(troppo vecchio per rispondere)
Steatosi epatica e alimentazione
Antonio
2007-05-12 13:15:26 UTC
Buongiorno,
è la prima volta che scrivo in questo NG, ma da google ho visto che forse
è il posto giusto per esporre la mia domanda.
Qualche tempo fa cominciai ad avvertire fastidi al fianco destro,
all'altezza del fegato e vincendo la mia proverbiale refrettarietà ai
medici decisi di farmi vedere dalla mia dott.ssa di base. Alla visita
notò il fegato ingrossato e mi prescrisse un esame del sangue e una
ecografia.
Da questi esami risultò una steatosi epatica diffusa. Il colesterolo
totale è risultato di 239, il colesterolo HDL a 32 (fattore di rischio
7.4), trigliceridi 179 e la GammaGT a 539 invece di 50 max!

Leggendo in giro ho scoperto che questi valori sono abbinabili ad un
certo sovrappeso ed un eventuale abuso di sostanze grasse e alcoliche.
Io sono alto 173 cm per 62 kg, quindi tutto tranne che in sovrappeso,
sono praticamente vegetariano da oltre 2 anni, non mangio fritti, dolci e
bevo solo un paio di bicchieri di vino a pasto (quando sono a casa, fuori
casa bevo acqua) e quindi anche gli abusi sono da scartare.
La dott.ssa mi ha eliminato ogni tipo di alcol, mi ha ridotto il consumo
di pasta, eliminato pane, patate, uova, formaggi e latticini. Sono
rimasto solo con 60 grammi di pasta, insalata e frutta.
Feci notare alla dott.ssa che con una tale alimentazione sarei calato di
peso in picchiata, ma lei rispose che nessuno riesce a perdere peso con
velocità, perchè altrimenti le donne avrebbero trovato la felicità e la
linea perfetta.

Nel giro della prima settimana di dieta corretta ho perso 5 kg, nella
seconda settimana ne ho persi altri 2. Da 62 kg a fine aprile ora peso 55
kg, ho dovuto già stringere cintura dei pantaloni e cinturino
dell'orologio di due buchi. Quindi la risposta della dott.ssa è stata
prontamente smentita!
Sono sensibilmente più debole e i lavori casalinghi come anche solo il
giardinaggio mi costano molta fatica. La dieta dovrei continuarla almeno
fino a metà luglio e poi ripetere l'esame del sangue, ma io temo di
arrivarci in pelle ed ossa...

Che tipo di alimentazione compatibile con la mia situazione potrei
adottare in maniera da non perdere altro peso? Tra l'altro ho letto sul
web che anche frutta come banane, uva, fichi e cachi sono da evitare.
Davvero il menu è ridotto all'osso? Il riso rientra nel computo dei
carboidrati come la pasta e il pane? Meglio l'olio di oliva EV o quello
di semi? L'aceto conta come vino?
Varie ed eventuali?
Grazie!
--
Antonio
Luke
2007-05-12 19:38:48 UTC
Io a differenza di te ho tutti i valori del fegato e colesterolo perfetti ma
ho un po' di steatosi. Peso 62 come te e sono alto 1.76
Anche io ho eliminato i formaggi, uova, dolci ogni tanto, pane prendo quello
senza grassi.
idem gia' ero magro e adesso ho tutti i pantaloni larghi...scusa ma che
fastidi sentivi al fianco destro? riesci a spiegarmi bene quello che
sentivi?
Enrico C
2007-05-12 20:14:39 UTC
Post by Antonio
è la prima volta che scrivo in questo NG, ma da google ho visto che forse
è il posto giusto per esporre la mia domanda.
Ciao,
visto che parli di patologie specifiche e valori anomali delle analisi, più
che di consigli di sana alimentazione in generale, ti segnalo che esiste
anche il NG moderato it.scienza.medicina, con la partecipazione di alcuni
medici. Potresti fare un tentativo anche lì, anche se nessun consiglio
online potrà sostituirsi alla diagnosi del medico che ti visita di persona,
credo.
Post by Antonio
Qualche tempo fa cominciai ad avvertire fastidi al fianco destro,
all'altezza del fegato e vincendo la mia proverbiale refrettarietà ai
medici decisi di farmi vedere dalla mia dott.ssa di base. Alla visita
notò il fegato ingrossato e mi prescrisse un esame del sangue e una
ecografia.
Da questi esami risultò una steatosi epatica diffusa. Il colesterolo
totale è risultato di 239, il colesterolo HDL a 32 (fattore di rischio
7.4), trigliceridi 179 e la GammaGT a 539 invece di 50 max!
Leggendo in giro ho scoperto che questi valori sono abbinabili ad un
certo sovrappeso ed un eventuale abuso di sostanze grasse e alcoliche.
Non so cosa hai letto tu. Io sulla steatosi epatica avevo trovato quanto
segue, che smentisce in parte il "no" ai grassi, o almeno non a tutti i
grassi:

Pagina a cura di Giancarlo Bausano, specialista in Gastroenterologia, ASL
RM B, Roma
http://it.health.yahoo.net/c_special.asp?id=15571&s=1&c=7

| Contrariamente alle credenze popolari, i grassi non sono da proibire
| nelle malattie di fegato, ma vanno assunti in maniera equilibrata,
| evitando solo le fritture e limitando i grassi animali, come burro e
| strutto. È stato infatti ampiamente dimostrato che l'uso di diete
| rigidamente povere di grassi può essere addirittura dannoso in caso di
| malattia al fegato. Viene poi raccomandato l'uso, come condimento,
| dell'olio extravergine di oliva, ricco di acidi grassi essenziali,
| vitamine e antiossidanti.
[...]

http://www.helpepatic.org/steatosi.htm
: LA STEATOSI EPATICA
:
: Quando leggete questo termine su un'ecografia dell'addome superiore,
: sappiate che, per "steatosi epatica" s'intende un aumento del contenuto
: di grasso all'interno delle cellule del tessuto epatico, avvenuto in
: seguito a un processo infiltrativo o degenerativo.

: Questa condizione viene anche definita più semplicemente: "fegato grasso"
: e viene riscontrata nella maggior parte dei portatori cronici di epatiti
: virali.

: Il migliore suggerimento è quello di seguire una dieta speciale, per
: evitare che il "fegato grasso" rischi poi di immettere nell'organismo
: cellule di grasso, facendo aumentare i trigliceridi o il colesterolo nel
: sangue.

: Il grasso epatico rappresenta il 5% del peso del fegato; si parla di
: "steatosi epatica" quando questa percentuale viene superata e in genere,
: capita di scoprirlo, per un modesto rialzo delle transaminasi.

: Il fegato può mostrarsi ingrandito alla palpazione e l'ecografia lo
: mostra con "echi" più brillanti; spesso è causata per abuso di alcool
: (infatti può degenerare in epatite alcoolica e poi in cirrosi), può
: essere causata (nei non bevitori) da diabete o da obesità.

: Questa condizione può evolversi verso processi infiammatori o necrotici
: ed è comune nel 10% dei pazienti, che in dieci anni possono manifestare
: anche un'evoluzione cirrotica.

