Discussione:
quanti carbo e di che tipo in regime low carb
(troppo vecchio per rispondere)
Laura
2003-11-21 10:57:25 UTC
Permalink
Buon giorno a tutti,
mi rivolgo in particolare a chi segue un regime low carb.
Mangiate mai cereali tipo riso, orzo avena?
E se si, in che quantità?

E le fette WASA? Quante?

Vi faccio queste domande poichè 2 giorni fa, la mia dottoressa omeopata, che
è favorevole ai regimi low carb, mi ha rimproverato in quanto io ho escluso
completamente questi alimenti, interpretando forse la low carb in modo
troppo integralista.
Come ho già scritto in altri post, frutta e verdura non mancano mai nei miei
pasti, ma secondo lei i miei disturbi circolatori e di stitichezza (anche 5
giorni senza...)sono dovuti ad una cattiva alimentazione. Lei è convinta che
mangio troppe proteine e che stò producendo troppe scorie azotate che
provocano questo tipo di disturbi.

Mi ha consigliato di mangiare 3 volte a settimana cereali a pranzo con le
solite verdure, pasta no...è contraria.

Sono un pò scettica, ho paura di ingerire troppi carbo.

Che mi dite?

Info e consigli?

Grazie.
Ciao
Laura


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Xlater
2003-11-21 12:17:38 UTC
Permalink
Post by Laura
Vi faccio queste domande poichè 2 giorni fa, la mia dottoressa omeopata, che
è favorevole ai regimi low carb, mi ha rimproverato in quanto io ho escluso
completamente questi alimenti, interpretando forse la low carb in modo
troppo integralista.
Come ho già scritto in altri post, frutta e verdura non mancano mai nei miei
pasti, ma secondo lei i miei disturbi circolatori e di stitichezza (anche 5
giorni senza...)sono dovuti ad una cattiva alimentazione. Lei è convinta che
mangio troppe proteine e che stò producendo troppe scorie azotate che
provocano questo tipo di disturbi.
Mi ha consigliato di mangiare 3 volte a settimana cereali a pranzo con le
solite verdure, pasta no...è contraria.
Sono un pò scettica, ho paura di ingerire troppi carbo.
Che mi dite?
In linea di massima va detto che gli approcci integralisti è sempre
meglio evitarli. Ognuno dovrebbe tarare l'impostazione scelta in
funzione delle risposte del proprio organismo: in fondo stiamo
facendo tutto per stare meglio, non per ottenere il paradiso di
Allah.

Può darsi che la tua dottoressa non abbia tutti i torti. In primo
luogo nessuna dieta low-carb raccomanda di esagerare con le proteine.

Inoltre in un approccio low-carb "moderato" da 90-100 gr. di carbo al
giorno, c'è sicuramente modo di trovare spazio per cereali come
quelli consigliati, che sono generalmente a basso indice glicemico
e ricchi di fibre e nutrienti, il che li rende un'ottima scelta in
una dieta low-carb.

Il punto fondamentale è quello di inserirli nel pasto non come
"primo", ma come "contorno", o come piccola aggiunta ad una minestra
di verdure, in modo che la quantità complessiva di carbo resti sotto
controllo.

Il problema semmai è pratico. Questi cereali richiedono una lunga
preparazione: tipicamente vanno tenuti a mollo nell'acqua per
qualche ora, poi richiedono una cottura in acqua salata o brodo di
almeno una mezzora. E' impensabile fare tutto questo per 30 grammi
di "contorno".
L'unica è quella di prepararli una tantum e poi conservarli congelati
in piccole porzioni da scongelare al momento del bisogno.

Prova ad inserire questi cambiamenti nella tua dieta e vedi come
risponde il tuo organismo, in termini di peso, in termini di
regolarità intestinale, in termini di qualità del sonno e di
senso di benessere generale. Se vedi che i risultati non sono buoni
hai tutto il tempo per tornare indietro.


