Discussione:
olio d'oliva: effetti collaterali
(troppo vecchio per rispondere)
Alien Love
2005-05-12 21:59:51 UTC
Permalink
che effetti negativi può portare un uso abbondante d'olio d'oliva?
colestereolo alto?
Enrico C
2005-05-12 22:12:46 UTC
Permalink
On Thu, 12 May 2005 21:59:51 GMT, Alien Love wrote on
Post by Alien Love
che effetti negativi può portare un uso abbondante d'olio d'oliva?
colestereolo alto?
Abbondante quanto? Cmq se si tratta semplicemente di scegliere quale grasso
usare come condimento, l'EVO non dovrebbe avere controindicazioni sul
fronte colesterolo, AFAIK, anzi al contrario penso sia una buoona scelta...

E' anche vero che si tratta pur sempre di un alimento molto calorico, come
tutti gli oli e i grassi, ma d'altra parte è anche saziante...

In ogni caso, sempre meglio usare gli oli e grassi a crudo, non fritti, e
l'olio d'oliva che sia quello *extravergine*!
--
Enrico C
Lorenzo®
2005-05-12 22:38:24 UTC
Permalink
Post by Alien Love
che effetti negativi può portare un uso abbondante d'olio d'oliva?
Quanto olio? Numeri precisi risposte precise...
--
Ciao
Lorenzo R.

http://www.ildietista.it
Rizoma
2005-05-13 17:27:33 UTC
Permalink
On Fri, 13 May 2005 00:12:46 +0200, Enrico C
Post by Enrico C
In ogni caso, sempre meglio usare gli oli e grassi a crudo, non fritti, e
l'olio d'oliva che sia quello *extravergine*!
e assolutamente SPREMUTO A FREDDO
vv
2005-05-14 11:54:13 UTC
Permalink
Post by Enrico C
Abbondante quanto? Cmq se si tratta semplicemente di scegliere quale grasso
usare come condimento, l'EVO non dovrebbe avere controindicazioni sul
fronte colesterolo, AFAIK, anzi al contrario penso sia una buoona scelta...
Immagino che EVO stia per olio extra vergine di olivo, ma "AFAIK" ? che
vor di?
Post by Enrico C
In ogni caso, sempre meglio usare gli oli e grassi a crudo, non fritti, e
l'olio d'oliva che sia quello *extravergine*!
So la differenza merceologica che passa tra extravergine e vergine; ma
perchè non lo si dovrebbe usare il vergine d'olivo?
Non si sente altro che dire : mi raccomando che sia extravergine !!
Ma perchè?
Enrico C
2005-05-14 19:54:53 UTC
Permalink
Post by vv
Post by Enrico C
Abbondante quanto? Cmq se si tratta semplicemente di scegliere quale grasso
usare come condimento, l'EVO non dovrebbe avere controindicazioni sul
fronte colesterolo, AFAIK, anzi al contrario penso sia una buoona scelta...
Immagino che EVO stia per olio extra vergine di olivo, ma "AFAIK" ? che
vor di?
Post by Enrico C
In ogni caso, sempre meglio usare gli oli e grassi a crudo, non
fritti, e
Post by Enrico C
l'olio d'oliva che sia quello *extravergine*!
So la differenza merceologica che passa tra extravergine e vergine; ma
perchè non lo si dovrebbe usare il vergine d'olivo?
|| Si definiscono olii extra vergini di oliva, gli olii di oliva vergini
|| di gusto assolutamente perfetto la cui acidità libera espressa in acido
|| oleico è al massimo 0,8g/l ed abbia un punteggio al panel test uguale o
|| superiore a 6,5.

|| Si definiscono olii di oliva vergini gli olii di gusto
|| perfetto (sono ammessi piccoli difetti) la cui acidità espressa in
|| acido oleico sia al massimo 2 g/l.

