Discussione:
Per combattere gli ultimi accumuli di grasso occorre cambiare strategia?
(troppo vecchio per rispondere)
l***@ren.zo
2012-11-01 07:15:43 UTC
Permalink
Ciao a tutti, sono dimagrito di quasi 15 kg nel corso di un anno,
migliorando la dieta ma soprattutto correndo molto. Mi sono asciugato
molto nella parte superiore del corpo ma rimangono accumuli di adipe nei
noti punti critici: glutei, interno coscia, schiena, viso e addome basso.
Contro questi ultimi accumuli quale è la strada migliore da percorrere?
Ho letto pareri discordanti in quanto c'è chi afferma che basta mantenere
lo stesso regime di dieta+attvità aerobica che ho portato al dimagrimento
precedente e chi, invece, consiglia di limitare l'attività aerobica
preferendo incentrare il dimagrimento sulla sola dieta ipocalorica (e fra
questi, ancora, c'è chi consiglia di seguire una dieta iperproteica).
Chi sconsiglia troppa attività aerobica giustifica affermando che quando
la percentuale di grasso corporeo tende ad avvicinarsi a valori troppo
bassi allora durante ad esempio la corsa si rischia di compromettere
troppo muscolo a discapito del (poco) grasso disponibile. Praticamente,
detto in modo semplificato, il corpo cercherebbe di tenersi il più
stretto possibile il grasso rimasto.
Vorrei sentire anche la vostra opinione perché sono piuttosto perplesso,
ho sempre pensato che quale che sia l'apporto calorico della dieta
ipocalorica, l'aggiunta nel bilancio di attività aerobica dovrebbe sempre
aumentare la "velocità di dimagrimento" (ossia la velocità di smaltimento
dell'adipe), potendosi sempre ritenere trascurabile il catabolismo
muscolare (amaggior ragione per chi non è un maratoneta ma anche
probabilmente per chi percorre tra i 10 e i 20 km di corsa la giorno).
Gabriele - Biologo Nutrizionista
2012-11-01 08:09:36 UTC
Permalink
Post by l***@ren.zo
Ciao a tutti, sono dimagrito di quasi 15 kg nel corso di un anno,
migliorando la dieta ma soprattutto correndo molto. Mi sono asciugato
molto nella parte superiore del corpo ma rimangono accumuli di adipe nei
noti punti critici: glutei, interno coscia, schiena, viso e addome basso.
Contro questi ultimi accumuli quale è la strada migliore da percorrere?
Ho letto pareri discordanti in quanto c'è chi afferma che basta mantenere
lo stesso regime di dieta+attvità aerobica che ho portato al dimagrimento
precedente e chi, invece, consiglia di limitare l'attività aerobica
preferendo incentrare il dimagrimento sulla sola dieta ipocalorica (e fra
questi, ancora, c'è chi consiglia di seguire una dieta iperproteica).
Chi sconsiglia troppa attività aerobica giustifica affermando che quando
la percentuale di grasso corporeo tende ad avvicinarsi a valori troppo
bassi allora durante ad esempio la corsa si rischia di compromettere
troppo muscolo a discapito del (poco) grasso disponibile. Praticamente,
detto in modo semplificato, il corpo cercherebbe di tenersi il più
stretto possibile il grasso rimasto.
Vorrei sentire anche la vostra opinione perché sono piuttosto perplesso,
ho sempre pensato che quale che sia l'apporto calorico della dieta
ipocalorica, l'aggiunta nel bilancio di attività aerobica dovrebbe sempre
aumentare la "velocità di dimagrimento" (ossia la velocità di smaltimento
dell'adipe), potendosi sempre ritenere trascurabile il catabolismo
muscolare (amaggior ragione per chi non è un maratoneta ma anche
probabilmente per chi percorre tra i 10 e i 20 km di corsa la giorno).
senza indicazioni almeno di altezza e peso (oltre all'età) non si può
dire niente, sii più preciso.

Scusa, ma i "noti punti critici" che hai indicato sono tipici del sesso
femminile, di che parliamo?? O_o
Poker Face
2012-11-01 22:55:37 UTC
Permalink
♥ Il 01/11/2012, *Gabriele - Biologo Nutrizionista* ha scritto..: ♦
Post by Gabriele - Biologo Nutrizionista
senza indicazioni almeno di altezza e peso (oltre all'età) non si può
dire niente, sii più preciso.
Scusa, ma i "noti punti critici" che hai indicato sono tipici del sesso
femminile, di che parliamo?? O_o
come di che parliamo?! ...probabilmente si prospetta anche una bella
ginecomastia sottintesa...



♣ ♠
--
tutto dipende da come giochiamo le carte che ci ha dato il destino
l***@ren.zo
2012-11-02 10:07:49 UTC
Permalink
On Thu, 01 Nov 2012 09:09:36 +0100, Gabriele - Biologo Nutrizionista
Post by Gabriele - Biologo Nutrizionista
senza indicazioni almeno di altezza e peso (oltre all'età) non si può
dire niente, sii più preciso.
Scusa, ma i "noti punti critici" che hai indicato sono tipici del sesso
femminile, di che parliamo?? O_o
Ha ragione: sono alto 176 cm per 64.9 kg. Ho 30 anni. Sembra strano, ma
di grasso ce ne è ancora, nei punti indicati, che per quella che è poi la
mia costituzione fisica, rende la figura poco snella e slanciata. Pancetta
e grasso sui glutei nonché sulla schiena mi sembrano comunque tipici
anche del sesso maschile. Per il resto sono asciutto (per dire, in
condizioni di riposo sono bene evidenti le vene sulle braccia e le
striature dei deltoidi, le costole e i dentati.
Gabriele - Biologo Nutrizionista
2012-11-02 16:09:23 UTC
Permalink
Post by l***@ren.zo
On Thu, 01 Nov 2012 09:09:36 +0100, Gabriele - Biologo Nutrizionista
Post by Gabriele - Biologo Nutrizionista
senza indicazioni almeno di altezza e peso (oltre all'età) non si può
dire niente, sii più preciso.
Scusa, ma i "noti punti critici" che hai indicato sono tipici del sesso
femminile, di che parliamo?? O_o
Ha ragione: sono alto 176 cm per 64.9 kg. Ho 30 anni. Sembra strano, ma
di grasso ce ne è ancora, nei punti indicati, che per quella che è poi la
mia costituzione fisica, rende la figura poco snella e slanciata. Pancetta
e grasso sui glutei nonché sulla schiena mi sembrano comunque tipici
anche del sesso maschile. Per il resto sono asciutto (per dire, in
condizioni di riposo sono bene evidenti le vene sulle braccia e le
striature dei deltoidi, le costole e i dentati.
beh...allora...cambia lo specchio che tu vai benissimo
Crononauta
2012-11-01 11:30:42 UTC
Permalink
Post by l***@ren.zo
Ciao a tutti, sono dimagrito di quasi 15 kg nel corso di un anno,
migliorando la dieta ma soprattutto correndo molto. Mi sono asciugato
molto nella parte superiore del corpo ma rimangono accumuli di adipe nei
noti punti critici: glutei, interno coscia, schiena, viso e addome basso.
Contro questi ultimi accumuli quale è la strada migliore da percorrere?
Ho letto pareri discordanti in quanto c'è chi afferma che basta mantenere
lo stesso regime di dieta+attvità aerobica che ho portato al dimagrimento
precedente e chi, invece, consiglia di limitare l'attività aerobica
preferendo incentrare il dimagrimento sulla sola dieta ipocalorica (e fra
questi, ancora, c'è chi consiglia di seguire una dieta iperproteica).
Chi sconsiglia troppa attività aerobica giustifica affermando che quando
la percentuale di grasso corporeo tende ad avvicinarsi a valori troppo
bassi allora durante ad esempio la corsa si rischia di compromettere
troppo muscolo a discapito del (poco) grasso disponibile.
Questo intanto è falso, dipende dall'attività fisica che fai e dal
bilancio nutrizionale che segui. Se introduci sufficienti proteine
(nota: non significa "alimentazione iperproteica"!) e una quantità
ragionevole di zuccheri (ricorda che senza zuccheri non puoi bruciare i
grassi, anche se sembra strano!), dopo puoi sostenere senza problemi una
regolare attività aerobica, chiaramente fatta con criterio.