: Le misure da adottare sono: l'eliminazione dell'alcool, una corretta
: alimentazione che conduca a una riduzione del peso corporeo e l'attività
: sportiva.
:
: Consigli pratici: Ecco come si può tenere sotto controllo il "fegato
: grasso":
:
: evitare gli alcoolici e i grassi animali (burro e grasso della carne);

: ridurre l’apporto calorico nella dieta, fino a eliminare l’eventuale
: sovrappeso;

: prevenire qualsiasi rischio di virus-epatite : vaccinazione contro
: l’epatite B ed evitare contagio da conviventi malati o portatori-sani
: dell’epatite-C, anche eliminando l’uso promiscuo di rasoi e altri
: oggetti di toilette;

: attenzione ai farmaci, dei quali, non si può mai prevedere la tolleranza
: in questi soggetti: meglio limitarsi ai farmaci abituali, di cui si
: conosca l’innocuità nel caso specifico, e in dose minima efficace
: soprattutto per gli antibiotici e perfino per alcuni fitofarmaci;

: fare esercizio fisico ogni giorno (esempio 3-7 km a passo veloce);
:
: curare le malattie metaboliche associate, specie il diabete e l’aumento
: dei trigliceridi;
:

: combattere l’accumulo di gas fermentativi nell’intestino e i batteri
: patogeni, possibili produttori di sostanze alcool-simili, con
: antibiotici ad azione intestinale e con yogurt dotato di lattobacilli
: vivi e gastroresistenti;

: assumere vitamina-E (importante anti-ossidante) e acido ursodeossircolico
: (farmaco in capsule, che serve a fluidificare il percorso della bile e
: ad evitare la formazione dei calcoli).

: fonte: convegno medico sull'HCV al quale ha partecipato Diana alla Terme
: di Chianciano.
Post by Antonio
Io sono alto 173 cm per 62 kg, quindi tutto tranne che in sovrappeso,
sono praticamente vegetariano da oltre 2 anni, non mangio fritti, dolci e
bevo solo un paio di bicchieri di vino a pasto
Comunque il vino non è amico del fegato. IMHO dovresti evitare quei
bicchieri durante il pasto.
Post by Antonio
(quando sono a casa, fuori
casa bevo acqua) e quindi anche gli abusi sono da scartare.
La dott.ssa mi ha eliminato ogni tipo di alcol,
Ecco!
Post by Antonio
mi ha ridotto il consumo
di pasta, eliminato pane, patate, uova, formaggi e latticini. Sono
rimasto solo con 60 grammi di pasta, insalata e frutta.
Insomma, cosa mangi alla fine? :-)
Post by Antonio
Feci notare alla dott.ssa che con una tale alimentazione sarei calato di
peso in picchiata, ma lei rispose che nessuno riesce a perdere peso con
velocità, perchè altrimenti le donne avrebbero trovato la felicità e la
linea perfetta.
Nel giro della prima settimana di dieta corretta ho perso 5 kg,
Buona parte di quei 5 Kg "persi" nella prima settimana è probabilmente solo
acqua, non un vero dimagrimento.
Post by Antonio
nella
seconda settimana ne ho persi altri 2. Da 62 kg a fine aprile ora peso 55
kg, ho dovuto già stringere cintura dei pantaloni e cinturino
dell'orologio di due buchi. Quindi la risposta della dott.ssa è stata
prontamente smentita!
Sono sensibilmente più debole e i lavori casalinghi come anche solo il
giardinaggio mi costano molta fatica. La dieta dovrei continuarla almeno
fino a metà luglio e poi ripetere l'esame del sangue, ma io temo di
arrivarci in pelle ed ossa...
Che tipo di alimentazione compatibile con la mia situazione potrei
adottare in maniera da non perdere altro peso? Tra l'altro ho letto sul
web che anche frutta come banane, uva, fichi e cachi sono da evitare.
Davvero il menu è ridotto all'osso? Il riso rientra nel computo dei
carboidrati come la pasta e il pane? Meglio l'olio di oliva EV o quello
di semi? L'aceto conta come vino?
Varie ed eventuali?
Cosa mangi?
Antonio
2007-05-13 04:17:35 UTC
Post by Luke
Io a differenza di te ho tutti i valori del fegato e colesterolo
perfetti ma ho un po' di steatosi. Peso 62 come te e sono alto 1.76
Anche io ho eliminato i formaggi, uova, dolci ogni tanto, pane prendo
quello senza grassi.
In quale quantità mangi questo tipo di pane? Si trova facilmente?
Tra l'altro io credo che la dott.ssa mi abbia precluso il consumo di pane
per via dei trigliceridi...
Post by Luke
idem gia' ero magro e adesso ho tutti i pantaloni larghi...scusa ma
che fastidi sentivi al fianco destro? riesci a spiegarmi bene quello
che sentivi?
All'inizio era una strana e leggera sensazione come di qualcosa di
"estraneo" al fianco. Poi questa sensazione è aumentata fino a sentire un
peso sul lato destro. In seguito sono iniziati degli strani dolorini,
all'inizio sordi, poi acuti, come se fossero piccole lame conficcate nella
parte alta dell'addome destro e al fianco destro, appena sotto l'ultima
costola. Negli ultimi giorni prima di andare a farmi vedere questi fstidi
li avevo anche sulla parte posteriore.
A dire il vero io ero convinto fosse qualcosa di peggio...!
Spero di essere stato chiaro a sufficienza.
--
Antonio
Antonio
2007-05-13 05:00:37 UTC
Post by Enrico C
Ciao,
visto che parli di patologie specifiche e valori anomali delle
analisi, più che di consigli di sana alimentazione in generale, ti
segnalo che esiste anche il NG moderato it.scienza.medicina, con la
partecipazione di alcuni medici.
Ho inviato lo stesso post anche di là, ieri dopo averlo postato qui,
grazie :-)
Post by Enrico C
anche se nessun consiglio online potrà sostituirsi alla diagnosi del
medico che ti visita di persona, credo.
Sì, per ora la dott.ssa mi ha appena visitato, però.
Era solo per sentire se qualcuno aveva esperienza simili e conseguenti
consigli.
Post by Enrico C
Non so cosa hai letto tu. Io sulla steatosi epatica avevo trovato
quanto segue, che smentisce in parte il "no" ai grassi, o almeno non a
Pagina a cura di Giancarlo Bausano, specialista in Gastroenterologia,
ASL RM B, Roma
http://it.health.yahoo.net/c_special.asp?id=15571&s=1&c=7
| Contrariamente alle credenze popolari, i grassi non sono da proibire
| nelle malattie di fegato, ma vanno assunti in maniera equilibrata,
| evitando solo le fritture e limitando i grassi animali, come burro e
| strutto. È stato infatti ampiamente dimostrato che l'uso di diete
| rigidamente povere di grassi può essere addirittura dannoso in caso
| di malattia al fegato. Viene poi raccomandato l'uso, come condimento,
| dell'olio extravergine di oliva, ricco di acidi grassi essenziali,
| vitamine e antiossidanti.
[...]
Però nel mio caso c'è da considerare anche l'alto valore di colesterolo e
trigliceridi.
Io ad esempio ho trovato queste pagine:

http://www.cibo360.it/cibo_salute/aterosclerosi/colesterolo_trigliceridi.
htm
"Una corretta alimentazione prevede una ripartizione equa tra grassi
saturi (10% delle calorie totali), monoinsaturi (10%) e polinsaturi
(10%), per un totale di 30%.
Attualmente il problema della maggior parte della popolazione è quello di
soddisfare il 10% di grassi polinsaturi, non quello di limitare i saturi!
In un paese come il nostro dove l'uso di olio di semi spremuto a freddo è
bassissimo, poiché si preferisce l'olio extravergine di oliva, e anche il
consumo di pesce grasso è insufficiente, l'apporto di grassi polinsaturi
è ridotto. I grassi polinsaturi abbassano il colesterolo cattivo in modo
maggiore rispetto alla semplice riduzione dei grassi saturi."
[...]
"Per abbassare il valore dei trigliceridi nel sangue è sufficiente
perdere peso. Valori superiori a 110 mg/dl determinano una probabilità
molto alta che il soggetto sia sovrappeso, a meno che non siano presenti
dislipidemie (valori alterati dei lipidi nel sangue) congenite."