http://www.spaceshop.it/olio.htm
Post by vv
Non si sente altro che dire : mi raccomando che sia extravergine !!
Ma perchè?
Il motivo per cui si raccomanda "che sia extravergine", credo, è per
mettere in guardia dall' "olio di oliva" senza ulteriori attributi, che non
è l'olio ottenuto direttamente dalla spremitura del frutto, come si
potrebbe erroneamente pensare, ma un olio ottenuto da un processo
industriale, come descritto di seguito.
Secondo me, invece, la dicitura "olio di oliva", senza aggiunte, dovrebbe
essere riservata al solo olio ottenuto direttamente dalla spremitura.
Ma questa è solo la mia personalissima opinione, mentre quella che conta è
l'opinione delle aziende che producono e vendono...


| Come si ottiene il prodotto commercializzato con la denominazione di olio
| di oliva ?
|
| Il prodotto commercializzato con la denominazione di " olio di oliva "
| può avere un grado massimo di acidità dell' 1,5% ed è ottenuto
| miscelando olio di oliva raffinato con oli di oliva vergini
| commestibili.
|
| L'olio di oliva raffinato, a sua volta, è il cosiddetto olio vergine di
| oliva "lampante", che per difetti e gravi alterazioni (tra cui l'acidità
| superiore al grado limite del 3,3%), non è considerato commestibile e
| necessita di un processo industriale di deacidificazione,
| deodorizzazione e decolorazione, divenendo così un prodotto
| assolutamente neutro sia per gusto che per colore. L'aggiunta di una
| percentuale di olio "vergine" di oliva gli conferisce un minimo di
| profumo e di gusto e si commercializza così con la denominazione di
| OLIO DI OLIVA.
|
| Una curiosità: l'olio di oliva lampante si presenta molto scuro ed emana
| un odore sgradevole. In antichità veniva utilizzato solo per alimentare
| le lampade ad olio.
http://www.laterradipuglia.it/italiano/olioextraverginedioliva.htm
Enrico C
2005-05-14 21:12:46 UTC
Permalink
Post by Enrico C
| L'olio di oliva raffinato, a sua volta, è il cosiddetto olio vergine di
| oliva "lampante", che per difetti e gravi alterazioni (tra cui l'acidità
| superiore al grado limite del 3,3%), non è considerato commestibile e
Questa tabella è ancora più chiara, forse...

http://www.taggiasca.com/classif_olio.htm
=================================================
| Categoria acidità % metodo di estrazione
| 1 Olio di oliva vergine extra < di 1 Direttamente commestibile semplice
| spremitura delle olive
| 2 Olio di oliva vergine < di 2 Direttamente commestibile
| 3 Olio di oliva vergine corrente < di 3,3 Non commestibile
| 4 Olio di oliva vergine lampante > di 3,3 Non commestibile
| 5 Olio di oliva raffinato < di 0,5 Raffinato con solventi - non commestibile trattamenti
| chimici
| dell'
| olio
| vergine
| 6 Olio di oliva < di 1,5 raffinato con aggiunta di oli vergini, commestibile
| 7 Olio di sansa di oliva greggio > di 0,5 estratto dalle sanse - non commestibile
| 8 Olio di sansa di oliva raffinato < di 0,5 Raffinato con solventi - non commestibile
| 9 Olio di sansa di oliva < di 1,5 raffinato con aggiunta di oli vergini, commestibile
|