Quello che sicuramente ti può aiutare è un'attività aerobica di fondo
lento, al 60~65% della FCmax, salvo qualche breve tirata alla soglia
(orientativamente il 92% della FCmax, se non hai la possibilità di farti
un test lattacido preciso in un centro di medicina sportiva) per
stimolare l'EPOC (extra post-excercise oxigene consumption), che aiuta a
"sostenere" il metabolismo e il consumo calorico anche *dopo* l'esercizio.

Ridurre l'attività fisica a favore di una dieta ipocalorica e
ipoproteica è anzi una fesseria, in particolare in chi viene già da
regimi dietetici ristretti: il fisico è già "abituato" in qualche modo
alla "carestia", se riduci l'attività fisica, il fisico si adatterà
molto rapidamente a una dieta ancora più rigorosa, e se va bene smetti
del tutto di dimagrire, se va male cominci a riprendere peso.
Post by l***@ren.zo
Vorrei sentire anche la vostra opinione perché sono piuttosto perplesso,
ho sempre pensato che quale che sia l'apporto calorico della dieta
ipocalorica, l'aggiunta nel bilancio di attività aerobica dovrebbe sempre
aumentare la "velocità di dimagrimento" (ossia la velocità di smaltimento
dell'adipe), potendosi sempre ritenere trascurabile il catabolismo
muscolare (amaggior ragione per chi non è un maratoneta ma anche
probabilmente per chi percorre tra i 10 e i 20 km di corsa la giorno).
No, questo è errato.
La velocità di mobilizzazione dei grassi è limitata (siamo intorno ai
120~150 gr di grasso puro al giorno, che diventano 150~200 gr effettivi
perché l'adipe contiene acqua in rapporto 1:3 col grasso), e questo è il
valore massimo di dimagrimento effettivo che puoi avere. Il catabolismo
muscolare *non è* trascurabile, 20 km di corsa al giorno non sono uno
scherzo: è una mezza maratona, per un amatore perdippiù sovrappeso sono
sicuramente 1h30~2h, forse di più, di attività fisica pesante come la
corsa, scherziamo?

Così a occhio possono corrispondere almeno a 700~800 kcal complessive,
mentre la massima energia che puoi ricavare dai grassi, in quelle
condizioni, è di circa 200~250 kcal. Se le rimanenti ca. 500 kcal non le
fornisci con gli zuccheri, in catabolismo muscolare ci vai eccome.
--
Massimo Bacilieri AKA Crononauta
Skype: crononauta <***@gmail.com>
Facebook: Massimo Bacilieri
l***@ren.zo
2012-11-02 10:43:41 UTC
Permalink
Post by Crononauta
No, questo è errato.
La velocità di mobilizzazione dei grassi è limitata (siamo intorno ai
120~150 gr di grasso puro al giorno, che diventano 150~200 gr effettivi
perché l'adipe contiene acqua in rapporto 1:3 col grasso), e questo è il
valore massimo di dimagrimento effettivo che puoi avere. Il catabolismo
muscolare *non è* trascurabile, 20 km di corsa al giorno non sono uno
scherzo: è una mezza maratona, per un amatore perdippiù sovrappeso sono
sicuramente 1h30~2h, forse di più, di attività fisica pesante come la
corsa, scherziamo?
Così a occhio possono corrispondere almeno a 700~800 kcal complessive,
mentre la massima energia che puoi ricavare dai grassi, in quelle
condizioni, è di circa 200~250 kcal. Se le rimanenti ca. 500 kcal non le
fornisci con gli zuccheri, in catabolismo muscolare ci vai eccome.
Sinceramente ho molta confusione, quelle sopra mi sembrano osservazioni
non collegate fra di loro ma evidentemente ho delle lacune io, ci
mancherebbe! In particolare quelle 700-800 kcal complessive di cui parli,
a cosa corrispondono? All'eventuale corsa di 20 km? A parte che le
formule di approssimazione per il dispendio calorico della corsa
forniscono valori più elevati per una corsa da 20 km (cioè di almeno 1000
kcal), come fai ad essere così sicuro che di quella ripartizione fra
calorie provenienti dai grassi (200-250) e quelle provenienti dai
carboidrati (ca 500)?

Comunque provo ad essere un po' più preciso per quanto riguarda il regime
che sto seguendo: non sto seguendo nessuna "dieta scritta" ma basandomi
sulle mie conoscenze e sul consulto delle tabelle nutrizionali posso dire
sicuramente di attestarmi su valori dai 1400 ai 1800 kcal giornaliere
(ripeto: 176 cm x 64.9 kg). In tutta onestà: non sto calcolando la
tripartizione fra carboidrati, grassi e proteine. Un giorno o due ogni
due settimana c'è spesso un'abbuffata (pizzeria, ritorante, torta...).
Corro moltissimo perché la corsa è sempre stata il mio sport, anche
quando ero più giovane: corro quasi quotidianamente dai 15 ai 20 km ad
andatura blanda, 10 km orari, probabilmente mai oltre gli 11. Non ho mai
misurato la frequenza cardiaca durante lo sforzo (posso comunque farmi
prestare un cardiofrequenzimetro).
Da un paio di mesi faccio pesi 2-3 volte la settimana, tabella semplice
per i maggiori gruppi muscolari con carichi che mi permettano di compiere
sforzandomi molto serie da 3x12.
Saro
2012-11-02 11:26:31 UTC
Permalink
Post by l***@ren.zo
(ripeto: 176 cm x 64.9 kg).
ma sei sicuro dei numeri? Io sono 176 peso 75 kg, il mio peso ideale e'
72 na cazzo a 64 kili davvero non riesco ad immaginare grasso e ciccia
sul culo o sulla schiena
Post by l***@ren.zo
Corro moltissimo perché la corsa è sempre stata il mio sport, anche
quando ero più giovane: corro quasi quotidianamente dai 15 ai 20 km ad
andatura blanda, 10 km orari, probabilmente mai oltre gli 11. Non ho mai
misurato la frequenza cardiaca durante lo sforzo (posso comunque farmi
prestare un cardiofrequenzimetro).
Da un paio di mesi faccio pesi 2-3 volte la settimana, tabella semplice
per i maggiori gruppi muscolari con carichi che mi permettano di compiere
sforzandomi molto serie da 3x12.
ahahah, spero tu sia un troll. Ma cosa vorresti fare di piu'? Hai
un'attivita' fisica da far invidia. Quanti anni hai? Solo un consiglio,
a questo punto fai anche un po' di bici e nuoto e almeno di tanto in
tanto ti corri qualche ironman