http://www.albanesi.it/Notizie/colesterolo.htm
"7) Il colesterolo assunto con l'alimentazione non supera il 20% - Un
errore comune è credere che tutto il colesterolo provenga dai cibi. In
realtà al massimo solo il 20% del colesterolo proviene
dall'alimentazione, mentre l'80% è di origine endogena (cioè creato
dall'organismo. La produzione è circa di 1-2 g al giorno mentre
l'organismo ne assume con la dieta 200-500 mg, per l'uomo occidentale
medio circa 340 mg, 220 mg per la donna). Una parte del colesterolo in
eccesso viene eliminata dal fegato, cosicché la percentuale esogena (cioè
proveniente dall'esterno, dall'alimentazione) massima del 20% sul totale
è più che ragionevole. Solo se si mangia "malissimo" si arriva al 20%.
Realisticamente è del 10%.
8) I cibi contenenti colesterolo - Ecco un semplice elenco di cibi
contenenti colesterolo (le quantità sono in mg per 100 g di alimento
edibile):
Organi di animali (cervello)
Tuorlo d' uovo (1350, un uovo intero contiene 400 mg di colesterolo per
100 g)
Burro (250)
Frutti di mare (aragosta, gamberi, ostriche, cozze 150)
Salumi grassi (100)
Formaggi grassi (pecorino, grana, parmigiano ecc. 100)
Carne e pesce magri (petto di pollo, tonno, pesce spada ecc. 70)"

http://www.albanesi.it/Dietologia/trigliceridi.htm
"a) tutti gli atleti in peso forma hanno un valore compreso fra 50 e 70.
b) atleti in leggero sovrappeso, ma definibili normali da un punto di
vista generale del benessere hanno un valore compreso fra 70 e 110.
c) oltre i 110 in genere il soggetto è sovrappeso, ma nulla si può
concludere dalla semplice analisi dei trigliceridi e si deve ricorrere ai
metodi tradizionali."
Post by Enrico C
http://www.helpepatic.org/steatosi.htm
: LA STEATOSI EPATICA
[CUT]
Post by Enrico C
: Il grasso epatico rappresenta il 5% del peso del fegato; si parla di
: "steatosi epatica" quando questa percentuale viene superata e in
: genere, capita di scoprirlo, per un modesto rialzo delle
: transaminasi.
Queste righe le ho trovate scritte pari pari un po' ovunque nel web...
Nel mio caso le transaminasi erano regolari, AST-GOT a 31.0 (limiti 10-
42).
Post by Enrico C
: Il fegato può mostrarsi ingrandito alla palpazione e l'ecografia lo
: mostra con "echi" più brillanti
Ed è quello che è stato visto a me.
Post by Enrico C
: spesso Ú causata per abuso di alcool (infatti può degenerare in
: epatite alcoolica e poi in cirrosi), può essere causata (nei non
: bevitori) da diabete o da obesità.
E credo che nessuno dei casi sopra sia il mio, glucosio 94 (limiti 70-
110) :-)
Post by Enrico C
: Le misure da adottare sono: l'eliminazione dell'alcool, una corretta
: alimentazione che conduca a una riduzione del peso corporeo e
: l'attività sportiva.
L'attività sportiva l'ho vista scritta anche su altri siti web, ma
addirittura in un sito si consigliava di farla a livello quasi agonistico
e comunque in modo intenso ed applicato per almeno 4 giorni la settimana.
Per la riduzione del peso corporeo, come dicevo, mi sto già applicando,
ma non credo che ne avessi bisogno...
Post by Enrico C
: Consigli pratici: Ecco come si può tenere sotto controllo il "fegato
: evitare gli alcoolici e i grassi animali (burro e grasso della
: carne);
Come dicevo, non mangio burro da oltre 15 anni e non mangio carne da un
paio di anni.
(Per il burro esiste l'eccezione di quando vado in vacanza nei paesi
nordici nei quali a colazione è usanza mettere un velo di burro sulle
fette biscottate prima della marmellata, ma si tratta appunto di un
assaggio che dura una 15ina di giorni ogni 1 o 2 anni)
L'alcol era limitato al vino una volta al giorno o alla birra quando
andavo in pizzeria...
Post by Enrico C
: attenzione ai farmaci, dei quali, non si può mai prevedere la
: tolleranza in questi soggetti: meglio limitarsi ai farmaci abituali,
: di cui si conosca l’innocuità nel caso specifico, e in dose minima
: efficace soprattutto per gli antibiotici e perfino per alcuni
: fitofarmaci;
Ecco, io ad esempio non prendo medicine, perchè non mi ammalo
praticamente mai. Non faccio mutua da più di 20 anni e l'unico disturbo
che mi invalida la giornata è il mal di testa per il quale uso compresse
che contengano ibuprofene (Moment, Nurofen o il generico). Per il resto
non vado mai in farmacia e mai dal medico...
Post by Enrico C
: fare esercizio fisico ogni giorno (esempio 3-7 km a passo veloce);
Questo mi manca, ma vado al lavoro in bici... Faccio 7 km in bici al
giorno. Abito in periferia e mi reco in centro città quasi sempre a piedi
per fare la spesa, a meno che non preveda di acquistare roba pesante o
ingombrante. E mi piace camminare tanto.
Post by Enrico C
: combattere l’accumulo di gas fermentativi nell’intestino e i
: batteri patogeni, possibili produttori di sostanze alcool-simili, con
: antibiotici ad azione intestinale e con yogurt dotato di lattobacilli
: vivi e gastroresistenti;
Non riesco assolutamente a mangiare lo yogurt, mi disgusta davvero tanto!
Post by Enrico C
: assumere vitamina-E (importante anti-ossidante) e acido
: ursodeossircolico (farmaco in capsule, che serve a fluidificare il
: percorso della bile e ad evitare la formazione dei calcoli).
Se queste cose sono disponibili a banco in farmacia potrei al massimo
tentare queste... La dott.ssa mi ha detto che non era il caso di assumere
alcun tipo di medicinale.
Post by Enrico C
Comunque il vino non Ú amico del fegato. IMHO dovresti evitare quei
bicchieri durante il pasto.
Credevo che il vino non fosse amico del fegato nel caso di abusi ed
eccessi, mentre sapevo che in dosi misurate fosse un coadiuvante alla
digestione e ad altri disturbi.
Post by Enrico C
mi ha ridotto il consumo di pasta, eliminato pane, patate, uova,
formaggi e latticini. Sono rimasto solo con 60 grammi di pasta,
insalata e frutta.
Insomma, cosa mangi alla fine? :-)
Quel che ho scritto ;-)
Pasta (pochissima, 50 grammi pesati crudi a pasto e nemmeno due volte al
giorno) e insalata... Frutta se trovo quella che mi aggrada. Nient'altro!
In alternativa alla pasta mangio riso in bianco (con olio) o con sugo di
pomodoro.
Lavorando e mangiando fuori casa in una mensa aziendale è impossibile
conoscere tutti gli ingredienti di una portata, così mi limito a ciò che
è classico.

