlo al dolce, da grande ti ringrazierà!
Ultimamente ha cominciato a rifiutare anche i succhi di frutta.
Il mio medico qualche mese fa ha cominciato a notare anche lui la cosa,
anche nei suoi controlli dai quattro ai cinque anni ha perso un chilo
(adesso è 18,5/19 chili per 1.12 cm). Mi dice,prima di indagare, di
verificare cosa e come mangia.
Ma negli utlimi due mesi è stato spesso male, ha le occhiaie sotto gli
occhi ed è spesso stanco.
In effetti, potrebbero essere indici di un'alimentazione ipocalorica, ma non
è il caso di sforzarlo a mangiare: non devi rischiare di fargli vedere il
cibo com una cosa "cattiva".
Sto cercando di curare la sua alimentazione, ma è una lotta: ieri abbiamo
fatto una torta al cioccolato assieme, con farina integrale zucchero di
canna uova latte e cioccolato, ci ha messo le palline colorate sopra ed era
entusiasta. Ne ha mangiato un morso, ha detto che era fantastica e
buonissima, ma oggi è ancora quasi intera... (mancano le fette che mi sono
mangiata io... ehm ehm...).
Guarda, il bisogno di dolce è un fattore puramente psicologico, in quanto il
nostro fisico non ne ha esplicito bisogno. Gli zuccheri contenuti in cereali
e derivati ed in frutta e verdura sono perfetti per il nostro organismo.
Il fatto che non mangi dolci o scemate mi ha sempre tranquillizzato, e così
anche il fatto che tutto sommato stesse bene rispetto ai suoi coetanei. Da
cosa posso capire se l'alimentazione è veramente troppo ridotta, o se
invece sono io da occidentale ipernutrita a farmi problemi che non ha?
Dal fatto che un bambino, crescendo, deve aumentare anche di peso. Se,
alzandosi, dimagrisce, l'apporto calorico è insufficiente.
Se -pur di fargli ingurgitare qualcosa- io integro quello che mangia con
latte (mezzo litro al dì, parzialmente scremato)e mela (tre), potrebbe
essere al contrario un ostacolo al farlo mangiare correttamente?
Guarda, come ti ho detto se ha dei cibi che mangia volentieri, glieli darei
tutte le volte che li desidera. Unica cosa: non lasciargli fare un pasto
solo con quelle cose. Potresti dargliele come "premio".
Non è possibile far mangiare correttamente un bambino di quell'età, almeno
per l'idea moderna di nutrizione corretta. Ci vorrebbe molta verdura
diversa, frutta a colazione e negli spuntini, latte, frutta secca, olio
(d'oliva o di semi, non è così importante) e pesce (anche grasso), oltre che
un po' di carne, di uova e di pasta o riso o pane. Se mi dice quale bambino
di 5 anni si alimenta così, vado a conoscerlo per fargli i miei complimenti
di persona! ^__^
L'unica cosa da fare è di dargli un po' per volta ciò che ha bisogno, a
volte degli sforzi sono necessarii, sia da parte tua che da parte sua.
Il rifiuto del dolce, eccetto le mele con lo zucchero, non è un pò strano?
Ai nostri occhi, sicuramente, ma una persona che non è abituata a mangiarlo
e a sentirne il sapore non ne sente nè il bisogno, nè la voglia.

In bocca al lupo e farci sapere.
Voglio solo ricordardi il post di raffaella: la mente nell'uomo è la cosa
più importante e in un bambino è difficile capire se il problema possa
essere quello. Ci vuole tutta la conoscenza e l'amore di una madre per
arrivarvi in fondo.
elena
2006-12-04 10:36:06 UTC
Permalink
HA cinque anni e mezzo, ha sempre mangiato veramente poco, in tutti i sensi
(tranne quando lo allattavo, era un vero ingordo allora...) ma è sempre
stato benissimo di salute.
Ti hanno gia' dato molti consigli, io vorrei solo consolarti un po'...
Mio figlio ha sempre mangiato pochissimo...Quando aveva 2-3 anni, un
pasto normale per lui erano quattro forchettate di pasta (ognuna con
_un_ solo pezzo di pasta... Tipo un maccherone o di analoghe
dimensioni), rigorosamente in bianco, e due bocconi i mozzarella (forse
30 grammi). Niente verdura, di nessun tipo, frutta pochissima, niente
merendine.
E' andato avanti cosi' per diversi anni (sempre magrissimo, col peso ai
limiti el minimo normale), con mia grande difficolta' perche' quando ha
cominciato a fermarsi a mangiare a scuola, praticamente saltava il
pasto, e a casa non recuperava mica... Ogni pasto e' stata una
fatica...Pero' crescendo pian piano ha cominciato a mangiare un po' di
piu', ad assaggiare cose che prima non c'era verso di fargli provare e
adesso che ha 13 anni mangia quasi tutto e cresce bene (ed e' magro
"giusto", non scheletrico).
Vorrei solo rassicurarti un po', anche perche' mi ricordo che la tipica
reazione quando raccontavo che mio figlio non mangiava era di
sottovalutare automaticamente la cosa e di guardarmi come se fossi un
po' paranoica...Mi pareva di fare la figura della classica mamma che
vorrebbe mettere all'ingrasso il figlio, quando invece volevo solo
accertarmi che riuscisse a nutrirsi adeguatamente nonostante la sua
alimentazione sbagliata (credo che per almeno 5 anni di vita non ci sia
stato verso di far toccare nessun tipo di verdura a mio figlio, e ti
assicuro che ho provato di tutto).
Il fatto e' che ormai tutti si preoccupano (giustamente) dell'obesita'
infantile, dimenticando che esistono anche i bambini che non
mangiano... Nella scuola elementare di mio figlio ad esempio ogni anno
i bambini venivano sottoposti ogni anno a una visita medica di
controllo e pesati per vedere se c'erano problemi di peso...Il responso
consisteva in un foglio su cui erano prestampate solo le opzioni "Peso
normale" e "Sovrappeso", con spazi relativi ai commenti...La
possibilita' che un bambino potesse essere sottopeso non era nemmeno
presa in considerazione!!
Vedrai, anche tuo figlio un giorno mangera' normalmente.

Ciao
Elena
2006-12-04 13:12:26 UTC
Permalink
Post by elena
Ti hanno gia' dato molti consigli, io vorrei solo consolarti un po'...
(CUT)
Post by elena
Vedrai, anche tuo figlio un giorno mangera' normalmente.
Grazie: allora in un certo senso sono fortunata, frutta e verdura ne
mangia...
Post by elena
Ciao
Elena
Ciao
Cecilia
Continua a leggere su narkive:
Loading...