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Laura
2003-11-21 12:38:44 UTC
Permalink
Post by Xlater
Può darsi che la tua dottoressa non abbia tutti i torti. In primo
luogo nessuna dieta low-carb raccomanda di esagerare con le proteine.
...probabilmente è il mio problema. Senza volerlo, chiaramente. Quando
cucino per esempio una confezione di petto di pollo o tacchino, che pesa
mediamente 350g, la mangiamo in 2, stessa cosa avviene per il pesce o la
carne rossa. Forse di pesce anche di più...
Post by Xlater
Il punto fondamentale è quello di inserirli nel pasto non come
"primo", ma come "contorno", o come piccola aggiunta ad una minestra
di verdure, in modo che la quantità complessiva di carbo resti sotto
controllo.
Infatti il suo consiglio e quello di utilizzarne un pugno, magari nel
minestrone, o condirli con del pesce (frutti di mare per esempio)
Post by Xlater
Il problema semmai è pratico. Questi cereali richiedono una lunga
preparazione: tipicamente vanno tenuti a mollo nell'acqua per
qualche ora, poi richiedono una cottura in acqua salata o brodo di
almeno una mezzora. E' impensabile fare tutto questo per 30 grammi
di "contorno".
...credimi non è per pigrizia...ma alla fine preferisco optare per le fette
WASA.
Post by Xlater
L'unica è quella di prepararli una tantum e poi conservarli congelati
in piccole porzioni da scongelare al momento del bisogno.
Buona idea, ci proverò.
Post by Xlater
Prova ad inserire questi cambiamenti nella tua dieta e vedi come...
ti terrò informato.


Secondo te, un eccesso di proteine, oltre a produrre scorie azotate, può
anche ingrassare?


Ciao
Laura

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Xlater
2003-11-21 12:54:18 UTC
Permalink
Post by Laura
Secondo te, un eccesso di proteine, oltre a produrre scorie azotate, può
anche ingrassare?
Direttamente direi di no. L'organismo sa come liberarsi dell'eccesso
di proteine, anche se ovviamente è bene non sovraccaricare il sistema
di smaltimento, per non lasciare in giro le "scorie azotate" di cui
parla la tua dottoressa.

Però, indirettamente, un'eccesso di proteine può stimolare la
secrezione di insulina, e l'insulina quando è in circolo blocca
l'utilizzo dei grassi come energia e stimola il loro deposito
nell'adipe.


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Tsubo
2003-11-21 13:58:39 UTC
Permalink
On Fri, 21 Nov 2003 12:54:18 +0000 (UTC), "Xlater"
Post by Xlater
Però, indirettamente, un'eccesso di proteine può stimolare la
secrezione di insulina, e l'insulina quando è in circolo blocca
l'utilizzo dei grassi come energia e stimola il loro deposito
nell'adipe.
Per dovere di completezza aggiungo che le proteine associate a
carboidrati amplificano a dismisura la secrezione di insulina.

Carboidrati ---> insulina
Proteine ---> poca insulina
Carboidrati + Proteine ---> insulina a profusione ;-)

Ovviamente parlo di carboidrati e proteine puri, impensabile in
qualsiasi alimento.

Ciao



Tsubo
Laura
2003-11-21 14:06:11 UTC
Permalink
Post by Xlater
Però, indirettamente, un'eccesso di proteine può stimolare la
secrezione di insulina, e l'insulina quando è in circolo blocca
l'utilizzo dei grassi come energia e stimola il loro deposito
nell'adipe.
Che significa per te eccesso?
Perchè se poi leggo la risposta di Massimo mi dice che le mie sono porzioni
da canarino.

Ciao
Laura

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Xlater
2003-11-21 15:21:01 UTC
Permalink
Post by Laura
Che significa per te eccesso?
Perchè se poi leggo la risposta di Massimo mi dice che le mie sono porzioni
da canarino.
Le proteine che assumiamo (scomposte poi in aminoacidi) servono
in primo luogo come mattoni di costruzione (o di manutenzione) dei
tessuti e per la fabbricazione di varie sostanze (ormoni, ecc.) per
il nostro organismo. Quelli che restano in più vengono scomposti
(catabolismo) per essere utilizzate come energia. E' questa
scomposizione che genera le "scorie azotate" che devono essere
espulse.