ciao


S
--
Inviato da IPad

----------------------------------------
Crononauta
2012-11-02 11:43:10 UTC
Permalink
Cos=C3=AC a occhio possono corrispondere almeno a 700~800 kcal comple=
ssive,
mentre la massima energia che puoi ricavare dai grassi, in quelle
condizioni, =C3=A8 di circa 200~250 kcal. Se le rimanenti ca. 500 kca=
l non le
fornisci con gli zuccheri, in catabolismo muscolare ci vai eccome.
Sinceramente ho molta confusione, quelle sopra mi sembrano osservazion=
i
non collegate fra di loro ma evidentemente ho delle lacune io, ci
mancherebbe! In particolare quelle 700-800 kcal complessive di cui par=
li,
a cosa corrispondono? All'eventuale corsa di 20 km? A parte che le
formule di approssimazione per il dispendio calorico della corsa
forniscono valori pi=C3=B9 elevati per una corsa da 20 km (cio=C3=A8 d=
i almeno 1000
kcal), come fai ad essere cos=C3=AC sicuro che di quella ripartizione =
fra
calorie provenienti dai grassi (200-250) e quelle provenienti dai
carboidrati (ca 500)?
Ok, facciamo un po' di chiarezza.

Le 800 erano riferite a 1h30~2 di corsa, chiaro che ho messo l=C3=AC un =
valore =

molto all'incirca perch=C3=A9 non sapendo n=C3=A9 quanto pesi, n=C3=A9 q=
uanto corri =

forte, n=C3=A9 il tempo esatto di corsa, i valori non possono essere che=
=

approssimativi, ma servivano a fare un ragionamento plausibile.
Il discorso della ripartizione deriva dal fatto che, come detto, la =

quantit=C3=A0 di grassi mobilizzabili non =C3=A8 infinita, sia in una di=
rezione che =

nell'altra.

In altre parole, se dagli zuccheri puoi ricavare energia "illimitata", =

cio=C3=A8 finch=C3=A9 ci sono zuccheri li puoi bruciare in qualsiasi qua=
ntit=C3=A0, per i =

grassi la cosa =C3=A8 diversa, in particolare quelli che derivano dall'a=
dipe.
In termini semplici, non puoi "erodere" grasso dall'adipe per pi=C3=B9 d=
i 10~15 =

g/h, corrispondenti a 70~100 kcal/h circa. Con allenamenti specifici si =
=

pu=C3=B2 stimolare questa capacit=C3=A0, che va sotto il nome di "potenz=
a lipidica" =

ed =C3=A8 fondamentale negli atleti di fondo, poich=C3=A9 permette di us=
are pi=C3=B9 =

grassi, risparmiando il glicogeno muscolare, durante i momenti di lavoro=
=

al "medio". Il glicogeno (zuccheri) potr=C3=A0 quindi essere utilizzato =
nei =

momenti pi=C3=B9 intensi della gara. In ogni caso anche gli atleti =

professionisti allenati appositamente, non superano i 30~35 g/h di grass=
o =

mobilizzato (e non sono sicuro che non ci siano "stregonerie" dietro =

questo valore, visto che il dato viene da Michele Ferrari...).

Dato questo limite, tu ogni ora puoi ricavare dalla tua adipe non pi=C3=B9=
di =

quelle 100 kcal, in due ore sono 200, facciamo 250. Se nel frattempo com=
pi =

uno sforzo di 800, o peggio 1000 kcal, hai *comunque* un debito di 600~8=
00 =

kcal che *non puoi* coprire con energia proveniente dai grassi, =

indipendentemente dall'entit=C3=A0 delle tue riserve lipidiche. Le unich=
e =

alternative sono quindi o gli zuccheri, o le proteine.

Se non introduci abbastanza zuccheri, l'unica possibilit=C3=A0 rimasta =C3=
=A8 il =

catabolismo proteico, che =C3=A8 invece sempre da evitare, quantomeno pe=
rch=C3=A9 =

produce metaboliti di scarto gravosi da smaltire a livello di fegato e =

reni. E nei casi peggiori perch=C3=A9 ti "brucia" letteralmente i muscol=
i.
Comunque provo ad essere un po' pi=C3=B9 preciso per quanto riguarda i=
l regime
che sto seguendo: non sto seguendo nessuna "dieta scritta" ma basandom=
i
sulle mie conoscenze e sul consulto delle tabelle nutrizionali posso d=
ire
sicuramente di attestarmi su valori dai 1400 ai 1800 kcal giornaliere
(ripeto: 176 cm x 64.9 kg). In tutta onest=C3=A0: non sto calcolando l=
a
tripartizione fra carboidrati, grassi e proteine. Un giorno o due ogni=
due settimana c'=C3=A8 spesso un'abbuffata (pizzeria, ritorante, torta=
...).
Corro moltissimo perch=C3=A9 la corsa =C3=A8 sempre stata il mio sport=
, anche
quando ero pi=C3=B9 giovane: corro quasi quotidianamente dai 15 ai 20 =
km ad
andatura blanda, 10 km orari, probabilmente mai oltre gli 11. Non ho m=
ai
misurato la frequenza cardiaca durante lo sforzo (posso comunque farmi=
prestare un cardiofrequenzimetro).
Da un paio di mesi faccio pesi 2-3 volte la settimana, tabella semplic=
e
per i maggiori gruppi muscolari con carichi che mi permettano di compi=
ere
sforzandomi molto serie da 3x12.
Dai tuoi numeri, direi che non puoi certo definirti sovrappeso, a questo=
=

punto se vuoi migliorare direi che devi cominciare a guardare i parametr=
i =

con attenzione, qui su un newsgroup non si pu=C3=B2 certo dare indicazio=
ni =

precise.
Onestamente neanche 65 kg su 176 cm non mi danno certo l'idea di uno con=
=

molto grasso, sarebbe interessante conoscere la percentuale di massa =

grassa.

Inizia a guardare i parametri, perch=C3=A9 l'attivit=C3=A0 fisica che di=
ci =C3=A8 gravosa =

e pesante, e con 1400~1800 kcal non ci stai certo dentro (=C3=A8 pratica=
mente =

il metabolismo basale), non vorrei che tu stia semplicemente facendo sol=
o =

del gran catabolismo proteico senza aggredire la massa grassa: ma a quel=
=

punto =C3=A8 peggio che mangiare gli zuccheri necessari. Consiglio spass=
ionato, =

a questo livello comincerei a farmi seguire da un nutrizionista, lascere=
i =

perdere il "fai da te". 20 km di corsa con 1400 kcal/die non sono =

compatibili!