Ero un amante della pizza, anche se andavo nei locali circa una volta al
mese... Da quel che ho capito me la posso dimenticare...
Post by Enrico C
Nel giro della prima settimana di dieta corretta ho perso 5 kg,
Buona parte di quei 5 Kg "persi" nella prima settimana Ú
probabilmente solo acqua, non un vero dimagrimento.
E per quale motivo avrei dovuto perdere acqua? Assumendo più verdura di
quanta ne assumessi prima, e più frutta e bevendo almeno mezzo litro di
acqua a pasto contro due bicchieri di vino che prendevo prima (tra
l'altro, visto che la quantità di cibo introdotta è inferiore a prima,
l'acqua in quantità mi dà almeno la sensazione di avere la pancia piena)
dovrei avere un eccesso di acqua. Mi sono accorto, infatti, che mi reco
al bagno per urinare più del doppio delle volte di prima.
Io sono del parere che ho proprio perso quei pochi kg che ero riuscito a
mettere su da dopo il matrimonio... Conoscendomi bene, so che per
guadagnare 100 grammi di peso devo fare un'enorme fatica, ma per perderne
500 mi basta saltare un paio di pasti!
Mi accorgo poi di essere molto più debole e questo non lo vedo
collegabile alla perdita di acqua.
Post by Enrico C
Davvero il menu Ú ridotto all'osso? Il riso rientra nel computo dei
carboidrati come la pasta e il pane? Meglio l'olio di oliva EV o
quello di semi? L'aceto conta come vino?
Varie ed eventuali?
Cosa mangi?
Vedi sopra ;-)))

Ciao!
--
Antonio
Enrico C
2007-05-13 10:38:40 UTC
On 13 May 2007 05:00:37 GMT, Antonio wrote:

[...]
Post by Antonio
Comunque il vino non è amico del fegato. IMHO dovresti evitare quei
bicchieri durante il pasto.
Credevo che il vino non fosse amico del fegato nel caso di abusi ed
eccessi, mentre sapevo che in dosi misurate fosse un coadiuvante alla
digestione e ad altri disturbi.
Di sicuro il vino non è amico di un fegato con steatosi epatica ;D
Post by Antonio
Insomma, cosa mangi alla fine? :-)
Quel che ho scritto ;-)
Pasta (pochissima, 50 grammi pesati crudi a pasto e nemmeno due volte al
giorno) e insalata... Frutta se trovo quella che mi aggrada. Nient'altro!
In alternativa alla pasta mangio riso in bianco (con olio) o con sugo di
pomodoro.
Mi pare una dieta sbilanciata, poco varia, povera, dunque non molto
salutare, in generale.
Potresti mangiare, per esempio, anche pesce, mandorle, nocciole, noci,
avena, olive, varie verdure e ortaggi, qualche uovo.

Just my 2 cents.
Antonio
2007-05-13 11:56:04 UTC
Post by Enrico C
Post by Antonio
Credevo che il vino non fosse amico del fegato nel caso di abusi ed
eccessi, mentre sapevo che in dosi misurate fosse un coadiuvante alla
digestione e ad altri disturbi.
Di sicuro il vino non è amico di un fegato con steatosi epatica ;D
Ecco, detta così ha un'altro aspetto :-)
Post by Enrico C
Post by Antonio
Pasta (pochissima, 50 grammi pesati crudi a pasto e nemmeno due volte
al giorno) e insalata... Frutta se trovo quella che mi aggrada.
Nient'altro! In alternativa alla pasta mangio riso in bianco (con
olio) o con sugo di pomodoro.
Mi pare una dieta sbilanciata, poco varia, povera, dunque non molto
salutare, in generale.
Direi che invece mi pare ci sia tutto quel che la dott.ssa mi ha concesso
tolto ciò che io non mangio per convinzioni personali.
Post by Enrico C
Potresti mangiare, per esempio, anche pesce, mandorle, nocciole, noci,
avena, olive, varie verdure e ortaggi, qualche uovo.
Il pesce rientrerebbe nella serie di alimenti da me eliminati.
La frutta secca, invece, mi sembra decisamente grassa e già prima non
esageravo. Sbaglio? Le noci sono quelle più grasse, poi... così sapevo.
Le varie verdure, invece, mi spaventano. Perchè ho purtroppo un ventaglio
davvero ristretto di verdure e ortaggi di gradimento: peperoni,
fagiolini, cicoria e spinaci. Oltre queste cose non vado, a parte
l'insalata di rucola che è la mia preferita, con due pomodorini...
Per la frutta sono daccapo: ho letto di eliminare le banane. E anche qui
il ventaglio è davvero ristretto. Mi piace essenzialmente la frutta
estiva, pesche, albicocche e prugne. Il resto lo posso mangiare con
notevole sforzo di volontà.
Le uova le avevo tolte da me sapendole piene di colesterolo. Bisognerebbe
scoprire se ci sono delle quantià limite nell'arco della settimana.

