Discussione:
Zona in gravidanza
(troppo vecchio per rispondere)
MARA
2003-09-11 08:52:33 UTC
Permalink
Mara, sei in ascolto?
Questa qui mi era sfuggita.Hai mai sentito parlare di diabete gravidico? Le
precauzioni prese dal medico sono dovute al fatto che ci possono essere
episodi di diabete durante la gravidanza, assolutamente transitori. E
piantala di scriverti le lettere da solo.



--------------------------------
Inviato via http://usenet.libero.it
Xlater
2003-09-11 11:12:42 UTC
Permalink
Post by MARA
Mara, sei in ascolto?
Questa qui mi era sfuggita.Hai mai sentito parlare di diabete gravidico? Le
precauzioni prese dal medico sono dovute al fatto che ci possono essere
episodi di diabete durante la gravidanza, assolutamente transitori.
E' corretto.
Quindi abbiamo una ragione in più per comprendere perché una dieta che
tenga sotto controllo l'assunzione di carbo, e che sia adeguatamente
ricca di proteine (si sta facendo un bambino in carne ed ossa, non
una statuina di zucchero) è la scelta migliore per una donna in
gravidanza, in accordo con i consigli dei ginecologi.
Quindi una dieta moderatamente low-carb, come la Zona, può essere in
effetti un'ottima scelta.

Non hanno invece particolare senso, né alcun tipo di riscontro nelle
ricerche o nei consigli dei medici, certe sparate isteriche su
pericoli del tutto presunti ed infondati, di possibili pericoli
derivanti dall'assunzione di proteine.

L'argomento quindi mi sembra chiuso. Resta il fatto che hai (come
Post by MARA
Hai idea di come può funzionare questo
meccanismo perverso per cui una persona mangia un frutto e rischia
una crisi ipoglicemica? Pensi che sia possibile generalizzare il
discorso a pasti molto ricchi di carboidrati e poveri di altri
macronutrienti?
Non vorrai mica farti la fama di quella che svicola quando
l'argomento non ti piace, vero? :-)


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Xlater
2003-09-12 09:33:52 UTC
Permalink
Mi sembra alquanto improbabile, visto che generalmente la frutta non ha un
alto IG. Comunque e' logico che dopo un'assunzione megacarbo, ci sia un
secondario abbassamento della glicemia.
Puoi anche parlare di insulina, eh? Non è mica una parolaccia.
L'importante e' evitare di mangiarne
troppi, oppure isolati da altri alimenti.
Andiamo d'amore e d'accordo. Se solo ci mettessimo d'accordo su
cosa si intende per "troppi"...
Se non altro potremo metterci d'accordo sul fatto che "troppi" è
relativo al singolo soggetto, nel senso di sesso, età, % di grasso,
stile di vita attività fisica, caratteristiche genetiche, e così via.

Forse avremo qualche difficoltà in più al trovare un accordo sul
"troppo pochi".

Nel frattempo, dato che i guasti che provoca il "troppi" sono molto
seri, e molto più comprovati di quelli abbinabili alle "troppe"
proteine e ai "troppi" grassi (i grassi fanno male anche pochi,
ma solo se si mangiano "molti" carboidrati, altrimenti sono
relativamente innocui), preferisco ragionevolmente tenermi più vicino
al "troppo pochi".
Qual e' il bisogno di ridurli
cosi' drasticamente?
Ti assicuro che non c'è assolutamente niente di così drastico in
assoluto nel mangiare un centinaio di gr. di carbo al giorno.
Certo, se uno è abituato a pane e pasta a pranzo e a cena...
Non ti accorgi che mangi sempre le stesse cose e la
zona e' riduttiva?
Premesso che non seguo esattamente la zona, visto che mi attengo
alle dosi interpretando la quantità di carbo come un limite massimo,
quella di proteine come un limite minimo e non badando particolarmente
ai grassi, se non per cercare di privilegiare quelli insaturi, e
inoltre mi concedo due pasti "liberi" a settimana, ti garantisco che
io posso mangiare ed effettivamente mangio davvero di tutto. Sono
limitato solo dai miei gusti, e dalle esigenze pratiche.
Non mangio dolci con regolarità, ma anche perché non ne vado pazzo.
Anzi, adesso che ci penso, durante la stagione fredda mi concedo paio
di quadratini di cioccolato fondente al 72% di cacao (quello della
Novi, ma ogni tanto alterno con quelli Lindt) come gratificazione del
dopo-caffé.
Soprattutto, non sento la mancanza di nulla, non sento il peso di
rinunce, non sento mai i morsi della fame.