-- =

Massimo Bacilieri
l***@ren.zo
2012-11-04 22:14:35 UTC
Permalink
Sarebbe interessante conoscere la percentuale di massa
grassa.
Ci avevo già pensato, questa settimana provo a fare qualche telefonata.
All'ASL queste visite, che voi sappiate, prevedono lunghe attese?
Crononauta
2012-11-04 23:03:30 UTC
Permalink
Post by l***@ren.zo
Sarebbe interessante conoscere la percentuale di massa
grassa.
Ci avevo già pensato, questa settimana provo a fare qualche telefonata.
All'ASL queste visite, che voi sappiate, prevedono lunghe attese?
Vai in un centro di medicina dello sport. Tanto alla fine mica ti costa
tanto di più, credo che sugli 80~100 euro ti facciano la prova
attitudinale per la pratica agonistica e ti prendono i valori di massa
grassa e VO2max per bene, con prova al cicloergonometro. Se proprio ti
interessa.

Altrimenti ti compri una bilancia impedenziometrica (trovi le Tanita a
35-40 euro) e te la misuri tenendo conto però di un margine di
imprecisione di +/- 30% circa.
--
Massimo Bacilieri AKA Crononauta
Skype: crononauta <***@gmail.com>
Facebook: Massimo Bacilieri
l***@ren.zo
2012-11-06 12:42:10 UTC
Permalink
Post by Crononauta
Vai in un centro di medicina dello sport. Tanto alla fine mica ti costa
tanto di più, credo che sugli 80~100 euro ti facciano la prova
attitudinale per la pratica agonistica e ti prendono i valori di massa
grassa e VO2max per bene, con prova al cicloergonometro. Se proprio ti
interessa.
Ho fatto alcune telefonate ai centri di medicina dello sport della mia
provincia, praticamente nessuno fa l'esame bioimpedenziometrico (ho fatto
quattro telefonate, due non sapevano neanche cosa fosse). In pratica
sembra che questi ambulatori lavorino al 90% coi certificati di sana e
robusta costituzione, per i bambini insomma...
Proverò a contattare qualche dietologo o dietista, sperando che sia
possibile effettuare solo questo esame, senza altro.
Crononauta
2012-11-06 13:47:53 UTC
Permalink
Post by l***@ren.zo
Ho fatto alcune telefonate ai centri di medicina dello sport della mia
provincia, praticamente nessuno fa l'esame bioimpedenziometrico (ho fatto
quattro telefonate, due non sapevano neanche cosa fosse).
Questo è abbastanza strano :-O
Però un centro medico per misurarti la massa grassa usano la
plicometria, che se effettuata da uno che sa quello che sta facendo, è
decisamente più precisa.
Post by l***@ren.zo
Proverò a contattare qualche dietologo o dietista, sperando che sia
possibile effettuare solo questo esame, senza altro.
Sì ma fregatene... se hai la curiosità comprati la bilancia, poi tieni
conto che sarà approssimativo. Però può essere comunque utile: nel
senso, se un giorno risulti 18% e il giorno dopo 16%, non è che durante
la notte hai perso il 2%... però se ti misuri tutti i giorni in
condizioni standardizzate (stessa ora, magari appena alzato, dopo aver
fatto la pipì e magari la cacca, a digiuno, etc.), e ti tieni la
sequenza di misurazioni, puoi ottenere una tendenza attendibile.
--
Massimo Bacilieri AKA Crononauta
YUS
2012-11-06 15:23:40 UTC
Permalink
Il 06/11/2012 14:47, Crononauta ha scritto:> Sì ma fregatene... se hai
la curiosità comprati la bilancia, poi tieni
Post by Crononauta
conto che sarà approssimativo. Però può essere comunque utile: nel
senso, se un giorno risulti 18% e il giorno dopo 16%, non è che durante
la notte hai perso il 2%... però se ti misuri tutti i giorni in
condizioni standardizzate (stessa ora, magari appena alzato, dopo aver
fatto la pipì e magari la cacca, a digiuno, etc.), e ti tieni la
sequenza di misurazioni, puoi ottenere una tendenza attendibile.
Ma per farne cosa ?

Voglio dire.. potrei pure avere un 4% di massa grassa (so che è
impossibile), ma se ho ancora quel filo di pancetta (so che anche questo
non è possibile a quella %) poco mi cambia.

Più realisticamente potrei magari avere un 15% (plausibile?) di massa
grassa mal distribuito (quindi molto evidente) o ben distribuito (quindi
massa ma senza grossa definizione) quindi meno evidente.

Quindi anche se ottengo una tendenza attendibile, che poi sarà variabile
cmq, dato che la mia attività fisica/dieta continuano, che me faccio ?
Considerando poi che è difficile stabilire se la varianza è dovuta alla
(im)precisione dello strumento o ad una variazione fisica dovuta ad
orario/status fisiologico od ancora allenamento/dieta.

Se alla fine è lo specchio quello che mi da la misura del mio benessere
a che pro usare un indice tanto 'variabile' (sempre dando per scontato
che ci sia un pò di adipe in fascia basso-addominale e sui fianchi.. e
non che sia una maniacale distorsione del reale perché 'somiglio poco a
Stallone').

Arrivati al punto che descrive lui, non sarebbe più corretto suggerire
un'alimentazione adatta allo sforzo ma leggermente ipocalorica e un
allenamento in sala pesi improntato sulla definizione (se non vuole
avere maggiore massa ma solo asciugarsi) oppure su un (leggero) aumento
di massa per un successivo cambio in allenamento di definizione muscolare?

YUS
Crononauta
2012-11-06 15:42:07 UTC
Permalink
Post by YUS
Più realisticamente potrei magari avere un 15% (plausibile?) di massa
grassa mal distribuito (quindi molto evidente) o ben distribuito (quindi
massa ma senza grossa definizione) quindi meno evidente.
Quindi anche se ottengo una tendenza attendibile, che poi sarà variabile
cmq, dato che la mia attività fisica/dieta continuano, che me faccio ?
Te ne fai che se sul lungo periodo la tendenza è a dimagrire (perdita di
sola massa grassa, quindi "dimagrimento corretto") la tua alimentazione
e la tua attività fisica è corretta e funzionante.
Se la massa grassa resta costante o addirittura aumenta (magari
nonostante un corrispondente calo ponderale: grave! catabolismo
muscolare!) vuol dire che si sta sbagliando qualcosa.
Post by YUS
Considerando poi che è difficile stabilire se la varianza è dovuta alla
(im)precisione dello strumento o ad una variazione fisica dovuta ad
orario/status fisiologico od ancora allenamento/dieta.
Lo studio della tendenza serve proprio a questo, cioè a compensare le
imprecisioni dovute alle variazioni quotidiane.