Ciao e grazie!
--
Antonio
Enrico C
2007-05-13 13:56:42 UTC
Post by Antonio
Post by Enrico C
Post by Antonio
Credevo che il vino non fosse amico del fegato nel caso di abusi ed
eccessi, mentre sapevo che in dosi misurate fosse un coadiuvante alla
digestione e ad altri disturbi.
Di sicuro il vino non è amico di un fegato con steatosi epatica ;D
Ecco, detta così ha un'altro aspetto :-)
Certo, ma in generale è il fegato l'organo che deve "fare i conti"
(metabolizzare) con l'alcool che assumiamo.
Post by Antonio
Post by Enrico C
Post by Antonio
Pasta (pochissima, 50 grammi pesati crudi a pasto e nemmeno due volte
al giorno) e insalata... Frutta se trovo quella che mi aggrada.
Nient'altro! In alternativa alla pasta mangio riso in bianco (con
olio) o con sugo di pomodoro.
Mi pare una dieta sbilanciata, poco varia, povera, dunque non molto
salutare, in generale.
Direi che invece mi pare ci sia tutto quel che la dott.ssa mi ha concesso
tolto ciò che io non mangio per convinzioni personali.
Sulle convinzioni personali non metto parola, sono personali quindi affari
tuoi. Però credo che ci siano modi per renderle compatibili con una dieta
più varia ed equilibrata. Parlane con la dottoressa. Se tu togli alcuni
cibi dalla sua dieta, non è più la stessa dieta e non è più completa di
tutti i nutrienti, quindi va riformulata compatibilmente con le tue
convinzioni personali.
Post by Antonio
Post by Enrico C
Potresti mangiare, per esempio, anche pesce, mandorle, nocciole, noci,
avena, olive, varie verdure e ortaggi, qualche uovo.
Il pesce rientrerebbe nella serie di alimenti da me eliminati.
Ok.
Post by Antonio
La frutta secca, invece, mi sembra decisamente grassa
Le mandorle e le noci potrebbero aiutarti a migliorare la situazione del
tuo colesterolo, alzando l'HDL, che è bassino.
Post by Antonio
e già prima non
esageravo. Sbaglio? Le noci sono quelle più grasse, poi... così sapevo.
Le varie verdure, invece, mi spaventano. Perchè ho purtroppo un ventaglio
davvero ristretto di verdure e ortaggi di gradimento: peperoni,
fagiolini, cicoria e spinaci.
A volte è solo questione di abitudine, e di trovare un modo di cucinare più
appetitoso anche se sano. :-)
Post by Antonio
Oltre queste cose non vado, a parte
l'insalata di rucola che è la mia preferita, con due pomodorini...
Per la frutta sono daccapo: ho letto di eliminare le banane. E anche qui
il ventaglio è davvero ristretto. Mi piace essenzialmente la frutta
estiva, pesche, albicocche e prugne.
Ora ci sono ancora le fragole, ipocaloriche e gustose!
Post by Antonio
Il resto lo posso mangiare con notevole sforzo di volontà.
Prova a variare, però. L'abitudine fa miracoli. :-)
Post by Antonio
Le uova le avevo tolte da me sapendole piene di colesterolo. Bisognerebbe
scoprire se ci sono delle quantià limite nell'arco della settimana.
L'effetto delle uova sul colesterolo sanguigno varia da individuo a
individuo. In ogni caso un consumo saltuario non credo che dovrebbe essere
un problema. Tieni anche conto che il colesterolo è contenuto tutto nel
rosso, mentre non ce n'è per niente nell'albume.
--
"And the whole Earth was of one language, and of one speech".
(Genesis 11,1)
Enrico C
2007-05-13 15:16:23 UTC
Post by Antonio
Post by Enrico C
Post by Antonio
Credevo che il vino non fosse amico del fegato nel caso di abusi ed
eccessi, mentre sapevo che in dosi misurate fosse un coadiuvante alla
digestione e ad altri disturbi.
Di sicuro il vino non è amico di un fegato con steatosi epatica ;D
Ecco, detta così ha un'altro aspetto :-)
Certo, ma in generale è il fegato l'organo che deve "fare i conti"
(metabolizzare) con l'alcool che assumiamo.
Post by Antonio
Post by Enrico C
Post by Antonio
Pasta (pochissima, 50 grammi pesati crudi a pasto e nemmeno due volte
al giorno) e insalata... Frutta se trovo quella che mi aggrada.
Nient'altro! In alternativa alla pasta mangio riso in bianco (con
olio) o con sugo di pomodoro.
Mi pare una dieta sbilanciata, poco varia, povera, dunque non molto
salutare, in generale.
Direi che invece mi pare ci sia tutto quel che la dott.ssa mi ha concesso
tolto ciò che io non mangio per convinzioni personali.
Sulle convinzioni personali non metto parola, sono personali quindi affari
tuoi. Però credo che ci siano modi per renderle compatibili con una dieta
più varia ed equilibrata. Parlane con la dottoressa. Se tu togli alcuni
cibi dalla sua dieta, non è più la stessa dieta e non è più completa di
tutti i nutrienti, quindi va riformulata compatibilmente con le tue
convinzioni personali.
Post by Antonio
Post by Enrico C
Potresti mangiare, per esempio, anche pesce, mandorle, nocciole, noci,
avena, olive, varie verdure e ortaggi, qualche uovo.
Il pesce rientrerebbe nella serie di alimenti da me eliminati.
Ok.
Però rinunci a un buon alimento, per le proteine e per il tipo di grassi
che fornisce.
Come fonte di proteine potresti compensare con i legumi, ad esempio in
zuppe, con cereali in chicchi (orzo, farro, ecc.), o in insalate.
Post by Antonio
La frutta secca, invece, mi sembra decisamente grassa
Le mandorle e le noci potrebbero aiutarti a migliorare la situazione del
tuo colesterolo, alzando l'HDL, che è bassino.
Post by Antonio
e già prima non
esageravo. Sbaglio? Le noci sono quelle più grasse, poi... così sapevo.
Le varie verdure, invece, mi spaventano. Perchè ho purtroppo un ventaglio
davvero ristretto di verdure e ortaggi di gradimento: peperoni,
fagiolini, cicoria e spinaci.
A volte è solo questione di abitudine, e di trovare un modo di cucinare più
appetitoso anche se sano. :-)
Post by Antonio
Oltre queste cose non vado, a parte
l'insalata di rucola che è la mia preferita, con due pomodorini...
Per la frutta sono daccapo: ho letto di eliminare le banane. E anche qui
il ventaglio è davvero ristretto. Mi piace essenzialmente la frutta
estiva, pesche, albicocche e prugne.
Ora ci sono ancora le fragole, ipocaloriche e gustose!
Post by Antonio
Il resto lo posso mangiare con notevole sforzo di volontà.
Prova a variare, però. L'abitudine fa miracoli. :-)
Post by Antonio
Le uova le avevo tolte da me sapendole piene di colesterolo. Bisognerebbe
scoprire se ci sono delle quantià limite nell'arco della settimana.
L'effetto delle uova sul colesterolo sanguigno varia da individuo a
individuo. In ogni caso un consumo saltuario non credo che dovrebbe essere
un problema. Tieni anche conto che il colesterolo è contenuto tutto nel
rosso, mentre non ce n'è per niente nell'albume.
--
"And the whole Earth was of one language, and of one speech".
(Genesis 11,1)
Antonio
2007-05-13 15:22:04 UTC
Post by Enrico C
Post by Antonio
Post by Enrico C
Di sicuro il vino non è amico di un fegato con steatosi epatica ;D
Ecco, detta così ha un'altro aspetto :-)
Certo, ma in generale è il fegato l'organo che deve "fare i conti"
(metabolizzare) con l'alcool che assumiamo.
Però alcune persone possono bere con continuità, altri, per motivi
metabolici credo, devono smettere...
Post by Enrico C
Sulle convinzioni personali non metto parola, sono personali quindi
affari tuoi. Però credo che ci siano modi per renderle compatibili con
una dieta più varia ed equilibrata. Parlane con la dottoressa. Se tu
togli alcuni cibi dalla sua dieta, non è più la stessa dieta e non è
più completa di tutti i nutrienti, quindi va riformulata
compatibilmente con le tue convinzioni personali.
Credo che dovrò riparlarle e chiedere chiarimenti e integrazioni in
merito.
Post by Enrico C
Post by Antonio
La frutta secca, invece, mi sembra decisamente grassa
Le mandorle e le noci potrebbero aiutarti a migliorare la situazione
del tuo colesterolo, alzando l'HDL, che è bassino.
Ho trovato scritto che per idurre il colesterolo dovrei puntare
sull'avena (come dicevi tu) e sul riso integrale. Dovrei anche assumere
due spicchi di aglio al giorno (credo sia socialmente improponibile) e
cipolla. Carote, non tra le mie preferite... Fagioli e verdura a foglia
verde scura, pomodori (già lo faccio) e poi dice patate, che però cozzano
con quanto detto dalla dott.ssa...
Dovrei bere tè verde e vino rosso e mangiare cioccolata fondente, ma su
questi ultimi due ho dei dubbi che sia corretto :-)
Poi il testo cita tutta una serie di integratori per combattere gli alti
valori di colesterolo e trigliceridi:
carnitina, coenzima Q10, acidi grassi dell'oilio di lino e di ribes nero,
alga kelp, lecitina, acido lipoico, selenio, niacina e vitamine del
gruppo B.
Oppure con la fitoterapia:
estratto di foglie di carciofo, tarassaco, fo-ti (mai sentito),
biancospino e ginseng siberiano.
Ovviamente ognuno nelle sue proporzioni.
Post by Enrico C
Post by Antonio
peperoni, fagiolini, cicoria e spinaci.
A volte è solo questione di abitudine, e di trovare un modo di
cucinare più appetitoso anche se sano. :-)
Credo che dovrò reperire un libro per cucinare le verdure ;-)
Post by Enrico C
Post by Antonio
qui il ventaglio è davvero ristretto. Mi piace essenzialmente la
frutta estiva, pesche, albicocche e prugne.
Ora ci sono ancora le fragole, ipocaloriche e gustose!
Ecco, dimenticavo le fragole e le amarene (non le ciliegie ché hanno il
vermetto ;-) )
Post by Enrico C
L'effetto delle uova sul colesterolo sanguigno varia da individuo a
individuo. In ogni caso un consumo saltuario non credo che dovrebbe
essere un problema. Tieni anche conto che il colesterolo è contenuto
tutto nel rosso, mentre non ce n'è per niente nell'albume.
Sì, lo so... chiederò anche questo alla dott.ssa :-)