Considerando che in nessun regime alimentare che pretenda di essere
sano, di qualsiasi "scuola", si può mangiare sempre, tutto, e quanto
se ne vuole, ritengo di stare davvero di lusso.

Dimmi un cibo qualsiasi (se possibile senza cipolle, che non mi
piacciono!) e ne farò appena possibile una bella mangiata alla tua
salute!



Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Xlater
2003-09-15 11:50:20 UTC
Permalink
Post by Xlater
Puoi anche parlare di insulina, eh? Non è mica una parolaccia.
No, anzi l'insulina e' un ormone utilissimo all'organismo.Solo che
ultimamente e' considerata una brutta bestia. Tutto perche'? Perche' si
cerca una dieta che ti dia l'impressione di dimagrire mangiando, cosa che
non e', visto che le low carb fanno diminuire il senso di fame. E per colpa
di chi? La vogliamo dire la parolaccia? (sssh, chetoni)
Mi dispiace, ma l'insulina è considerata una brutta bestia da molti
ricercatori i campo medico (e non parlo di dieta) perché il suo
eccesso nel sangue (e la resistenza insulinica che ne è l'altra
faccia della medaglia) sono alla base di una lista di patologie che
nemmeno ti sogni.

Altro che dieta, dimagrire, e senso di fame. Qui si parla di salute
in senso generale. E te lo dice uno che non ha più il minimo bisogno
di dimagrire (se non per la pura vanità del muscolo "definito") ma
che si guarda bene dall'abbandonare una dieta che mi fa sentire un
leone 24h al giorno.

E non sono il solo, da quanto leggo.
Post by Xlater
Andiamo d'amore e d'accordo. Se solo ci mettessimo d'accordo su
cosa si intende per "troppi"...
Diciamo intorno a 80%.
Post by Xlater
Forse avremo qualche difficoltà in più al trovare un accordo sul
"troppo pochi".
Meno del 60%.
Numeri al Lotto. Da dove discendono quell'80 e quel 60? Prova a fare
un ragionamento, non stare lì a scrivere numeretti.
Post by Xlater
Premesso che non seguo esattamente la zona, visto che mi attengo
alle dosi interpretando la quantità di carbo come un limite massimo,
quella di proteine come un limite minimo e non badando particolarmente
ai grassi, se non per cercare di privilegiare quelli insaturi,
Beh, grazie! Se controlli le proteine,(animali) e' conseguenza logica che
controlli i saturi.
Sbagliato. Ultimamente sei estremamente superficiale. Tra le fonti di
proteine animali ce ne sono di estremamente magre ed estremamente
grasse. Non c'è alcun bisogno di cambiare la quantità complessiva.
Inoltre per privilegiare i grassi insaturi è sufficiente usare
con generosità l'olio EVO, o mangiare di tanto in tanto noci, nocciole,
pistacchi, mandorle...
E quindi predichi bene e razzoli male! Stai a vedere che prendi piu' carbo
di me...
Predico esattamente quello che razzolo. I due pasti del weekend
corrispondono alla fase di ricarica di altre diete low carb, come
la metabolica o la chetogenica ciclica (CKD), ovviamente adattate
alle mie esigenze.
Vedi che piu' parli e piu' casca l'asino? Scherzo, anch'io faccio gli
sgarri, ogni tanto.
Non cade nessun asino. L'intento era quello di dimostrarti che non
è affatto vero che in una dieta low-carb si mangiano sempre le stesse
cose, né che imponga sacrifici inavvicinabili.
Beh, e qual e' la differenza? Nemmeno io.
Non lo metto in dubbio. D'altra parte non era questo in discussione.
(tranne quando Enrico Quaglia a
mezzanotte si fa la fiorentina=)
Non voglio immischiarmi nella vita intima di Enrico. ;-))
Hai mai provato la cipolla cruda sottilissima nell'insalata mista?
Per carità! Piuttosto, se la fiorentina di Enrico ha un'amica...
;-))

Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Gianni Petrucci
2003-09-12 10:14:58 UTC
Permalink
Post by Xlater
Non vorrai mica farti la fama di quella che svicola quando
l'argomento non ti piace, vero? :-)
X! scusa ma a discutere con MARA perdi il tuo tempo.

Infinite volte le ho chiesto di dirmi in base a quale principio lei
sostenesse che la zona provoca la chetosi quando i carboidrati MINIMI
previsti (per persona sedentaria con massa magra ridotta) sono 99
grammi e i LARN dicono:
"Una dieta troppo ridotta in carboidrati porta infatti all'accumulo di
corpi chetonici, a un eccessivo catabolismo delle proteine tessutali e
alla perdita di cationi, specialmente sodio. Questi effetti possono
essere prevenuti dall'ingestione di 50-100 g/die di carboidrati
(Calloway, 1971)."