P.e., se tu ottieni questa sequenza di letture:

19; 17; 21; 20; 18; 21; 20; 18; 17; 19; 16; 17; 18; 16; 20; 18; 16; 15

il singolo valore non ti dice niente (sai che può essere +/- 30%, quindi
leggi "18" ma il valore reale potrebbe essere 23,4 come 12,6), ma se
calcoli la regressione lineare della sequenza ti accorgi che la tendenza
è in diminuzione.
http://it.wikipedia.org/wiki/Regressione_lineare
Non chiedermi di fare i calcoli... perché non mi ricordo più tutte le
formule, né ho voglia di mettermi a ristudiarle :-D
Però se metti i valori che ti ho dato su un piano cartesiano, e tracci
ad occhio la retta più vicina a loro, ti accorgi che "cala" leggermente.
Post by YUS
Arrivati al punto che descrive lui, non sarebbe più corretto suggerire
un'alimentazione adatta allo sforzo ma leggermente ipocalorica e un
allenamento in sala pesi improntato sulla definizione (se non vuole
avere maggiore massa ma solo asciugarsi) oppure su un (leggero) aumento
di massa per un successivo cambio in allenamento di definizione muscolare?
Direi di sì. Però il metodo dell'analisi della massa grassa ti dice una
cosa in più, cioè non che stai perdendo *peso*, ma che stai *perdendo
grasso*, che è leggermente diverso.
--
Massimo Bacilieri AKA Crononauta
Poker Face
2012-11-07 10:23:50 UTC
Permalink
Te ne fai che se sul lungo periodo la tendenza è a...
lol ...guarda che al mio paese quando uno strumento non è affidabile
funziona così...: (1 errore) * (1 errore) * (1 errore) = (1 errore)
--
Il cuore te lo spaccano una volta sola, dopodiché sono solo graffi.

Eminem
Poker Face
2012-11-05 08:41:46 UTC
Permalink
Post by l***@ren.zo
Sarebbe interessante conoscere la percentuale di massa
grassa.
Ci avevo già pensato, questa settimana provo a fare qualche telefonata.
All'ASL queste visite, che voi sappiate, prevedono lunghe attese?
♣ ♠

Puoi optare anche per un medotodo più spiccio adoperato con
soddisfazione da mezzo mondo, nonché scienziati della NASA: «pollice e
indice » sulla zona addominalo. Se non sei alieno questo punto è il
riferimento principale per tutto il resto. Oppure puoi valutare il grado
di definizione con misurazione lampo visiva allo specchio.

Il resto dipende dalla natura della tua morfologia. Se sei spiccatamente
longilineo, come io credo che tu sia, in questo caso non dovresti
prendere come riferimento prametri che vanno bene per altre persone che
sono più massicce, perché è probabile che tu abbia ancora un surplus di
7-8 kg di grasso per di più localizzato.
Cmq se lo fai per piacere alle donne lascia perdere, le donne sono
attratte più da una bella voce profonda, che va vibrare i sensi e il
corpo dopo l'emissione di un paio di sillabe casuali, come la mia. :P

Mica è obbligatorio perderli, ci sono persone che vogliono essere
pesanti incuranti della panza, come mio fratello più piccolo che si pesa
dopo mangiato, e persone che ambiscono essere più leggere e slanciate
come il sottoscritto che si pesano dopo una corsa.
Se non sei convinto della tua percezione puoi anche postare una foto
della tua silhouette se non arrossisci...

Tuttavia se nel futuro prossimo ipotizzi di fare l'astronauta per
partecipare ad una missione marziana...puoi benissimo considerare la
"galleria del vento" come già consigliato dal nostro Cronoauta... O-\O


♥ ♦
--
tutto dipende da come giochiamo le carte che ci ha dato il destino
l***@ren.zo
2012-11-06 12:39:27 UTC
Permalink
Dato questo limite, tu ogni ora puoi ricavare dalla tua adipe non più di
quelle 100 kcal, in due ore sono 200, facciamo 250. Se nel frattempo
compi uno sforzo di 800, o peggio 1000 kcal, hai *comunque* un debito di
600~800 kcal che *non puoi* coprire con energia proveniente dai grassi,
indipendentemente dall'entità delle tue riserve lipidiche. Le uniche
alternative sono quindi o gli zuccheri, o le proteine.
In quello che dici come si inserisce il discorso sul ritmo della corsa,
secondo cui a ritmi blandi (il famoso 70% della FCMax) si consumano
prevalentemente lipidi mentre a ritmi più sostenuti prevalentemente
carboidrati?

Inoltre, perché non tieni conto delle riserve di glicogeno, pari a quasi
2000 kcal?

Terzo: a me piace correre. Ormai sono al punto da essere dipendente dalle
endorfine che si sviluppano dopo una corsa. Quando piove forte o c'è
troppa nebbia e non riesco ad andare a correre somatizzo e divento
nervoso.Insomma riesco a sopportare meglio una corsa di 20 km piuttosto
che lo stimolo della fame.
A questo punto quindi mi stai dicendo che, calcolatrice alla mano,
volendo continuare a questi ritmi (diciamo comunque per essere realisti
15 km al giorno, un'ora e venti e corsa), per mantenere il "tasso di
smaltimento lipidi" più alto possibile mi conviene assumere quante kcal
al giorno e suddivise come?
Blow Giobbe
2012-11-08 12:08:59 UTC
Permalink
Post by Crononauta
In altre parole, se dagli zuccheri puoi ricavare energia "illimitata",
cioè finché ci sono zuccheri li puoi bruciare in qualsiasi quantità, per
i grassi la cosa è diversa, in particolare quelli che derivano
dall'adipe.
In termini semplici, non puoi "erodere" grasso dall'adipe per più di
10~15 g/h, corrispondenti a 70~100 kcal/h circa. Con allenamenti
specifici si può stimolare questa capacità, che va sotto il nome di
"potenza lipidica" ed è fondamentale negli atleti di fondo, poiché
permette di usare più grassi, risparmiando il glicogeno muscolare,
durante i momenti di lavoro al "medio". Il glicogeno (zuccheri) potrà
quindi essere utilizzato nei momenti più intensi della gara. In ogni
caso anche gli atleti professionisti allenati appositamente, non
superano i 30~35 g/h di grasso mobilizzato (e non sono sicuro che non ci
siano "stregonerie" dietro questo valore, visto che il dato viene da
Michele Ferrari...).
Dato questo limite, tu ogni ora puoi ricavare dalla tua adipe non più di
quelle 100 kcal, in due ore sono 200, facciamo 250. Se nel frattempo
compi uno sforzo di 800, o peggio 1000 kcal, hai *comunque* un debito di
600~800 kcal che *non puoi* coprire con energia proveniente dai grassi,
indipendentemente dall'entità delle tue riserve lipidiche. Le uniche
alternative sono quindi o gli zuccheri, o le proteine.
Se non introduci abbastanza zuccheri, l'unica possibilità rimasta è il
catabolismo proteico, che è invece sempre da evitare, quantomeno perché
produce metaboliti di scarto gravosi da smaltire a livello di fegato e
reni. E nei casi peggiori perché ti "brucia" letteralmente i muscoli.
Mah. Detta così sembra che non solo sia facile stimare l'entità del
catabolismo proteico (intesa come stima di quante kcal vengono fornite
dalle proteine), ma anche programmare un'accoppiata dieta/attività
aerobica in modo da minimizzare/massimizzare il catabolismo.
Inoltre persino fra i cultori della palestra e dell'attività anaerobica
in motli tendono a ridimensionare lo spauracchio del catabolismo.
E ancora, perché non hai mai citato quelle oltre 2000 kcal di glicogeno
stivato nel fegato, corrispondente a quasi 30 km di corsa?
E anche: oltre allo sforzo aerobico, c'è tutta la rimanente giornata che
viene trascorsa in regime ipocalorico (tra l'altro con il metabolismo
accelerato per diverse ore dopo lo sforzo). Quindi l'organismo che fa,
continua a catabolizzare per tutto il giorno solo perché non trova
zuccheri? Noi non siamo orsi polari che devono mettere su grasso per
andare in letargo, se il grasso c'è e l'organismo è "sotto attacco" il
grasso viene utilizzato eccome. Per esempio, la stragrande maggioranza
delle persone che segue una dieta in realtà non l'abbina ad attività
aerobica. Eppure in molti riescono a dimagrire. Un deficit calorico
costante porta sempre, prima o poi, a bruciare grassi e non crederò mai
che l'organismo arrivi ad utilizzare in prevalenza proteine rispetto agli
altri due substrati, quello lipidico e quello glucidico, per trasformare
energia.
Frankie NiBBle ®
2012-11-02 11:21:54 UTC
Permalink
Post by l***@ren.zo
Mi sono asciugato
molto nella parte superiore del corpo ma rimangono accumuli di adipe nei
noti punti critici: glutei, interno coscia, schiena, viso e addome basso.
Contro questi ultimi accumuli quale è la strada migliore da percorrere?
Purtoppo non esiste il dimagrimento selettivo. O dimagrisci tutto
intero o niente.
Post by l***@ren.zo
consiglia di limitare l'attività aerobica
preferendo incentrare il dimagrimento sulla sola dieta ipocalorica (e fra
questi, ancora, c'è chi consiglia di seguire una dieta iperproteica).
Cacchiata. E ti hanno già spiegato il perchè :-)