Ora capisco il senso di fame delle mie gatte da quando le ho messe a
dieta renal ;-)

Ciao!
--
Antonio
Francesco Mineo
2007-05-13 20:39:14 UTC
Post by Antonio
Ho trovato scritto che per idurre il colesterolo dovrei puntare
Ma perchè vi fidate più di quello che trovate scritto (chissà dove) che di
una persona che ha studiato seriamente e non leggendo qua e là alcune cose?
Le cose sono due: o fai da te, o ti affidi ad un medico. Non puoi fare
entrambe le cose. Io ti consiglio la seconda. Chi fa da se... lo fa male
(quando c'è in gioco la salute almeno).
--
Studentello di Medicina e Chirurgia
Contatti: ***@gmail.com (valida anche per MSN)
Sito: http://oneiromancy.altervista.org/
"Scegli lo specialista e hai scelto la malattia" House M.D
Antonio
2007-05-13 20:54:44 UTC
Post by Francesco Mineo
Post by Antonio
Ho trovato scritto che per idurre il colesterolo dovrei puntare
Ma perchè vi fidate più di quello che trovate scritto (chissà dove)
che di una persona che ha studiato seriamente e non leggendo qua e là
alcune cose? Le cose sono due: o fai da te, o ti affidi ad un medico.
Non puoi fare entrambe le cose. Io ti consiglio la seconda. Chi fa da
se... lo fa male (quando c'è in gioco la salute almeno).
Se hai letto tutto il thread, la dott.ssa ha già parlato in proposito e il
risultato è che la dieta imposta è insufficiente al mio mantenimento
giornaliero.
Enrico ha dato il suo punto di vista e io ho solo detto che provvederò a
cercare nuove ricette. Poi ho trovato alcuni consigli per l'integrazione e
ho anche detto che parlerò di nuovo con la dott.ssa, che evidentemente non
aveva previsto che riducendo di brutto la mia alimentazione io avrei perso
kg in picchiata. O per meglio dire, non credeva alle mie parole quando le
dissi che avrei perso peso.
Avrà anche studiato, la dott.ssa, ma ha toppato in pieno in un banale
calcolo di calorie e metabolismo. Non pensi che magari chi ha studiato
tanto può anche non essere infallibile? E vedendo con quale facilità ha
toppato, come puoi fidarti che in futuro sia più abile?
--
Antonio

"Il paradiso non sarà mai un paradiso se i miei gatti non saranno lì ad
accogliermi"

http://it.photos.yahoo.com/ph/shy_1965/my_photos
"gretel" <@casina.di.marzapane>
2007-05-14 07:12:18 UTC
"Antonio" ha scritto

. Poi ho trovato alcuni consigli per l'integrazione e
Post by Antonio
ho anche detto che parlerò di nuovo con la dott.ssa, che evidentemente non
aveva previsto che riducendo di brutto la mia alimentazione io avrei perso
kg in picchiata.
ecco, di questa sotoria mi preoccupano due cose: da quello che dici di aver
sempre mangiato non si capisce come ti sia venuta una steatosi epatica, se
non su basi "infettive" (metto le virgole perché non sono medico neanch'io)

oltretutto, non essendo obeso in partenza, è ovvio che un forte decremento
delle calorie introdotte non può che farti dimagrire....:-((((

ora, capisco evitare grassi e alcolici, ma se non sei obeso perché diminuire
pasta e pane ed *eliminare* le patate, che in sè fanno pochissime calorie,
se non fritte o inzuppate del grasso dell'arrosto? :-OOO

formaggi e latticini, e le uova, li può consumare chiunque, in quantità
moderate...

"Tra l'altro ho letto sul
web che anche frutta come banane, uva, fichi e cachi sono da evitare."

sono solo zuccherine, che c'entra? occhio a quiello che leggi in giro!!!!!!

Il riso rientra nel computo dei
carboidrati come la pasta e il pane?



Meglio l'olio di oliva EV o quello
di semi?

EV o di semi con alto contenuto di polinsaturi

L'aceto conta come vino?"

beh, no, è fatto con l'uva ma non è alcolico! :-DDDD


Varie ed eventuali?

eh, sono miliardi! ;-)))

piuttosto mi pare che tu non ci abbia detto una delle cose più importanti:
quanti anni hai?

perché il fabbisogno calorico di un adolescente è superiore a quello di un
nonnino di 75 anni! :-D

e che lavoro fai?


O per meglio dire, non credeva alle mie parole quando le
Post by Antonio
dissi che avrei perso peso.
Avrà anche studiato, la dott.ssa, ma ha toppato in pieno in un banale
calcolo di calorie e metabolismo. Non pensi che magari chi ha studiato
tanto può anche non essere infallibile? E vedendo con quale facilità ha
toppato, come puoi fidarti che in futuro sia più abile?
in effetti questa dott.sa mi pare che per eccesso di prudenza ti abbia tolto
troppe cose!