Ha sempre svicolato e alla fine ha detto di averlo letto su un
giornale di informazione medica!

Ciao
Gianni
Xlater
2003-09-12 16:36:03 UTC
Permalink
Post by Gianni Petrucci
X! scusa ma a discutere con MARA perdi il tuo tempo.
Vuoi scherzare? E' l'interlocutrice ideale!
Possiede la collezione completa di miti da sfatare sulle diete
low carb. Come farei a sfatarli se non ci fosse lei a tirarli
fuori uno per uno? Inoltre è abbastanza preparata ed intelligente
da costringermi ad essere preciso e circostanziato nelle risposte,
e la maggior parte delle volte sono costretto ad andare ad
approfondire gli argomenti, con il risultato che ho lo stimolo ad
imparare più cose. Se non ci fosse, dovrei inventarmela!
Post by Gianni Petrucci
Infinite volte le ho chiesto di dirmi in base a quale principio lei
sostenesse che la zona provoca la chetosi quando i carboidrati MINIMI
previsti (per persona sedentaria con massa magra ridotta) sono 99
"Una dieta troppo ridotta in carboidrati porta infatti all'accumulo di
corpi chetonici, a un eccessivo catabolismo delle proteine tessutali e
alla perdita di cationi, specialmente sodio. Questi effetti possono
essere prevenuti dall'ingestione di 50-100 g/die di carboidrati
(Calloway, 1971)."
Ha sempre svicolato e alla fine ha detto di averlo letto su un
giornale di informazione medica!
Ricordo benissimo quel thread. Chiunque abbia letto ha capito come
stanno le cose.

BTW, l'accumulo di corpi chetonici ed il catabolismo di proteine
tessutali sono solo un effetto transitorio a breve termine delle
diete a bassissimo tenore di carboidrati. Anzi, la produzione di
corpi chetonici ha esattamente l'effetto di prevenire il catabolismo
della massa magra, in quanto la presnza di chetoni riduce il
fabbisogno complessivo di glucosio, e quindi si riduce di conseguenza
anche la gluconeogenesi.


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
MARA
2003-09-13 06:19:05 UTC
Permalink
Post by Gianni Petrucci
Infinite volte le ho chiesto di dirmi in base a quale principio lei
sostenesse che la zona provoca la chetosi
Ha sempre svicolato e alla fine ha detto di averlo letto su un
giornale di informazione medica!
Un momento, qualcosa in contrario ai giornali di informazione medica? Ti
chiedo: che intendi per giornali a informazione medica tu?

Per evitare equivoci questi giornali sono pieni di studi scientifici e sono
gli stessi che arrivano a molti medici.

--------------------------------
Inviato via http://usenet.libero.it
Xlater
2003-09-15 15:54:39 UTC
Permalink
Post by MARA
Un momento, qualcosa in contrario ai giornali di informazione medica? Ti
chiedo: che intendi per giornali a informazione medica tu?
Per evitare equivoci questi giornali sono pieni di studi scientifici e sono
gli stessi che arrivano a molti medici.
Non credo che nessuno abbia niente contro i giornali di informazione
medica. Ci mancherebbe altro!

Però quando in una discussione c'è un punto in cui due interlocutori
sono in disaccordo, e si comincia a cercare in giro delle evidenze
a sostegno dell'una o dell'altra tesi, dire genericamente "l'ho letto
su una rivista medica" (senza specificare altro), non è poi diverso
da "me l'ha detto mio cugggino".


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
MARA
2003-09-15 19:19:27 UTC
Permalink
Post by Xlater
Non credo che nessuno abbia niente contro i giornali di informazione
medica. Ci mancherebbe altro!
Però quando in una discussione c'è un punto in cui due interlocutori
sono in disaccordo, e si comincia a cercare in giro delle evidenze...
Si, pero' se tu quel giornale l'hai buttato(altrimenti adesso avrei 1
tonnellata di giornali in casa),hai qualche alternativa?

--------------------------------
Inviato via http://usenet.libero.it
Xlater
2003-09-16 11:51:12 UTC
Permalink
Post by MARA
Si, pero' se tu quel giornale l'hai buttato(altrimenti adesso avrei 1
tonnellata di giornali in casa),hai qualche alternativa?
Se una certa affermazione è vera, con l'intera Rete a disposizione
non dovrebbe essere difficile trovarne perlomeno qualche riflesso.
Altrimenti bisogna cominciare a prendere in considerazione l'ipotesi
che a te, come a me, a Gianni e a tutti gli altri, può capitare in
perfetta buona fede di ricordare in maniera imprecisa ciò che si
è letto.


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Continua a leggere su narkive:
Loading...