Generalmente il corpo utilizza aminoacidi per circa il 10% del suo
bisogno di energia. A quelle quantità lo smaltimento dei sottoprodotti
non è assolutamente un problema. Quando cresce questa percentuale
aumentano le scorie da smaltire. Inoltre in una dieta low-carb, questa
percentuale cresce a scapito della percentuale di utilizzo dei grassi,
cosa che ovviamente non ci fa piacere.

Per incentivare il corpo a bruciare meno proteine e più grassi,
bisogna mangiare meno proteine e/o più grassi. Per questo è un errore
marchiano ridurre i grassi in una dieta low-carb. (E parlando di
petto di pollo mi hai fatto venire qualche sospetto...).

Se proviamo a ricapitolare:

1) Non è l'eccesso di assunzione di proteine, ma l'eccesso di
catabolismo, il problema.

2) In una dieta low carb il catabolimo aumenta quando aumenta il
rapporto tra aminoacidi disponibili e grassi disponibili

3) L'attività sportiva, che richiama gli aminoacidi nei processi
di sintesi, diminuisce la quantità di aminoacidi disponibili e quindi
migliora il rapporto

4) La carenza di lipidi nella dieta peggiora il rapporto. Inoltre
mangiando cibi proteici poveri di grasso è possibile che il naturale
senso di sazietà tenda a tardare, con il risultato che si finisce
per mangiarne troppo.

Quindi: meno petto di pollo e più bistecche di collo di maiale! :-)


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Laura
2003-11-21 15:44:57 UTC
Permalink
Post by Xlater
Per incentivare il corpo a bruciare meno proteine e più grassi,
bisogna mangiare meno proteine e/o più grassi. Per questo è un errore
marchiano ridurre i grassi in una dieta low-carb. (E parlando di
petto di pollo mi hai fatto venire qualche sospetto...).
...tranquillo, non mangio affatto solo petto di pollo o tacchino...anzi ho
preferenza per la carne rossa (se potessi farlo mangerei filetto e
fiorentina tutti il giorni!). Dirò di più, un tempo toglievo accuratamente
il grasso dalla carne...ora stò imparando a mangiare anche quello.
Non mangio carne di maiale e derivati (quindi tutti affettati) perchè non
riesco a digerirla, stessa cosa dicesi per latte e derivati.

Per quel che riguarda olio EVO non stò di certo lì a misurarlo con il
contagocce.
Frutta secca nè mangio...anche se per me è come una droga, se inizio non
riesco regolarmi.
Post by Xlater
mangiando cibi proteici poveri di grasso è possibile che il naturale
senso di sazietà tenda a tardare, con il risultato che si finisce
per mangiarne troppo
proverò dunque ad aumentare la quota dei grassi quando mangio fonti
proteiche magre.
Post by Xlater
Quindi: meno petto di pollo e più bistecche di collo di maiale! :-)
...il filetto andrà bene lo stesso?? :-))


Ciao
Laura



--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Tsubo
2003-11-21 18:12:10 UTC
Permalink
Post by Laura
Che significa per te eccesso?
Più di quanto il tuo organismo abbia bisogno. E' un dato difficilmente
calcolabile con esattezza, come diceva giustamente qualcuno, in quanto
dipende dal tuo stato fisico e salutare.
Post by Laura
Perchè se poi leggo la risposta di Massimo mi dice che le mie sono porzioni
da canarino.
No no, scusami se ho dato luogo a fraintendimenti: non mi riferivo al
tuo caso, ma era solo un'aggiunta per completare ciò che ti avevano
scritto.