|
| NOTA - l'acidità, espressa in acido oleico, non è l'unico parametro per
| determinare la qualità dell'olio di oliva, anzi la U.E. ne ha stabiliti
| molti. Noi abbiamo inserito solo il valore dell'acidità per non creare
| confusione ai "non adetti ai lavori" anche perchè l'acidità è il
| parametro più significativo per determinare la qualità, in quanto gli
| altri, in linea di massima, vanno di conseguenza: non ce ne vogliano gli
| "esperti" questa estrema semplificazione.
|
| Per ulteriori informazioni su tutti i parametri delle classificazioni
| degli oli di oliva, consultare l'allegato 1 del Reg.to n. 2568/91
| seguendo le istruzioni fornite alla pagina della legislazione europea.
|
| 1. OLIO DI OLIVA VERGINE EXTRA
|
| Come dice la parola è senz'altro il migliore: ha una bassissima acidità
| e un profumo delizioso. Costituisce nella nostra zona un terzo della
| produzione totale di olio. Di qui deriva la preziosità di tale olio ed
| anche il suo prezzo elevato.
|
|
|
| 2. OLIO DI OLIVA VERGINE
|
| Anche esso abbastanza buono ma a causa della ricerca della qualità
| estrema, non viene più usato per confezionarlo.viene usato in aggiunta
| all'olio raffinato per creare l'olio di oliva.
|
|
|
| 3. OLIO DI OLIVA VERGINE CORRENTE
|
| Per cause atmosferiche avverse, per malattia (mosca dell'olivo), per
| ragioni di ordine tecnologico, spesso si ottiene quest'olio che a causa
| dei suoi difetti (sapore ed odore disgustoso, aspetto e colore
| marroncino, acidità elevata), non è commestibile e viene avviato alla
| raffinazione di cui parleremo in seguito.
|
| 4. OLIO DI OLIVA VERGINE LAMPANTE
|
| Anche quest'olio, ha i difetti (esaltati) di quello di oliva vergine
| corrente. si chiama così perchè una volta veniva adoperato nelle lampade
| ad olio per far luce.
|
|
|
| 5. OLIO DI OLIVA RAFFINATO
|
| In uscita dalle raffinerie ove l'olio viene trattato con sostanze
| chimiche, si ottiene quest'olio che non è commercializzabile tal quale.
|
|
|
| 6. OLIO DI OLIVA
|
| Costituito per circa il 90% da olio raffinato con l'aggiunta di olio
| vergine (10% max). In questo modo si trova in commercio con la dicitura
| in etichetta sopra descritta. L'olio così ottenuto ha il caratteristico
| sapore leggero, che molti preferiscono perchè da la senzazione di meno
| grasso. Questo è un luogo comune supremo: l'olio di oliva, a differenza
| del burro che contiene acqua, è sempre grasso allo stesso modo. Perchè
| allora rinunciare al profumo, al gusto esaltante dell'Extravergine?
| Profumo e gusto che questi oli non hanno, o hanno in minima parte.
|
|
|
| 7. OLIO DI SANSA DI OLIVA GREGGIO
|
| In uscita dai sansifici, non commestibile
|
|
|
| 8. OLIO DI SANSA DI OLIVA RAFFINATO
|
| L'olio di sansa che esce dai sansifici viene raffinato; non commestibile
|
|
|
|
| 9. OLIO DI SANSA DI OLIVA
|
| Quest'olio si trova in commercio con la dicitura in etichetta sopra
| descritta: è costituito da olio di sansa raffinato a cui viene miscelato
| olio di oliva vergine (5%). Si noti che il doppio passaggio di
| raffinazioni, con il relativo maggior costo, viene compensato da
| un'aggiunta minore di olio vergine. Questo è possibile perchè l'olio di
| sansa mantiene un minimo di colore e sapore rispetto all'olio di oliva
| raffinato.
|
| (Notizie tratte da: Vittorio Sossi - le sostanze grasse alimentari con
| particolare riguardo all'olio di oliva - Dominici Editore - IMPERIA -
| 1991)

=================================================
vv
2005-05-15 08:50:27 UTC
Permalink
Post by Enrico C
Post by Enrico C
| L'olio di oliva raffinato, a sua volta, è il cosiddetto olio vergine di
| oliva "lampante", che per difetti e gravi alterazioni (tra cui l'acidità
| superiore al grado limite del 3,3%), non è considerato commestibile e
Questa tabella è ancora più chiara, forse...
http://www.taggiasca.com/classif_olio.htm
=================================================
.....................
........................
================================================

Torno a riformulare la stessa domanda: sono perfettamente a conoscenza
dei dati riportati anche nella succitata tabella.
Faccio di mestiere l'agricoltore ed ho sempre consumato olio da me prodotto.
Ma insisto, perchè tanto accanimento nel consigliare un uso esclusivo di
olio extravergine?