IMO mi sento solo di consigliarti di affiancare all'aerobica dei sani
esercizi di tonificazione generale che hanno i vantaggio di

- Rendere il tuo aspetto più tonico e quindi pù gradevole. Con un
programma mirato puoi anche arrivare a 'modellare' (parola grossa, ma
può essere usata in senso lato) quelle zone più carenti
- Alzare il tuo metabolismo basale
--
Frankie NiBBle
"Se non ci fossero le statistiche a salvarvi il culo, sareste messi al
rogo" - Mister X su it.salute
,><))))°>_._Julìo
2012-11-02 11:35:34 UTC
Permalink
Post by l***@ren.zo
Vorrei sentire anche la vostra opinione perché sono piuttosto perplesso,
ho sempre pensato che quale che sia l'apporto calorico della dieta
ipocalorica, l'aggiunta nel bilancio di attività aerobica dovrebbe sempre
aumentare la "velocità di dimagrimento" (ossia la velocità di smaltimento
dell'adipe), potendosi sempre ritenere trascurabile il catabolismo
muscolare (amaggior ragione per chi non è un maratoneta ma anche
probabilmente per chi percorre tra i 10 e i 20 km di corsa la giorno).
Scommeto che corri solo in pianura ! :-)
Mai provato a correre in montagna ? Magari a quote un po' elevate
se hai le montagna vicine, oltre i tremila metri di quota, vedi la
differenza di resa ...
Certo, a correre in pianura ci si annoia e poi ci si stufa e ad un ceto
punto si molla
e allora puff ! addio benefici ! lo stesso dicasi per pesi e palestra,
prova a sostituirle con scalate in montagna, roccia, ferrate in mancanza di
altro
e con bicicletta o mtb sui passi alpini, meglio quelli sterrati o col solo
sentiero !
Allora potrai mangiare molto miele in barba
alle regole di codesti signori !

g
L'Uccello Padulo
2012-11-06 10:41:25 UTC
Permalink
Post by ,><))))°>_._Julìo
Post by l***@ren.zo
Vorrei sentire anche la vostra opinione perché sono piuttosto perplesso,
ho sempre pensato che quale che sia l'apporto calorico della dieta
ipocalorica, l'aggiunta nel bilancio di attività aerobica dovrebbe sempre
aumentare la "velocità di dimagrimento" (ossia la velocità di smaltimento
dell'adipe), potendosi sempre ritenere trascurabile il catabolismo
muscolare (amaggior ragione per chi non è un maratoneta ma anche
probabilmente per chi percorre tra i 10 e i 20 km di corsa la giorno).
Scommeto che corri solo in pianura ! :-)
Mai provato a correre in montagna ? Magari a quote un po' elevate
se hai le montagna vicine, oltre i tremila metri di quota, vedi la
differenza di resa ..
O di "arresa".
In alta montagna, con l'aria rarefatta..la fatica diventa molto
maggiore..(Ne san qualcosa i piloti di Pipers o di velivoli ad elica che
devono variarne il "passo" della medesima e nel contempo agire sulla
carburazione.!.
Un Boeing che ti tocca i 30 mila piedi di altitudine e' pressurizzato
senno la gente non potrebbe respirare.!
Suggerire di andare a di andare far sport in alta montagna dunque e' una
MINKIATA MOSTRUOSA, (A MENO CHE NON SI DECIDA DI DIVENTARE ALPINISTI E CI
SI PORTI DIETRO TUTTO IL CORREDO (BOMBOLE DI OSSIGENO COMPRESE..-),ammesso
che il cuore sia in perfetto stato!






.
Post by ,><))))°>_._Julìo
Certo, a correre in pianura ci si annoia e poi ci si stufa e ad un ceto
punto si molla
e allora puff ! addio benefici ! lo stesso dicasi per pesi e palestra,
prova a sostituirle con scalate in montagna, roccia, ferrate in mancanza
di altro
e con bicicletta o mtb sui passi alpini, meglio quelli sterrati o col solo
sentiero !
Allora potrai mangiare molto miele in barba
alle regole di codesti signori !
g
Balle. Di gia' per correre in bici da "amatori" a livello del mare..(lo feci
per anni)
occorre una certificazione medica di Sana e Robusta costituzione! Tu che di
medicina suoppongo ne capisca un cazzo elevato ad enne , con esponente
enne tendente all'infinito) dai un simile consiglio a chi non conosci sotto
il profilo dell sua salute o delle sue performances, siano esse polmonari
o cardiache?????"Scalate in montagna"? Rocce? E perche' non lo spediamo a
riconquistare il Kappa Due??
Il grasso superfluo non lo si elimina solo con la corsa, che fa calare di
peso ma non
lo brucia li' dove uno magari vorrebbe.LO si elimina con della sana
ginnastica, svolta in palestra sotto la guida di un bravo istruttore.Se ho
un addome enorme, devo esercitarmi e "lavorare" sugli addominali! (e' solo
uno fra mille esempi..)
E' noioso? Certo, ma qualche sacrificio bisogna pure farlo se si vuole
evitare l'obesita', no?