Ciao


Tsubo

Massimo B.
2003-11-21 13:28:14 UTC
Permalink
Post by Laura
Post by Xlater
Può darsi che la tua dottoressa non abbia tutti i torti. In primo
luogo nessuna dieta low-carb raccomanda di esagerare con le proteine.
...probabilmente è il mio problema. Senza volerlo, chiaramente. Quando
cucino per esempio una confezione di petto di pollo o tacchino, che pesa
mediamente 350g, la mangiamo in 2, stessa cosa avviene per il pesce o la
carne rossa. Forse di pesce anche di più...
Sono porzioni da canarini. Non stai ceramente assumendo "troppe" proteine.
Ed uso le virgolette perchè nessuno ancora è riuscito a capire quando le
proteine sono, per l'appunto, troppe.

Problemi di stipsi accompagnano spesso un'alimentazione troppo povera, sia
in termini energetiche che in termini quantitativi. Io non taglierei le
proteine, ma comunque seguirei i consigli di Xlater in fatto di carbo.

inoltre tieni conto che un paio di kiwi al giorno fanno miracoli in tal
senso. Mediamente apportano circa 10 gr di carbo ciascuno, non molti quindi,
e contengono più potassio per unità di peso rispetto ad una banana, senza
contare gli altri microelementi di cui sono ricchi.

Ciao!!!

Massimo

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Xlater
2003-11-21 12:17:49 UTC
Permalink
Post by Laura
Vi faccio queste domande poichè 2 giorni fa, la mia dottoressa omeopata, che
è favorevole ai regimi low carb, mi ha rimproverato in quanto io ho escluso
completamente questi alimenti, interpretando forse la low carb in modo
troppo integralista.
Come ho già scritto in altri post, frutta e verdura non mancano mai nei miei
pasti, ma secondo lei i miei disturbi circolatori e di stitichezza (anche 5
giorni senza...)sono dovuti ad una cattiva alimentazione. Lei è convinta che
mangio troppe proteine e che stò producendo troppe scorie azotate che
provocano questo tipo di disturbi.
Mi ha consigliato di mangiare 3 volte a settimana cereali a pranzo con le
solite verdure, pasta no...è contraria.
Sono un pò scettica, ho paura di ingerire troppi carbo.
Che mi dite?
In linea di massima va detto che gli approcci integralisti è sempre
meglio evitarli. Ognuno dovrebbe tarare l'impostazione scelta in
funzione delle risposte del proprio organismo: in fondo stiamo
facendo tutto per stare meglio, non per ottenere il paradiso di
Allah.

Può darsi che la tua dottoressa non abbia tutti i torti. In primo
luogo nessuna dieta low-carb raccomanda di esagerare con le proteine.

Inoltre in un approccio low-carb "moderato" da 90-100 gr. di carbo al
giorno, c'è sicuramente modo di trovare spazio per cereali come
quelli consigliati, che sono generalmente a basso indice glicemico
e ricchi di fibre e nutrienti, il che li rende un'ottima scelta in
una dieta low-carb.

Il punto fondamentale è quello di inserirli nel pasto non come
"primo", ma come "contorno", o come piccola aggiunta ad una minestra
di verdure, in modo che la quantità complessiva di carbo resti sotto
controllo.

Il problema semmai è pratico. Questi cereali richiedono una lunga
preparazione: tipicamente vanno tenuti a mollo nell'acqua per
qualche ora, poi richiedono una cottura in acqua salata o brodo di
almeno una mezzora. E' impensabile fare tutto questo per 30 grammi
di "contorno".
L'unica è quella di prepararli una tantum e poi conservarli congelati
in piccole porzioni da scongelare al momento del bisogno.

Prova ad inserire questi cambiamenti nella tua dieta e vedi come
risponde il tuo organismo, in termini di peso, in termini di
regolarità intestinale, in termini di qualità del sonno e di
senso di benessere generale. Se vedi che i risultati non sono buoni
hai tutto il tempo per tornare indietro.


Xlater
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Continua a leggere su narkive:
Loading...