Ho il sospetto che sia solo una questione (mi esprimo con un termine
volutamente eccessivo per paradosso) di quasi snobbismo.
Tutto ciò che è commestibile non dovrebbe far male.
Indubbiamente ci sono delle cose il cui uso è un pò più salubre di altre
ma l'importante è che sia commestibile.
Il gusto dell'olio di olivo è, a mio modo di vedere, talvolta
eccellente pur mantenendo una differenza netta con l'extravergine.
Dal punto di vista morale sono invece d'accordo che legalmente
bisognerebbe chiamarlo olio DA olivo invece che " DI " olivo.
Dal punto di vista economico: costa meno ed ognuno si deve fare i conti
in tasca senza peraltro sentirsi colpevole di avvelenare i propri
familiari solo perchè usa olio di olivo anziche l'extravergine.
Rizoma
2005-05-15 09:42:44 UTC
Permalink
Post by vv
Ma insisto, perchè tanto accanimento nel consigliare un uso esclusivo di
olio extravergine?
deve essere PREMUTO A FREDDO.
l'altro olio d'oliva fa male
Gretel
2005-05-15 09:47:53 UTC
Permalink
"Rizoma" ha scritto
Post by Rizoma
Post by vv
Ma insisto, perchè tanto accanimento nel consigliare un uso esclusivo di
olio extravergine?
deve essere PREMUTO A FREDDO.
l'altro olio d'oliva fa male
ROTFL al cubo. motivazioni?
Rizoma
2005-05-15 09:53:35 UTC
Permalink
Post by Gretel
ROTFL al cubo. motivazioni?
l'olio d'oliva non premuto a freddo perde molte qualità, tra queste
quelle del "colesterolo buono".
Gretel
2005-05-15 11:34:58 UTC
Permalink
"Rizoma" ha scritto
Post by Rizoma
Post by Gretel
ROTFL al cubo. motivazioni?
l'olio d'oliva non premuto a freddo perde molte qualità, tra queste
quelle del "colesterolo buono".
??? non c'è nessun colesterolo, né buono né cattivo, nell'olio di oliva.

l'olio più utile all'alimentazione, quello cioè con maggior contenuto di
polinsaturi, è l'olio che si estrae dai semi dell'uva.

non ho qui il mio libro di scienza dell'alimentazione per darti i dati
precisi, ma me lo ricordo bene perché mi è rimasto tanto impresso che nei
negozi vado a vedere se ce l'hanno....

poi prendo quell'altro, siamo in Liguria, scherziamo? :-)
Rizoma
2005-05-15 12:20:31 UTC
Permalink
Post by Gretel
??? non c'è nessun colesterolo, né buono né cattivo, nell'olio di oliva.
falso: ci sono proprietà utili al colesterolo buono solo se è spremuto
a freddo.
Post by Gretel
poi prendo quell'altro, siamo in Liguria, scherziamo? :-)
il migliore è l'olio istriano, altro che ligure...
Gretel
2005-05-15 13:03:32 UTC
Permalink
"Rizoma" ha scritto
Post by Rizoma
Post by Gretel
??? non c'è nessun colesterolo, né buono né cattivo, nell'olio di oliva.
falso: ci sono proprietà utili al colesterolo buono solo se è spremuto
a freddo.
Post by Gretel
poi prendo quell'altro, siamo in Liguria, scherziamo? :-)
il migliore è l'olio istriano, altro che ligure...
ma sai, quello ligure lo trovo più facilmente....;-P
Lorenzo®
2005-05-15 23:06:56 UTC
Permalink
Post by Gretel
l'olio più utile all'alimentazione, quello cioè con maggior contenuto di
polinsaturi, è l'olio che si estrae dai semi dell'uva.
si chiamo olio di vinacciolo, prorpio quello che citavo in un vecchio post,
purtroppo non si trova quasi per niente in commercio, in alternativa
è ottimo quello di semi di girasole, in alternanza all'olio di oliva
per ottenere il miglior profilo di grassi.
--
Ciao
Lorenzo R.

http://www.ildietista.it
Enrico C
2005-05-15 13:15:42 UTC
Permalink
Post by vv
Post by Enrico C
Post by Enrico C
| L'olio di oliva raffinato, a sua volta, è il cosiddetto olio vergine di
| oliva "lampante", che per difetti e gravi alterazioni (tra cui l'acidità