L'Ucello Padulo
.
fulmo
2012-11-06 11:55:43 UTC
Permalink
Post by L'Uccello Padulo
Post by ,><))))°>_._Julìo
Mai provato a correre in montagna ? Magari a quote un po' elevate
se hai le montagna vicine, oltre i tremila metri di quota, vedi la
differenza di resa ..
O di "arresa".
In alta montagna, con l'aria rarefatta..la fatica diventa molto
maggiore..(Ne san qualcosa i piloti di Pipers o di velivoli ad elica che
devono variarne il "passo" della medesima e nel contempo agire sulla
carburazione.!.
Un Boeing che ti tocca i 30 mila piedi di altitudine e' pressurizzato
senno la gente non potrebbe respirare.!
Suggerire di andare a di andare far sport in alta montagna dunque e' una
MINKIATA MOSTRUOSA, (A MENO CHE NON SI DECIDA DI DIVENTARE ALPINISTI E
CI SI PORTI DIETRO TUTTO IL CORREDO (BOMBOLE DI OSSIGENO
COMPRESE..-),ammesso che il cuore sia in perfetto stato!
E' noto che a tremila metri gli alpinisti girano con le bombole di
ossigeno...
YUS
2012-11-06 12:08:37 UTC
Permalink
Post by fulmo
E' noto che a tremila metri gli alpinisti girano con le bombole di
ossigeno...
Per non parlare di sciatori e snowboarder.. e li diventa ancora più
complicata la questione! :D
L'Uccello Padulo
2012-11-11 15:10:02 UTC
Permalink
Post by YUS
Post by fulmo
E' noto che a tremila metri gli alpinisti girano con le bombole di
ossigeno...
Per non parlare di sciatori e snowboarder.. e li diventa ancora più
complicata la questione! :D
L'Uccello Padulo
2012-11-11 15:15:04 UTC
Permalink
Post by YUS
Post by fulmo
E' noto che a tremila metri gli alpinisti girano con le bombole di
ossigeno...
Per non parlare di sciatori e snowboarder.. e li diventa ancora più
complicata la questione! :D
ASINO: MAI SENTITO PARLARE DI MAL DI MONTAGNA o di acclimatazione??(specie
sotto sforzo)?
E RIDI PURE, SOMARO?"ihaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!
RRargghia SCECCU..MA
IMPARA:

http://www.guidestarmountain.com/ita_40_62/InfoPratica/articoli_k60_f4.html
,><))))°>_._Julìo
2012-11-06 12:42:19 UTC
Permalink
Post by fulmo
E' noto che a tremila metri gli alpinisti girano con le bombole di
ossigeno...
hahahahaha ... sotto i seimila se uno usa l'ossigeno
è meglio vada a fare altro ...

bhè, è ovvio che uno deve essere adatto allo sport
a prescindere da qualsisi indicazione,
qui nessuno si conosce.

g
Mimmo
2012-11-12 08:22:27 UTC
Permalink
Post by ,><))))°>_._Julìo
Post by fulmo
E' noto che a tremila metri gli alpinisti girano con le bombole di
ossigeno...
hahahahaha ... sotto i seimila se uno usa l'ossigeno
è meglio vada a fare altro ...
bhè, è ovvio che uno deve essere adatto allo sport
a prescindere da qualsisi indicazione,
qui nessuno si conosce.
Non basta questo, Iulio.
vai a leggerti tutti i links sul mal di montagna e tutte le patologie
improvvise (ed a volte anche mortali) causa anossia.E chi te lo dice ha
corso anche ai duemila e rotti metri..i 10.000 metri, ogni giorno, e per
una intera estate, (ma aveva 20 anni ed era allenatissimo..)!
Ma una cosa e' la pressione a livello del mare, una cosa e' improvvisarsi
alpinista
dove la pressione e' molto piu ridotta e gli scambi alveolari..avvengono con
fatica, e
provoca, (leggiti il link accluso, o tutti i testi sul "mal di Montagna")
danni molto seri, che arrivano inaspettati ed imprevisti, se non ti porti
anche delle bombole di ossigeno di scorta per impedirli qualora si
verifichino!(e questo puo accadre anche ai 2000 metri
e non ci si e' acclimatati )!
Ovvio che chi la la tempra di Messmer ed il suo allenamento, ne risenta di
meno, ma e lo sforzo che complica e di molto!
Se ti fai paracadutare in elicottero ( e' il mio aeremobile preferito al
simulatore)
sulla cima del Monte bianco (4810 metri) e ti sparapanzi sulla neve, (o ci
domi sopra tanto per prendere un poi di fresco-)) li riduci al minimo i
danni!
Non e' assolutamente il tuo caso, ma io con certi IDIOTI CHE MAGARI SI
DOCUMENTANO SULL'ECO DI PAPEROPOLI, (E POI TI FAN LA BATTUTA SCEMA DANDOTI
DELL'IMBECILLE, (vedi uno che se lo becco lo sfascio), non potendoli killare
dal mio pc, li spedisco a ragliare ai porcellini d'india.

karman
Post by ,><))))°>_._Julìo
g
Mimmo
2012-11-12 10:39:45 UTC
Permalink
Post by ,><))))°>_._Julìo
Post by fulmo
E' noto che a tremila metri gli alpinisti girano con le bombole di
ossigeno...
hahahahaha ... sotto i seimila se uno usa l'ossigeno
è meglio vada a fare altro ...
bhè, è ovvio che uno deve essere adatto allo sport
a prescindere da qualsisi indicazione,
qui nessuno si conosce.
Non basta questo, Iulio.
vai a leggerti tutti i links sul mal di montagna e tutte le patologie
improvvise (ed a volte anche mortali) causa anossia.E chi te lo dice ha
corso anche ai duemila e rotti metri..i 10.000 metri, ogni giorno, e per
una intera estate, (ma aveva 20 anni ed era allenatissimo..)!
Ma una cosa e' la pressione a livello del mare, una cosa e' improvvisarsi
alpinista
dove la pressione e' molto piu ridotta e gli scambi alveolari..avvengono con
fatica, e
provoca, (leggiti il link accluso, o tutti i testi sul "mal di Montagna")
danni molto seri, che arrivano inaspettati ed imprevisti, se non ti porti
anche delle bombole di ossigeno di scorta per impedirli qualora si
verifichino!(e questo puo accadre anche ai 2000 metri
e non ci si e' acclimatati )!
Ovvio che chi la la tempra di Messmer ed il suo allenamento, ne risenta di
meno, ma e lo sforzo che complica e di molto!
Se ti fai paracadutare in elicottero ( e' il mio aeremobile preferito al
simulatore)
sulla cima del Monte bianco (4810 metri) e ti sparapanzi sulla neve, (o ci
domi sopra tanto per prendere un poi di fresco-)) li riduci al minimo i
danni!
Non e' assolutamente il tuo caso, ma io con certi IDIOTI CHE MAGARI SI
DOCUMENTANO SULL'ECO DI PAPEROPOLI, (E POI TI FAN LA BATTUTA SCEMA DANDOTI
DELL'IMBECILLE, (vedi uno che se lo becco lo sfascio), non potendoli killare
dal mio pc, li spedisco a ragliare ai porcellini d'india.