è il tuo medico di base (mutua)?

sentirne un altro?
Post by Antonio
"Il paradiso non sarà mai un paradiso se i miei gatti non saranno lì ad
accogliermi"
aaahhhhh ma sei tu! :-)))))

un altro VECCHIO IDAGhiano come me! :-P
Luke
2007-05-14 08:38:51 UTC
Post by Antonio
All'inizio era una strana e leggera sensazione come di qualcosa di
"estraneo" al fianco. Poi questa sensazione è aumentata fino a sentire un
peso sul lato destro. In seguito sono iniziati degli strani dolorini,
all'inizio sordi, poi acuti, come se fossero piccole lame conficcate nella
parte alta dell'addome destro e al fianco destro, appena sotto l'ultima
costola. Negli ultimi giorni prima di andare a farmi vedere questi fstidi
li avevo anche sulla parte posteriore.
A dire il vero io ero convinto fosse qualcosa di peggio...!
Spero di essere stato chiaro a sufficienza.
Io invece non avevo sintomi.... il mio non e' ingrossato ma solo un po' di
steatosi. Mi sembra strano pero' che la steatosi crei sintomi e che tu possa
sentire male al fegato.
Io sento un dolore solo quando faccio un grosso respiro e mi piego in
avanti...pero' il mio medico dice che non puo' essere il fegato...io non ci
capisco piu' niente ci sto impazzendo!
Enrico C
2007-05-14 08:51:05 UTC
Post by Antonio
Post by Francesco Mineo
Post by Antonio
Ho trovato scritto che per idurre il colesterolo dovrei puntare
Ma perchè vi fidate più di quello che trovate scritto (chissà dove)
Se hai letto tutto il thread, la dott.ssa ha già parlato in proposito
Sì, ma poi dici "ho trovato scritto che...", senza citare la fonte ;D
Non tutte le fonti che trovi sul web sono uguali, non tutte sono
affidabili. Dico in generale, senza entrare nel merito delle singole
questioni.
Del resto tu stesso ti sei accorto di alcune incongruenze, per esempio
sulle patate. Ho avuto l'impresssione che tu riportassi quello che hai
trovato a titolo di cronaca ma non per dire che credi a tutto. Però quando
si comunica via tastiera è facile equivocare :-)

Gli stessi consigli che trovi su un newsgroup come questo (compresi quelli
del sottoscritto, ovviamente) dovresti sempre prenderli con beneficio
d'inventario, perché chiunque può scrivere qualsiasi cosa, magari anche in
buona fede, ma non è detto che sia fondata. Come dice Francesco, dovresti
avere un po' più di fiducia nel medico curante. Ovviamente anche il medico
può sbagliare qualche volta, ma in linea di massima dovrebbe essere il
primo punto di riferimento per le questioni di salute. Peraltro anche il
medico non ha la sfera di cristallo, e forse non ci hai parlato abbastanza
e non hai spiegato tutta la situazione (per esempio, le avevi detto che sei
vegetariano, affinché ne tenesse conto nella dieta?), anche per chiarire
tutti i dubbi (per esempio, sulla velocità del dimagrimento). Insomma, il
medico facciamolo lavorare! ;-P
--
"And the whole Earth was of one language, and of one speech".
(Genesis 11,1)
Francesco Mineo
2007-05-14 11:09:51 UTC
Post by Antonio
Avrà anche studiato, la dott.ssa, ma ha toppato in pieno in un banale
calcolo di calorie e metabolismo. Non pensi che magari chi ha studiato
tanto può anche non essere infallibile? E vedendo con quale facilità
ha toppato, come puoi fidarti che in futuro sia più abile?
A parte il fatto che non è detto che la dottoressa abbia toppato, perchè ci
possono essere mille complicanze e imprevisti che un medico non può certo
prevedere, se una terapia va bene ad una persona non è detto che debba
andare bene ad un'altra, e una dieta personalizzata non è altro che una
terapia. Ad ogni modo, se hai la sicurezza che abbia toppato, consulta un
altro medico. Per il resto ti ripeto quello che ho detto, o fai da te o ti
affidi completamente ad un medico, entrambe le cose, ammesso che tu tenga
alla tua salute e non voglia giocare a fare il medico su te stesso, non puoi
farle. Poi ognuno è libero di fare ciò che vuole, il mio, anche se forse in
maniera brusca, è un consiglio spassionato.

PS. Conosci una persona, che pratica una qualsiasi professione, infallibile
e che non abbia mai commesso un solo errore? Io no. Forse si può sbagliare,
e forse può farlo anche un medico, forse perchè è umano. Discorso generale,
non riferito alla dottoressa in questione perchè appunto, non si può dire
che abbia toppato.
--
Studentello di Medicina e Chirurgia
Contatti: ***@gmail.com (valida anche per MSN)
Sito: http://oneiromancy.altervista.org/
"Scegli lo specialista e hai scelto la malattia" House M.D
Enrico C
2007-05-14 12:36:51 UTC
Post by Francesco Mineo
o fai da te o ti
affidi completamente ad un medico, entrambe le cose, ammesso che tu tenga
alla tua salute e non voglia giocare a fare il medico su te stesso, non puoi
farle.
Un attimo, però. Informarsi e voler approfondire la propria educazione
alimentare, anche al di là dei 5-10 minuti del colloquio con il medico
quando capita un malanno, a me pare cosa buona e giusta.
Aggiungi il fatto che l'alimentazione è un fenomeno complesso, con
componenti sociali, culturali, personali, e chi parla di cibo dovrebbe
essere anche chef, sociologo e psicologo, per non parlare troppo in teoria.
Cambiare abitudini alimentari è più complicato che prendere una pillola!
:-)
Il problema è che in giro si trovano molte informazioni dubbie o del tutto
forvianti. Per esempio, a parte il solito discorso che sul web trovi anche
le cose più inverosimili, se uno va in libreria trova soprattutto manuali
sulle diete più popolari di moda, che magari dicono l'uno l'opposto
dell'altro.
Quindi, dico anch'io ad Antonio di fare anzitutto riferimento al proprio
medico curante, e non mettere sullo stesso piano la prima pagina web o il
primo forum che trova, ma leggere con spirito critico cercando di vagliare
quello che ha fondamento.
Post by Francesco Mineo
PS. Conosci una persona, che pratica una qualsiasi professione, infallibile
Infatti, l'infallibilità non esiste per nessuna persona e neanche per la
medicina intesa come insieme di conoscenze. In particolare nel campo
dell'alimentazione esistono vari approcci ciascuno dei quali può vantare
studi e ricerche a supporto, non sempre tutti i medici sono aggiornati
sugli ultimi sviluppi, e non sempre gli stessi specialisti sono concordi su
tutto.
Premesso questo, se il medico non è infallibile, tanto meno lo sono i non
medici! Cerco di verificare e capire meglio *anche* quello che mi dice il
medico, ma a maggior ragione prendo con le pinze le indicazioni del primo
sconosciuto che capita ;D
Tutto questo in generale, perché nel caso specifico, come dici tu, "non si
può dire che la dottoressa abbia toppato".
--
"And the whole Earth was of one language, and of one speech".
(Genesis 11,1)
Antonio
2007-05-14 14:01:07 UTC
Post by "gretel" <@casina.di.marzapane>
ecco, di questa sotoria mi preoccupano due cose: da quello che dici di aver
sempre mangiato non si capisce come ti sia venuta una steatosi epatica, se
non su basi "infettive" (metto le virgole perché non sono medico neanch'io)
Ed è la stessa domanda che mi sono posto pure io.
Mi sembra incredibile che pur seguendo un'alimentazione quasi del tutto
neutra mi ritrovi nelle stesse condizioni di un abbuffone di mortadelle,
salami e lardo o magari di un beone!
Certo, ogni tanto anche io mi sono fatto un piattino di patatine fritte,
anche io ogni tanto mi sono concesso un sofficino fritto, ma sono quelle
cose che al massimo capitano due o tre volte all'anno.
Davvero non capisco.
Post by "gretel" <@casina.di.marzapane>
oltretutto, non essendo obeso in partenza, è ovvio che un forte decremento
delle calorie introdotte non può che farti dimagrire....:-((((
Infatti avevo impiegato oltre 10 anni per superare i 60 kg, partendo da
54... e ora in un attimo, solo due settimane, ci sono ricaduto!
Post by "gretel" <@casina.di.marzapane>
ora, capisco evitare grassi e alcolici, ma se non sei obeso perché diminuire
pasta e pane ed *eliminare* le patate, che in sè fanno pochissime calorie,
se non fritte o inzuppate del grasso dell'arrosto? :-OOO
Per i trigliceridi, credo. La grossa quantità di amidi contenuti potrebbe
essere il motivo del bando totale.
Post by "gretel" <@casina.di.marzapane>
formaggi e latticini, e le uova, li può consumare chiunque, in quantità
moderate...
Invece i formaggi, anche quelli light, me li ha tolti del tutto :-(
Post by "gretel" <@casina.di.marzapane>
"Tra l'altro ho letto sul web che anche frutta come banane, uva, fichi e
cachi sono da evitare."
Post by "gretel" <@casina.di.marzapane>
sono solo zuccherine, che c'entra? occhio a quiello che leggi in giro!!!!!!
Era legato al tipo di zuccheri contenuti in certi tipi di frutta ed era
nuovamente legato al discorso dei trigliceridi.
Non sono più riuscito a trovare quella pagina web.
Post by "gretel" <@casina.di.marzapane>
Il riso rientra nel computo dei carboidrati come la pasta e il pane?