karman
Post by ,><))))°>_._Julìo
g
L'Uccello Padulo
2012-11-06 19:46:30 UTC
Permalink
Post by fulmo
Post by L'Uccello Padulo
Post by ,><))))°>_._Julìo
Mai provato a correre in montagna ? Magari a quote un po' elevate
se hai le montagna vicine, oltre i tremila metri di quota, vedi la
differenza di resa ..
O di "arresa".
In alta montagna, con l'aria rarefatta..la fatica diventa molto
maggiore..(Ne san qualcosa i piloti di Pipers o di velivoli ad elica che
devono variarne il "passo" della medesima e nel contempo agire sulla
carburazione.!.
Un Boeing che ti tocca i 30 mila piedi di altitudine e' pressurizzato
senno la gente non potrebbe respirare.!
Suggerire di andare a di andare far sport in alta montagna dunque e' una
MINKIATA MOSTRUOSA, (A MENO CHE NON SI DECIDA DI DIVENTARE ALPINISTI E
CI SI PORTI DIETRO TUTTO IL CORREDO (BOMBOLE DI OSSIGENO
COMPRESE..-),ammesso che il cuore sia in perfetto stato!
E' noto che a tremila metri gli alpinisti girano con le bombole di
ossigeno...
Studiati Aerodinamica, somaro, sui testi del Colonnello Pilota Gilberto
Visani, (te ne cito solo 3 su cui mi feci dei mazzi prima di imparare a
pilotare velivoli ad elica, elicotteri e financo il Concorde "Virtualmente"
da 20 anni a sta parte ):
!1) "Come diventare Pilota di aeroplano (Mursia)
2)"Aerodinamica e pilotaggio dell'elicottero"
3)"Il Nuovo Pilota Moderno"(Mursia).Studiali bene, perche e' ai simulatori
che si impara, in questo campo, fesso, e poi ritorna, invece di uscirtene
con la frasetta scema del pirla di turno che non sa come abbaiare!!
Poi aggiuncici anche "Elementi di Meteorologia " di Willy Eichemberger
(Mursia), e poi, solo , solo poi,
asino, vieni a far le t ue battute idiote con karman (L'Uccello Padulo), che
oltre che in Medicina, puo dare a te ed a qualche altro fesso e sciocco,
infinite lezioni tecniche in
entrambi i campi!

karman Pilota
fulmo
2012-11-07 06:36:07 UTC
Permalink
Post by L'Uccello Padulo
Post by fulmo
Post by L'Uccello Padulo
Suggerire di andare a di andare far sport in alta montagna dunque e'
una MINKIATA MOSTRUOSA, (A MENO CHE NON SI DECIDA DI DIVENTARE
ALPINISTI E CI SI PORTI DIETRO TUTTO IL CORREDO (BOMBOLE DI OSSIGENO
COMPRESE..-),ammesso che il cuore sia in perfetto stato!
E' noto che a tremila metri gli alpinisti girano con le bombole di
ossigeno...
Studiati Aerodinamica, somaro, sui testi del Colonnello Pilota Gilberto
Visani,
[cut del bla, bla, bla]




Imbecille da competizione, non cambiare discorso spacciandoti per
esperto di aerodinamica, tu hai affermato che oltre i 3000 mt. agli
alpinisti servono le bombole di ossigeno, quindi hai detto una cazzata,
torna a cuccia!
Crononauta
2012-11-07 23:58:21 UTC
Permalink
Post by fulmo
Imbecille da competizione, non cambiare discorso spacciandoti per
esperto di aerodinamica, tu hai affermato che oltre i 3000 mt. agli
alpinisti servono le bombole di ossigeno, quindi hai detto una cazzata,
torna a cuccia!
Don't feed the troll.
--
Massimo Bacilieri AKA Crononauta
Skype: crononauta <***@gmail.com>
Facebook: Massimo Bacilieri
fulmo
2012-11-08 07:00:55 UTC
Permalink
Post by Crononauta
Post by fulmo
Imbecille da competizione, non cambiare discorso spacciandoti per
esperto di aerodinamica, tu hai affermato che oltre i 3000 mt. agli
alpinisti servono le bombole di ossigeno, quindi hai detto una cazzata,
torna a cuccia!
Don't feed the troll.
E' un troll? Credevo fosse solo un ignorante enciclopedico...
Crononauta
2012-11-11 16:55:35 UTC
Permalink
Post by fulmo
Post by Crononauta
Post by fulmo
Imbecille da competizione, non cambiare discorso spacciandoti per
esperto di aerodinamica, tu hai affermato che oltre i 3000 mt. agli
alpinisti servono le bombole di ossigeno, quindi hai detto una cazzata,
torna a cuccia!
Don't feed the troll.
E' un troll? Credevo fosse solo un ignorante enciclopedico...
Almeno mi auguro per lui che lo sia.
--
Massimo Bacilieri AKA Crononauta
Skype: crononauta <***@gmail.com>
Facebook: Massimo Bacilieri
L'Uccello Padulo
2012-11-11 13:07:47 UTC
Permalink
Post by fulmo
Post by L'Uccello Padulo
Post by fulmo
Post by L'Uccello Padulo
Suggerire di andare a di andare far sport in alta montagna dunque e'
una MINKIATA MOSTRUOSA, (A MENO CHE NON SI DECIDA DI DIVENTARE
ALPINISTI E CI SI PORTI DIETRO TUTTO IL CORREDO (BOMBOLE DI OSSIGENO
COMPRESE..-),ammesso che il cuore sia in perfetto stato!
E' noto che a tremila metri gli alpinisti girano con le bombole di
ossigeno...
Studiati Aerodinamica, somaro, sui testi del Colonnello Pilota Gilberto
Visani,
[cut del bla, bla, bla]
Imbecille da competizione, non cambiare discorso spacciandoti per esperto
di aerodinamica, tu hai affermato che oltre i 3000 mt. agli alpinisti
servono le bombole di ossigeno, quindi hai detto una cazzata, torna a
cuccia!
Merda di cane sifilitico, io non dialogo con le pulci rognose come te, CHE
SAN SOLO EMETTER LOFFE PER SENTISI SACCENTI,(ma le stritolo se le trovo!)
Certo che sono espertissimo in aerodinamica (e mica solo in quello),
almeno quanto tu lo sei tu delle tue loffe fetide e quotidiane che emetti
a centinaia al di!: ossia tantissimo!"
Ma se vuoi imparare almeno come si pilota un Cesna, vieni si It.simulatori
di volo.
Ed ora infilati in culo una Cloche ma attento che non ti entrino in cloaca
anche timoni pedaliera. O le scorregge le fai "Turbo"? Usi l'autopilota per
farti inculare ?




Sparisci..Mezzo Stronzo Cagato a Forza!!


P:S (Te lo calcoli toccandoti la cloaca col mignolino il punto di rugiada o
chiedi alla Torre prima di atterrare su una.. cappella?????, magari a Cantu'
o dintorni? )
Giochi "forte" con me, froscetto..ma attento a non diventare una frazione
ridotta ai minimi termini!)
L'Uccello Padulo
2012-11-11 12:47:20 UTC
Permalink
"fulmo" <***@katamail.it> ha scritto nel messaggio news:***@mid.individual.net...


Tutto bene dalle parti di Cantu'..merdosetto?
Attento ai Ful..(mini).....scorreggia di topastro !
fulmo
2012-11-12 06:41:50 UTC
Permalink
Post by L'Uccello Padulo
Tutto bene dalle parti di Cantu'..merdosetto?
Attento ai Ful..(mini).....scorreggia di topastro !
Sei scemo di tuo o ti pagano?
Continua a leggere su narkive:
Loading...