Andiamo bene... :-(
Post by "gretel" <@casina.di.marzapane>
Meglio l'olio di oliva EV o quello di semi?
EV o di semi con alto contenuto di polinsaturi
E questa indicazione la si trova in genere sull'etichetta oppure ci sono
marchi più ricchi di altri?
Post by "gretel" <@casina.di.marzapane>
L'aceto conta come vino?"
beh, no, è fatto con l'uva ma non è alcolico! :-DDDD
Sai com'è, a questo punto devo stare attento a tutto ;-)
Post by "gretel" <@casina.di.marzapane>
quanti anni hai?
Farò 42 anni fra un mese.
Post by "gretel" <@casina.di.marzapane>
e che lavoro fai?
Il lavoro è impiegato, ma fuori dall'ufficio, a casa, ho un sacco di
attività anche piuttosto pesanti.
Nel senso che faccio giardinaggio molto spesso e ho anche l'hobby del
fai-da-te, carpenteria da legno... Insomma, non sono un muratore o un
minatore, ma alle volte serve un po' di forza che ultimamente mi manca...
Post by "gretel" <@casina.di.marzapane>
in effetti questa dott.sa mi pare che per eccesso di prudenza ti abbia tolto
troppe cose!
O è stata prudenza o è stata superficialità. O fretta...
Post by "gretel" <@casina.di.marzapane>
è il tuo medico di base (mutua)?
Sì, è quello della mutua.
Post by "gretel" <@casina.di.marzapane>
sentirne un altro?
Cioè un dietologo? Gulp...!
Post by "gretel" <@casina.di.marzapane>
"Il paradiso non sarà mai un paradiso se i miei gatti non saranno lì ad
accogliermi"
aaahhhhh ma sei tu! :-)))))
un altro VECCHIO IDAGhiano come me! :-P
Yes, sono io! Non scrivo più su idag, mi limito a lurkare... ;-)
Ciao e grazie!

Antonio


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Antonio
2007-05-14 14:11:46 UTC
Post by Enrico C
Sì, ma poi dici "ho trovato scritto che...", senza citare la fonte ;D
Non tutte le fonti che trovi sul web sono uguali, non tutte sono
affidabili. Dico in generale, senza entrare nel merito delle singole
questioni.
Quelle ultime info le avevo prese da un libro che ho trovato in casa. Si
tratta di un libro che aveva comprato mia moglie e che affronta i problemi
di salute dal punto di vista della terapia alimentare e naturale, senza
l'uso di medicinali...
Ora sono in ufficio, titolo e autore non li ho qui.
Post by Enrico C
Del resto tu stesso ti sei accorto di alcune incongruenze, per esempio
sulle patate. Ho avuto l'impresssione che tu riportassi quello che hai
trovato a titolo di cronaca ma non per dire che credi a tutto. Però quando
si comunica via tastiera è facile equivocare :-)
Sì, anche per mostrare come sia possibile trovare consigli contrastanti.
Post by Enrico C
Gli stessi consigli che trovi su un newsgroup come questo (compresi quelli
del sottoscritto, ovviamente) dovresti sempre prenderli con beneficio
d'inventario, perché chiunque può scrivere qualsiasi cosa, magari anche in
buona fede, ma non è detto che sia fondata. Come dice Francesco, dovresti
avere un po' più di fiducia nel medico curante. Ovviamente anche il medico
può sbagliare qualche volta, ma in linea di massima dovrebbe essere il
primo punto di riferimento per le questioni di salute.
Forse un medico potrebbe consigliarmi meglio se mi conoscesse meglio.
Il fatto è che io ho questa dott.ssa da 7 anni, ma era la prima volta che mi
vedeva. E quello precedente lo tenni per una decina d'anni, ma ci
incontrammo solo due volte e una di quelle volte era solo per il foglio di
iscrizione alla palestra.
Insomma, non sono un buon frequentatore di studi medici, anche perchè fino
ad ora non ne ho mai avuto bisogno (non faccio mutua dal 1987...) e magari
ad una prima visita è davvero difficile per un medico indovinare le terapie
ad un paziente senza una sua storia.
Post by Enrico C
Peraltro anche il
medico non ha la sfera di cristallo, e forse non ci hai parlato abbastanza
e non hai spiegato tutta la situazione (per esempio, le avevi detto che sei
vegetariano, affinché ne tenesse conto nella dieta?), anche per chiarire
tutti i dubbi (per esempio, sulla velocità del dimagrimento). Insomma, il
medico facciamolo lavorare! ;-P
Come ho scritto sopra, era la prima volta che ci vedevamo. Anzi la seconda,
la prima era quella per prescrivermi le visite specialistiche (esame del
sangue e ecografia) una settimana prima.
Non le ho detto di essere vegetariano, ma lei neppure me lo ha chiesto ;-)
Diciamo che è un mezzo errore a testa.
Il tempo per il quale ci siamo visti è quello minimo necessario. Ora come
ora i medici hanno le tabelle orarie come il parrucchiere. Ci sono 10 minuti
scarsi tra quando entri e ti presenti e quando esci per far entrare il
paziente successivo!
Credo che il tempo a mia disposizione fosse scaduto e quel che è riuscita a
dirmi in quei minuti doveva bastarmi. Dovrei prenotarmi un'altra fetta di 10
minuti.

Ciao!
Antonio

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Antonio
2007-05-14 14:25:13 UTC
Post by Enrico C
Post by Antonio
Post by Enrico C
Di sicuro il vino non è amico di un fegato con steatosi epatica ;D
Ecco, detta così ha un'altro aspetto :-)
Certo, ma in generale è il fegato l'organo che deve "fare i conti"
(metabolizzare) con l'alcool che assumiamo.
E che cosa ne dici di birra analcolica? Tipo la Moretti Zero, la Tourtel
(che però ha circa 1 grado di alcol)?

Antonio

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/

Pagina Successiva >
Pagina 1 di 2